Arnold Ehret Italia

Qui si possono discutere e richiedere riferimenti del libro riguardo alla risoluzione di condizioni non ottimali di salute

Moderatore: luciano

Avatar utente
By bichette
#32580
Ragazzi,
volevo condividere con voi questa disintossicazione che spero si risolva al più presto... Lo sò che è una benedizione ma è difficile pensarlo quando cerchi di controllare i pruriti!!
Soffro di cistite da 4 anni, ho avuto la Clamidia 2 anni fa, zittita coi metodi tradizionali. Penso che tante donne come me soffrano delle "normali" perdite vaginali. Ieri sera si è aggiunto il prurito a volte intenso e la sensibilità alla vulva.
Siccome era già da qualche giorno che sentivo un leggero prurito, ieri ho digiunato 24 ore. Ho cenato e dopo è arrivato il prurito forte.
Sò già che mi consiglierete digiuni più lunghi, ma non voglio dimagrire ulteriormente...posso farli intermittenti?
Stò cercando di non mangiare frutta fresca, ma verdure stufate per rallentare la disintossicazione. Dovrei aggiungere anche gli amidi (pane tostato o patate)? tanta acqua e limone?
Vi ringrazio per il supporto e spero che la mia esperienza possa essere utile a tanti.
Avatar utente
By luciano
#32587
Non posso parlare per esperienza, ma una mia amica mi aveva detto anni fa che attenuava il prurito con applicazioni di yogurt bianco, non zuccherato ovviamente.
Avatar utente
By curiosoboy
#32590
Secondo me puoi mangiare verdura fresca come carote, cavoli e aglio. Questi sono alimenti che purificano il sangue e calmano le infiammazioni...
L'insalata mista standard di Ehret va benissimo... Non so se possono aiutare i clisteri.
Avatar utente
By Foca
#32594
Ciao bichette....come ti capisco......ne ho sofferto anch'io per alcuni anni, soprattutto primavera-estate. 8O

Un prurito tremendo, passavo il tempo a lavarmi e asciugandomi strofinavo la carne fino a vedere il sangue....... 8O

Ma la scorsa estate, NULLA :lol:

Quindi coraggio, mi verrebbe da consigliarti lavaggi con bicarbonato, sicuramente i clisteri.
Avatar utente
By betula
#32606
Io di solito uso tea tree oil nell'acqua calda oppure i sali basici Jentschura. Sono una mano santa!
By mirialu
#32962
Parlo per esperienza diretta,elimina pane e lieviti, e dopo ogni pasto prendi un pò di bicarbonato (è disgustoso) ma efficace, inoltre elimina saponi anche quelli neutri e lavati con acqua tiepida dove avrai sciolto del bicarbonato.Usa solo biancheria di cotone che laverai con una piccola parte di amuchina.
Avatar utente
By bichette
#32998
Innanzi tutto GRAZIE per il soccorso :)
Dunque la vaginite dopo qualche giorno è diminuita e sparita dopo una settimana (dolore e prurito), rimangono sempre le perdite vaginali e la cistite lieve ma quotidiana :(
Ho cercato di non mangiare frutta fresca per non peggiorare la disintossicazione, niente più digiuno poi verdure e amidi soft tipo patate al forno, pane integrale tostato...
Lo sbaglio che ho fatto è non fare clisteri..ho fatto il solito settimanale, e invece avrei dovuto farlo più spesso!
La prossima volta seguirò il tuo consiglio mirialu, prendo amidi quotidianamete e non me la sento di diminuirli perchè ho appena ripreso due kili (50 per 174 cm)
Bhe alla prossima disintossicazione :)))
Avatar utente
By Mariangela
#38714
Ciao Bichette,
spero ora tu stia meglio!
Volevo dirti però che gli amidi andrebbero del tutto eliminati nel caso di vaginiti,sono consentiti con molta moderazione cereali integrali,non sotto forma di pane con lieviti però.In particolare lieviti e zuccheri sono i tuoi nemici numero uno,e per zuccheri sono intesi tutti,carboidrati,lattosio,maltosio,glucosio e purtroppo anche fruttosio,perciò in un periodo transitorio dovresti limitarti al consumo di frutta non molto zuccherina,quindi no a banane,uva,fichi,datteri.Anche la frutta secca non va bene in questo momento.Indicate sono le mele,i kiwi e frutta più acidula.
Tarassaco,carcio e cicoria sono i vegetali più indicati,anche le carote(esclusivamente crude)...olio di lino e semi oleosi.
Le patate ora non ti fanno molto bene.Invece potresti manciare al loro posto qualche patata dolce americana cotta al forno con la buccia,tutta intera...i frutto oligo saccaridi contenuti al suo interno ti aiuteranno a riequilibrare la flora batterica intestinale.Consuma in oltre molto aglio!
In più cerca di evitare il tè nero,è pur sempre un prodotto fermentato.
Potresti aggiungere qualche lavanda vaginale con l'argilla,lavarti solo con acqua e bicarbonato con qualche goccia di olio essenziale di melaleuca e integrare il tutto con delle capsule di estratto di semi di pompelmo.In più in commercio esistonodegli ovuli vaginali contenenti appunrto o.e. di melaleuca.
Spero che questi consigli ti possano essere d'aiuto.In bocca al lupo!
Avatar utente
By jennifer
#54173
luciano ha scritto:Non posso parlare per esperienza, ma una mia amica mi aveva detto anni fa che attenuava il prurito con applicazioni di yogurt bianco, non zuccherato ovviamente.


