Arnold Ehret Italia

Quando non sai dove mettere il tuo messaggio mettilo qui. Se devi fare delle battute, falle qui. Non sono permesse battute sulla dieta o sugli utenti.

Moderatore: luciano

Avatar utente
By Luigixx
#39522
Ciao Antishread....ti rispondo qui per non andare off-topic

Sono d'accordo con te...infatti secondo me la cosa più affidabile è la nostra personale sensazione di forza, energia e benessere

questo è uno degli aspetti dietetici che mi interessa di più

se seguo una dieta lo faccio perchè voglio sentirmi meglio, altrimenti non avrebbe senso
Avatar utente
By Antishred
#39627
Ciao, per capirci meglio ri-posto il mio messaggio dall'altra parte:




E' vero, però a differenza di altri cibi, uno può mangiare quanta frutta e verdura riesce fino a scoppiare e non ingrasserà mai. Per questo è impossibile mangiare TROPPA frutta. Quindi qual è la quantità ideale?

Coi cibi mucosi ci è stato insegnato a mangiarne pochi perchè troppi fanno veramente male, ma con i cibi veri il discorso perde di significato!

Secondo me molti tendono a pensare che "poco=bene" anche con frutta e verdura. Ma secondo me è meglio dire "giusto=bene". E "giusto" sta per "mangiare abbastanza frutta da avere energia tutto il giorno, avere voglia di fare, di muoversi, di ballare cantare e giocare e di vivere". E ti dirò, un anno fa quando mangiavo "addirittura" 5 mele e 6 banane e mi chiedevo se stavo rischiando grosso, ero in uno stato pietoso e immancabilmente la sera finivo a condire l'insalata con 3 cucchiai abbondanti d'olio in cerca di cibi calorici. Inoltre ero uno stecco e mi facevo schifo, mi sentivo raggrinzito. Ora invece mi sento più armonioso, anche se non ho preso 30 kg. Ma ne ho presi 2-3 e già basta per avere un altro aspetto.
Io dico, non ha senso seguire piramidi alimentari o tabelle o schemi come dogma, ma non ha neanche senso finire per sottoalimentarsi e non avere energia neanche per raccogliere una matita da terra.

Non so, io la vedo così.
Avatar utente
By Antishred
#39629
E agli altri rispondo:

@ braveheart, ricordo infatti la frase di Ehret che anche troppo cibo buono è dannoso.

Però non me lo spiego!
Ehret era convinto che il corpo umano fosse un motore ad aria/gas. Quindi se le condizioni sono giuste, secondo lui, il vero nutrimento lo prenderebbe dall'aria e la frutta sarebbe una specie di surplus, più un medicinale che un cibo fonte di nutrimento.

Posto che non sono pienamente convinto di questo, mi viene da pensare che allora il cibo a qualcosa serva. (A parte che con l'aria di città uno morirebbe in 48 ore . . . :)).
E allora se il cibo serve a qualcosa, la frutta e la verdura servono a qualcosa. A guarire il corpo prima di tutto e poi a costruirlo con il materiale migliore.

Lo stomaco gonfio è un avvertimento che si è mangiato troppo in quel pasto e questa secondo me può essere la spiegazione alla frase di Ehret sul "troppo cibo buono": nello stesso pasto, non mangiare fino al mal di stomaco.

Altro punto: la fame secondo Ehret e anche altri igienisti, la maggior parte delle volte è "falsa fame", perchè la sensazione è simile a quella della fame "vera": lo stomaco in realtà sta sciogliendo depositi di muco o qualcosa di simile. La vera fame dovrebbe essere accompagnata da acquolina in bocca ecc.

Quindi abbiamo due ipotesi:

1 - mangiare solo se si ha fame, non più di 2 volte al giorno, senza esagerare (diciamo in tutto 3 kg di frutta al giorno compresi pomodori zucchini e cetrioli e 500 g di verdura a foglie).

