Arnold Ehret Italia

Qui si possono discutere e richiedere riferimenti del libro riguardo alla risoluzione di condizioni non ottimali di salute

Moderatore: luciano

Avatar utente
By swami863
#34789
Ciao a tutti!
Da quasi 2 mesi sono in transizione e se finora è andato tutto bene, a parte un paio di episodi di ricaduta nei vecchi cibi, da una settimana la salute zoppica un pò... :?
E' iniziato tutto con un senso di nausea, avevo condiviso con voi che forse stavo facendo pasti un pò abbondanti, soprattutto riconosco che avevo esagerato con le olive.
Ma credo che fossero i primi sintomi di un processo che in questi giorni sta evolvendo: si è trasformato prima in una sensazione fortissima di muco in gola, poi tosse secca ed ora da 2 giorni non so nenche come chiamarlo...definirlo raffreddore non rende l'idea!!! :o
E' come una diga, un flusso quasi continuo che esce dal naso e molta schiumetta nelle urine.
Non voglio spaventarmi, se esce è un bene, comunque lo avevo dentro, solo mi chiedo quanto potrà durare?
Non vi nego che è un pò invalidante, sul lavoro ho a che fare col pubblico e...ehm! ve lo potete immaginare!!!
Dimenticavo, ecco i miei pasti (che finora hanno funzionato bene):

COLAZIONE: limonata calda e tisana all'arancio
PRANZO: frutta tipo kiwi/mandarini/ arance (un tipo per volta)
CENA: insalatone di verdure cotte e crude, con spesso qualche oliva o noci

Se ho fame durante il giorno aggiungo qualche dattero o fico secco.
Faccio ogni sera o quasi un clistere.

Non sento alcun bisogno di altri cibi, carne/pesce per carità, ognii tanto mi viene in mente la pizza, se proprio impazzirò dalla voglia la mangerò, la pasta non mi dice niente nè ora nè prima.

