Arnold Ehret Italia

Specifico sulla transizione, per chiedere suggerimenti, chiarire punti del libro a riguardo, descrivere sintomi comparsi all'inizio o durante e tutto quanto può essere utile per fare la transizione senza sforzi considerevoli

Moderatore: luciano

#29617
Ciao a tutti, scrivo qui perchè credo che nessun'altro, al di fuori di questo forum, possa aiutarmi, non conoscendo la Dieta Senza Muco. Vi racconto brevemente la mia storia.
Ho 25 anni, iniziai ad interessarmi di salute e nutrizione quando venni affetto dall'acne a 20 anni. Per due anni utilizzai qualche pomata data dal dermatologo che risultò ovviamente inutile.
A 22 anni decisi di trovare una soluzione reale e passai al setaccio tutte le cure possibili senza farmaci.
Cercando di divincolarmi tra tutti i possibili rimedi, imboccai la via della medicina ortomolecolare, sfruttando vitamine ad alte dosi.
Provai ogni singola vitamina ad oggi conosciuta per vedere quale o quali fossero le più efficaci. Ebbi discreti risultati con certe vitamine soprattutto del gruppo B, ma mai la guarigione totale.
Dopo un'anno ed oltre senza alcun effetto collaterale mi feci prendere troppo la mano. Cominciai a fare degli esperimenti sconsiderati con le dosi ed i miscugli, in particolare di vitamina B3. Cominciai a fare le feci gialle invece che marroni ma me ne fregai.
Dopo 6 mesi iniziarono disturbi intestinali che non finivano più, dolore di pancia, diarrea frequente, digestione alterata, sbuffi continui etc etc, quando non avevo mai avuto problemi gastro-intestinali in vita mia.

Mollai gli integratori, mi resi conto di cosa avevo combinato e che adesso da curare c'era un problema ben più grave dell'acne.
Nuovamente ripassai al setaccio, per i successivi 6 mesi, ed in parte sperimentai senza successo tutte le cure possibili, fin ad arrivare al Sistema di Guarigione della Dieta senza Muco. Mi resi subito conto, anche grazie a ciò che avevo appreso in passato riguardo l'argomento alimentazione\nutrizione, che se esisteva un metodo per ripristinare la vera salute, e quindi anche guarire dal poblema in cui mi ero cacciato, questo era veramente l'unico.
Ringrazio Dio che esista Luciano per averlo tradotto e che sia esistito Arnold Ehret per averlo scritto.

Iniziai la dieta , nei primi due mesi eliminai velocemente tutti i cibi sbagliati rimanendo con solo frutta e verdura + condimenti\spezie (raramente patate). Solo acqua come bevanda + clisteri per svuotare meglio il colon.
Niente: carne, pesce, latticini e derivati, dolciumi e simili, integratori, legumi, cereali e frutta secca.
Non mi è stato troppo difficile mollare di botto tutto quello che mangiavo prima, anche perchè il mio rapporto col cibo non è mai stato particolarmente morboso, nel senso che mangiavo in 5 minuti qualsiasi cosa preparasse mia madre e sparivo. Certamente il desiderio dei vecchi cibi un pò c'è per un fatto di assuefazione e disintossicazione dei residui nell'organismo che vengono espulsi, però non è così irresistibile.

A distanza di 7 mesi, ottenni grandi risultati, non solo sotto il profilo gastro-intestinale (che rimaneva in ogni caso la priorità) ma anche altri miglioramenti.
Ad esempio, per dirne una, durante l'estate, al mare, non ho mai messo la crema solare una volta e non mi sono mai scottato diventando invece il più abbronzato di tutti. Non mi era mai capitata in vita mia una cosa del genere.
Ogni mattina, quando mi svegliavo, ero contento, pechè finalmente mi rendevo conto era un giorno guadagnato e non perso.

Dall'inizio di questa dieta ad oggi ancora sputo continuamente muco e saliva schiumosa dalla bocca durante il giorno e durante i pasti (mi devo fermare per andare sputare), a causa sicuramente della grossolana intossicazione allo stomaco ed intestino che mi sono causato con le vitamine nel lasso di tempo precedente. Durante la giornata, ogni 30 minuti circa devo sputare perchè mi si riempie la bocca di saliva.

