Arnold Ehret Italia

Qui si possono discutere e richiedere riferimenti del libro riguardo alla risoluzione di condizioni non ottimali di salute

Moderatore: luciano

#28754
Stamattina appena sveglia, come sempre, mi sono lavati gli occhi e, forse perchè ieri sera non mi ero struccata, ho avvertito subito un forte bruciore all'occhio sinistro.
Ho subito riprovato a lavare l'occhio ripetutamente ma, da allora, ho ancora lo stesso problema: fastidio come se avessi un corpo estraneo. Mi fa male a tenere l'occhio chiuso, e se abbasso la palpebra. E' poco rosso.

Avrò danneggiato la cornea sfregandomi inavvertitamente oppure è un sintomo dell' "occhio secco"?
In ogni caso, pomeriggio andrò dal dottore perchè mi dia qualcosa perchè temo di non poter dormire, visto che mi fa male soprattutto se lo tengo chiuso: ma temo di dover prendere colliri antibiotici!

Qualcuno mi può consigliare? Io sto ripetutamente facendo sciacqui con acqua del rubinetto o di bottiglia, e con camomilla ma senza nessun risultato.
#28761
mariella ha scritto:Stamattina appena sveglia, come sempre, mi sono lavati gli occhi e, forse perchè ieri sera non mi ero struccata, ho avvertito subito un forte bruciore all'occhio sinistro.
Ho subito riprovato a lavare l'occhio ripetutamente ma, da allora, ho ancora lo stesso problema: fastidio come se avessi un corpo estraneo. Mi fa male a tenere l'occhio chiuso, e se abbasso la palpebra. E' poco rosso.

Avrò danneggiato la cornea sfregandomi inavvertitamente oppure è un sintomo dell' "occhio secco"?
In ogni caso, pomeriggio andrò dal dottore perchè mi dia qualcosa perchè temo di non poter dormire, visto che mi fa male soprattutto se lo tengo chiuso: ma temo di dover prendere colliri antibiotici!

Qualcuno mi può consigliare? Io sto ripetutamente facendo sciacqui con acqua del rubinetto o di bottiglia, e con camomilla ma senza nessun risultato.


Ciao Mariella,
ma per caso hai letto i libri? No perchè se ti trovi d'accordo con Ehret, mi sa che andare dal dottore per farti dare qualche veleno in scatola non sia il massimo della vita. Poi se la cosa è proprio insopportabile e temi di perdere l'occhio (ma perchè poi?) allora prova a sentire cosa ti dice... sei già stata in erboristeria? Di sicuro hanno dei colliri molto più naturali.

Ciao
Avatar utente
By tistructor
#28787
Sei sicura di non avere qualche corpo estraneo nell'occhio?
Guardalo bene allo specchio aiutandoti con una torcia elettrica. Guarda bene nell'iride e cerca di individuare qualche puntino che potrebbe indicare il corpo estraneo. Se non trovi nulla guarda bene dentro alle palprebe, può capitare che il corpo estraneo abbia aderito e non vuole staccarsi. Se qualcuno che ti fidi è li con te fallo guardare a lui l'occhio.
Se il fastidio è sopportabile ti consiglierei di non andare subito dal dottore ma di dormire una notte. Il sonno è un toccasana per gli occhi.
Per mia esperienza, di corpi estranei me ne sono entrati parecchi sopprattutto durante l'utilizzo di trapani per bucare i soffitti e non ho mai dovuto recarmi dal dottore.
Ricordo che una volta un piccolo pezzo di pietra si era attaccato in fondo alla palpebra superiore ed è rimasto lì per 2 giorni fino a che sono riuscito a vederlo e toglierlo. Un fastidio e l'occhio era tutto arrossato.
Se invece l'occhio mostra i sintomi di una infezione (le palprebre tendono a incollarsi) ti consiglio di non strassarlo troppo. Però per questa eventualità non ho suggerimenti poichè non mi è mai capitato in forma grave.

Ciao
Avatar utente
By flib
#28789
Quando non conoscevo Ehret e mi capitavano problemi simili avevo trovato molto utile fare i "bagni oculari" con acqua borica.

Da Ehretista faccio la stessa cosa con acqua del rubinetto.

Può essere utile acquistare in farmacia un flacone di acqua borica, costa pochi euro, perchè quasi sempre (verificare) nel flacone c'è in dotazione un apposito "applicatore" che permette di immergere l'occhio nella soluzione completamente; ovviamente si tiene l'occhio aperto ed è un po' come immergersi nel mare senza maschera :D
A differenza di un normale risciaquo che si può fare buttandosi l'acqua negli occhi, l'immersione può staccare un eventuale corpo estraneo presente all'interno della palpebra.

Faccio il bagnetto agli occhi anche quando li sento stanchi o secchi a causa del lavoro intenso al computer, e ne traggo un immediato sollievo.
devo dire che da quando ho cambiato alimentazione questo capita sempre più di rado
:wink:
Avatar utente
By mariella
#28798
Evviva! Ho resistito fino a pomeriggio inoltrato a non mettere niente negli occhi e...d'incanto, all'improvviso, la fastidiosa sensazione di copo estraneo è svanita! Mi è rimasta la dolenzia (forse perchè ho passato la giornata a bagnare l'occhio...anche se mi doleva e bruciava), ma che sollievo poter abbassare la palpebra senza quel fastidio. Sono così riuscita a non andare dal dottore! Tremavo all'idea di dover prendere colliri antibiotici: temevo in verità che la cornea si fosse in qualche modo sfregata. Non so in conclusione cosa avessi: un minuscolo corpo estraneo che è svanito oppure è una vera è propria sindrome di occhio secco?
Per la verità ogni tanto quell'occhio forse mi dava qualche problema di quel tipo, ma era una cosa così di lieve entità che non ci ho fatto mai caso.
Certo è che se dovessi soffrire davvero di "occhi secchi" devo trovare qualcosa come rimedio naturale, non voglio già a 53 anni riempirmi gli occhi di "lacrime arificiali"!
Io sto sempre alla larga da ogni tipo di farmaco.

