Arnold Ehret Italia

Quando non sai dove mettere il tuo messaggio mettilo qui. Se devi fare delle battute, falle qui. Non sono permesse battute sulla dieta o sugli utenti.

Moderatore: luciano

Avatar utente
By betula
#34579
Maryza ha scritto:Per il bagno/doccia uso da parecchi anni Il Saugella a ph 3,5 dermoliquido è un detergente a base di estratto di salvia officinalis, e va bene sia per la detersione del corpo, per l'igiene intima femminile quotidiana, contribuisce a mantenere l'acidità vaginale, proteggendo dall'insorgenza di infezioni.
Maryza

Il Saugella è un altro prodotto assolutamente chimico che personalmente non uso da anni. Inoltre ha un ph eccessivamente basso, il che alla lunga può portare ad un impoverimento della protezione della pelle.
:wink:

Sebbene dei prodotti di cosmesi e detersione ne dobbiamo fare un uso moderato, è utile cercare informazioni (il web ne è ricchissimo) sulla composizione dei prodotti e leggersi gli inci con l'aiuto del web è un ottimo esercizio di sviluppo del senso critico.
By mirialu
#34586
Per in viso e il collo uso di "natur aequa il siero di puro olio di Argan " proveniente da agricoltura biologica è un'antirughe naturale protettivo da agenti atmosferici .Viene estratto dal frutto dell'Agania Spinosa pianta che cresce in Marocco dove le donne che hanno pelli bellissime ne fanno uso da secoli.Per quanto riguarda i capelli non vado quasi mai dalla parrucchiera una volta ho aspettato 4 anni,non uso balsami e lavo i capelli che ho lunghissimi solo con prodotti per bambini e solo 1 volta alla settimana,non ho capelli unti e non sono una ragazzina non ho capelli bianchi,non li ho mai tinti per averli lucenti ho sempre usato l'acqua ossigenata,morale della favola ho i capelli più belli io rispetto mia figlia che li pasticcia sempre e usa chili di balsami e creme ed è spesso dalla parrucchiera.
Avatar utente
By mauropud
#34649
betula ha scritto:Sebbene dei prodotti di cosmesi e detersione ne dobbiamo fare un uso moderato, è utile cercare informazioni (il web ne è ricchissimo) sulla composizione dei prodotti e leggersi gli inci con l'aiuto del web è un ottimo esercizio di sviluppo del senso critico.


In generale gran parte dei cosmetici contengono uno o piu' ingredienti che sono derivati dal petrolio (come tutti i prodotti sintetici del resto).

Prima di usarli domandatevi se suona piacevole usare direttamente un po' di benzina al loro posto. :lol:
By mirialu
#34664
Avete ragione Mauro e Rita,i prodotti in farmacia contengono sostanze chimiche,come quelle dei supermercati, non se ne esce,io uso sapone di marsiglia ma è veramente privo di sostanze chimiche?
Ehret al riguardo dice che non è necessario fare un bagno caldo tutti i giorni con sapone,consiglia la pulizia quotidiana con acqua fredda poca con frizioni e massaggi sul corpo,ma la cosa interessante è il bagno d'aria che io prima di andare a letto e al mattino ho sempre fatto ma usavo il talco per massaggiare il corpo ora non più,questi massaggi con un pò d'aria che arriva dalla finestra cone dice lui vi assicuro sono veramente rillassanti e se fatti sempre ci si abitua anche d'inverno.
By rita
#34673
già , Ehret dice che bisognerebbe lavarsi con la sola acqua, che non c'è bisogno di altro, pero' quando un corpo è già pulito è piu' facile, io piano piano sto eliminando quasi tutto pero' credo sia normale sentire il bisogno di usare qualcosa che non sia troppo artefatto, che faccia meno danni possibili alla nostra pelle, al nostro corpo. da qualche parte avevo letto che il sapone di marsiglia non va tanto bene, ma penso che alla lunga sia molto meglio cio' piuttosto che un bagnoschiuma iper profumato e coloratissimo. poi su questo forum ho letto che và bene il sapone di aleppo quello originale , con il marchio un oleogramma giapponese. un panetto costa circa 6 euro.
ciao
Avatar utente
By lalita
#34677
Rita, il sapone di Aleppo non può avere un marchio giapponese perchè l'originale proviene dalla Siria e si è vero che c'è un marchio stampato sul sapone ma non è certamente giapponese.
Prova a consultare questo sito.

