Arnold Ehret Italia

Il digiuno è un argomento interessante e importante e uno strumento che va al di là di quanto attualmente si conosce a riguardo e merita un suo spazio dedicato

Moderatore: luciano

Avatar utente
By braveheart
#30607
Vorrei iniziare un digiuno "lungo" di una settimana o anche piu', prima che arrivi il freddo invernale, ma sono preoccupato riguardo a un intervento subito in passato .

Otto anni fa fui operato per un'ernia inguinale con l'inserimento di una retina di plastica e mi chiedevo se il corpo possa "non riconoscere" o considerare innaturale quest'oggetto e tentare di eliminarlo .

Cosa ne pensate :?:
Qualcuno ha gia' fatto questa esperienza oppure ha digiunato per lungo tempo con "oggetti estranei" nel proprio corpo :?:
Avatar utente
By danielsaam
#30611
braveheart ha scritto:Vorrei iniziare un digiuno "lungo" di una settimana o anche piu', prima che arrivi il freddo invernale, ma sono preoccupato riguardo a un intervento subito in passato .

Otto anni fa fui operato per un'ernia inguinale con l'inserimento di una retina di plastica e mi chiedevo se il corpo possa "non riconoscere" o considerare innaturale quest'oggetto e tentare di eliminarlo .

Cosa ne pensate :?:
Qualcuno ha gia' fatto questa esperienza oppure ha digiunato per lungo tempo con "oggetti estranei" nel proprio corpo :?:


Anch'io mi sono chiesto la stessa cosa, non ne sono sicuro, ma forse ho un "punto metallico" in un polmone, dove sono stato operato anni fa.

Penso comunque che ormai faccia parte, anche se innaturalmente, del proprio corpo, un pò come quando ci si mette un ponte (un dente finto) in bocca. Il corpo più che altro reagirebbe restando costantemente in uno stato d'allerta, specialmente se i materiali usati non sono biocompatibili (vedi amalgame al mercurio o contenenti comunque metalli).
Sono FeniAnimus

Benvenuta. :D Mi fa piacere che tu abbia ottenut[…]

Panoramica di Beppe

Grazie mille! Provvederò al più presto, agosto per[…]

Salve a tutti nonostante io abbia dedicato molto t[…]

sono da poco affetta da glicemia troppo alta (diab[…]

Libri di Arnold Ehret