Arnold Ehret Italia

Quando non sai dove mettere il tuo messaggio mettilo qui. Se devi fare delle battute, falle qui. Non sono permesse battute sulla dieta o sugli utenti.

Moderatore: luciano

Avatar utente
By agape
#2650
Bruschino ha scritto:
Priscilla ha scritto:Partendo dal presupposto etico che a mio avviso sia comunque sbagliato togliere la vita ad un animale per cibarsene o per vestirsi o per un proprio uso di qualsiasi genere, ritengo tuttavia che ci sia una grande differenza tra il pellirossa che caccia il bisonte, gli dice una preghiera e lo ringrazia prendendo a testimoni il cielo e la terra perché gli offre la sua carne come cibo... ed invece la signora che, avvolta in una pelliccia, entra dal macellaio per ordinare il filetto.
Anche la tua amica buddhista a mio avviso agisce con un criterio etico migliore (sebbene io non lo condivida) di chi si avvicina ai banchetti carnei per il puro piacere del palato senza curarsi della sofferenza inflitta agli animali.
Resta comunque in tutto questo che è degno di rispetto sia il macellaio che il grande Guru.


Teniamo conto che si parla sempre di "stadio evolutivo". I "Pellerossa", come molte altre popolazioni rimaste ad uno stadio evolutivo stabile, in pratica radicato nel passato (tuttavia i Pellerossa ora girano in auto e vivono in case molto simili alle nostre, tutto questo "grazie" all'uomo "evoluto" che gli ha portati quasi all'estinzione, i nostri fratelli pellerossa, che poi siamo noi ad esser pallidi).
Sia che l'uomo uccida una bestia per farne una pelliccia o a fini sacrificali e religiosi, consideriamo questo atto come tuttavia uno stato involutivo. Dio, le Divinità a cui sacrifichiamo l'animale (ricordiamoci che persino gli uomini venivano sacrificati alle divinità), non vogliono sacrifici e spargimenti di sangue. Quale Dio vorrebbe mai una cosa simile?
Gli animali e gli uomini, la natura tutta va rispettata convivendo in equilibro stabile.
In ogni caso condivido con Priscilla poichè i danni maggiori ai nostri amici animali sono stati inflitti non certo dai nostri fratelli Pellerossa, ma dal solito sanguinario e venale uomo occidentale che ha tutto l'interesse di vender le pellicce alle signore, le scarpe in pelle e le borse ed i sedili delle auto lussuose per ricavare soldi, soldi, soldi!!


