Arnold Ehret Italia

Per quanto la dieta di per sè, disintossicando il corpo ed eliminando il muco, alla fine risolve alla radice, lungo la strada può essere utile l'utilizzo di decotti o tisane indirizzati all'espulsione di specifiche tossine e veleni, come i metalli pesanti, tanto per fare un'esempio.

Moderatore: luciano

#81504
Mi permetto di suggerirti come da mia esperienza di non procedere ad alcuna pratica di disintossicazione del fegato in quanto:

  • Se stai già seguendo la transizione e/o già ti prodighi in digiuni dette pratiche non sono necessarie ed addirittura dannose.
  • La dieta Ehretista provvede già alla disintossicazione graduale degli organi come suggeritomi da Luciano.
  • Se proprio devi farlo assicurati di non trovarti già troppo in la col digiuno o col crudismo perché rischieresti di sommare gli effetti di una disintossicazione innaturale con quelli di equilibrio tanto delicato che è il digiuno specie se avanzato. (a me il giorno di preparazione a digiuno del venerdì e la notte senza acqua sono bastati a condurre il terzo ciclo al disastro ed ho interrotto le operazioni)
  • La rimozione dei calcoli dal fegato prevede che si arrivi ad un minimo di 8 cicli per evitare, come suggerisce l'autore, che i calcoli posti dietro si spostino in avanti impedendo il corretto funzionamento dell'organo se il ciclo venisse interrotto.


Buona transizioine
#81507
Ok..quindi queste pratiche sono maggiormente indicate per coloro che si alimentano in maniera "mainstream"?
In effetti a parte questo periodo specifico doveho rallentato parecchio praticamente eliminando la frutta dalla mia dieta, sono abbastanza avanti nella transizione e seguo comunque da tempo diverse pratiche di disintossicazione tra cui digiuni..
I miei 20 kg persi sono una dimostrazione eloquente :lol:
  • 1
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
Panoramica Jivan (vanam)

tutto ok non mi sembra proprio.....dal quel poco c[…]

Ciao a tutti, avevo promesso che inondavo il forum[…]

Panoramica di Rosaspin

Eh era qualche giorno che mi fischiavano le orecch[…]

Qui dove vivo c'è un artigiano che fa la pasta di […]

Libri di Arnold Ehret