Nonostante questa forte disintossicazione, in ogni caso, non ho avuto altri effetti negativi durante questi primi 7 mesi, se escludiamo una leggera debolezza, che via via è sempre diminuita e proprio adesso in questo periodo, mi sembra di sentirmi come quando mangiavo "normale".

La dieta era rigida e la disintossicazione forte ma reggevo bene, dopo il primo mese mi sono messo pure un vaso da notte accanto al letto, perchè spunto spesso dalla gola prima di dormire ed avvolte mi sveglio con la bava alla bocca la mattina.

Arriviamo alla disgrazia. Ad inizio settembre, poco più di tre settimane fa, in campagna mangiai per due giorni una quantità enorme di fichi colti dall'albero. Meno il primo giorno a pranzo + verdure a cena, tanti fino a scoppiare il giorno dopo, saranno stati 2kg forse di più. Quella sera stessa avevo poca fame, mangiai comunque un pò di verdura, la notte ebbi vomito + diarrea (erano tipo 15 anni che non vomitavo). Tra l'altro mentre mangiavo quei fichi mi veniva una sete incredibile, che finii due bottiglie di acqua minerale, cosa che non mi era mai capitata con nessun altro frutto.

Feci due giorni di digiuno per lasciare diminuire il mal di pancia (usando clisteri all'occorrenza). Ad oggi la situazione non è variata, mi basta mangiare pochissimo, che sia frutta o verdura non amidacea, e mi torna voglia di vomitare. Ho dovuto fare pure un'altro digiuno di 2 giorni obbligato dal mal di pancia. Faccio in questi giorni quasi sempre diarrea.

Non so come fare, sono davvero disperato, 4-5 volte ho saltato la cena, cioè ho fatto solo un pasto a pranzo in questo periodo, perchè dopo aver mangiato mi viene mal di pancia, solo col tempo a forza di sbuffi e sputi di muco\saliva schiumosa diminuisce e posso poi rimangiare.

Vorrei chiedervi se potete darmi qualche consiglio, ho provato a mangiare patate arrosto per due giorni insieme a poche altre verdure sperando di rallentare l'eliminazione ma le cose non cambiano. Benchè al momento in cui mangio le patate le senta meno "forti" sullo stomaco rispetto ad altre verdure non amidacee, il mal di pancia mi viene ugualmente dopo il pasto.

Sto bene solo a digiuno ma mi sento un poco indebolito, se ricomincio a mangiare rischio di vomitare, pure di notte avvolte mi tocca mettermi seduto perchè da sdraiato mi viene la nausea.
Stavò così bene fino a due settimane fa, se non avessi mangiato quei fichi....possibile non riesca ad uscirne.....sono molto preoccupato perchè non so come procedere....
Acoltando il mio istinto inizierei un digiuno e lo smetterei solo quando sto veramente meglio, non so di quanti giorni.
Durante i due giorni di digiuno che ho fatto per due volte, continuavo a sputare muco e saliva dalla bocca, sentivo di tanto in tanto gorgogliare nello stomaco, sbuffavo, sputavo, ed a poco a poco la situazione migliorava. Ma quanto dovrei aspettare prima che la situazione torni quanto meno come prima? Se dovessi stare male durante il digiuno quali sintomi dovrebbermo farmi capire di interromperlo?

Son sempre stato magro. Peso 58kgx175. Durante questi 7 mesi di transizione sono dimagrato 3-4kg i primi 3 mesi e poi ho ripreso 3-4 i successivi. Di fatto adesso peso come quando ho cominciato.

Ho paura a digiunare perchè sarebbe la mia prima volta, in questi due digiuni forzati di 2 giorni non ho avuto problemi eccetto una leggera stanchezza anche se alla fine del secondo giorno mi sembrava che mi stessero tornando un pò di energie. Ho provato durante uno dei due digiuni a prendere una spremuta di 4 limoni con zucchero di canna e per diverse ore ho nuovamente avuto un forte mal di pancia. Quindi facessi un nuovo digiuno l'unica bevenda oltre l'acqua potrebbe essere qualche frullato di verdura, tipo succo di pomodoro o qualcosa del genere.

