Arnold Ehret Italia

Il digiuno è un argomento interessante e importante e uno strumento che va al di là di quanto attualmente si conosce a riguardo e merita un suo spazio dedicato

Moderatore: luciano

Avatar utente
By Luigixx
#39089
10 giorni di digiuno a sola acqua...questo è il digiuno più lungo che ho fatto in vita mia.

Riporto qui la mia esperienza con il digiuno poichè credo che possa interessare a quelli che si accingono a digiunare per la prima volta e magari anche a chi fatto già dei digiuni più o meno lunghi.

Ho quasi 28 anni, in questo forum sono nuovo e pratico la dieta senza muco solo da poco tempo(un paio di settimane)...quindi riguardo alla dieta senza muco ho sicuramente moltissimo da imparare da voi.

Due anni fa ho iniziato a soffrire di disturbi di salute(mal di testa cronici ed altro...)....perciò ho iniziato ad interessarmi di medicina "alternativa".

Dopo aver letto alcuni libri igienisti, mi sono documentato molto sul digiuno ed ho iniziato a metterlo in pratica.

Le prime volte già durante il secondo o terzo giorno di digiuno mi sentivo malissimo(forte acutizzazione dei sintomi dolorosi che avevo e grande senso di debolezza concomitante e capogiri quando mi alzavo dal letto) ed ero costretto ad interrompere.

A distanza di tempo sono riuscito a fare un digiuno di 5 giorni a sola acqua...ma la mattina del sesto giorno stavo troppo male e ho interrotto.

Ma quello di cui voglio parlare in questo post è soprattutto il digiuno più lungo che ho fatto in vita mia...l'ho fatto proprio quest'anno....un digiuno di 10 giorni a sola acqua.

I primi 3 giorni leggera acutizzazione dei sintomi(soprattutto mal di testa) e nausea...comunque complessivamente "reggevo" quindi sono andato avanti.

Durante i primi 4 giorni fame boia tutto il tempo ma non ho ceduto.

Il quarto giorno ulteriore leggero peggioramento dei sintomi.

Il quinto giorno la fame è diminuita.

Durante il quinto, sesto, settimo, ottavo giorno evidente peggioramento dei sintomi dolorosi....però non avevo accenni di svenimento(cosa che mi era successa nei digiuni passati)....mi sentivo piuttosto debole...ma mentre il mio corpo si indeboliva mi sentivo sempre più lucido a livello mentale...più fiducioso e ottimista....un risveglio dello Spirito che se ne frega delle condizioni del corpo. Durante questi giorni cercavo il più possibile di stare in ambiente "arieggiato"

Infine...finito il decimo giorno..."il miracolo".....scomparsa improvvisa di tutti i sintomi dolorosi...però mi sentivo molto debole....ho interrotto il digiuno con frutta.

Ho ripreso forza in fretta...mi sentivo bene..non ho avuto sintomi per un paio di settimane....poi purtroppo i miei disturbi cronici(abbastanza dolorosi) sono ricomparsi...anche se in maniera meno grave.

Il benessere fisico in parte se ne è andato di nuovo....però una cosa questo digiuno di 10 giorni...me l'ha lasciata(spero per sempre):il miglioramento Spirituale.

C'è poco da dire mi sento tuttora più buono, tollerante, empatico e capace di compassione....

Ora ho scoperto la dieta senza muco e questo meraviglioso forum....spero che con queste nuove conoscenze che sto acquisendo e grazie anche al vostro aiuto...potrò con il tempo risolvere totalmente questi fastidi cronici di cui soffro...e tra l'altro mi sembra già di notare dei piccoli miglioramenti(sono in transizione da 2 settimane).

Se avete commenti da fare o consigli da dare fatelo! ...mi interessa molto.

Spero che l'aver riportato la mia esperienza con il digiuno possa esservi utile...

A presto!

P.S. : tenete presente che quando ho fatto questi digiuni ancora non conoscevo la dieta senza muco e l'Ehretismo
Avatar utente
By Antishred
#39110
Grande, bella storia!
Ehret diceva che una transizione povera di cibi mucosi (o la DSM) rende il digiuno più facile. Perciò sei sul forum giusto!
Ciaoo
Avatar utente
By Luigixx
#39112
Antishred ha scritto:Grande, bella storia!
Ehret diceva che una transizione povera di cibi mucosi (o la DSM) rende il digiuno più facile. Perciò sei sul forum giusto!
Ciaoo


In effetti il mio digiuno di 10 giorni non è stato facile....probabilmente se avessi fatto dieta di transizione prima del digiuno...durante esso le cose sarebbero filate più lisce....

si può sempre riprovare :wink:
Avatar utente
By rolando7
#39115
Luigixx ha scritto:.probabilmente se avessi fatto dieta di transizione prima del digiuno...durante esso le cose sarebbero filate più lisce....


