Arnold Ehret Italia

Qui si possono discutere e richiedere riferimenti del libro riguardo alla risoluzione di condizioni non ottimali di salute

Moderatore: luciano

Avatar utente
By betula
#30189
Il nostro corpo ha bisogno di grassi, non fosse altro che per il fatto che il cervello è costituito in gran parte da colesterolo.
E' ovvio che i grassi vegetali, consumati in piccole dosi non possono che far bene, così com'è ovvio che eliminare dalla dieta tutti i grassi può provocarci seri danni, non fosse altro che per la mancanza di "lubrificante".

Ho appena letto un interessantissimo libro sul cibo, che spiega come i nutrizionisti attaccano periodicamente un nutriente, una categoria di alimenti, i grassi, gli zuccheri. E' illuminante.

In Difesa del Cibo
di Michael Pollan

Immagine
Avatar utente
By Antishred
#30191
Ciao Betula, quello che dici ha perfettamente senso: i grassi sono essenziali al nostro sostentamento, ma i cibi che ne contengono in alte percentuali non ne costituiscono la miglior fonte per il nostro organismo. Ogni frutto fresco, ogni vegetale ha una percentuale di grassi, che è quella adatta all'essere umano.
Frutti troppo concentrati come l'avocado, il cocco e altri prodotti come noci e semi sono troppo difficili da digerire, te ne sarai accorta anche tu, perciò non potrebbero costituire la base della nostra dieta. Il 10% di grassi sembra essere la quantità giusta.
Ricordiamoci sempre che il corpo non funziona per sostituzione, ma per sintesi: altrimenti la teoria delle proteine sarebbe valida (proteine per costruire proteine).
Se consideriamo valida una dieta fruttariana, con o senza vegetali a foglia verde (comunque consigliati un po'da tutti), allora siamo d'accordo che essi costituiscono la miglior fonte esistente di sostanze nutrienti per la nostra salute. Perchè allora dovremmo mangiare anche alimenti così alti in grassi?
Di nuovo: Madre Natura ha forse sbagliato?
Poi una persona dovrebbe provare su se stessa.

"Quando i livelli di grassi nel flusso sanguigno si alzano, si alzano anche i livelli di zuccheri, perchè un eccesso di grassi impedisce all'insulina di svolgere il proprio lavoro di accompagnare gli zuccheri fuori dal flusso sanguigno." (fonte: Doug Graham sul consumo di zuccheri)

Di conseguenza, mi sembra di capire, in una dieta priva di alimenti che contengono alte percentuali di grassi, la produzione di insulina non è alterata nè il suo lavoro è ostacolato.

Ovviamente, come ho scritto nel post precedente, l'interessato/a dovrebbe approfondire meglio questi argomenti, la mia infatti era solo una riflessione.

Ciao
Avatar utente
By mauropud
#30193
Antishred ha scritto:Frutti troppo concentrati come l'avocado, il cocco e altri prodotti come noci e semi sono troppo difficili da digerire, te ne sarai accorta anche tu,


D'accordo su cocco e noci, ma io di avocado ne mangio vagonate e non mi ha mai causato problemi.
Tieni conto che pare contenga piu' fibre di tanti altri frutti, e inoltre i suoi grassi sono cosi' "puliti" che se hai un piatto sporco, va via tutto con sola acqua. :)
Avatar utente
By Antishred
#30195
mauropud ha scritto:
Antishred ha scritto:Frutti troppo concentrati come l'avocado, il cocco e altri prodotti come noci e semi sono troppo difficili da digerire, te ne sarai accorta anche tu,


D'accordo su cocco e noci, ma io di avocado ne mangio vagonate e non mi ha mai causato problemi.
Tieni conto che pare contenga piu' fibre di tanti altri frutti, e inoltre i suoi grassi sono cosi' "puliti" che se hai un piatto sporco, va via tutto con sola acqua. :)


Ma ti capita di fare anche dei pasti interi di solo avocadi?
Io personalmente non ho mai provato, però ultimamente le cose troppo grasse non mi attraggono, quindi non so se proverò.

Riguardo all'avocado ho letto molte cose, ad es. che la sua pianta spesso è altissima e quindi difficile da raggiungere per il nostro "uomo primitivo ideale", che generalmente un "raw-fooder-wanna-be" sente la necessità dei grassi e si butta sull'avocado pensando che "tanto è naturale"... per poi ovviamente (a detta dello scrittore) fallire miseramente nel tentativo (forse l'avocado ha proprietà scoraggianti?! :D); ho letto addirittura che crea dipendenza ( :lol: )!!!