Forse mi sono dilungato un pò troppo ma era necessario per spiegare chiaramente la situazione, spero qualcuno abbia la pazienza di leggere tutto. Sono veramente preoccupato..che cosa mi consigliereste di fare? Qualcuno hai idea di come potrei uscirne? Non avrei mai pensato di potermi cacciarmi in questo guaio per colpa della potenza dei fichi che forse nella mia attuale situazione sono stati un'azzardo.
:(

Ringrazio anticipatamente chiunque possa aiutarmi.
Avatar utente
By curiosoboy
#29621
potresti utilizzare qualche erba antivomito... http://italiasalute.leonardo.it/erboris ... mito.asp... cerca di godere del cibo e a non pensare a questo problema quando mangi :wink:
Secondo me hai anche esagerato a togliere tutti gli altri alimenti subito...
Quindi quando ti riprenderai ti consiglio di fare alcuni passi indietro, tutto il muco che dici di espellere anche essendo su una dieta senza muco è preoccupante...
Avatar utente
By zucchina
#29628
scusami David2 sei sicuro di aver letto bene il libro di Ehret? perchè per frenare la disintossicazione violenta che stai avendo dovresti e reintrodurre qualche alimento mucoso tipo pane o pasta, legumi,oltre la patata.

Non fare spremute di limone perchè queste accelerano la disintossicazione.
:evil:

Fai un digiuno più prolungato e solo quando sei sicuro di stare bene riprendi poco per volta a mangiare (magari lo interrompi con verdure cotte) e poi crude.
Spero di esserti stata utile. :P
Avatar utente
By Antishred
#29629
Ciao David, quello che ti hanno consigliato gli altri ha molto senso, ma sinceramente il tuo caso mi sembra un po'diverso da quello di un onnivoro medio che passa alla dieta senza muco.
Nel tuo caso hai (a quanto mi sembra di capire) una sorta di intossicazione dovuta all'abuso di integratori. Purtroppo Ehret non ci ha lasciato informazioni su come trattare questo caso.
Se posso darti un consiglio, intuitivamente, ti direi:

cerca di dimenticarti la frutta per un bel po', mangia solo verdura cruda o cotta e qualche cibo amidaceo. Se non ricordo male il grano saraceno era usato per chi aveva problemi di stomaco, ma di sicuro troverai informazioni più dettagliate sulle proprietà di questo e altri cibi.
Per il resto, chiedi in erboristeria qualche erba che aiuti a liberarsi da veleni eccetera e che purifichi apparato digerente e sangue. Intanto bevi ettolitri di acqua naturale e fai un po'di esercizio fisico come camminare, che non fa mai male.
Altra cosa: in che quantità mangi normalmente? Che sia un sintomo dovuto all'eccesso di cibo?

Se te la senti, digiuna, ma non partire con un digiuno di tre mesi :)
Come disse lo stesso Ehret: si può partire con un giorno alla settimana, poi due e poi tre e vedi cosa succede.
Durante i digiuni, un clistere ogni sera.
Se con tre giorni non si hanno grossi disturbi, provare con uno più lungo.
Per interromperlo, prugne secche stufate e dopo mezz'ora un'insalata mista di Ehret e alla fine del pane integrale tostato.

In caso non ti ricordassi bene di quanto ha scritto Ehret.

Fai dei tentativi, ma non esagerare e soprattutto non farti prendere dal panico perchè non porta a niente.

A presto, aspettiamo aggiornamenti.
By David2
#29631
Grazie mille dei consigli. Comunque, è vero che ho eliminato velocemente i vecchi cibi, ma sono andato avanti "bene" per tanti mesi, non avevo necessità di riprenderli in considerazione. E' vero anche che la quantità di muco che elimino fa paura, ma per i pasticci che ho fatto con le vitamine è il prezzo da pagare e visto che la dieta che a cui ero arrivato riuscivo a gestirla bene cercavo di portarla avanti con determinazione.
Ora con questi fichi è successo qualcosa di tremendo.