Sicuramente. E magari qualche enteroclisma ti avrebbe aiutato ad avere meno disagi dovuti alle tossine in circolo. :wink:
By rita
#39137
ciao Luigi
certo che ci interessa conoscere la tua esperienza e cio' che hai raccontato è bellissimo
mi sembra anche che tu sia una persona equilibrata, sicura di se'
magari qualcun altro avrebbe potuto spaventarsi ai primi sintomi di malessere.
bene, ora che sicuramente ti sentirai piu' forte , per giunta hai conosciuto Ehret, penso che non potrai che vincere la partita!! :wink:

credo che per completare il tutto tu abbia bisogno di fare ogni tanto dei clisteri, soprattutto all inizio e alla fine di un digiuno anche breve (comunque Ehret consiglia di farli ad intermittenza, dai piu' brevi ai piu' lunghi?
in questo modo aiuterai a eliminare veleni e muco vecchio e incistato

ciao
:)
Avatar utente
By Luigixx
#39142
Grazie per la tua cordialità, Rita,sei gentilissima

Sono le difficoltà che riusciamo a risolvere con le nostre sole forze a rafforzarci nello Spirito :wink:
Avatar utente
By Luigixx
#39157
credo che per completare il tutto tu abbia bisogno di fare ogni tanto dei clisteri, soprattutto all inizio e alla fine di un digiuno anche breve (comunque Ehret consiglia di farli ad intermittenza, dai piu' brevi ai piu' lunghi?
in questo modo aiuterai a eliminare veleni e muco vecchio e incistato

ciao
:)


I digiuni brevi sono il trampolino di lancio imprescindibile per i digiuni lunghi(rileggi il libro di Ehret a pag.135)....comunque io con il senno di poi forse all'epoca non ero ancora pronto al cento per cento per un digiuno di 10 giorni...ma ormai è andata!

I clisteri non mi sono mai passati per la mente, tra l'altro li temo ho paura che possano essere dolorosi e a dire la verità l'idea di farne uno mi fa un pò "schifo"...per fortuna non ho problemi intestinali...mangiare molta insalata mista come "scopa intestinale" non ha lo stesso effetto dei clisteri? Non ho nessuna esperienza al riguardo..ditemi voi...
Avatar utente
By bactabeven
#39163
Luigixx ha scritto:I clisteri non mi sono mai passati per la mente, tra l'altro li temo ho paura che possano essere dolorosi e a dire la verità l'idea di farne uno mi fa un pò "schifo"...


Ciao a tutti
Io ho letto per primo il libro "Digiuno razionale" e sono rimasto molto colpito leggendo della pratica del clistere per come la intende il Prof. Ehret. Non mi ha colpito in senso negativo, ma perché mi ha riportato alla mente una dichiarazione del Mahatma Gandhi che ho letto nella sua piccola biografia ormai una decina di anni fa.
Qualcuno gli chiese cosa pensava di Gesù Cristo, e lui rispose che non credeva che fosse l'unico Figlio di Dio, ma piuttosto un Figlio di Dio come lo siamo tutti, e allora gli chiesero se credeva ai miracoli che Gesù aveva fatto in vita, e anche li diede una rispota interessante. Parlò della resurrezione di Lazzaro dicendo che secondo lui non era un vero miracolo, e perché, gli chiesero? Ebbene anche al Mahatma Gandhi era successa una cosa analoga, gli chiesero di andare a visitare un morto con molta insistenza, e lui andò, quando vide la salma, procedette a fare un clistere, e di li a poco la non più salma espulse e tornò frai vivi. Questo il Mahatma Gandhi lo spiegò dicendo che aveva avvertito la vita all'interno della persona in morte apparente, e per cui la stessa cosa secondo lui era successa fra Lazzaro e Gesù.
Ecco questa pillolina, si era insinuata frai miei neuroni, ed è stata liberata dalla lettura del "Digiuno Razionale" e successivamente ho messo in pratica il lavaggio del colon :wink:
By rita
#39176
@ Luigi:

