Arnold Ehret Italia

Quando non sai dove mettere il tuo messaggio mettilo qui. Se devi fare delle battute, falle qui. Non sono permesse battute sulla dieta o sugli utenti.

Moderatore: luciano

Avatar utente
By bernarasta
#2548
ciao a tutti. ieri è morto il padre della mia ragazza, a seguito di un infarto. era giovane, sui 50 anni, però ammalato di cuore da una ventina, con due precedenti infarti non letali. a gennaio inoltre aveva subito un'operazione al colon, per asportare dei polipi. ora, al di là delle varie implicazioni, como posso esserle di conforto sapendo con certezza che la sua prematura morte, e i numerosi problemi di salute che aveva, sono dovuti ad un eccesso pericoloso di cibo dannosissimo (era infatti abbastanza sovrappeso)? come potrei approcciare tale argomento senza ferire i sentimenti di lei? non è che potrebbe reagire con rabbia? grazie in anticipo
Avatar utente
By bernarasta
#2553
grazie mille luca, cercherò di limitarmi per quanto riguarda gli aspetti scientifici. per il resto sono tranquillo, farò di tutto per farla stare un pò meglio. grazie mille, a presto
Avatar utente
By luciano
#2556
Sono d'accordo con Luca, ha più bisogno di essere ascoltata che di sentirsi dire motivi per cui è morto suo padre. Se può fare presa l'argomento, potresti dirle che in realtà in quanto essere spirituale ancora vive e può già aver preso o presto prenderà un altro corpo.
Avatar utente
By winblus
#2570
....concordo pienamente con quello già detto da Luca e da Luciano.
In certi momenti non hai bisogno di sentirti dire come o perchè è morta una persona a te cara che non rivedrai mai più e che ti mancherà moltissimo. Quello di cui hai bisogno è di una persona che ti ami e che te lo dimostri ma soprattutto che ti stia vicino e che capisca fino in fondo il tuo dolore.
Solo in certi momenti, che ti ricorderai per tutta la vita, si capisce veramente chi ti ama o chi ti è veramente amico .

Un abbraccio, win
Avatar utente
By bernarasta
#2665
ciao a tutti. sono tornato. è andata molto meglio del previsto, la reazione della mia ragazza e della sua famiglia mi ha sorpreso. e avevo pure cercato di non affrontare l'argomento, così come era venuto fuori dalla mia riflessione sui vostri consigli. ma l'ultima sera la mia ragazza mi ha detto che era preoccupata per il fatto che in un mese e mezzo, il tempo che non ci siamo visti, io fossi dimagrito vistosamente. le ho "vomitato" addosso un pò delle mie considerazioni, e devo dire che ho visto nei suoi occhi un bagliore, il bagliore di chi intuisce qualcosa. la conversazione era cominciata con un paio di "anoressico" che proprio non avevo digerito, e da li la mia esposizione id cosa penso a riguardo della medicina e della sanità. mi ha detto, io non so nulla, però credo dhe tu abbia ragione, il ragionamento fila, anche se sarò sempre grata ai medici che mio padre lo hanno tenuto in vita più di quanto gli sarebbe stato concesso...
a me è sembrata già una grande conquista.. per un certo la sua preoccupazioe si era attaccata in me, poiché insisteva che poteva essere pericoloso, ma poi restando calmo, ho capito che tutto quello era normale, anzi, necessario. è stato l'ultimo lampo di paura, poi più niente. vi ringrazio. sono sulla strada giusta. a presto
Avatar utente
By corvino72
#2671
Per chi si trovava all'esterno, non era ipotizzabile una reazione così positiva da parte della tua ragazza in un momento come questo. Non la conosco e naturalmente non posso immaginarmi il suo livello di realizzazione spirituale, ma certamente deve essere una persona molto forte e intelligente, soprattutto non condizionata dai pregiudizi altrimenti credo che, proprio durante il lutto, sarebbero venuti fuori con rabbia.
In bocca al lupo.
Gli ultimi del contadino

Sinceramente no, anche perchè vivendo in un condom[…]

Diario di Narayani

Credo fosse eccessivamente gelata.

Molto bella la tua esperienza grazie!

La panoramica di Ienk

Dopo la panoramica ho rimosso tre delle 5 amalgame[…]

Libri di Arnold Ehret