Arnold Ehret Italia

Specifico sulla transizione, per chiedere suggerimenti, chiarire punti del libro a riguardo, descrivere sintomi comparsi all'inizio o durante e tutto quanto può essere utile per fare la transizione senza sforzi considerevoli

Moderatore: luciano

Avatar utente
By Lurex
#29155
Ho da porre un quesito agli amici ehretisti: alternarsi tra una dieta onnivora e una dieta con poco o senza muco, da comunque qualche buon risultato o il continuo altalenarsi vanifica tutti gli sforzi e i sacrifici?
Per esempio, se dal lunedì al venerdì seguo una dieta onnivora, mentre il sabato e la domenica mangio solo frutta e insalata, e poi ricomincio con l'onnivorismo, mando all'aria il lavoro di pulizia fatto durante il weekend oppure il processo di eliminazione riprenderà da dove è stato interrotto al prossimo giro di dieta senza muco?
Spero di essermi spiegata bene, ciao ciao :roll:
Avatar utente
By Antishred
#29156
Ciao Lurex, puoi iniziare così per un po'di tempo, per abituarti alle nuove abitudini e vedere che effetto fa, quali piatti preferisci... insomma usare sabato e domenica come terreno di prova per sperimentare questo modo di mangiare ancora nuovo per te (immagino).

Quando poi ti sentirai pronta, potrai aumentare i giorni alla settimana, piano piano, fino a ribaltare la situazione, e inanto, gradualmente, riducendo uno ad uno i cibi che producono muco, in modo da abituarti sempre di più ai cibi della salute. A quel punto sono quasi sicuro che ti sembrerà così bello mangiare tutte queste prelibatezze, che l'onnivorismo ti sembrerà solo un brutto sogno...

Di sicuro, però, a livello di pulizia due soli giorni la settimana non fanno troppo risultato.
E poi scusa: mi vuoi dire che gli altri giorni non ti capiterà MAI di mangiare frutta e verdura?
Sinceramente trovo difficile pensare che qualcuno odi la frutta, ma se è la verdura che non sopporti, prova almeno a mangiarla assieme alla frutta, con un frullato, ad es.:

- mele acidule+prezzemolo
- mele acidule+sedano
- mango+lattuga
- banana+carote+latte di mandorla non zuccherato
- banana+spinaci

La frutta acida si abbina bene con la verdura;
Carote, sedano e lattuga si abbinano bene con la frutta, come già saprai se hai letto Ehret.

Se sei a inizio transizione, penso che i frullati ti piaceranno! Magari a colazione, la butto lì...

Poi dicci tu, a che punto sei e quali sono le tue abitudini alimentari in questo periodo (a grandi linee).

Facci sapere, se hai bisogno chiedi pure.

Ciaoo
Avatar utente
By erre
#29185
:D ciao Lurex

non si puo dire che sei in transizione, ma e' gia' un primo passo verso il moglioramento.

Se mangi onnivoro per cinque giorni alla settimana e' meglio di sette.
Percio' secondo me e' positivo e non si rendono inutili i due giorni che dedichi alla frutta e verdura.
Avatar utente
By Lurex
#29189
Hai ragione Antishred, sono ancora agli esordi di questa avventura. Il mio problema è che non riesco ad ingranare per diverse ragioni. La prima è che mi piace troppo mangiare i cibi sbagliati, ovvero dolci, gelati, cioccolata, panini farciti, pizza e quant'altro, ed è così anche per una questione psicologica, nel senso che sono alquanto depressa in questo periodo, e non riesco a fare a meno di quegli alimenti per confortarmi. Il cibo sbagliato è l'unica cosa in grado di darmi una soddisfazione immediata quando mi sento giù, anche se sappiamo bene che si tratta solo di una truffa...

Frutta e verdura ne mangio poca durante la dieta onnivora, non perchè le odi, ma perchè la frutta a fine pasto mi provoca quasi sempre acidità, e se la mangio a digiuno... beh... mi abbrutisce!

Non so se capita a tutti di diventare un pò bruttini a causa delle tossine che entrano in circolo o se dipende dalla mia stramaledettissima allergia al nichel, che si risveglia ogni volta che mangio cibi "crudi e vivi".

Non voglio passare per una persona superficiale, che da troppa importanza all'aspetto fisico, ma non ce la faccio proprio a vedermi così abbrutita :cry: Il mio viso cambia completamente, mi guardo allo specchio e non mi riconosco!

E' normale tutto ciò? O capita solo a me questo spiacevole inconveniente?

Questa cosa mi condiziona enormemente nei rapporti sociali, mi fa sentire a disagio e mi porta a nascondermi dal mondo.

E' per questo, che appena comincio con la dieta di transizione, tempo 3 giorni e faccio retromarcia. E non appena ricomincio a mangiare schifezze, l'abbrutimento passa e torno ad essere me stessa.

Sono in crisi e confusa, continuo a fare e a disfare, quando invece dovrei prendere una decisione e mantenerla, ma di questo passo non so quando accadrà.

Comunque grazie per i tuoi preziosi consigli.

