Arnold Ehret Italia

Qui si possono proporre ricette della Dieta Senza Muco e di Transizione

Moderatore: luciano

Avatar utente
By salvatore3
#31124
Le olive si dividono: in neri e verdi.
Vi sono altre coltivar, che sono tra il verde e il viola, nate per fare l'olio.

Le nere quelle grosse, si coltivano per essere consumate nelle mense , condite in tutti i modi ; sott'olio, sotto sale, essiccate, fritte, ecc..

Quelle più piccole si coltivano per fare l'olio , esse contengono più olio di quelle verdi;

Per fare un litro di olio con quelle nere ci vogliono 5 Kg circa, mentre quelle verdi ce ne vogliono 6Kg circa. (dipende dalle zone e della coltivazione)

Le olive verdi, quelle destinate al consumo, vengono raccolte quando non sono ancora mature; nei mesi di settembre/ottobre, sono più facile da lavorare, non hanno molto olio, resistono più facilmente ad essere trattate con vari metodi.

Uno dei metodi più usato dalle industrie è: la soda caustica, immaginate che con questo trattamento si possono consumare dopo 3/4 giorni e non è che sono dolci , ma non hanno sapore, (perché tolgono l'amaro), quindi devono essere condite per dare loro un sapore.

Il metodo per quelli (verdi), più usato nelle famiglie è; sotto sale, per tenerle tutto l'anno, e si conservano intere.

Oppure per essere consumate in pochi giorni; la ricetta che uso io è:

Prendere le olive verdi, togliere il nocciolino con ( l'attrezzo che serve per snocciolare le ciliege ), metterle in acqua salata, (bollente ), per 20Mn. poi scolarle bene, dopo rimetterle nell'acqua fredda per altre 2 giorni, (cambiando spesso l'acqua), assagiare e quando sono di vostro gusto, condirle con ; origano, aglio, peperoncino, olio , sale, e ( limone messo al momento di essere consumate).

Si consiglia di metterle in frigo , esse durano anche 15 giorni.

Saluti,
Salvo.
Gli ultimi del contadino

Sinceramente no, anche perchè vivendo in un condom[…]

Diario di Narayani

Credo fosse eccessivamente gelata.

Molto bella la tua esperienza grazie!

La panoramica di Ienk

Dopo la panoramica ho rimosso tre delle 5 amalgame[…]

Libri di Arnold Ehret