GRAZIE A TUTTI!

Una domanda: ma siamo sicuri di poter fare i bagni oculari con acqua borica?
Avatar utente
By flib
#28799
Forse mi sono spiegato male...

dicevo di comprare un flacone di acqua borica solo per entrare in possesso dell'applicatore che è un guscio di plastica che rende semplice eseguire il bagno oculare.
Si riempie il guscio di acqua, si china la testa in avanti e si appoggia il guscio sull'occhio. Il guscio aderisce al viso e permette di muovere la testa senza far fuoriuscire l'acqua dai lati. I movimenti della testa, fatti con l'occhio aperto, consentono di fare un vero "bagnetto" al nostro occhio.
Al posto dell'acqua borica usare acqua del rubinetto eventualmente trattata (io ho installato un sistema di microfiltrazione della Cillichemie), oppure un acqua minerale non gasata :wink:
Avatar utente
By tistructor
#28830
Sono contento per te.
Come ti ho già scritto se le sensazioni di dolore non sono troppo forti il problema si risolve da solo o con una piccola mano. Ripeto però l'inportante è non stressare troppo l'occhio con lavaggi o eccessivi tentativi prolungati e frequenti di trovare il corpo estraneo. Altrimenti si ottiene solo una aumentata irritazione.
Ciao
By rita
#28836
ciao Mariella
forse non era un corpo estraneo
prima della transizione fino a un anno fa, piu' d'una volta mi capitava di grattarmi un occhio e dopo un po' sentivo un fastidio tale da non poter piu' riuscire a tenere la palpebra ne chiusa nè aperta. dolore no ma un fastidio dannato che mi durava una decina di minuti, avevo la netta sensazione di aver un rospo nell'occhio!
poi con grande difficoltà, avevo provato a tirar su la palpebra davanti allo specchio per vedere cosa diavolo avessi!
era la pelle della palpebra ingrossata come a formare una pallina, come una brigolina, ecco.
ora che sono in transizione non mi viene piu' di grattare gli occhi (lo facevo quando ero molto stanca).
ma al primo mese di dieta, senza neanche toccare gli occhi mi era tornato quel grosso fastidio , si vede che era il muco che dovevo espellere perchè poco dopo ha smesso.
ciao
Avatar utente
By tistructor
#28839
Ciao Rita,
Dalle mie parti quello si chiama orzaiolo. E' un brufolo che viene sulla palpebra a contatto con l'occhio. E' un tipo di brufolo particolare proprio dell'occhio. Di solito rimane per alcuni giorni. Non sò per quale motivo viene. Nel mio caso l'ho avuto una o due volte durante la mia vita. Mi rimane un piccolo dubbio non sono sicuro che il disturbo tuo fosse un orzaiolo.

Un bacio

Fabio
Avatar utente
By luciano
#28844
flib ha scritto:Forse mi sono spiegato male...

dicevo di comprare un flacone di acqua borica solo per entrare in possesso dell'applicatore che è un guscio di plastica che rende semplice eseguire il bagno oculare.
La vaschetta oculare, decenni fa, la vendevano separata in farmacia, oggi è introvabile. Ho fatto anch'io la stessa cosa, ho comprato l'acqua borica per avere la vaschetta oculare! :D
By rita
#28858
ciao Fabio!
no non è l'orzaiolo, quello si forma proprio sul bordo dell'occhio , diventa rosso ed è proprio come una briglolina e poi dura qualche giorno.
Invece a me capitava che mi nascesse sotto la palpebra e qunidi non si vedeva niente, bisognava tirarla su e a fatica si vedeva come un rigonfiamento dettato per l'appunto dal troppo sfregamento. infatti se io non mi toccavo gli occhi, non si formava. poi a differenza dell'orzaiolo durava qualche minuto.
pewr giunta l'orzaiolo è contagioso, bisogna stare attenti a non toccare anche l'occhio sano...

guarda , non so proprio cosa fosse, so solo che ora non mi succede piu' principalmente perchè non sento piu' il bisogno di grattare gli occhi, di solito lo facevo alla sera quando mi coricavo, quando ero molto stanca.
la transizone sta facendo il suo effetto, anche se su di me, a differenza di cio' che leggo nei post degli altri utenti, molto piu' lentamente. eppure sgarro raramente. difficilmente mi lascio tentare a tavola!

oggi per esempio al posto dei dolcetti che una volta mangiavo, ho mangiato una manciata di datteri , mentre la mia famiglia ha mangiato il budino al cioccolato e mia mamma l'aveva fatto anche per me
e l'aveva pure comprato del gusto e della marca che piaceva tanto a me... :roll: :roll: :roll:
Ciao a tutti da Valerio

Ciao Valerio, benvenuto. :D Il primo passo è ac[…]

Infatti ho detto che si rischia, non che tutti lo […]

AVOGADO TOSSICO?

Quello sempre, anche se bisogna poi vedere se sia […]

Grazie OPT! :D I tuoi post sono illuminanti. Dimo[…]

Libri di Arnold Ehret