Ah certo, ci sono popolazioni che vivono all'estremo nord e non possono certo coltivare la verdura; mangiano quasi esclusivamente carne. Naturalmente mi riferisco a quelle persone che hanno la possibilità di scegliere perchè vivono in un territorio che offre tutto, perchè sono circondate, ormai, da tutte le informazioni possibili, ecc..
comunque come dice Priscilla il rispetto va portato a tutti; se Dio è Amore e se questo è l'unico mondo mondo possibile, e il migliore che poteva essere creato, allora anche nel dolore è tutto perfetto...ahimè
Avatar utente
By Priscilla
#2651
Bruschino: o tutto o niente... mi piace il tuo atteggiamento fiero e risoluto. Ma considera, più morbidamente, che è pur sempre meglio un po' piuttosto che niente....
Se il mondo fosse popolato da vegetariani che si cibano di cereali e latticini, sarebbe pur sempre un mondo migliore che non il nostro dove invece la gente comune si ciba di carne e pesce!
Considera anche che non tutti hanno avuto le tue stesse motivazioni ad accostarsi a diete diverse da quelle di massa.
Tu hai avuto il diabete, che a questo punto devi pure ringraziare...
Io, in gioventù, ho avuto esclusivamente motivazioni religiose, che mi hanno convinto radicalmente a non cibarmi di carne, pesce e uova, secondo la tradizione induista vaishnava.
Il fattore salutistico per me ha sempre rappresentato poca spinta, poiché stavo più o meno bene, magari un po' cagionevole, ma sana, secondo il significato comune del termine.
Ho cominciato ad eliminare i latticini qualche anno fa, ma solo per motivi etici, per rispetto degli animali allevati nelle stalle e costretti a produrre latte in condizioni pazzesche... Sicuramente però non avrei disdegnato un bicchiere di latte appena munto da una mucca trattata con umanità!
Il mio accostamento ai lidi ehretisti è stato "per caso".
Leggendo prima il forum e poi il libro, ho capito tante cose.
Ho capito che per la mia salute quello che stavo facendo non era sufficiente. Vivacchiavo bene, ma potevo vivere meglio, stare in perfetta salute.
E così, per la prima volta ho ascoltato motivazioni salutistiche che mi hanno convinto ad incamminarmi su questo meraviglioso percorso.
Tuttavia, caro Bruschino, se qualche volta mi capiterà ancora di mangiare una pizza, non andrò a letto con problemi di coscienza.
Sono certa invece che mai e poi mai mi potrà capitare di mangiare una bistecca: la mia etica ed il mio credo religioso me lo impedirebbero totalmente (e poi sinceramente mi farebbe anche schifo, ma tanto!).
Invece, scusate ragazzi, ma non potrò mai provare schifo e ribrezzo per il pane, nonostante ORA sappia che non è cibo adatto all'alimentazione umana.
Ognuno avrà avuto il suo percorso, ognuno sarà momentaneamente fermo al suo livello, chiunque però è da apprezzare: sta probabilmente facendo il meglio che può in quel suo determinato momento esistenziale...
Avatar utente
By luciano
#2652
Certamente non bisogna diventare fanatici con qualsiasi linea che si intende seguire.
Riguardo a un mondo migliore con i latticini, non dimentichiamo che lo sfruttamento intensivo inclute la racccolta del latte che sottopone le mucche a forte sofferenza. consiglio questo link:
http://www.saicosamangi.info/allevament ... ucche.html
Quindi si può anche scegliere chiedere di fare una pizza senza mozzarella.
Avatar utente
By Bruschino
#2653
agape ha scritto:be certo, ognuno ha le sue ragioni personali per accostarsi ad un sistema e sono tutte giuste. anzi spero che presto ci darai buone notizie sulla tua salute!
io invece ho la disfunzione di mettere sempre gli animali prima della mia salute, per cui (anche se vegana) prendo con molto entusiasmo anche la scelta vegetariana così come la si intende comunamente, perchè, mi dico, sempre meglio che niente (per gli animali). poi naturalmente, una persona che da vegana, per esempio, sceglie di seguire Ehret, non lo fa per animalismo, ma pensando al propria salute...e ben venga che ci quandagnino anche gli animali!
Io probabilmente ho il difetto di essere troppo critica, però mi riesce più facile stare male se mi metto nei panni di un animale che deve essere macellato, piuttosto che comprensiva nei panni di una persona che mangia carne; ma so che dovrei fare io uno sforzo per essere migliore.
ciaociao
stiamo comunicando in tempi reali visto? :D
Elena


Ammiro molto la tua umiltà, ad ogni modo stai tranquilla che come persona decisamente critica io sono un fuoriclasse.
Vorrei aggiungere che gli animali sono pur sempre animali (da rispettare ed amare come quell'esempio fulgido datoci da San Francesco d'Assisi, poichè nel creato vedeva la stupenda opera e la magnificienza di Dio) e nella scala gerarchica l'uomo viene decisamente prima. Se si dovesse decidere chi salvare tra un uomo ed un animale, pur sapendo che molti salverebbero l'animale, per fortuna la maggior parte di noi salverebbe la vita umana.
Avatar utente
By corvino72
#2655
luciano ha scritto:Certamente non bisogna diventare fanatici con qualsiasi linea che si intende seguire.
Riguardo a un mondo migliore con i latticini, non dimentichiamo che lo sfruttamento intensivo inclute la racccolta del latte che sottopone le mucche a forte sofferenza. consiglio questo link:
http://www.saicosamangi.info/allevament ... ucche.html
Quindi si può anche scegliere chiedere di fare una pizza senza mozzarella.


In effetti, sono anni che io e Priscilla mangiamo soltanto pizza senza mozzarella. :D :) :)
...Adesso manco quella :) :)
Avatar utente
By agape
#2670
A chi lo dite! Pensare che dopo l'ultima pizza che ho mangiato, senza mozzarella, ho scoperto che passavano le verdure nel burro! :cry:
Bruschino, in fondo pensandoci c'è anche una critica positiva, del resto se non fossimo stati tutti un po' critici verso lo stile comune alimentare non saremmo arrivati a Ehret! :D
ciaociao
Avatar utente
By Bruschino
#2676
agape ha scritto:A chi lo dite! Pensare che dopo l'ultima pizza che ho mangiato, senza mozzarella, ho scoperto che passavano le verdure nel burro! :cry:
Bruschino, in fondo pensandoci c'è anche una critica positiva, del resto se non fossimo stati tutti un po' critici verso lo stile comune alimentare non saremmo arrivati a Ehret! :D
ciaociao


Sagge parole.
Gli ultimi del contadino

Sinceramente no, anche perchè vivendo in un condom[…]

Diario di Narayani

Credo fosse eccessivamente gelata.

Molto bella la tua esperienza grazie!

La panoramica di Ienk

Dopo la panoramica ho rimosso tre delle 5 amalgame[…]

Libri di Arnold Ehret