Non c'è dubbio che la frutta è meglio se me la dimentico per un pò, ma il riprendere i cereali che non mangio da mesi e mesi mi fa quasi paura l'idea. Secondo voi se riprendo una fetta di pane integrale tostato c'è rischio mi senta male essendo 6 mesi che l'ho eliminato?
Potrei usare le patate lesse, ma se insieme ci mangio altra verdura non amidacea ho paura che la situazione non cambi molto, dovrei mangiare quasi solo patate lesse. Potrei riprovare i legumi però anche le proteine è tanto che le ho eliminate non so come potrebbe reagire l'organismo. I piselli in scatola avvolte li mangio, parrebbero abbasta proteici ma non dovrebbero creare acidità, non essendo piselli secchi. Quindi non so se i legumi secchi potrebbe darmi fastidio, potrei provare, ma quanto rallentano la disintossicazioe i legumi, parecchio?

Da quando ho avuto sto disturbo ho notato anche che le verdure crude mi bloccano l'intestino, cioè mi rendono le feci troppo dure ed ho difficoltà ad evacuare, mentre mangiandone solo cotte vado regolarmente ogni giorno di intestino con feci morbide (uso sempre qualche clistere al giorno per sicurezza). Quindi anche le verdure crude mi sentirei da lasciarle da parte per un poco, eccetto forse i pomodori.

Cioè c'è una cosa che vorrei capire e la chiedo a voi: i fichi avrebbero dissolto troppo muco nel sangue ed ora sto male perchè i cibi non amidacei, anche la verdura, lo eliminano troppo velocemente, oppure ho troppo muco nello stomaco e non riesco a digerire nulla finchè non va via e farei meglio a digiunare 1-2 settimane o comunque un pò di tempo?

Il fatto strano è questo: di solito quando mangiavo durante questi 7 mesi sputavo molto durante il pasto, adesso il paradosso è proprio che non sputo quando mangio o sputo pochissimo e mi entra il mal di pancia, quando mi diminuisce ricomincio gradualmente a sputare.
Da che cosa potrebbe dipendere questo? Inoltre ho notato (questo da sempre) che sputo più muco con le verdure cotte che crude, con le crude più saliva schiumosa ma meno muco.

Anche per il bere tanta acqua purtroppo non posso, devo berne poco alla volta perchè mi viene mal di pancia anche in questo caso (seppur meno forte che con i limoni). E' incredibile, eppure a giugno, provai a mangiare solo frutta per una settimana ed il dolore di stomaco era minimo, bevevo anche spremute di 15 arance senza problemi. Smisi solo perchè mi sentivo un pò troppo indebolito, ma sotto l'aspetto pancia stavo bene ( e le feci era morbide) perchè la frutta ripuliva ottimamente, infatti mi ricordo che mi venne un'addome piattissimo che non ho più visto da quando son ripartito a mangiare le verdure.

Stamattina ho fatto un clistere e mi è venuta la nausea come quando mangio circa. Comincio a pensare che quelle verdure crude che mi hanno iniziato a "bloccare" il colon in queste ultime settimane dopo l'"esplosione" causata dai fichi, ed effettivamente mi chiedevo dove potessero finire perchè non le rifacevo quasi mai nelle feci quando le mangiavo, forse mi hanno intasato ed ostruito l'intestino..quindi potrebbe essere quello il problema più che lo stomaco?
Ultima modifica di David2 il 1 ottobre 2009, 14:07, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
By luciano
#29634
Ciao David 2,
secondo me hai fatto un bel po' di casino con l'alimentazione e esperimenti vari.

Ho letto diversi suggerimenti di altri utenti, fra cui quello di bere molta acqua, per esempio, non so però quale potrebbe essere il risultato dell'applicazione di tale suggerimento, se positivo o piuttosto il contrario.

Dovresti ritornare indietro riprendendo l'alimentazione poco mucosa.

Dici che se mangi qualcosa vomiti.

Per me il problema coinvolge anche questioni psicologiche.
Il mio consiglio è di darti una calmata e di cominciare a reintrodurre cibi di transizione come le patate, le banane, o cose del genere.