guarda ti capisco benissimo riguardo i clisteri:
mentre leggevo per la prima volta il libro di Ehret pensavo:
<sono d'accordissimo con tutto cio' che stà scritto qui. è fantastico, ci credo.. ma i clisteri no. mai e poi mai.>
8O
intrapresi la dieta di transizione , ma i clisteri non li feci per mesi
leggendo le risposte di Luciano e di altri utenti del forum un po' piu' esperti,piano piano mi convinsi che erano la cosa migliore da farsi se volevo eliminare tutto cio' che poteva essere appiccicato al colon da anni.
un po' di verdura fresca anche giornaliera non mi avrebbe aiutato..
:cry:
decisi di comprare la peretta (che nome fantastico!!)
ma mi vergognavo di andare in farmacia
8)
passarono ancora altri giorni

oggi mi rendo conto che ho perso tempo:
mangiavo bene ma non ero pulitta internamente..
anche se non ho mai esagerato nel farli


non ho mai comprato la borsa per enteroclismi
ho la peretta e faccio sicuramente piu' fatica perche' devo riempirla continuamente , una volta sola è troppo poco se si vuole riempire con l'acqua il colon

ma stai tranquillo, non fa male , anche per me vale il primo giorno è stato un disastro
:oops:
dopo due, tre volte ci si fa la mano tranquillo
e poi vedrai che quando entrerai meglio nell ottica della dieta, quando mangerai piu' sano , dentro ti sentirai piu' pulito e istintivamente ti verrà naturale farti un clistere
:wink:
Avatar utente
By Alessio
#40706
Il discorso sui clisteri secondo me è un po controverso, perchè sicuramente non sono qualcosa di naturale dato che l'ano è fatto per espellere e non per ricevere. Inoltre gli igienisti come Shelton sono contrari all'uso di clisteri perchè li ritengono una misura forzata e quindi nociva e che durante il digiuno l'intestino si svuota ogni qual volta si presenta la necessità e se questa non si presenta l'intestino si riposa.
Dall'altro lato a favore dei clisteri c'è da dire che siamo talmente intossicati, evidentemente lo era la gente già all'epoca di Ehret se lui li consigliava, che possono aiutare e rendere il digiuno e il processo di pulizia automatica del corpo più sopportabile. Questo credo sia il motivo per cui Ehret li consiglia dato che lui cercava di essere quanto più graduale possibile con i suoi pazienti e di rendere agevole la cura, e in questo i clisteri aiutano perchè velocizzano l'espulsione.
Avatar utente
By bactabeven
#40708
Non sono d'accordo con te Alessio, ma non vorrei urtare ne te ne nessun altro :wink:

Il discorso sui clisteri sarà sempre controverso, per motivi di intimità personale e per tutto un mondo di cose che gira intorno alle nostre parti intime dalla vita in giù. Ed è lampante che ci sono i pro e i contro nell'approccio al clistere. Secondo me Ehret li faceva perché... credo che li consigliasse perché... con queste affermazioni non si arriva da nessuna parte :D Se lo fai (Alessio) raccontaci la tua esperienza (evitando le cose che non interessano) se non lo fai, io rispetto al tua scelta e continuo a parlare con te come con tutti gli altri :wink:

Ciao a tutti
Avatar utente
By Luigixx
#40709
Alessio ha scritto:Il discorso sui clisteri secondo me è un po controverso, perchè sicuramente non sono qualcosa di naturale dato che l'ano è fatto per espellere e non per ricevere. Inoltre gli igienisti come Shelton sono contrari all'uso di clisteri perchè li ritengono una misura forzata e quindi nociva e che durante il digiuno l'intestino si svuota ogni qual volta si presenta la necessità e se questa non si presenta l'intestino si riposa.




Ti ringrazio Alessio, molto interessante ciò che hai scritto....in effetti è proprio per questo che non li ho mai fatti: pensavo che forzando l'intestino ad evacuare con il clistere ciò potesse indebolire in qualche modo la funzione di evacuazione naturale dell'intestino, io credo nel "la funzione fa l'organo".

Questo è anche il motivo per cui non credo che si possa vivere di sola aria...se abbiamo un intestino a qualcosa secondo me deve servire.