Venendo al dunque: avete esperienza di questa situazione? C'è qualcosa che posso fare?
Come sempre, grazie!!! :P
Ale
By Steno
#34812
Da quello che mangi si direbbe che stai seguendo una dieta senza muco e non una dieta di transizione...quindi normale che hai queste eliminazioni "violente" di flusso continuo. Se non riesci a reggerle introduci qualche cibo poco mucoso (pane di segale, patate...) per rallentare il processo, oppure fai qualche sgarro in piu senza sentirti in colpa :wink: sempre per lo stesso obiettivo.
Avatar utente
By celestia
#34817
Swami, è normale, sei in crisi di disintossicazione perchè stai "pulendo" il fisico dalle tossine
Dopo la 1° ICT avevo i Tuoi stessi sintomi per una settimana, dopo la 2° ICT feci nere come il carbone, e ne ho ancora oggi, ma se Vuoi pulire devi stringere i denti e sopportare, altrimenti starai benino ma continuerai ad avere vecchi residui incrostati dentro che con un qualunque fattore esterno possono scatenarsi in ogni momento...
Ricordati che le tossine sono come l'innesco di una bomba a tempo
Vai avanti serena, vedrai che presto andrà meglio
Con simpatia
Avatar utente
By swami863
#34849
Può esservi sembrato ingenuo essermi supita del raffreddore, in tanti post avevo trovato accenni a questo sintomo: quello che mi ha anche spaventata un pò, lo ammetto, è l'intensità del sintomo!! 8O
Veramente non ricordo di aver mai vissuto questo tTORRENTE ininterrotto per giorni, sembrava dovesse non finire mai!!
poi oggi ha iniziato ad andare meglio, ora in poche ore è quasi passato.
Riguardo al mio essere troppo velocemente verso il "senza muco", mi rendo conto di non aver scritto proprio TUTTO TUTTO: ho accennato a qualche episodio di sgarro (una pizza, un cinese e qualche dolcino), ma non ho parlato di qualche dolcificante che ancora c'è, sale ancora un pò abbondante e qua e là dei caffè aromatizzati alla nocciola, che insomma...non sono il massimo, diciamocelo!! :roll:
Io ne vengo da anni di diete date da medici e fatte di cose "cosiddette in bianco": oggi mi sembra di essere approdata nel paradiso terrestre, al punto che non desidero più di tanto sgarrare, solo l'idea di mangiare tutta questa frutta dolcissima mi rende felice!!
Solo ogni tanto mi arrivano onde di voglia di farinacei, di quelli proprio TRUCIDI: cose lievitatissime, dolci zuccherosissimi, cibi cosiddetti compulsivi, di quelli che più ne mangi e più ne mangeresti!
So che posso sembrare una talebana a cercare CON TUTTA ME STESSA di astenermene, ma ho conosciuto la bulimia e so che è meno difficile privarsene che ricominciare a mangiarli col rischio che il corpo e la mente me ne chiedano sempre di più.
Però vi chiedo: con quali cibi contrastate questi tzunami di voglia di schifezze? Finora ho utilizzato datteri/fichi secchi, ma non è peggiorano la voglia di zucchero?
Grazie per la pazienza...e per esserci!! :P
Ale
Avatar utente
By swami863
#35015
Che bello imparare così tante cose sul nostro corpo e salute, sperimentando su di noi questo sistema di guarigione!! :lol:
Dopo quasi una settimana di "raffreddore" (chiamiamolo così), giovedì ho interrotto per un pasto la mia alimentazione di frutta e verdura, per un pasto mangio cibi mucosi e...magia!!!
il naso smette subito di colare!! e dire che era un flusso ininterrotto da giorni!!
Riprendendo quasi subito la mia bella e sana dieta ecco che col passare delle ore sta tornando, intenso come prima!!!
...se penso che in farmacia ci parlano di virus e batteri!! :roll: :P
Solo non capisco: nella mia vita io non ho mai sofferto di raffreddore, avrei detto che semmai i miei organi più colpiti dalla disintossicazione sarebbero stati stomaco/pancia: ma tutto questo muco dov'era? nella testa? perchè esce proprio dal naso?
scusate l'ignoranza...è solo che vorrei capire, conoscermi sempre meglio nei miei meccanismi...
Con umiltà e gratitudine... :P
Avatar utente
By Liam
#58874
swami863 ha scritto:Che bello imparare così tante cose sul nostro corpo e salute, sperimentando su di noi questo sistema di guarigione!! :lol:
Dopo quasi una settimana di "raffreddore" (chiamiamolo così), giovedì ho interrotto per un pasto la mia alimentazione di frutta e verdura, per un pasto mangio cibi mucosi e...magia!!!
il naso smette subito di colare!! e dire che era un flusso ininterrotto da giorni!!
Riprendendo quasi subito la mia bella e sana dieta ecco che col passare delle ore sta tornando, intenso come prima!!!
...se penso che in farmacia ci parlano di virus e batteri!! :roll: :P
Solo non capisco: nella mia vita io non ho mai sofferto di raffreddore, avrei detto che semmai i miei organi più colpiti dalla disintossicazione sarebbero stati stomaco/pancia: ma tutto questo muco dov'era? nella testa? perchè esce proprio dal naso?
scusate l'ignoranza...è solo che vorrei capire, conoscermi sempre meglio nei miei meccanismi...
Con umiltà e gratitudine... :P


Ciao, interessante, hai avuto modo di riverificare la cosa?
Cioe- se t viene un raffreddore durante dieta senza muco si interrompe quando reintroduci del mucoso? A me pare che sia piu un effetto a lungo termine..
Cosa avevi mangiato in quel pasto? Mi sembra strano che si interrompa cos= velocemente.

Quando penso ai miei malanni da onnivoro il puntuale riso bianco costipava si ma non interrompeva. Ragionando a voce alta, direi che ci; era dovuto al fatto che probabilmente il raffreddore allora era un eliminazione da saturazione oltre la tolleranza e non da scioglimento come nel caso della dietaSenzaMuco.
Avatar utente
By swami863
#58876
Ogni tanto ancora ripenso a quel "raffreddore": ricordo la faccia sconvolta dei miei titolare che mi videro per giorni tipo "Cascate del Niagara"!

Non mi è mai più successo, se non piccolissimi episodi dopo aver mangiato qualcosa di cui il mio corpo ha bisogno di liberarsi in fretta, tempi di reazione brevissimi.

Sono invece diventati più sensibili gli occhi, provo fastidio, vista che cala o sensazione di occhi secchi in certi giorni, basta ridurre la frutta che il sintomo si attenua e scompare.

Sono molto più prudente dei primi tempi, anche perchè conoscendomi so che poi divento apprensiva e preferisco evitare ansie inutili :wink:

Soprattutto non sottovaluto più la magrezza, che per me è il segnale che sto sbagliando qualcosa, oltre a crearmi un senso di disagio.
Non è facilissimo restare in transizione e non calare di peso, perchè per costituzione tendo più a perdere peso che non il contrario, ma faccio esperimenti,dai! :P
Avatar utente
By Liam
#58887
swami863 ha scritto:Ogni tanto ancora ripenso a quel "raffreddore": ricordo la faccia sconvolta dei miei titolare che mi videro per giorni tipo "Cascate del Niagara"!