2 - mangiare tenendo conto delle calorie seguendo più o meno gli standard di sempre (3000 kcal - uomini; 2000-2500 - donne).
(Ricordiamo che le calorie di un kg di zucchero raffinato non sono paragonabili a quelle di un kg di banane, giusto per la cronaca.)

Secondo (1), si deve seguire il corpo;
Secondo (2), si deve istruire il corpo a mangiare abbastanza frutta, dopodichè si deve seguire il corpo;

- Dal punto di vista (2), quelli che seguono (1) presto o tardi finiranno irrimediabilmente per ricascare nel consumo di cibi cotti, riso, pasta patate ecc. o consumeranno troppi grassi, avocadi noci ecc., perchè non stanno mangiando abbastanza frutta dolce e cercano fonti di "calorie" (carboidrati) in quelle che il corpo riconosce.

[Questo posso confermarlo, infatti se mangio poca frutta sono attratto da riso grano patate e pizze.]

Sempre secondo (2), se si mangia poco si rischia di incappare in problemi di salute (per la verità mai espressi chiaramente) sul lungo termine.

- Dal punto di vista (1), quelli che seguono (2) stanno mangiando troppo, sovraccaricando gli organi digestivi e creando muco, autointossicandosi con il cibo e ricascando nel "samsara" della salute/malattia.

[Questo posso anche più o meno confermarlo in quanto l'anno scorso che "mangiavo poco" mi sarà venuto una volta il raffreddore e quest'anno che "mangio troppo" mi è già venuto 4 volte. Disintossicazione? Intossicazione? Mah.
Ma comunque se mangio poca frutta finisco a mangiare patate perchè ho bisogno di energia. Dubbi su dubbi, staremo a vedere.]

Concordo, Ehret poteva lasciare delle quantità indicative. "Troppo" e "Poco" sono due termini estremamente vaghi. Per me ora 15 banane al giorno possono essere "poche", per me un anno fa erano decisamente "troppe".

Più o meno ho riassunto i punti di vista rispettivamente di Arnold Ehret e di Doug Graham.

Sulla rete si trovano fruttariani che mangiano 5 mele al giorno e dicono di stare in salute e vegan-crudisti che mangiano 50 banane al giorno e dicono di stare in salute.
Spesso chi mangia poco fa anche poca attività fisica, mentre chi mangia di più fa attività fisica pesante e mette anche su massa muscolare.
Mai visto uno che mangia 5 mele al giorno e corre le ultramaratone.

Sinceramente mi fido di più dell'atleta piuttosto che del sedentario, così a senso.
E' facile dire che si sta "bene" e poi si stramazza al suolo dopo una corsetta per prendere il tram o dopo che si caricano delle cassette di frutta in macchina.

Molti predicano anche cosa sia "naturale" e cosa "innaturale". Per esempio secondo alcuni la corsa è innaturale, camminare invece no.
Tutto questo prendendo come riferimento un ipotetico scenario perfetto e paradisiaco esistito X milioni di anni fa in cui gli uomini mangiavano frutta e facevano l'amore tutto il giorno. Uhm... di cosa stiamo parlando? A cosa stiamo credendo?
Cos'è naturale?

Naturale forse è: quello che ci ispira fare in un dato momento.

Ma ci sono anche delle linee guida da seguire secondo me: ad esempio se ipoteticamente ora mi ispirasse mangiarmi un doppio cheeseburger, non sarebbe comunque naturale.
So che è difficile mettere TUTTA LA NOSTRA PERSONA in discussione, ma dobbiamo cercare di considerare tutte le possibilità e non solo quella che più si avvicina al nostro "sogno". Siamo usciti con tutte le difficoltà dal sogno (o incubo) che vivevamo prima di alimentarci in modo naturale. Ora quindi cerchiamo di non fare semplicemente ingresso in un altro sogno, cerchiamo risposte e mettiamoci in gioco!

