Arnold Ehret Italia

Qui si possono discutere e richiedere riferimenti del libro riguardo alla risoluzione di condizioni non ottimali di salute

Moderatore: luciano

By ikxikx
#37904
Grazie Massimo!! :D
Avatar utente
By Mauro82
#37917
Eh sì ragazzi è proprio lei.... la voglia di pane e pasta e dolci l'ho provata e ci sono cascato, poi ho un fungo all'inguinee alla bocca biancastro tipico della candida mai curato bene che stava passando proprio con la dieta di ehret! Mi sa che è quello la causa del mio malessere!! Mette in circolo delle tossine.
Avatar utente
By Tenzin
#37923
Caro Mauro 82.
Molti interventi e suggerimenti gli amici del forum ti anno dato ed io li ho sentiti veramente dati da tutti con il cuore in quanto dalla tua richiesta d'aiuto traspariva tanta sofferenza. Ho riletto i tuoi post e gli interventi di tutti. C'è, secondo me, oltre alla sofferenza anche un pochino di ansietà. A volte ti fai l'autodiagnosi e Luciano ha richiamato più volte a queste tue supposizioni....Credo che così la dieta di guarigione del Maestro Ehret non possa funzionare, secondo me va presa con un'altra ottica. Ma è solo una mia convinzione. Qualcuno ti ha suggerito giustamente di rileggere i libri, credo che sia necessario leggerli e rileggerli e credimi così facendo si riesce a leggere tra le righe e cogliere il vero messaggio per ognuno di noi. Ad un certo punto dell'esistenza l'anima bussa alla porta, e considerato chel'Anima è qui su questa terra per fare esperienze attraverso il corpo è attraverso quest'ultimo che manda i propri messaggi, soprattutto chi è "sensibile" come lo siamo un pò tutti in questo forum....Mi fermo qui perchè non voglio aprire discussioni apparentemente non in tema. Ti sono vicino veramente con il cuore anch'io, ma la "cura" dell'Anima è solo una cosa intima e personale fai le tue considerazioni e le tue scelte in tema di diete e di cibi da introdurre o no, medici o non medici è giusto così, come ti senti di fare in ultima analisi.
Forza dai!!!
Massimo.
Avatar utente
By Mauro82
#38268
Grazie a tutti dell'aiuto e del supporto ma non ce la faccio +.
Sto leggendo su altri forum di gente che ce l'ha per anni... io stesso l'ho tenuto sto fungo per un bel pò di anni ma adesso che la dieta stava funzionando mi ritrovo senza forze e debilitato e tra l'altro nn la sto seguendo + tanto bene xkè è difficilissima e soprattutto nella vita di tutti i gg quando hai una "crisi di eliminazione" in cui ti senti morire!
E' stato ed è un inferno come dice ehret e io credo che lui l'abbia superata alla fine ma ogni giorno troppe tentazioni e debolezze mi distraggono soprattuto quando non stai bene.
Avatar utente
By swami863
#38277
Ho letto attentamente tutte le tue condivisioni Mauro e ho ritrovato una parte che è stata anche mia e mi ha fatto stare male nella vita: anch'io quando non stavo bene avevo sempre paura di quello che stavo provando e avevo il terrore che non sarebbe passato mai più!

Non mi rendevo conto che il PRIMO sintomo di malattia da curare era proprio questa eccessiva ansiietà e questo identificarmi troppo col sintomo, perchè anche questo è malattia.

Ehret mi ha aiutato molto in questo senso!

Avendo sofferto di depressione durante la transizione ho avvertito e ancora avverto (in modo più lieve) anch'io dei disagi che all'inizio mi terrorizzavano: ho imparato però a guardarmi più dall'esterno, a non spaventarmi del mio corpo, perchè se lo sto alimentando in modo sano e non sto correndo troppo, lui ha un suo equilibrio e una sua perfezione.

Noi siamo fatti per tendere alla salute e con questo sistema di guarigione tutto si ta riallinenado: solo che è un processo, un viaggio, ma tutto ciò che accade è nella direzione della rinascita. attraverso una profonda pulizia: è come quando puliamo una pentola incrostata, l'acqua si fa torbida, si stacca di tutto, ma poi sarà come nuova! :P

Personalmente ho capito che non mi fa bene ascoltare mille campane: nei giorni in cui sto meno bene anche a me viene in mente di aggiungere una qualche terapia, ma so che è una trappola della mia mente che sta cercando una soluzione veloce rispetto a un tempo di guarigione che è quello della natura...

Prendiamoci meno sul serio Mauro, lo dico a te ricordandolo a me stessa!! :lol:

Un abbraccio!

