Arnold Ehret Italia

Qui si possono discutere e richiedere riferimenti del libro riguardo alla risoluzione di condizioni non ottimali di salute

Moderatore: luciano

Avatar utente
By Antishred
#34365
Salve a tutti, vorrei chiedervi un consiglio: mio cugino sta seguendo la dieta di transizione e gli sono comparse delle emorroidi. So che c'entrano con un fegato un po'sovraccarico o giù di lì, ma oltre a consigliargli di abbondare con le verdure crude, non so che dirgli per alleviare il dolore.

Avete qualche consiglio?

Grazie molte.
By Maryza
#34369
Quel che è certo è il ruolo che l'alimentazione può giocare nella prevenzione e nella cura di questa patologia.

Un'alimentazione scorretta e la stitichezza sono fattori scatenanti e aggravanti della malattia emorroidaria.

La prima raccomandazione è quindi quella di seguire un regime alimentare equilibrato come, per esempio, quello proposto dalla dieta senza muco di Ehret.

Un'alimentazione corretta dovrebbe anche scongiurare un quadro di stipsi cronica, disturbo che, aggrava il quadro sintomatico dei disturbi emorroidari dal momento che un'evacuazione difficoltosa dovuta alla durezza e alla secchezza delle feci è causa di un aumento sia della pressione intraddominale sia dell'afflusso sanguigno nei vasi dell'ano con conseguente processo infiammatorio e/o rottura di questi ultimi.

Inoltre, evacuazioni di feci di scarse dimensioni, tipiche nei quadri stiptici, non permettono un'adeguata dilatazione dello sfintere anale con conseguente restringimento e inadeguata circolazione locale del sangue.

È quindi fondamentale regolarizzare la funzione intestinale e avere evacuazioni di normali dimensioni.

Una dieta mirata alla prevenzione e/o cura delle emorroidi sintomatiche deve prevedere una dieta ricca di fibre e con adeguato apporto idrico senza però dimenticare che, talvolta, una dieta eccessivamente ricca di fibre ha addirittura come conseguenza un peggioramento del quadro di stipsi o, al contrario, può essere causa di diarrea, disturbo che irrita la zona anale con conseguente peggioramento del quadro clinico emorroidario.

Eccoti un breve elenco di cibi che possono rivelarsi utili nel caso in cui tuo cugino soffra di emorroidi sintomatiche:

avena
barbabietola rossa
brodi vegetali
carciofi
carote
castagne
cavolo
crusca (senza eccedere)
cipolle
fagiolini
finocchi
frutta fresca
insalata verde a foglia larga
patate
porri
yogurt con probiotici.

Ed eccoti alimenti non particolarmente indicati in caso di malattia emorroidaria cronica:

alcolici e superalcolici
aceto
banane
bevande gassate
caffè
cacao
cacciagione
cibi eccessivamente ricchi di sale
cioccolato
cibi fortemente speziati
cibi eccessivamente grassi
cibi fritti
cibi piccanti
crostacei
formaggi stagionati, fermentati e grassi
carne, insaccati
pesce, molluschi
limone
nespole
ravanelli
riso
sottaceti

tartufi.
pasta di grano tipo "0"

L'uso dei lassativi è decisamente sconsigliato in quanto sono farmaci che possono peggiorare i sintomi e inoltre, come tutti i medicinali, non risolvono il problema alla radice.

Dì a tuo cugino che, l'alimentazione quindi è l'arma più potente che ha!
Tanto è più potente e più vivrà meglio!

Per esempio, è decisamente inutile occuparsi di mangiare bene se poi si fuma, si ha una vita totalmente sedentaria, ci si concede troppo spesso agli alcolici ecc.

Magari consigliagli l'uso frequente di tisane "funzioni fisiologiche dell'intestino" per cercare di evacuare in modo dolce e indolore e digli di confidare nella NATURA!!!

Per il dolore, digli di mettere del ghiaccio nel bidet oppure acqua freddissima e fare delle nebulizzazioni ripetutamente.

Oppure se proprio ha tanto male, in farmacia vendono delle pomate che attenuano il dolore, una delle più efficaci è la pomata "Proctolin" ma ce ne sono comunque altre in commercio.

Un abbraccio :wink:
Maryza
Avatar utente
By Antishred
#34370
Grazie, anche io più che il mangiare sano non so cosa dirgli, solo che qualche aiuto per alleviare il fastidio potrebbe rivelarsi utile, che ne so, argilla o magari una pomata antinfiammatoria... se qualcuno ha altre informazioni, se può, le scriva.

Grazie ancora!
By ikxikx
#34373
Allora,

io ho avuto una crisi emorroica quest'estate ed è durata circa un mese..
ho dovuto per il fastidio usare una pomata ma null'altro....
bagni freddi sulla parte interessata....
come è venuta se n'è andata.....
ora sono due anni che sono in transizione...

per non parlare degli orzaioli.....
tre uno dietro l'altro e dopo mesi passati usando solamente
una pomata quando il dolore era acuto e l'occhio infiammato....

dovrebbero essere chiari sintomi di disintossicazione....
chiaro che quando uno accusa tali fastidi cerca di correre ai ripari...

dalla mia minima esperienza penso ci voglia avere la pazienza e la determinazione di proseguire con il proprio percorso.....


Ciao Antishred!!
By Maryza
#34376
(...Per il dolore, digli di mettere del ghiaccio nel bidet oppure acqua freddissima e fare delle nebulizzazioni ripetutamente.

Oppure se proprio ha tanto male, in farmacia vendono delle pomate che attenuano il dolore, una delle più efficaci è la pomata "Proctolin" ma ce ne sono comunque altre in commercio...)

Sono ripetitiva ma è l'unico modo per attenuare il dolore senza prendere medicine che poi non risolvono il problema alla radice come già ti ho detto nel post precedente.

Un abbraccio
Maryza
By sirena
#34384
Ciao , se ti può essere utile ,io un anno fa ho usato una pomata omeopatica che funziona benissimo si chiama AVENOC della Boiron , comunque se insiste con la dieta , dovrebbe avere miglioramenti ! :wink:
Avatar utente
By tistructor
#34425
Un consiglio: utilizzare la fase B (come la chiamo io) del prof. Ehret, cioè un periodo di digiuno.

Ciao

Ho letto con interesse la tua esperienza per la pu[…]

Di solito il magnesio viene assorbito meglio, quan[…]

Clisteri o idrocolonterapia

Non ho mai avuto esperienza di idrocolonterapia, m[…]

Diario di Narayani

:)

Libri di Arnold Ehret