Alla prossima.
Avatar utente
By Antishred
#29247
Ciao Lurex, capisco quello che dici, all'inizio sembra tutto una privazione! Ma questo è anche perchè non si è magari abituati ai sapori delicati delle verdure e a considerarle dei pasti a tutti gli effetti (sembra non contengano "niente"!).
Cerca di sperimentare, ogni tanto preparati delle ricette sfiziose di verdure, internet ne è pieno, se ti servono dei link o dei consigli te li diamo...
In poche parole, cerca di scoprire dei piatti che ti piacciono per davvero e comincia a pensare che un giorno saranno la base della tua dieta.
Non c'è da vergognarsi! E' cibo! Non pensare che la gente ti giudicherà o cosa, tanto lo fa lo stesso!

Una cosa che si può fare è cercare di tostare tutto il pane che si mangia e cercare di passare a quello integrale (cerca una panetteria che venda quello cotto col forno a legna e che usi lievito naturale, ormai se ne trovano). Per la pasta e il riso, quelli integrali sono meglio, e se ti piacciono puoi alternarli ai vari cereali: miglio, orzo, grano saraceno, farro, quinoa, amaranto... ce n'è, va!

Ci sono delle pizze con verdure molto buone, se vai in qualsiasi pizzeria c'è sempre una pizza vegetariana, o se preferisci puoi dire direttamente: "Per me una focaccia bianca con verdure miste", almeno eviti di dire al cameriere cosa togliere e mettere ed eviti confusioni inutili. Te lo immagini? "Per me una pizza salsiccia e formaggio ma senza salsiccia e senza formaggio" :D penso che il povero ti guarderebbe come minimo con aria perplessa.

Se ti piacciono i dolci, cerca solo di abbandonare lo zucchero bianco, che è davvero veleno allo stato puro, e di sostituirlo con miele (c'è un post recente sul miele, che spiega tutto) o sciroppo d'agave o zucchero di canna.
Un consiglio che mi sentirei di darti è di prepararti tu dei biscotti (è facilissimo) o delle torte o dolcetti, almeno sai cosa ci metti e di nuovo, non devi girare per la città col lanternino alla ricerca di una pasticceria della salute - (bella questa!)

Se in questo periodo hai dei problemi personali o delle insoddisfazioni, sappi che prima o poi dovrai affrontarle: continuare a rimandare non fa bene a nessuno. Ce la puoi fare, abbi solo pazienza e sii tollerante con te stessa. Trattati bene e rilassati, sono cose che ci meritiamo. Scrivere a volte può aiutare a guardarsi un po'più dall'esterno.

La frutta è meglio mangiarla da sola o prima di tutto il resto, a fine pasto non serve a niente e in più ti rallenta la digestione.
Se quella fresca ti dà dei fastidi, l'ideale sarebbe quella cotta. Mele e pere si trovano già ormai, e sono molto buone cotte al vapore o stufate con della scorza di arancia o limone. Se sopra ci aggiungi del cocco grattugiato o dell'uvetta poi diventano spettacolari.
Se invece vedi che anche con la frutta cotta hai dei fastidi, allora lasciala da parte per il momento e mangia più verdure, che come dice lo stesso Ehret, sono meno aggressive e lavorano più meccanicamente. Ci sono diversi post nella sezione "Ricette" con qualche idea per dei piatti di verdure cotte.
Come regola generale, la frutta andrebbe mangiata prima della verdura o da sola e la verdura prima di tutto il resto. Piano piano ci si può abituare...

Se sei allergica al nichel, mi sembra che i pomodori ne contengano parecchio, ma altro non saprei, quindi cerca di evitare quei cibi che ne contengono.

Un'ultima cosa: cerca di non guardare questa faccenda come una DECISIONE CHE PRIMA O POI VA PRESA. Questo non è un approccio esattamente rilassato, e credimi te lo dico per esperienza personale. Bisogna trattarsi con rispetto e assecondarsi, ma d'altra parte assaggiare cibi buoni migliori e salutari e mangiare quelli che più ci attraggono. Ovvio che però bisogna prepararseli, non cascano dal cielo! (a parte la frutta :D)
Se cominci a concentrarti su cosa NON PUOI mangiare è finita... mangia quello che vuoi e sperimenta. Già solo migliorare la tua dieta passando ai prodotti integrali (senza esagerare, sono migliori ma non salutari come una pesca! :) ) e passando al miele (ce ne sono tantissimi tipi, basta scegliere!) o a un altro dolcificante naturale noterai la differenza. Sappi che è già un grande passo avanti verso la consapevolezza!

Mi sono dilungato un po', ma mi piace scrivere e ripassare questi concetti che a volte io stesso dimentico!!! :lol:

Facci sapere, buona giornata!

Carlo
La panoramica di Ienk

Dopo la panoramica ho rimosso tre delle 5 amalgame[…]

Congratulazioni per la perdita di peso e per la t[…]

Panoramica Matteo

Bene, ho tolto il 26(devitalizzato) e il 28 una se[…]

Diario di Narayani

Poi basta perché ogni volta che entravo in piscin[…]

Libri di Arnold Ehret