Qui il discorso era,in caso di malattia grave/cronica, ha senso provare ad eliminare tutti gli alimenti grassi? Forse può essere d'aiuto.

In ogni caso, un avocado ogni tanto non è il diavolo :) e soprattutto, è un
eccesso di grassi che può provocare l'innalzamento del livello di zuccheri nel sangue.

Ciao ciaoo
Avatar utente
By vper71
#31329
Ciao Hazel,

stavo giusto cercando qualcuno nel forum che avesse i miei stessi problemi !!
Anche io sono diabetica e ho grosse difficolta' con la dieta.
In questo ultimo mese non ho nemmeno contate le ipoglicemie da quante erano... e queste ovviamente mi causano notevole stress e grossissime difficolta' a mantenere la dieta.
La scorsa notte nonostante avessi ridotto l'insulina sono andata in ipoglicemia forte e mi sono bevuta ben 3 bicchieri di Sprite !!
Da come scrivi mi sembra di capire che usi ancora la penna, giusto ?
Io ho il microinfusore ed e' piu' facile ma nonostante questo ho cmque difficolta'...
Anche alla mia diabetologa sono venuti i capelli dritti quando le ho detto che stavo eliminando i carboidrati...
Se vuoi scambiare qualche idea e considerazione sono disponibile.
Ciao
V
Avatar utente
By Hazel
#31429
Cara Sibillina, grazie a te per la risposta e per il link che mi hai segnalato!
Non lo conoscevo affatto e ho letto con grande interesse. :D
Appena possibile proverò Flor Essence.
Sai qual'è la cosa triste?
Questa:

"Il dottor Brusch si decise a rinunciare all'idea di convincere l'establisliment medico a legittimare il decotto della Caisse. Non aveva funzionato fino ad allora e non avrebbe funzionato mai. La natura stessa della terapia, un innocuo infuso d'erbe, contrastava con il pensiero ortodosso: cioè con la convinzione che il corpo malato debba subire un intervento radicale sotto forma di veleno, di radiazioni e di chirurgia per ridurre o sconfiggere il male. Perché combattere una guerra che non può essere vinta? Perché non portare semplicemente il decotto della Caisse fuori dall'arena della medicina ufficiale? Come? Semplicemente vendendolo nei negozi di alimenti naturali per quello che effettivamente è, cioè un innocuo infuso d'erbe disintossicante, senza menzionare il suo potere anticancro."
Avatar utente
By Hazel
#31433
Antishred
Concordo con te.
I grassi sulla glicemia hanno un effetto devastante. La mantengono alta per ore. A volte anche 24 di seguito. :(
Avatar utente
By Hazel
#31434
Cara Vper,
ti mentirei se dicessi che ho trovato un equilibrio fra questa nuova alimentazione e l'insulina.
Questa estate per esempio ho avuto tantissime ipoglicemie e tutti ovviamente mi hanno dato addosso.
Soprattutto il mio ex ragazzo, che in quel periodo si era trasformato in un oscuro dittatore della cucina "equilibrata".
Ogni volta non perdeva occasione per dirmi che dovevo mangiare "in modo normale", pasta, pane, carne perchè senza questa sostanza come fai, senza proteine come fai? (orrore, orrore)
Senza sapere che in tutti questi anni di diabete mi sono salvata proprio mangiando pochissimo.
I diabetologi in parallelo non hanno fatto altro che dire che dovevo rispettare la tabella degli indici glicemici, ecc che se non riesco a mangiare il frumento probabilmente sono celiaca, mentre io ho bene in mente l'articolo sulla celiachia.
Siamo tutti celiaci, perchè i cereali sono tutti tossici. :-(
E' solo una questione di gradazione di tossicità e l'ho sperimentato bene su me stessa nel corso degli anni.

Così, con questa caccia alle streghe durata mesi, (un'altro pò mi bruciavano sul rogo) sono riusciti a terrorizzarmi così tanto che non tanto per il loro strali, quanto per arginare le continue ipoglicemie ho reintrodotto per un breve periodo e non senza riluttanza e rimostranze assortite, un pò di pasta, mais, e legumi, ceci, lenticchie, fagioli.
Non l'avessi mai fatto.... siccome era tempo immemorabile che non ne mangiavo il mio organismo depurato si è ribellato come un leone in gabbia, ed è stato imperativo nel rifiutare i cibi tossici, infatti ho avuto un sacco di reazioni negative in tal senso.
Difficoltà estrema a digerire, gonfiore, capelli secchi, insonnia, irritabilità, pelle delle mani completamente fissurata.
Così il mio corpo ha rispedito tutto al mittente accompagnandolo con un quintale di anatemi e piano piano me ne sono ritornata all'alimentazione di prima.