Un piatto di patate ti fa vomitare? Allora procedi per gradi, mangiane solo un boccone. Al prossimo pasto mangiane due, e così via.

Vomiti anche con un solo boccone?

Allora non so come aiutarti, il tuo modo sconsiderato di agire nei confronti del tuo corpo ti ha portato a un punto difficile da risalire per il quale non sono in grado di darti una soluzione.

Potresti rivolgerti a qualche terapista igienista, che possa seguirti passo passo, cosa che io non posso fare.
By David2
#29639
Ciao Luciano, vorrei precisare che ho vomitato solo quella notte dopo aver mangiati i fichi e mai più. Però mi viene il mal di stomaco dopo un qualsiasi pasto da circa 3 settimane dopo quell'evento a meno che non mangi una quantità minuscola di cibo che equivale quasi a non mangiare. Ho aggiunto qualche dettaglio al post sopra, non ho fatto a tempo ad editare che hai postato.
Avatar utente
By luciano
#29640
David2 ha scritto:Ciao Luciano, vorrei precisare che ho vomitato solo quella notte dopo aver mangiati i fichi e mai più. Però mi viene il mal di stomaco dopo un qualsiasi pasto da circa 3 settimane dopo quell'evento a meno che non mangi una quantità minuscola di cibo che equivale quasi a non mangiare. Ho aggiunto qualche dettaglio al post sopra, non ho fatto a tempo ad editare che hai postato.
Il mio consiglio rimane comunque quello di farti seguire da un naturopata igienista, se cerchi in google ne troverai, magari anche nelle tue vicinanze, perché vedo che gli esiti dei tuoi tentativi di riassestarti non sono univoci e costanti.

Quindi nel tuo caso elaborare una soluzione tramite forum, seguendo consigli di persone che fra l'altro possono anche non essere competenti, non lo ritengo di buon senso.

Io farei così, se non sapessi come fare, se si trattasse di una questione di vita o di morte, da come si deduce dal titolo che hai scelto per il tuo thread. :D
By David2
#29642
Purtroppo non credo che un' igienista naturopata possa capire la situazione non conoscendo questo tipo di dieta, per quello mi sono rivolto a questo forum sperando di poterne trarre consigli utili dati da persone che come stanno stanno sperimentando questo tipo di alimentazione.
Avatar utente
By luciano
#29644
David2 ha scritto:Purtroppo non credo che un' igienista naturopata possa capire la situazione
Non è del tutto vero. Credimi, non sono persone stupide. Quasi tutti i naturopati conoscono il sistema di guarigione di Ehret, che siano d'accordo o meno è un'altra questione, tu scegli quelli che sono d'accordo e vedrai che capiranno la situazione.

David2 ha scritto:per quello mi sono rivolto a questo forum sperando di poterne trarre consigli utili dati da persone che come stanno stanno sperimentando questo tipo di alimentazione.
Il fatto è che, leggendo la tua anamnesi come da te descritta nel tuo primo post di questo thread, stai facendo qualcos'altro di quanto proposto in questo forum.

Il mio consiglio è quindi che tu ti rimetta prima in pista con l'aiuto di un naturopata, solo per il fatto che la cosa non è gestibile tramite forum, e poi una volta al passo metterti su una dieta di transizione e continuare l'avventura verso la perfetta salute con gli altri utenti di questo forum.
By David2
#29648
Capisco quello che dici e ti ringrazio dei consigli, i suggerimenti che può darmi un naturopata non sono comunque diversi da quelli che alcuni utenti potrebbero darmi, poi certo sta a me decidere ciò che fare. Non pretendo che qualcuno mi scriva la terapia da seguire passo passo perchè giustamente sarebbe al di fuori dei canoni del forum, e non è detto che la terapia che potrebbe propormi un naturopata sia poi efficace.
In questo forum per lo meno, ci sono riscontri di molte persone che sono su questo tipo di dieta, non solo di una, cosicchè possa ascoltare consigli da più parti e cercare di raddrizzare la rotta.


