Arnold Ehret Italia

Specifico sulla transizione, per chiedere suggerimenti, chiarire punti del libro a riguardo, descrivere sintomi comparsi all'inizio o durante e tutto quanto può essere utile per fare la transizione senza sforzi considerevoli

Moderatore: luciano

Avatar utente
By armonia
#31410
Salve a tutti. Avrei un problemino: Io prima soffrivo molto di reflusso, ma da quando sono passata alla dieta di Ehret 3 mesi fa, mi è completamente scomparso. Il fatto è che io sto facendo quasi la dieta senza muco, dico quasi perchè aggiungo anche qualche legume, anche se pochi.
Per il momento sto bene salvo qualche volta che sento un po' di debolezza e batticuore, come se avessi la pressione bassa, in quel caso mangio dei datteri o dell'uvetta che evidentemente, essendo zuccherini, la riportano su.
Anche Ehret dice di non passare subito alla dieta senza muco ma di arrivarci piano, e siccome ho già perso 7 chili, anche se ripeto sto abbastanza bene, vorrei reintrodurre qualcosa, ma e qui sta il problema, non so cosa. Se mangio cereali si scatena di nuovo il reflusso! Prima mangiavo molta pasta, pane, pizza, riso, focacce a tutto spiano, formaggi che erano la mia passione. Ero talmente intasata di muco che dovevo dormire seduta e prendere sempre le pastiglie e lo sciroppo Gastrotuss prima di dormire e talvolta neanche questo bastava. Stavo lontanissima dagli agrumi e dall'ananas perchè il dottore mi aveva detto che per me erano veleno.
Con un po' di tremarella, dopo due giorni di digiuno, ho bevuto 3 mesi fa la mia prima limonata mattutina, ed è avvenuto il miracolo! Ora bevo tutte le mattine acqua e 1 limone, poi dopo 15 minuti succo di 2 arance, ma se a pranzo reintroduco anche solo 2 forchettate di pasta (farro o Kamut o mais) o il pane di segale abbrustolito, che è una bontà, o il riso (poco) sento dopo qualche ora il gorgoglio dentro lo stomaco che mi sale lentamente verso la gola, e resistendo così qualche giorno, mi ritrovo a dormire seduta. Anche se non sono intasata come prima però sento quel raspino in gola e a volte proprio catarro che posso calmare solo con la posizione a letto da seduta. E' possibile che io abbia sviluppato una intolleranza verso i cereali? Che ne abbia mangiati talmente tanti che ora il mio fisico si ribella appena ne introduco anche pochi? D'altro canto cosa dovrei introdurre? Aumentare i legumi? Io poi mangio solo i fagiolini verdi e i piattoni bianchi. Sarà sufficiente per non avere problemi di una disintossicazione troppo rapida? Dimenticavo che quasi tutti i giorni bevo il tarassaco.
Grazie a chiunque vorrà rispondermi e saluto tutti. :)
Avatar utente
By naples31
#31421
Ciao armonia,
per il reflusso che ti ritorna, ti consiglio di mattina ,di prendere solo

-acqua e 1 limone ,magari lo bevi di piu' durante tutta la mattinata!!..


Vedi ,che il problema gastrico prima o poi si risolve...

Saluti e buona transizione!!..

Riduci un po' i cereali,e se puoi consumali un giorno si ' e uno no ,ma solo esclusivamente integrali!!...
Avatar utente
By armonia
#31422
Penso di non essermi spiegata bene, il limone non mi dà alcun problema, anzi se io proseguo solo con la dieta SENZA muco, posso (come talvolta ho fatto) anche bere il succo di 3 limoni la mattina senza avere problemi. I problemi li ho solo quando ingerisco cereali (tutti rigorosamente integrali o di farro o kamut o mais) e questo lo farei solo per non accelerare troppo i tempi della disintossicazione, perchè Ehret ha scritto di procedere lentamente.
Ma se io procedo lentamente e quindi mangio anche solo un pochino di cereali, nella stessa notte io sento il muco che mi infastidisce e se insisto (sempre con moderazione) finisco per dormire di nuovo seduta. E' come se il mio fisico rifiutasse in blocco i cereali.
Allora mi chiedo: Posso proseguire con la dieta SENZA muco, evitando la transizione? :?:
Diversamente che cosa introduco se non posso introdurre i cereali? Per il momento le uniche cose che mangio in più sono i fagiolini verdi e i piattoni bianchi (qui li chiamiamo così, sono i fagiolini bianchi piatti e grossi).
Il fatto è che non vorrei avere problemi di disintossicazione veloce, sono sufficienti quei pochi legumi per dire che sono in transizione?
Grazie a tutti
Avatar utente
By rolando7
#31425
armonia ha scritto:Diversamente che cosa introduco se non posso introdurre i cereali? (...)
Il fatto è che non vorrei avere problemi di disintossicazione veloce, sono sufficienti quei pochi legumi per dire che sono in transizione?
Grazie a tutti


Prova con le patate. Sono consigliate in transizione.
Rigorosamente al forno.
:wink:
Avatar utente
By armonia
#31426
rolando7 ha scritto:
armonia ha scritto:Diversamente che cosa introduco se non posso introdurre i cereali? (...)
Il fatto è che non vorrei avere problemi di disintossicazione veloce, sono sufficienti quei pochi legumi per dire che sono in transizione?
Grazie a tutti


Prova con le patate. Sono consigliate in transizione.
Rigorosamente al forno.
:wink:



Le patate non mi fanno dormire, però digerisco carote e zucca. Dunque se introduco questi potrei ritenermi in transizione, credo.