Quello che mi colpisce molto è che quando mi siedo a tavola, se metto in bocca un cibo tossico me ne accorgo perché immediatamente cambio umore, mi viene mal di stomaco oltre al fatto che l'effetto negativo dura per giorni.
Mentre appena mangio della frutta divento serena e mi sento leggera, pulita, piena di energie.
Quello che vedo proprio cambiare è la percezione della luce.
Mi sembra tutto più luminoso, come una bella giornata tersa.
La frutta spesso ha degli effetti miracolosi.
Quando mi si erano riempite le mani di fissurazioni causa frumento, mais e tossici assortiti, tutti mi dicevano di mettere la crema.
Io ho risposto laconica: "Appena toglierò questi cibi, si chiuderanno da sole."
Così è stato, fra lo stupore degli astanti che (per ora ovviamente) non osano più contraddirmi.

Concludendo Vper, dopo questa lunga digressione, si, io uso ancora le penne, (Lantus e R) ma sto cercando un nuovo schema insulinico perché questo è diventato troppo pesante per quello che mangio.
Ho eliminato completamente proteine e grassi animali, quindi niente carne, pesce, formaggi, uova, e latte.
Assolutamente niente pasta e pane, nè cereali come frumento, grano duro, mais, grano saraceno, orzo, farro, manioca, avena, segale, miglio, amaranto, kamut né soia.
Per evitare ipoglicemie gravi ai pasti ho mantenuto una piccola quantità di riso integrale.
Comunque anche questo compromesso non potrà andare avanti per molto perchè anche il riso mi fa stare malissimo, ogni volta che lo assumo mi sembra di mangiare la colla. :( (bleak)
Riguardo la frutta prediligo pere, banane e loti che sostengono la glicemia un pò più a lungo rispetto ad arance, ananas, kiwi.
Verdure bollite a volontà, insieme al loro succo, ovviamente, ma quella si sa, non ha impatto glicemico.
Spero di averti detto anche una sola parola che sia stata ultile, e ovviamente mi farà molto piacere, se vorrai continuare a confrontarmi con te e a scambiare consigli.
Ultima modifica di Hazel il 29 novembre 2009, 10:51, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
By mauropud
#31446
Questo thread lo avevo "perso"...

Antishred ha scritto:Ma ti capita di fare anche dei pasti interi di solo avocadi?
Io personalmente non ho mai provato, però ultimamente le cose troppo grasse non mi attraggono, quindi non so se proverò.


Normalmente non mangio l'avocado da solo: lo metto nell'insalata o lo mangio come guacamole, spesso accompagnato a cose molto peggiori, tipo pane integrale tostato o pane di segale secco.
A me personalmente non mi ha mai dato problemi, anche in quantita' elevate.

Antishred ha scritto:Riguardo all'avocado ho letto molte cose, ad es. che la sua pianta spesso è altissima e quindi difficile da raggiungere per il nostro "uomo primitivo ideale"


Alt! Qui dimentichi una cosa fondamentale: i frutti maturi cadono dall'albero e non c'e' bisogno di arrampicarsi per raccoglierli.
Anche se non arrivano interi a terra il nostro uomo primitivo se li magna lo stesso, cosi' si prende anche una dose di B12 (per chi ci crede)! :D

Purtroppo con la "civilizzazione" siamo abituati a vedere frutta colta acerba e messa in vendita dopo mesi, mentre la natura ce la farebbe trovare matura sull'albero o per terra, da gustare al volo! :P
By ikxikx
#31455
I grassi sulla glicemia hanno un effetto devastante
******************************************
Ciao Hazel!

Ma in che quantità diventano devastanti(sempre grassi vegetali naturalmente)?
La panoramica di Ienk

Il canino in necrosi è il 43, ho evidentemente sba[…]

Ho letto con interesse la tua esperienza per la pu[…]

Di solito il magnesio viene assorbito meglio, quan[…]

Clisteri o idrocolonterapia

Non ho mai avuto esperienza di idrocolonterapia, m[…]

Libri di Arnold Ehret