Arnold Ehret Italia

Per quanto la dieta di per sè, disintossicando il corpo ed eliminando il muco, alla fine risolve alla radice, lungo la strada può essere utile l'utilizzo di decotti o tisane indirizzati all'espulsione di specifiche tossine e veleni, come i metalli pesanti, tanto per fare un'esempio.

Moderatore: luciano

By susi
#2865
Riscrivo in questa sezione quanto ho già scritto perchè credo che questa sia la sezione giusta.
Io ho 46 anni e ho l'osteoporosi con alto rischio di fratture.
La cosa è familiare xchè mia madre soffre di osteoporosi vitrea (cioè ha le cosiddette ossa di cristallo ha infatti fratture spontanee).
Io con i miei comportamenti passati: fumo, poco sole, poco movimento ho contribuito ad anticipare il problema.
La mia osteoporosi, infatti, dura già da un bel po' di anni. Nell'ultimo periodo dopo la rottura di una costa dalle radiografie e poi dalla MOC tutto è stato confermato: la cosa va avanti anche xchè ormai sono in menopausa.
Il mio ginecologo mi ha consigliato la terapia sostitutiva che io non voglio assolutamente fare e lunedì tornerò dall'ortopedico che mi darà, credo, integratori di vitamina D, calcio e non oso immaginare cos'altro. Ma non credo che mi convinceranno a prendere alcun farmaco allopatico.
Inoltre, assumere vit. D (non certo quella di farmacia xchè sono vegan!) anche quella x es. della Solgar non serve se non viene attivata con l'esposizione al sole; per il calcio le analisi non hanno individuato carenze (inoltre l'esame delle urine: la calciuria che è bassissima ha evidenziato una scarsa perdita di calcio dalle urine - io dico meno male! - ciò, ho letto, potrebbe essere dovuto al fatto che mangiando pochissime proteine non perdo calcio dalle urine) Credo che questo sia un fatto positivo.
Che ne dite?
Vi farò sapere l'esito della visita di lunedì!
Saluti
Susi
By susi
#2866
Come volevasi dimostrare!
Sono stata ieri dal medico della Asl che si occupa di osteoporosi e ovviamente mi ha prescritto diversi farmaci:
Vitamina D una fiala da assumere una volta ogni 6 mesi
Calcio una volta al giorno
ed un farmaco: Il Risedronato ( Actonel ) che è un bifosfonato che trova impiego nel trattamento dell’osteoporosi con alto rischio di fratture (da prendere una volta a settimana).

NON CI PENSO NEMMENO!

Inoltre mi ha fissato un appuntamento con la nutrizionista ed io che ci andrò per curiosità ho detto che il latte non lo berrò mai e loro mi hanno risposto che va bene anche il tofu.....

Ora però mi chiedo se almeno non è il caso di fare un'integrazione naturale di calcio e vitamina D (3), visto che sono contraria a tutto il resto.
Aiuto!
Susi
By susi
#2870
luciano ha scritto:da quanto tempo sei sulla dieta di transizione?

Caro Luciano,
purtroppo la dieta l'ho interrotta durante il periodo in cui ho rotto la costola xchè non avevo nessuno che mi potesse acquistare il necessario. Ora faticosamente (considera che parto da una dieta vegan) sto eliminando nuovamente i carboidrati ed ho una fame nervosa soprattutto la mattina in ufficio che mi porta a mangiucchiare spesso: cerco di limitarmi a frutta fresca e secca e semi.
Praticamente ho ricominciato a mangiare così:
mattina: acqua sangemini (per il calcio) e limone - dopo mezz'ora 2 banane o uvetta con mandorle
in ufficio: frutta fresca (mele) o secca (p.e. fichi o albicocche secche) e semi
Verso le 15,30: verdura cotta e/ocruda
Nel pomeriggio (non sempre) un po' di frutta
Verso le 20: insalata o frutta.