Scrivete cosa ne pensate :)

Ciaoo
Avatar utente
By Luigixx
#39639
Ciao Antishread...molto utile discutere con te, ottimi i tuoi post :wink:

Ovviamente la domanda più importante è questa:come facciamo a sapere se ci stiamo nutrendo abbastanza oppure rischiamo la denutrizione?

Secondo la medicina ufficiale bisogna tenere conto del rapporto calorie assunte/calorie bruciate
Secondo me la cosa più importante è fare riferimento alla propria sensazione di salute e benessere...quando dico che non si può definire con certezza il peso ideale di un individuo, non voglio dire che una persona alta 1,80metri può permettersi di stare bene pesando 40 kili! voglio solo dire che il peso che garantisce il maggiore benessere o la maggiore forza potrebbe anche non rientrare esattamente nelle tabelle mediche ufficiali...diciamo che secondo me esse possono servire come un'indicazione di massima ma io personalmente preferisco fare riferimento alle mie proprie sensazioni fisiche.

In poche parole: che voglio dire?

Voglio dire che esiste un campanello d'allarme naturale che scatta quando siamo denutriti: ci sentiamo troppo deboli!

Se succede credo che sia il momento di mangiare di più fino a tornare ad una sensazione di benessere

Io personalmente in questo momento non ce la faccio a mangiare solo frutta e verdura,però magari con il tempo ci riuscirò...vedremo

Quando leggo di persone come te che ci riescono, mi meraviglio in positivo quando dite che vi sentite più in forma di prima, ed in un certo senso "vi ammiro"

Poi c'è da dire che siamo tutti biochimicamente diversi...cioè quello che va bene per te potrebbe anche non andare bene per me, bisogna verificare sul proprio corpo

Riguardo al fatto di nutrirsi di sola aria una domanda mi sorge spontanea:se la natura ci ha dotato di un sistema digestivo un motivo ci sarà, o no?
Avatar utente
By Liam
#39640
Antishred ha scritto:Ciao, per capirci meglio ri-posto il mio messaggio dall'altra parte:




E' vero, però a differenza di altri cibi, uno può mangiare quanta frutta e verdura riesce fino a scoppiare e non ingrasserà mai. Per questo è impossibile mangiare TROPPA frutta. Quindi qual è la quantità ideale?

Coi cibi mucosi ci è stato insegnato a mangiarne pochi perchè troppi fanno veramente male, ma con i cibi veri il discorso perde di significato!

Secondo me molti tendono a pensare che "poco=bene" anche con frutta e verdura. Ma secondo me è meglio dire "giusto=bene". E "giusto" sta per "mangiare abbastanza frutta da avere energia tutto il giorno, avere voglia di fare, di muoversi, di ballare cantare e giocare e di vivere". E ti dirò, un anno fa quando mangiavo "addirittura" 5 mele e 6 banane e mi chiedevo se stavo rischiando grosso, ero in uno stato pietoso e immancabilmente la sera finivo a condire l'insalata con 3 cucchiai abbondanti d'olio in cerca di cibi calorici. Inoltre ero uno stecco e mi facevo schifo, mi sentivo raggrinzito. Ora invece mi sento più armonioso, anche se non ho preso 30 kg. Ma ne ho presi 2-3 e già basta per avere un altro aspetto.
Io dico, non ha senso seguire piramidi alimentari o tabelle o schemi come dogma, ma non ha neanche senso finire per sottoalimentarsi e non avere energia neanche per raccogliere una matita da terra.

Non so, io la vedo così.


Secondo me bisogna ascoltarsi e trovare le proprie quantità.
Ripeto, la teoria delle calorie non mi pare aver molto senso, credo come Ehret che l'introduzione massiccia di calorie si possa interpretare come una continua interruzione dell'eliminazione e dovuta alle ostruzioni.
Potresti star mangiando troppo?
Per es. la debolezza che sentivi poteva forse essere disintossicazione?
Io sono stabile da un pò come peso, mangio circa metà del mio fabbisogno calorico.
Se ogni tanto sono un pò giù, so che è per l'eliminazione, sono ancora molto "sporco dentro".
Conto di aumentare leggermente quando sarò più pulito.