La cosa incredibile è essere passata dai tanti cereali e tanto muco a niente cereali e niente muco, o per lo meno io il muco lo vedo solo nelle feci.
Spero di non sbagliare ma andrò avanti così, aggiungendo soltanto carote, zucca e fagiolini.
Ciao a tutti :D
By costina
#31431
secondo me, se reggi bene, puoi continuare il senza muco.

Se non ti dà problemi, salvo il dimagrimento...

Per me l'eccessivo dimagrimento è l'unico problema, ma mi basta un po' di cereale o patata o fagiolo o banana...

poco, altrimenti mi butta giù.

Se stai bene senza muco, beata te.
(carote, zucca e fagiolini non li considererei tanto mucosi, anzi, forse la zucca, ma comunque gli amidi sono pochi e ben distribuiti; molto più mucose le patate. Sembri proprio intollerante agli amidi).

Quando ti sarai disintossicata bene, sarai tornata tollerante, ma allora non ti servirà a niente... salvo mangiare la pizza con gli amici.

Effettivamente, gli scarichi tossici possono avvenire sia quando ci si intossica troppo, sia quando si smette di intossicarsi, oppure solo quando si ricomincia, oppure quando si rismette....

oppure in qualunque momento....
Avatar utente
By elsamuel
#31779
Ciao Armonia, se ti può consolare sappi che siamo in due a soffrire del medesimo problema.
Qualsiasi cibo amidaceo mi genera così tanta acidità e di conseguenza un reflusso tale da dover andare più volte a rigurgitare.
Non solo gli amidi ma qualsiasi cibo "acido" da luogo allo stesso inconveniente: noci, latte, formaggi...tutti i cibi acidi, nessuno escluso, patate e legumi compresi. Se sono molto pulita e mangio anche solo una noce quasi immediatamente la rigurgito e così con il resto.

La catastrofe vera e propria avviene quando mangio questi cibi acidificanti, detti anche mucosi, vicino alla frutta, qualsiasi tipo...nel mio caso l'acidificazione, se protratta nel tempo,(quindi se non mi dò una regolata e continuo con gli sgarri) da luogo ad una vera e propria intossicazione di tutto l'organismo con un accumulo di liquidi spaventosa tanto che in pochi giorni posso prendere anche cinque sei sette kg solo da ritenzione idrica per non parlare della debolezza che ne consegue. Ho vissuto momenti d'inferno.
Il tuo medico, come dice Eheret, come al solito da la colpa alla frutta e non ai cibi acidificanti.
Io ho questo problema oramai da tre anni e conosco le conseguenze di qualsiasi mio sgarro nei dettagli.

Se non vuoi perdere tanti kg ti consiglio le carote grattuggiate finissime, riempiono la pancia senza conseguenze sgradevoli, oppure la verdura cotta... Anche le banane sono ideali se non vuoi perdere molro peso. Io sono sulla dieta oramai da due anni ed ero praticamente alla sola frutta e tutto crudo ma ora sento la necessità di fare un passo indietro e attualmente mangio soprattutto verdura, sia cotta che cruda e penso che rimarrò su questa transizione per tutto l'inverno. Ho infatti notato che la frutta mi da problemi ad andare e di corpo e ciò significa che ho ancora molto muco nell'intestino mentre con la verdura la situazione è notevolmente migliorata. Una cosa che mi sta aiutando un tantissimo ad andare di corpo ed espellere muco è il peperoncino piccante che aggiungo quasi sempre alle mie verdure cotte.

Se ti capita di sgarrare stai lontana almeno per un giorno intero dalla frutta e attendi che l'organismo smaltisca l'acido in eccesso.

Per coloro come noi non esiste transizione "soft" come Ehret consiglia ma solo la dieta senza muco tout court... Dopo tre anni il mio problema non è minimamente migliorato (ma naturalmente il mio organismo si è rinforzato) Ringraziando Dio e Arnold Ehret e siste una dieta su misura per noi!
Gli svantaggi sono che non possiamo tornare indietro ed il vantaggio è che possiamo solo andare avanti... Un abbraccio, a presto!
Avatar utente
By armonia
#31782
Grazie, in effetti mi sa che sto facendo il tuo percorso. Ormai sono sulla dieta senza muco volente o nolente. Per ora è l'unica che non mi dà problemi. L'unica eccezione è ogni tanto qualche fetta di pane di segale abbrustolita, mi piace ma sento che mi pesa un po', però non mi dà grossi problemi, e anche un po' di carote crude.
Ciao.

Ho usato l'imperfetto perchè ora ho introdotto qu[…]

Gli ultimi del contadino

Sinceramente no, anche perchè vivendo in un condom[…]

Diario di Narayani

Credo fosse eccessivamente gelata.

La panoramica di Ienk

Dopo la panoramica ho rimosso tre delle 5 amalgame[…]

Libri di Arnold Ehret