http://www.aleppocolors.ch/colors/sapone.php

Ciao
Avatar utente
By lalita
#34678
sapone di Aleppo:

Prodotto nell’antico borgo siriano di Aleppo, nel nord della Siria, questo sapone racchiude 2000 anni di storia. Anno per anno, l’uomo lo ricrea, allo stesso modo, senza nulla aggiungere e nulla togliere alla ricetta originale. Già la Bibbia ne fa cenno accostandolo alle rinomate coltivazioni di ulivi del Medio Oriente e della Mesopotamia.

Prima ancora ne troviamo menzione su tavolette d’argilla babilonesi. Non a caso furono proprio opulenti califfi orientali tra i suoi più assidui estimatori. E verosimilmente anche Gesù e i suoi discepoli hanno apprezzato questo sapone. Particolare successo il sapone di Aleppo lo ebbe dopo l’800 d.C. quando, sull’onda dell’espansione araba, si diffuse in tutto il bacino mediterraneo raggiungendo l’Europa continentale. A Massillia (l’odierna Marsiglia) gli abitanti locali nei fecero una loro versione utilizzando però solo olio di oliva. Il sapone di Aleppo risulta così essere non solo un parente stretto di quello provenzale, ma ne è il vero padre putativo – anche qualitativamente.

Una lavorazione artigianale

La lavorazione inizia a novembre, dopo il raccolto delle olive, e termina a marzo. È in questo periodo che nei caravanserragli di Aleppo da secoli si compie lo stesso antico rituale della produzione di sapone. L’olio di oliva viene dapprima cotto molto lentamente per più giorni in un paiolo aggiungendo soda estratta dal sale marino. Alla fine della cottura, quando la pasta è pronta, viene arricchita con olio di bacche di alloro. È la quantità dell’olio di alloro, da 5% a 50%, a determinare il profumo e la pregiatezza del sapone. Dopo la colatura e a raffreddamento avvenuto il sapone, ancora verde, viene tagliato manualmente, marchiato con il e se cliccate i nostri link o ci contattate vi mettete irreparabilmente nei guai del produttore e messo a essiccare all’aria per almeno nove mesi. Più è lungo questo periodo di stagionatura e migliore sarà il sapone. Nei souk di Aleppo è possibile trovare saponi “maturati” per sei anni e più! Il caratteristico color marrone rossiccio deriva dall’ossidazione del sapone all’aria ed è un ulteriore indicatore di qualità. Prima di esser messo in vendita ogni singolo pezzo è accuratamente spazzolato e pulito.

E virtù leggendarie

Il Sapone di Aleppo è un prodotto puro e naturale al 100%, costituito esclusivamente da olio d’oliva e olio di bacche d’alloro provenienti da piante non trattate dei dintorni di Aleppo. Non contiene profumi, coloranti o altri additivi, fa a meno di sostanze di origine animale e non è testato su animali.

Gli oli, oltre che idratanti ed emollienti, sono apprezzati per le loro qualità anallergiche, antinfiammatorie e antisettiche. Il sapone di Aleppo risulta così particolarmente dermocompatibile e adatto per l’igiene personale (viso, corpo e capelli). Ogni tipo di pelle ne trarrà un reale beneficio, in particolare quelle secche e delicate. Molto consigliato in caso di psoriasi(!), forfora, eczemi e allergie. L’alloro distende la pelle e ne apre i pori, e fa di questo sapone anche un’ottima schiuma da barba – in particolare per persone dalla pelle delicata! Pur bruciando leggermente negli occhi è apprezzato anche dai più piccoli perché idrata naturalmente la loro pelle delicata.