Credi che dovrei prendere qualche integratore naturale per evitare di perdere ulteriore calcio dalle ossa almeno finchè non avrò un corpo più pulito (ho sentito parlare anche del fieno greco o dell'Omeopatia o di prodotti erboristici. Inoltre ho letto che sarebbe il caso per attivare la vitamina B12 di sottoporsi a lampade UVA 2 volte la settimana quando (come me) non ci si può esporre al sole.
Grazie
Ciao Susi
By susi
#2911
Luciano,
ci sei?
Ho risposto alla tua domanda.
Ciao Susi
Avatar utente
By luciano
#2913
Ci sono, solo chiedo un po' di pazienza, a volte non rispondo subito perché la risposta richiede molto tempo per renderla comprensibile in un post di un forum, quando ci vorrebbe un intero libro.

La carenza del calcio e di molti altri minerali è assolutamente mal compresa dalla scienza ufficiale e purtroppo anche dalla medicina naturale, erboristi e omeopati, ecc.

C'è il fattore della mancata assimilazione del minerale stesso a causa di un organismo intossicato.

Poi c'è un processo che non è mai stato visto dalla maggior parte del mondo scientifico tradizionale ma anche da quello alternativo e indipendente, o perlomeno ignorato.

Può essere che, per una ragione non vista, altri minerali non vengano assimilati e quindi, se questo è il caso, se ne ha una carenza, anche se non presentano sintomi di carenza vistosi come quelli del calcio.

Il corpo per svolgere le sue funzioni vitali, trasmuta altri minerali presenti, in questo esempio il calcio, in altri che sono al momento più carenti, causando la continua carenza del calcio stesso. Quindi sebbene lo si rimpiazzi con dell'altro calcio da più fonti alimentari o integratori, la trasmutazione in altri minerali causa la carenza permanente del calcio fino a quando la carenza dei minerali in cui viene trasmutato non viene risolta.

Diventa un processo senza fine.

I metalli pesanti, come il mercurio degli amalgami e delle vaccinazioni, o il cadmio delle sigarette, per esempio ma non solo, possono impedire l'assimilazione di molti minerali causandone la carenza che il corpo risolve trasmutando il calcio.

Quindi occorre scoprire quali minerali vengono inibiti e da cosa e quindi cesserà la continua carenza causata dalla trasmutazione.

Scriverò un articolo esauriente sull'argomento quando avrò il tempo e tutti i dati per confermare quanto scrivo per sommi capi in questo post.

Intanto il ripiego è di reintegrare il calcio con qualsiasi fonte alimentare o integratore possibile, tenendo presente che dovrà essere continuamente rimpiazzato.

Per chi vuole avventurarsi nei segreti della trasmutazione biologica, consiglio questo libro illuminante:

Link: Trasmutazioni Biologiche



Immagine

Puoi anche leggere una scheda qui:
http://www.loyaldoctor.org/trasmutazioni_biologiche.htm
Avatar utente
By Ceci81
#82245
Vorrei chiedere a Luciano, qual è il ruolo degli estrogeni e degli altri ormoni nell osteoporosi? Si sa infatti che questa malattia colpisce prevalentemente la popolazione femminile, donne in stato di l amenorrea (per malformazioni, disfunzioni o denutrizione) anziane in menopausa. In questo caso l osteoporosi non è dovuta tanto a carenza di minerali o malassorbimento ma dalla mancata azione inibente esercitata dagli estrogeni nei cfr degli osteoblasti che distruggono più osteociti rispetto a quelli prodotti. Come si fa?

Ciao Andrea e complimenti per la tua guarigione. H[…]

Ciao a tutti da Valerio

Ciao e Grazie per il Benvenuto nel forum. Acquiste[…]

Infatti ho detto che si rischia, non che tutti lo […]

AVOGADO TOSSICO?

Quello sempre, anche se bisogna poi vedere se sia […]

Libri di Arnold Ehret