Ale

P.S. Anche il sintomo della debolezza, pur mangiando, è un sintomo che ho capito essere di disintossicazione, sapendolo mi tranquillizzo e già lo sento meno!! :wink:
Avatar utente
By Mauro82
#39324
Ragazzi piano piano sto capendo cosa sto cercando di guarire. Ho fatto le analisi del sangue e dell'addome e non c'è niente di anormale. Adesso sono andato dal medico ancora una volta disperato xkè ho sempre degli "attacchi" o crisi come le volete chiamare. Dovrò fare esami urine e feci per accertare la presenza o meno di parassiti intestinali xò ora vorrei scrivere la mia esperienza personale che può giovare anche ad altri forse.

Allora avevo un fungo all'inguine mai curato che ho tenuto x anni la terapia antibiotica esterna coi lavaggi non ha funzionato. Avevo incominciato a usare la melaleuca esterna ma faceva poco. Da quando ho iniziato a mangiare "sano" già dall'anno scorso soffrivo di debolezza e stanchezza cronica e adesso so cosa sono queste reazioni!! Si chiama reazione di guarigione di Herxheimer in pratica quando il corpo cerca di liberarsi da troppe tossine che entrano in circolo si soffre maledettamente di disutrbi come debolezza, ansia, panico, affaticamento, frequente urinazione, mal di testa , gas intestinale, pancia gonfia ecc proprio come mi capita a me. Ho scoperto che lavandomi le zone con i puntini rossi che prudono sulla pelle o anche semplicemente tamponandole si allevia molto il carico di tossine nel sangue e ci si sente meglio.
Da quanto ho potuto leggere e constatare quando il fungo muore diventa tossico ed entra nel circolo sanguigno dove poi viene espulso dai reni principalmente, infatti dopo l'urinazione o la defecazione ci si sente anche meglio.
Sto assumendo un integratore di probiotici concentrati che ho letto che aiutano ad assorbire il fungo e a diminuire la reazione oltre che lavarmi e tamponarmi spesso la zona colpita dal fungo o quello che è.
E' un'infeziona da candidosi cronica recidiva e non è una cos da prendere alla leggera. Ormai sono quasi certo comunque con gli esami lo vedrò.
Si nutre di zuccheri e lieviti che sono da evitare. Quando gli manca il nutrimento vengono delle "voglie" di qui cibi che la nutrono causate da tossine che agiscono sul cervello. Anche i cibi raffinati e industriali nn vanno bene.
Spero di essere stato d'aiuto.

Ps: in casa mia hanno tutti la candida latente e sembra essere il male del secolo che vive in sottofondo nascosto creando vari disturbi.
Io sospetto che Ehret alla fine si sia liberato proprio di questo fungo dalla descrizione che dà del suo percorso di cura (escrezione di "muco bianco" dopo il digiuno di un mese, reazione di guarigione che passa dopo che filtra il sangue dai reni ecc).
Avatar utente
By LAj
#39330
Quindi niente pane, pasta, dolci, cibi raffinati in generale!

Però non ho capito: che cosa sperimenti con un pasto di sola frutta zuccherina, diciamo, come le ciliege?

Fammi ricapitolare un attimo per vedere se ho capito.

E' da un anno preciso che tenti di mangiare solo frutta e verdura?

La candida è stata diagnosticata? Risulta ancora positivo questo esame?

Perché sei alla ricerca di parassiti? Pensi che alcuni sintomi non siano riconducibili alla candida? Perdi ancora peso?!?! Qual era? è? e in quanto tempo?
Avatar utente
By giove
#39331
Quindi secondo quello che dice Mauro la scomparsa di voglie per farinacei e dolci dovrebbe essere il risultato di avere debellato la candida!?.
Avatar utente
By Mauro82
#40576
Peso 53 chili x 1,78 sono tremendamente sull'orlo del precipizio.
Ho fatto mesi con frutta e vedura sn sceso di peso e adesso nn riesco + a recuperare sn disperato! Ho fato i test e nn ho parassiti intestinali ma continuo a perdere muco dalle urine e un pò dalle feci.
Sn troppo debole x riuscire a digerire correttamente gli alimenti e per di + sto cercando di recuperare peso con cibi animali latte pesce formaggi ecc. Mi sono solo fatto del male..... va bene la vita sana ma adesso è troppo.
Avatar utente
By luciano
#40591
Mauro82 ha scritto:.... va bene la vita sana ma adesso è troppo.
Quella che riporti non è vita sana, direi che è mancanza di buon senso.