Da secoli il sapone di Aleppo viene impiegato nei bagni turchi d’Oriente come vero trattamento di bellezza prima del tradizionale massaggio. Applicato per tre-quattro minuti sul viso ha un effetto comparabile a una maschera cosmetica! Oltre a ciò un pezzo di questo prezioso sapone ha una virtù quasi sconosciuta o dimenticata in Occidente: è un antitarme dall’efficacia indiscussa. Un panetto nell’armadio tiene lontano tarme e camole.

Ingredienti: Acqua, Olea Europea, Laurus Nobilis, cloruro di sodio (sale da cucina), idrossido di sodio(soda).

Avvertenza: In rari casi l’uso di un sapone con un’alta concentrazione di alloro può dare adito a leggere irritazioni della pelle. Questo è un fenomeno passeggero e del tutto innocuo. Se il sintomo persiste passare a una gradazione inferiore di alloro.


Sapone di Antiochia:

Prodotto ad Antiochia nella rinomata officina di Reçit Muftuoglu (in quarta generazione), questo sapone rappresenta il meglio della millenaria tradizione saponifera di Mesopotamia. Utilizza esclusivamente oli di oliva e alloro accostandoli come nel sapone di Aleppo. Con però due differenze fondamentali: da un lato il sapone di Antiochia impiega acqua distillata (al posto dell’acqua di fonte di Aleppo), e dall’altro l’olio di oliva usato è rigorosamente di prima spremitura, ovvero vergine. Queste peculiarità fanno del sapone di Antiochia un prodotto di grande purezza e qualità, e gli donano la caratteristica fragranza fresca e piacevole.

Le virtù

Il sapone di Antiochia è un prodotto naturale al 100% composto esclusivamente da olio d’oliva e olio di alloro provenienti da colture naturali non trattate. Realizzato con olio d’oliva vergine di prima spremitura e olio di alloro al 35%, il sapone di Antiochia risulta particolarmente emolliente e idratante. È indicato per ogni tipo di pelle, si usa su corpo, viso e capelli, come anche per l’igiene intima. Grazie alle virtù disinfettanti e antinfiammatorie dell’alloro, il sapone di Antiochia è particolarmente apprezzato in presenza di problemi dermatologici quali psoriasi, allergie, acne ed eczemi.
Avatar utente
By mauropud
#34691
rita ha scritto:già , Ehret dice che bisognerebbe lavarsi con la sola acqua, che non c'è bisogno di altro, pero' quando un corpo è già pulito è piu' facile, io piano piano sto eliminando quasi tutto pero' credo sia normale sentire il bisogno di usare qualcosa che non sia troppo artefatto, che faccia meno danni possibili alla nostra pelle, al nostro corpo. da qualche parte avevo letto che il sapone di marsiglia non va tanto bene, ma penso che alla lunga sia molto meglio cio' piuttosto che un bagnoschiuma


Esatto: io ormai mi lavo i capelli con shampoo all'incirca una volta al mese (ma li ho corti).

Il piu' delle volte mi sento che lavarmi con sola acqua e' abbastanza ma uso ancora un po' di sapone facendo la doccia ecc.
Ultimamente sto cercando di lavarmi le mani con sola acqua per vedere se la secchezza della pelle (problema invernale!) migliora.