Comunque credo che l'esperienza pratica sia superiore alla teoria, però io non sperimenterò i clisteri....se lo farai tu fammi sapere che effetto hanno
Avatar utente
By Alessio
#40712
bactabeven ha scritto:Non sono d'accordo con te Alessio, ma non vorrei urtare ne te ne nessun altro :wink:

Il discorso sui clisteri sarà sempre controverso, per motivi di intimità personale e per tutto un mondo di cose che gira intorno alle nostre parti intime dalla vita in giù. Ed è lampante che ci sono i pro e i contro nell'approccio al clistere. Secondo me Ehret li faceva perché... credo che li consigliasse perché... con queste affermazioni non si arriva da nessuna parte :D Se lo fai (Alessio) raccontaci la tua esperienza (evitando le cose che non interessano) se non lo fai, io rispetto al tua scelta e continuo a parlare con te come con tutti gli altri :wink:

Ciao a tutti


Caro Bacta uso il "secondo me" semplicemente perchè sto esprimendo una mia opinione e non una verità assoluta dopo aver letto i libri di Ehret.
Se chiedi a 10 persone che hanno visto un film di darti un'opinione su quel film o anche semplicemente di fare il riassunto otterrai 10 riassunti diversi perchè le percezioni sono soggettive.
Quindi questa è semplicemente la mia interpretazione delle parole di Ehret, d'altronde se lui li consigliava e li riteneva necessari un motivo ci doveva pur essere oppure a quell'epoca si riteneva fossero necessari come peraltro si ritiene ancora oggi sia in pratiche moderne come l'idrocolonterapia che antiche come nella tradizione indiana o egizia.
Bisognerebbe chiedersi anche però se una cosa che si è sempre fatta sia anche priva di qualsiasi effetto negativo e non credo che basti la nostra esperienza, perchè l'intestino non si vede, come fai a sapere anche dopo aver evacuato dopo aver fatto un clistere se non era meglio aspettare di più e far fare al corpo ?
Quindi io nella mia ignoranza rimango col dubbio e ripeto potrei sbagliarmi e i clisteri potrebbero essere necessari.
Avatar utente
By bactabeven
#40723
Ciao di nuovo Alessio, mi sta appassionando il nostro piccolo dialogo a distanza, mi permette di chiarire il mio pensiero attraverso il tuo, permettimi di risponderti ok ? :wink:

Alessio ha scritto:Caro Bacta uso il "secondo me" semplicemente perchè sto esprimendo una mia opinione e non una verità assoluta dopo aver letto i libri di Ehret.
Se chiedi a 10 persone che hanno visto un film di darti un'opinione su quel film o anche semplicemente di fare il riassunto otterrai 10 riassunti diversi perchè le percezioni sono soggettive.


Non si può esprimere un opinione su un trattato a carattere manualistico come ad esempio Il SDGDDSM del Prof. Ehret. E' un manuale, con tanto di ricette per sporcarsi le mani nel preparare i piatti da mangiare e da condividere, e serve per aprire a se stessi delle nuove possibilità da mettere in pratica, perché non siamo fatti solo di idee, ma di un corpo che assume alimenti ed evaqua rifiuti di alimenti liquidi e solidi, e infine trattiene muchi e scorie come dimostrato nell'esperienza dell'autore.

Alessio ha scritto:Quindi io nella mia ignoranza rimango col dubbio e ripeto potrei sbagliarmi e i clisteri potrebbero essere necessari.


Con secondo me, puoi esprimere un dubbio, ma mai una opinione. Questo sei tu stesso a dirlo in fondo al tuo scritto, ma è un dubbio comprensibile, ci mancherebbe.

A questo punto ti chiedo di perdonare il mio intervento, perché è puramente una necessità di confronto e non di scontro :D Sai il mio Nick è Bacco, Tabacco e Venere, per cercare di ricordarmi di non prendere le cose troppo sul serio, ma forse stavolta non ci sono riuscito ah ah ah :D

Infine, l'intestino come molte altre parti del corpo, non possiamo vederle cogli occhi fisici che portano segnali al cervello attraverso il nervo ottico, ti do ragione, ma ti stupiresti nel sapere quante cose del tuo corpo potresti vedere "chiaramente" chiudendo gli occhi e guardandoti cogli occhi del tuo cuore. A questo si arriva senza dubbio col digiuno, e con qualche altra strada analoga ma di sicuro più lenta :D

Ciao a tutti

Grazie OPT! :D I tuoi post sono illuminanti. Dimo[…]

La panoramica di Ienk

Mi dici prima che il canino con la formazione è il[…]

Ho usato l'imperfetto perchè ora ho introdotto qu[…]

Gli ultimi del contadino

Sinceramente no, anche perchè vivendo in un condom[…]

Libri di Arnold Ehret