Non mi è mai più successo, se non piccolissimi episodi dopo aver mangiato qualcosa di cui il mio corpo ha bisogno di liberarsi in fretta, tempi di reazione brevissimi.

Sono invece diventati più sensibili gli occhi, provo fastidio, vista che cala o sensazione di occhi secchi in certi giorni, basta ridurre la frutta che il sintomo si attenua e scompare.

Sono molto più prudente dei primi tempi, anche perchè conoscendomi so che poi divento apprensiva e preferisco evitare ansie inutili :wink:

Soprattutto non sottovaluto più la magrezza, che per me è il segnale che sto sbagliando qualcosa, oltre a crearmi un senso di disagio.
Non è facilissimo restare in transizione e non calare di peso, perchè per costituzione tendo più a perdere peso che non il contrario, ma faccio esperimenti,dai! :P


Sono d-accodo, la magrezza estrema che possiamo riconoscerci addosso [ uno dei sintomi che la transizione non [ confortevole e il corpo non c sta dietro...

Anch-io vedo che la frutta sola mi scatena reazioni piu di ogni altro cibo, cos= come per la magrezza.

Non mi [ ancora chiaro come agiscano i cibi amidacei oltre i disturbi post pasto.
Avatar utente
By silvia26
#61266
Ciao a tutti, volevo riportare qui di seguito la mia esperienza con la dieta di transizione e relativa fuoriuscita di muco.
Premetto che un paio di volte alla settimana mangio pasta integrale, una volta un po' di formaggio fresco (tipo stracchino) ma per il resto questa è la mia dieta:
- 7.30 limonata calda
- 9.00 frutta (arance o kiwi)
- 11.30 ancora frutta come sopra o sostituisco con un paio di biscotti integrali (questo 1 paio di volte la settimana a seconda dell'appetito)
- 13.30 insalata verde condita con cipollotto,poco sale integrale e poco olio extravergine e spinaci o bietole cotte - fetta tostata di pane segale
- 20.30 un frutto (mela o pera o banana)
- 21.30 verdura cruda o cotta sempre condita come sopra e fetta pane segale tostato.
Quanto sopra da due mesi e mezzo.
Sapevo di essere molto intasata di muco in testa, da sempre in pratica, ovvero orecchie che si tappano con altitudine, ecc
Da ieri l'altro ho iniziato ad espellere muco dal naso verso sera, la notte ho avuto febbre a 38 e mezzo con muco a volontà, molto del quale ingerito, scendeva in gola. METEORISMO ESAGERATO.
Ora il muco sembra meno denso ma continuo a soffiarmi il naso, mi brucia un po' la gola.
Non ho mai fatto alcun lavaggio intestinale.
A cosa è dovuto il meteorismo che sto vivendo? Avevo notato anche negli anni passati che, durante le varie influenze e costipazioni soffrivo di tale disturbo e, intuitivamente o erroneamente, lo collegavo al catarro (ovvero al MUCO). E' secondo voi possibile che il muco ingerito provochi meteorismo o trattasi di scorie intestinali vecchie (quindi necessito un lavaggio del colon)???
Grazie a chi vorrà rispondermi
Silvia
Avatar utente
By Cymba
#61314
beh, pure io in questi giorni ho avuto febbre/raffreddore con molto scarico dal naso (di continuo per due giorni, col fazzoletto sempre in mano...uff)
anche per me come succedeva ad Ale credo sia dovuto al fatto di spingere un po' troppo la transizione, SO benissimo che dovrei rallentare ma non sempre riesco...
comunque silvia, l'aerofagia è certamente data dalla fermentazione in atto nel tuo intestino, e anche la febbre è data da quello... per dirti, io sabato sera avevo probabilmente la temperatura a 38° (non me la provo più :wink: ), mi sentivo un conflitto bellico in pancia e così mi sono fatta un bel clistere e mi sono sfebbrata quasi all'istante... certo è che ingoiare il muco non è propriamente una gran bella cosa, capita purtroppo anche a me, da sempre...da quando sono in transizione devo dire un po' meno...
il raffreddore "colante" è durato ancora tutta la domenica, ma la febbre non mi è più tornata e nemmeno mi è mai venuta la tosse... certo devi mangiare poco o niente, meglio solo acqua, e riposare a casa, meglio se a letto ovviamente.
Io oggi sono già al lavoro e il fazzoletto non mi serve già quasi più :)
insomma come Ale, io ho sempre il problema della magrezza, devo stare attenta a non andare troppo verso la dieta senza muco, altrimenti accelero l'eliminazione con sfoghi di ogni tipo e dimagrimenti non cercati... in questi giorni credo di essere calata di un altro chilo:roll:
Avatar utente
By silvia26
#61438
Grazie Cymba!
Il meteorismo è cessato ma il muco dal naso e gola continua, in maniera + soft. Ho 1 po' di tosse grassa.
Un episodio curioso: l'altro ieri ho cenato con minestra di riso integrale (erano mesi che non mi cibavo di riso) e ieri mattina stavo malissimo! Un peso alla testa incredibile, sensazione eccessiva di intasamento da catarro, debolezza. Non so se sia stata colpa del riso ma nel pomeriggio, dopo aver evacuato, ho iniziato a sentirmi meglio!
Meno male che c'è questo forum in cui possiamo confrontarci :)
ciao a tutti
Silvia
Avatar utente
By Cymba
#61440
figurati silvia... :D
io non mi faccio più nessun tipo di problema e ricorro spesso al clistere, ho visto che per superare con facilità tutti i sintomi fastidiosi dell'eliminazione -mal di testa, influenze, aerofagie, intasamenti intestinali, sfoghi cutanei ecc- è praticamente miracoloso... e visto che ce l'abbiamo a disposizione ed è semplicissimo e soprattutto non intossica come tutti i rimedi che utilizzavo prima (farmaci per mal di testa, antinfiammatori, fermenti lattici e quant'altro) non vedo perchè non usufruirne... è un grande aiuto in transizione, se non ci fosse bisognerebbe inventarlo! :wink:
Avatar utente
By Angelica93
#81367
swami863 ha scritto:Ciao a tutti!
Da quasi 2 mesi sono in transizione e se finora è andato tutto bene, a parte un paio di episodi di ricaduta nei vecchi cibi, da una settimana la salute zoppica un pò... :?
E' iniziato tutto con un senso di nausea, avevo condiviso con voi che forse stavo facendo pasti un pò abbondanti, soprattutto riconosco che avevo esagerato con le olive.
Ma credo che fossero i primi sintomi di un processo che in questi giorni sta evolvendo: si è trasformato prima in una sensazione fortissima di muco in gola, poi tosse secca ed ora da 2 giorni non so nenche come chiamarlo...definirlo raffreddore non rende l'idea!!! :o
E' come una diga, un flusso quasi continuo che esce dal naso e molta schiumetta nelle urine.
Non voglio spaventarmi, se esce è un bene, comunque lo avevo dentro, solo mi chiedo quanto potrà durare?
Non vi nego che è un pò invalidante, sul lavoro ho a che fare col pubblico e...ehm! ve lo potete immaginare!!!
Dimenticavo, ecco i miei pasti (che finora hanno funzionato bene):