I bagni schiuma li ho eliminati una ventina di anni fa perche' mi causavano quelle macchie chiamate "funghi di mare". A quel tempo il medico mi disse di eliminare bagni schiuma e usare solo semplice sapone e le macchie sparirono! :D

Io credo che usare un po' di sapone (marsiglia o aleppo o quello che e') per lavarsi non sia un grosso problema se uno ne sente il bisogno.
L'importante e' non abusare: anche la schiuma del sapone inquina! :D
By rita
#34692
grazie lalita per la precisazione

avevo letto anch io da qualche parte che il sapone di aleppo proviene dalla Sira, non capisco come mai non mi è mai venuto il dubbio quando avevo letto il consiglio di comprare il sapone di aleppo solo con l'ologramma giapponese....
ora ho fatto una ricerca su interenet ma non lo trovo piu'.
By Kiefer
#34734
Io uso il sapone di Marsiglia Kantangian. Non ho trovato di meglio, credo sia al pari del sapone di Aleppo ma costa meno.
Questo è il sapone:
http://www.kigroup.com/catalogo/marche/ ... lia_neutro
Io l'ho usato come bagnoschiuma, shampoo e schiuma da barba.
Ho la pelle molto liscia, ma questo è merito della dieta :D
Ciao ciao.
Avatar utente
By curiosoboy
#34740
Dopo un periodo di circa due settimane che ho mangiato con pochissimo muco, ho potuto notare meno sporcizia sul corpo :D
Avatar utente
By betula
#34798
mauropud ha scritto:In generale gran parte dei cosmetici contengono uno o piu' ingredienti che sono derivati dal petrolio (come tutti i prodotti sintetici del resto).

Prima di usarli domandatevi se suona piacevole usare direttamente un po' di benzina al loro posto. :lol:

Mauro, permettimi di smentirti. Non è come dici, ci sono diversi prodotti che non contengono minimamente petrolati.

Inoltre vorrei fare una precisazione sulla necessità di usare o meno i prodotti cosmetici.
E' ovvio che se siamo disintossicati avremo decisamente poco bisogno di prodotti detergenti, ma se viviamo in ambienti inquinati, è difficile impedire che smog e altre particelle si depositino sulla nostra pelle, impedendole di svolgere le funzioni proprie di tale apparato.
In questo caso, togliere quel sottile velo di schifo è necessario, almeno per me che vivo in una città come Roma.
Avatar utente
By mauropud
#34820
betula ha scritto:
mauropud ha scritto:In generale gran parte dei cosmetici contengono uno o piu' ingredienti che sono derivati dal petrolio (come tutti i prodotti sintetici del resto).

Prima di usarli domandatevi se suona piacevole usare direttamente un po' di benzina al loro posto. :lol:

Mauro, permettimi di smentirti. Non è come dici, ci sono diversi prodotti che non contengono minimamente petrolati.


Certo: infatti ho scritto "gran parte" non "tutti". :D
Il "tutti" forse potrebbe essere applicato ai progotti "commerciali", quelli che trovi in tutti i negozi. Probabilmente per trovarne senza devi andare in negozi specialistici bio naturali ecc.
Avatar utente
By betula
#34825
In effetti non era chiaro, perchè hai preso come citazione la mia affermazione ma in realtà quello che tu dicevi (in gran parte) lo affermavo già nella pagina precedente...
Un pò di confusione, maybe :roll:
By papessa
#34875
lalita ha scritto:niente più creme, profumi ... e per i capelli cosa usate? Avevo letto in un post che il sapone di aleppo li rende stopposi. Voi consigliate qualcosa di particolare?
grazie


ciao, io mi sono trovata bene con lo shampoo Lavera comprato nei negozi biologici Naturasì, lo diluisco con un pò di acqua dalla fontana e risciaquo con acqua della fontana pura e i capelli sono morbidi anche senza il balsamo :) . Qualche volta se utilizzavo l'acqua del rubinetto sentivo che dovevo aggiungere anche il balsamo. Finora era migliore per me come ingredienti controlati su www.biodizionario.it

un abbraccio

Ho letto con interesse la tua esperienza per la pu[…]

Di solito il magnesio viene assorbito meglio, quan[…]

Clisteri o idrocolonterapia

Non ho mai avuto esperienza di idrocolonterapia, m[…]

Diario di Narayani

:)

Libri di Arnold Ehret