Arnold Ehret Italia

Per quanto la dieta di per sè, disintossicando il corpo ed eliminando il muco, alla fine risolve alla radice, lungo la strada può essere utile l'utilizzo di decotti o tisane indirizzati all'espulsione di specifiche tossine e veleni, come i metalli pesanti, tanto per fare un'esempio.

Moderatore: luciano

By mirialu
#35402
Le proprietò depurative del tarassico sono note a tutti e lo si compra in erboristeria.Ma adesso chi ha la possibilità di andare in campagna,sono nate le piantine piccole.Io le raccolgo in posti non inquinati.mangio in insalata le più piccole le piante più grandi invece bisogna bollirle, poi condite con olio sale aglio e aceto sono squisite.La cosa più importante è bere l'acqua di cottura è amarissima ma pulisce l'intestino il fegato e i reni.
Avatar utente
By celestia
#35409
Forse volevi dire TARASSACO!!!
E' un erba medicinale, infatti è leggermente drenante, e ha la grande capacità di depurare dalle tossine
Volendo lo si trova anche al supermarket per pochi euro, fresco è decisamente migliore ma non si trova tutto l'anno, per una depurazione veloce si può usare in opercoli o capsule
Ciao
Avatar utente
By clorenzo
#35414
Sono d'accordo e ottimi da mangiare però devi toglire possibilmente aceto e sale non sei in linea cosi....... meglio olio di oliva e del pesto alla genovese con mezzo limone spremuto...... :roll: :roll:
By mirialu
#35434
Rispondo a Celestia per quel che sò esiste:
TARASSICO: detto dente di leone,soffione piscialetto piantina alta 12 cm.
TARASSACO: detto dente di cane di cui si usa la radice in erboristeria piantina alta circa 50 cm.
Spero che Luciano legga e possa darci delucidazioni al riguardo.
Comunque mi posso sbagliare,ma sono convinta che quelle che mangio io sono piantine di tarassico.
Avatar utente
By mauropud
#35468
mirialu ha scritto:Rispondo a Celestia per quel che sò esiste:
TARASSICO: detto dente di leone,soffione piscialetto piantina alta 12 cm.
TARASSACO: detto dente di cane di cui si usa la radice in erboristeria piantina alta circa 50 cm.
Spero che Luciano legga e possa darci delucidazioni al riguardo.
Comunque mi posso sbagliare,ma sono convinta che quelle che mangio io sono piantine di tarassico.


Diversi siti dicono si tratti della stessa pianta "Taraxacum officinale". Cresce come erbaccia nel mio giardino tra i lastroni del pavimento. Ogni tanto quando ne cresce abbastanza facciamo un raid e lo raccogliamo tutto per farlo bollito. Un po' amaro ma condito bene si puo' mangiare. :D
Avatar utente
By luciano
#35478
Si chiama tarassaco. Appena nasce prima che faccia i fiori gialli ne faccio incetta.

Ho diversi libri sulle erbe medicinali e commestibili e compare solo il tarassaco.

Ho visto che comunque è un errore comune, ho trovato diverse voci come "tarassico" in google.

Ma parlano del tarassaco. E' questo:

Immagine

Se le foglie che dici tu sono come queste, allora stiamo parlando della stessa pianta. Che si chiama tarassaco.
By mirialu
#35492
Grazie Luciano per la precisazione,è proprio quella la piantina mia nonna Ferrarese li chiamava "ciocapiat", e mi insegnato a bere l'acqua di cottura dicendo che faceva bene al fegato.
Avatar utente
By luciano
#35538
Dove sono nato, in provincia di Varese al confine con quella di Milano la chiamano "insalata matta" o "pisalett" :D
Dicono che depura il sangue e fa bene al fegato. Io ne vado matto! :D

Io la mangio cruda in insalata.
Avatar utente
By braveheart
#35568
Ma la si trova tranquillamente nei prati?
E in che stagione?

Ti ringrazio Luciano :wink:
Avatar utente
By danielsaam
#35578
Dovrebbe arrivare in primavera se non sbaglio; dalle mie parti mi ricordo che quando ero bambino ce n'erano un'infinita'; usavamo giocare con il suo gambo che se soffiato in un cero modo emette un fischio. :D
Neanche pensavo a tutte le altre sue ottime proprieta' :D

Da quando pero'e' cominciato l'uso massiccio dei diserbanti e comunque della chimica nell'agricoltura l'ho visto piano piano scomparire, assieme ai buonissimi bruscandoli ... :P
By costina
#35587
In Umbria, media collina, la trovavo quasi tutto l'anno, girando fra versanti più o meno soleggiati, più o meno esposti.
Mediamente, le piantine tenere si cominciano a vedere in primavera o anche, appunto, alla fine dell'inverno. Poi fanno la spiga e diventano coriacee.
Se sono in un posto poco esposto, il processo è ritardato e si arriva all'inizio dell'estate; invece, in posti ben soleggiati, c'era - ma qui parlo dell'Italia centrale - una ricca produzione autunnale - cioè - da settembre fino a dicembre.
Ultima modifica di costina il 2 marzo 2010, 12:00, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
By danielsaam
#35597
Costina, anche voi a Padova lo chiamate pisacan? :D
Avatar utente
By betula
#35609
luciano ha scritto:Dicono che depura il sangue e fa bene al fegato.

E' così...
AVOGADO TOSSICO?

Non penso che l'avocado sia tossico. Però bisogna […]

Non bisogna generalizzare. Io sono crudista, ma no[…]

Bhe estrarre un incisivo per creare spazio è propr[…]

Grazie OPT! :D I tuoi post sono illuminanti. Dimo[…]

Libri di Arnold Ehret