COLAZIONE: limonata calda e tisana all'arancio
PRANZO: frutta tipo kiwi/mandarini/ arance (un tipo per volta)
CENA: insalatone di verdure cotte e crude, con spesso qualche oliva o noci

Se ho fame durante il giorno aggiungo qualche dattero o fico secco.
Faccio ogni sera o quasi un clistere.

Non sento alcun bisogno di altri cibi, carne/pesce per carità, ognii tanto mi viene in mente la pizza, se proprio impazzirò dalla voglia la mangerò, la pasta non mi dice niente nè ora nè prima.

Venendo al dunque: avete esperienza di questa situazione? C'è qualcosa che posso fare?
Come sempre, grazie!!! :P
Ale


Ciao swami863.. Anche io sono nelle tua stessa situazione! Ieri mi è iniziato questa specie di raffreddore con espulsione immensa di muco (mai avuta cosi a fontana! Il bello è che non ho il naso tappato come ho sempre avuto) è stata la prima volta che mi "ammalo" da 5 mesi di transizione. E per di piu mi è sorto questo problema agli occhi anche a me; occhi un po' secchi e sensibili alla luce, poi anche gonfiore al mattino. Io non so da cosa è scatenata questa cosa, l'unica cosa che ho cambiato in questa settimana è mangiare quasi tutti giorni, almeno 300 gr di datteri. Sarà stato quello perche fino a prima non avevo problemi. :?
La panoramica di Ienk

Il canino in necrosi è il 43, ho evidentemente sba[…]

Ho letto con interesse la tua esperienza per la pu[…]

Di solito il magnesio viene assorbito meglio, quan[…]

Clisteri o idrocolonterapia

Non ho mai avuto esperienza di idrocolonterapia, m[…]

Libri di Arnold Ehret