Mauro82 ha scritto:Peso 53 chili x 1,78 sono tremendamente sull'orlo del precipizio.
Ho fatto mesi con frutta e vedura sn sceso di peso e adesso nn riesco + a recuperare sn disperato!
Mi spiace dover dire "Te l'avevo detto", ma te lo dico lo stesso:

http://www.arnoldehret.it/modules.php?n ... 6977#36977

Mauro82 ha scritto: Ho fato i test e nn ho parassiti intestinali
Che test hai fatto?

Consiglio finale: Molla tutto e ritorna a mangiare come facevi prima di conoscere il sistema di guarigione, dopo un periodo di assestamento qualsiasi corpo si abitua di nuovo. Poi, dopo che sei ritornato almeno alla condizione in cui ti trovavi da onnivoro, se vuoi ricomincia nel modo corretto con una lunga transizione, altrimenti non postare più perché stai facendo altro al posto del sistema di guarigione di Ehret, ignorando ogni suggerimento a fare le cose gradualmente.

Poi ci possono essere anche molte ragioni che non sono da ricondurre all'alimentazione e ti suggerisco di esaminare soprattutto l'aspetto psicologico e spirituale.
By kalel
#40593
Salve ragazzi, avverto anche io dai post di Mauro tutto ciò che avete detto già, preoccupazione, ansia, una vena di pessimismo e questo non aiuta di certo.
Siccome sono novizio e visto il caso particolare dell'amico Mauro (che esendo di Milano se vuole ci possiamo anche incontrare per qualsiasi aiuto io possa dargli) volevo sapere da voi, soprattutto da Luciano se il caso si possa in parte risolvere con un breve digiuno. Tipo 7 giorni!
Sappiamo o ipotizziamo che:
- Il fungo ke lui e la "scienza" sostengono sia la causa, si nutre di zuccheri, quindi anche amidi ecc...
- le sostanze smosse che sono in circolo passano cmq per le reni addizionate all'attuale alimentazione.
- che le reni sono intasate e comunque continua a ingerire integratori che vanno ad ostruire uteriormente.

Un digiuno a mio avviso potrebbe:
- togliere nutrimento al fungo
- non sovraccaricare le reni con un alimentazione, che qualunque essa sia passerebbe sempre e solo "nell' incrocio affollato"
- e che con l'assunzione di sola acqua potrebbe sciogliere e facilitare l' espulsione dell'intasamento.

Ecco io ora ho preso in considerazione solo i benefici, qualora ce ne fossero realmente.
Credo sia un caso molto critico visto ke il suo peso sembra così ridotto.
Vi chiedo potrebbero esserci dei rischi acora più pericolosi nel fare un breve-medio digiuno?
Avatar utente
By luciano
#40611
Io penso che ci sia una forte intossicazione di lunga data e che con un passaggio repentino a frutta e verdura e digiuni le tossine sono andate in circolo nell'organismo in modo cospicuo e faticano ad uscire creando i fastidi di cui si lamenta Mauro.

Potrebbe avvantaggiarsi di un ulteriore metodo di cura naturale sul quale sto creando un intero sito che è allineato con il sistema di guarigione di Ehret e che linko qui per gli utenti di arnoldehret.it anche se è in costruzione così si possono consultare le pagine mentre vengono costruite.

http://www.bagniderivativi.it/i-bagni-derivativi/

Se lo si pratica con costanza è davvero molto efficace.
Avatar utente
By danielsaam
#40795
luciano ha scritto:http://www.bagniderivativi.it/i-bagni-derivativi/

Molto interessante, ma bisogna per forza leggere il libro per imparare a farli?

Ad occhio e croce sembrano semplici da mettere in pratica.
Avatar utente
By luciano
#40811
La pratica è semplice, io l'ho fatta con successo anche prima di prendere i libri, ma mi chiedevo spesso se era corretto fare così piuttosto che cosà e se andava bene anche per questo o per quello, ecc.

Per chi è interessato anche alla comprensione dei processi e altre info aggiuntive è normale acquistare anche i libri sull'argomento.

Quindi entrambe le opzioni, con libri o senza libri, sono valide. I bagni derivativi funzionano in entrambi i casi, con libri o senza. :D
Avatar utente
By swami863
#40839
D'altronde ai bimbi piccoli già le nostre nonne mettevano straccetti bagnati e freddi tra le gambine per abbassare la febbre!

Ho un'amica che li fa, non sonosco nel dettaglio i benefici che ne ha ottenuto, ma so che quando torna da giornate molto stressanti di lavoro, pare che diano un sollievo immediato....

Alessandra
Gli ultimi del contadino

Sinceramente no, anche perchè vivendo in un condom[…]

Diario di Narayani

Credo fosse eccessivamente gelata.

Molto bella la tua esperienza grazie!

La panoramica di Ienk

Dopo la panoramica ho rimosso tre delle 5 amalgame[…]

Libri di Arnold Ehret