Comunque, credo che ricomincerò a mangiare solo verdura, quasi tutta cotta in particolare con effetto lassativo, tipo spinaci\bietola e qualche cibo mucoso tipo patate. Intanto prenderò appuntamento per un'idrocolon (ne feci già una l'anno scorso prima di iniziare questa dieta ma al tempo uscì poca roba perchè non stavo eliminando tossine e muco come ora), cosicchè possa rendermi quanto influisce un colon libero su questo mio disturbo, considerato che durante questi mesi mi sono sempre accorto che più è vuoto il colon e più appetito ho.

Mi è venuto in mente un dubbio bizzaro: ma è possibile che ci siano pezzi di cibo incollati o impiastrati nell'intestino tenue oltre che nel colon? Cioè se il problema fosse li, liberare il colon non risolverebbe. Quando Ehret racconta di quel tizio che morì per aver interrotto un digiuno di 28 giorni con delle patate bollite che rimasero impiastate nei veleni sprigionati nell'intestino, mi chiedo se quest'uomo si fosse svuotato il colon, con ad esempio un'idrocolon, si sarebbe salvato a vostro parere oppure il problema poteva trovarsi anche nel tenue?
Avatar utente
By celestia
#29650
Ciao Davide
Potresti provare con una tisana di basilico, è un buon antiemetico e contiene una sostanza che calma il Sistema Nervoso Centrale, oltretutto il suo profumo riequilibra il fisico, stimolando l'appetito e regolarizzando la quantità di succhi gastrici, io mastico un pò le foglie se sono stordita dal bus, e mi riequilibra, ad agosto lo ho usato quando ho vomitato e in poche ore stavo già molto meglio
Cercalo in erboristeria, dovrebbe essere facile da trovare, potresti prenderlo un pò prima dei pasti, se consideri che è buono e ha un ottimo aroma, dovrebbe aiutarTi senza farTi peggiorare, essendo leggermente calmante riesci a risolvere anche l'aspetto psicologico
Facci sapere
Un abbraccio con simpatia
Avatar utente
By Antishred
#29651
Scusa David, ma il tuo scopo è guarire dai problemi di cui parli o solo seguire una transizione inventata?
Perchè, come già ho scritto, c'è differenza tra il tuo caso e uno di un onnivoro medio.
Ora, se ci tieni davvero alla tua salute, contatta immediatamente un medico che tratti o abbia trattato casi analoghi al tuo.
Se invece vuoi rischiare di combinare qualche pasticcio, allora non chiedere aiuto a nessuno nè tantomeno a noi, che per quanto in buona fede possiamo essere, non siamo troppo esperti nè conosciamo la tua reale situazione.
E poi un igienista naturopata ha studiato l'igienismo naturale e la naturopatia, sai benissimo che le teorie dell'Igienismo naturale sono straordinariamente simili a quelle di Ehret, perciò che problema c'è? Sembra quasi che tu voglia solo trovare dei "MA" per rimanere nello stato del "sono un poveretto e per me non esiste cura".
Cosa vuoi che ti diciamo?

Ciao, alla prossima
By David2
#29653
Intanto farò un'idrocolon e ripartirò mangiando verdura cotta. Che cosa potrebbe consigliarmi di meglio un naturopata? Di mangiare la frutta non se parla ora come ora, la verdura cruda mi blocca l'intestino, attualmente non la prenderei neppure se me lo dicesse.
Cos'altro rimane? Se aggiungere o meno qualche alimento mucoso tipo patate e pane etc ? Se sia un bene o no solo provando posso saperlo e non credo possa morire nel tentativo, quindi anche in questo caso il naturopata può fare ben poco.
Capisco che forse è stato un thread troppo allarmistico e lo è, però prima di andare a trovare un naturopata serio, affidabile, e disponibile volevo semplicemente dei consigli su come potrei procedere secondo voi, mica pretendo che vi prendiate la responsabilità su quello che dite.

Ho letto con interesse la tua esperienza per la pu[…]

Di solito il magnesio viene assorbito meglio, quan[…]

Clisteri o idrocolonterapia

Non ho mai avuto esperienza di idrocolonterapia, m[…]

Diario di Narayani

:)

Libri di Arnold Ehret