Arnold Ehret Italia

Specifico sulla transizione, per chiedere suggerimenti, chiarire punti del libro a riguardo, descrivere sintomi comparsi all'inizio o durante e tutto quanto può essere utile per fare la transizione senza sforzi considerevoli

Moderatore: luciano

Avatar utente
By mauropud
#30557
Mi pare che si stia creando un po' di confusione su queste quantita'! :)

Le quantita' sono soggettive: ognuno e' diverso e c'e' chi puo' star bene con una mela e chi gliene servono 10.
Pero' una cosa Ehret l'ha detta chiara: mangiare troppo, anche il miglior cibo, e' dannoso esattamente come mangiare cibo cattivo.
Quindi la cosa migliore e' cercare di saziarsi senza esagerare, visto che andare oltre il limite e' facile con ogni cibo. Sovraccaricare e stressare l'apparato digerente non e' mai una buona idea.
Ascoltare i segnali del corpo e' la cosa migliore (io li ho ignorati ieri sera e ho avuto una indigestione). 8O

Inoltre Ehret NON sostiene l'equazione "+ cibo = + energia" ma semmai il contrario. Infatti racconta come le sue prestazioni sono state molto migliori durante i digiuni.

In transizione e' normale mangiare grandi quantita' di frutta e verdura per cercare di "riempirsi" come quando si mangiavano cibi artificiali, ma quella sensazione di "pieno" e' in realta' lo stomaco che si lamenta e dice "stop: mi hai sovraccaricato abbastanza". :D
Avatar utente
By Antishred
#30604
Boh, allora sono stato intortato...

In ogni caso, grazie danielsaam per la cifra esatta, mi sono sbagliato, mi ricordavo male.
Mauro e Palerma, avete ragione, la quantità è soggettiva, ma se è così allora a me serve un casino di roba!!! :D Sono iperattivo...

Quello che c'è di positivo è che finalmente ho la certezza che sulla frutta si può mangiarne anche 200 kg al giorno senza rischiare di morire, (al massimo un po'di pesantezza :D) come tanti str***i vanno invece in giro a dire, per il solo gusto di fare del terrorismo oppure per vendere prodotti o per pubblicizzare la LORO "Dieta" che guarda caso è la migliore.

Però vorrei andare a fondo nella questione, appena avrò tra le mani una copia del libro di Graham andrò a controllare questo diamine di capitolo sulle quantità.
Graham non credo conosca Ehret, ma sembra intendersene parecchio sulla fisiologia ecc. avendo studiato per una vita l'igiene naturale.
Ovviamente mi fido più di Ehret, ma vorrei scoprire cosa ne pensa il ragazzo, contando che è parecchio atletico e in forma, così come molte persone che seguono il suo programma (la dieta naturale, è sempre quella) e tutti si fanno delle gran mangiate.

Ascolterò il mio corpo... niente più verità o dubbi, solo istinto.
Tuttavia mi sento di dire: sappiate che se avete qualche disturbo (non fastidioso), una causa potrebbe anche essere il mangiare poco, oltre all'eventuale muco in circolo. Delle persone dicono che hanno risolto piccoli disturbi (ad es. perdita di concentrazione, insonnia, irritabilità, sbalzi d'umore, stanchezza improvvisa...) semplicemente mangiando più frutta. Non chiedetemi perchè, ma forse ha a che fare con la concentrazione di zucchero nel sangue.

Misteri... siamo dei misteri ambulanti! :D

Ciaoo
Avatar utente
By naples31
#32334
Salve a tutti,
a me per quanto concerne la quantita' di frutta che mi sazia,beh
dipende dal tipo di frutta:

-Per i Kaki mi ci vogliono almeno 7 grandi a pranzo;

-Per le mele Annurche (Fioroni) beh 6 e sto a posto (ognuna pero' pesa sui 300-350 gr)..

......in poche parole io sono d'accordo con Antishred(Carlo) quando dice che in caso di fame insolita dopo il pasto di sola frutta ,occorre mangiarne in piu' a pranzo!!..


Pero' noto che quando vado oltre una determinata quantita' ...ho un senso di nausea ..(segnale di stop) ..e di stop dal punto di vista del sapore della frutta..beh arrivato la' non vado oltre..perche' altrimenti lo Stomaco ..incomincia a dar calci ....calci....perche' richiama l'attenzione dicendo :

"AOH.....AOH....qua' siamo pieni ....basta cosi' "

E quindi sulle reazioni del mio organismo alle quantita' giuste di ogni singolo frutto a pranzo..mi sto facendo una vera e propria tabella ..in cui cerco di definire queste mie nuove abitudini alimentari naturali...dandoci le giuste quantita' e senza sforare...perche' il troppo .....Stroppia!!!...E in questo il grande PROF. Ehret ci e' da faro illuminante!!...


Salutoni a tutti !!

Gigi!!..
Avatar utente
By Antishred
#32336
Ciao Gigi, piacere di risentirti!

Anche tu vedo che ti mangi un sacco di delizie :)

Fai bene a segnarti le sensazioni e mi raccomando non mangiare proprio fino a stare male!

A presto

Carlo
Avatar utente
By davide32
#44654
selene ha scritto:Grazie della risposta,mi sento più tranquilla..Anche se nel frattempo mi è sorto un altro interrogativo:le castagne.Sono frutti?Non credo,sembrerebbero semi,ma non sono oleosi..So che contengono una modesta quantità di proteine ed amido,saranno compatibili con la dieta di transizione?
ma le castagne pur se molto amidacee sono quindi ricche di muco?

sia cotte lesse che al forno?

ummm buone.
Ultima modifica di davide32 il 12 ottobre 2010, 11:34, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
By swami863
#44661
Carlo, in qualche modo hai risposto al post che ho scritto stasera ("Storia di insuccesso"), circa cadute che ciclicamente mi succedono e di cui, come ti ho già condiviso, MI SPAVENTO MOLTISSIMO!!

Anch'io appartengo alla tribù dei 2/3 frutti a pasto: la voglia di farinacei che cresce nei giorni ...ehm! sarà solo banalmente FAME??? :oops:
Io ancora mi perdo nei meandri delle compulsioni, dei disturbi alimentari ecc....

Hai sempre la capacità di rasserenarmi molto, il tuo "farla semplice" unita alla alla tua esperienza, su di me ha un effetto consolatore! :P

Grazie, sei prezioso!

Alessandra

Congratulazioni per la perdita di peso e per la t[…]

Panoramica Matteo

Bene, ho tolto il 26(devitalizzato) e il 28 una se[…]

Diario di Narayani

Poi basta perché ogni volta che entravo in piscin[…]

Gli ultimi del contadino

Mai provato a essiccarli al sole? Non ho mai pr[…]

Libri di Arnold Ehret