...io ho sentito parlare di lavande interne fatte con kefir di latte oppure,come dice Luciano,impacchi di yogurt bianco naturale!
Avatar utente
By sethunya
#54590
Foca ha scritto:Ciao bichette....come ti capisco......ne ho sofferto anch'io per alcuni anni, soprattutto primavera-estate. 8O

Un prurito tremendo, passavo il tempo a lavarmi e asciugandomi strofinavo la carne fino a vedere il sangue....... 8O

Ma la scorsa estate, NULLA :lol:

Quindi coraggio, mi verrebbe da consigliarti lavaggi con bicarbonato, sicuramente i clisteri.


Concordo con Foca e parlo per esperienza.
Esperienza davvero orribile e traumatica, però risolta definitivamente grazie alla dieta e a qualche piccolo rimedio, IL BICARBONATO: un cucchiaino in un bicchiere d'acqua una volta al giorno. Scegli tu se al mattino o alla sera.
Idem per l'igiene intima, lavaggi col bicarbonato.

La notte per dormire (io non dormivo per il prurito e per il fastidio), fai una pappetta col bicarbonato e la applichi li dove ti serve, un pochino anche all'interno.
All'inizio brucia un po' ma poi ti da un sollievo incredibile.

Io da quando non mangio più carne non ho più alcun fastidio intimo.
Sono riuscita ad eliminare anche i condilomi.
Spero risolverai presto questo problema, ci vuole pazienza, ma i risultati poi arrivano, garantito.


Marica
Avatar utente
By Aleth
#54599
Per me, quando mi è successo, è stata salvifica l'acqua di chiodi di garofano, una manna dal cielo. Al secondo posto colloco il bicarbonato.
L'acqua di chiodi di garofano la fai e puoi usarla per parecchi giorni: fai bollire un cucchiaino di chiodi macinati per un minuto in un bicchiere d'acqua e lasci in infusione fino a che si intiepidisce, poi filtri. Ne metti due cucchiai in una tazzina d'acqua tiepida e due cucchiai d'acqua per diluire e ti ci lavi, fuori e un po dentro. Poi asciughi senza sciacquare. All'occorrenza se dovesse esserci un'afta la guarisce :-) a me è andata cosi dopo anni di giocare a nascondino. Se bevo tisane zuccherate rispunta! In ogni caso è più di un anno che il problema è scomparso

Ho letto con interesse la tua esperienza per la pu[…]

Di solito il magnesio viene assorbito meglio, quan[…]

Clisteri o idrocolonterapia

Non ho mai avuto esperienza di idrocolonterapia, m[…]

Diario di Narayani

:)

Libri di Arnold Ehret