Ragionandone così a occhio, non mi pare "naturale", "normale", che un uomo debba aver bisogno di tantissimi frutti durante una giornata...
Anche poco "comodo" direi...

Sarebbe interessante sapere quanto mangiano le scimmie selvatiche per es..
Qualcuno lo sa?

E poi ricordiamoci, non basiamoci solo sul cibo, il nostro benessere è sostenuto da tanti fattori...
Avatar utente
By davide32
#39641
bell'articolo!!!!!anch'io devo ancora capire la fame vera da quella finta ;per quanto riguarda le quantita' se uno fa attivita' fisica dopo la palestra ha fame quindi sente richiamo di calorie che in qualche modo con 4 banane 2 mele o altro deve colmare nn ce' verso !!!!e a volte nn basta.
Avatar utente
By naples31
#39646
Ciao CARLO e a tutti voi compagni di viaggio Ehretisti!!


Interessante il tuo post ,sull'argomento Calorie/Peso/Energia!!

Io sull' argomento ,ti dico un po' la mia:

Seguo le indicazioni del mio corpo ,quando ho fame!!

All'inizio del regime Ehretista ,facevo un unico pasto di frutta e ti dico che:
a volte mi sentivo scoppiare (stomaco gonfio,avevo ingurgitato piu' del dovuto e non me ne ero proprio accorto di nulla e dopo mi sentivo stonato,intontito e stomaco che mi doleva);
a volte sentivo di aver mangiato poco e quindi dopo ricorrevo a frequenti pasti per soddisfare la voglia di zuccheri continua che il mio corpo voleva e io non gli davo a sufficienza;
Dopo invece un anno di quasi solo frutta (85%) e verdura cruda (10%) e un po' di verdura cotta o qualche patata o castagne(5%) e alcuni digiuni giornalieri a settimana e l'ultimo digiuno di 8 giorni a sola acqua ,posso dire che incomincio veramente a nutrire il mio corpo ,sara' molto piu' pulito ,di un anno fa (anche se c'e' ancora da "lavorarci su ")...attraverso i segnali veritieri della fame vera che incomincio ad avere verso la frutta e la verdura..

Quindi posso dir in definitiva ...che quotidiniamente faccio 3 pasti di sola frutta e un unico di crudita' (a sera) con qualche verdura cotta in minima percentuale e mi son stabilito su questo regime!!..

La quantita' di frutta a pasto che mi soddisfa e mi da' sazieta' e' di:
-1,5 kg !!

Oggi ad esempio ,ho mangiato(seguendo le combinazioni alimentari) quale quantita' totale di frutta :
-8 mele,1 melone e mezzo,1 kg e mezzo di albicocche , 1 kg quasi di ciliegie,10 datteri e adesso tra poco mi aspetta una buona insalatiera di crudita' assortite...Pero' vi diro' che in questi ultimi periodi ,preferisco nutrirmi nella settimana ,di piu' di frutta (sara' la primavera,i nuovi frutti ,un clima piu' mite non lo so ) ..e poco di crudita' ..Tra poco saremo proprio all'esplosione completa della frutta di stagione primavera -estate e li mi soddisfero' alla grande...essendo un fans dell'Anguria ,delle pesche gialle,delle ciliegie (oggi le ho trovate a 5 euro ,al chilo ..grandi e succulente)..

Infine che altro dire,io vado e seguo il mio corpo..e allo stesso modo pero' quando si mangia e si deve soddisfar l'appetito ...io lo soddisfo...quando vado oltre ,faccio un passettino indietro..pero' vedo..che i risultati sono stati ottimi ..per me fino a ora!!


Salutoni e un abbraccio a tutti !! GIGI

WWWWWWWWWWWWWWWWWW Ehret!!
Avatar utente
By Luigixx
#39654
Ciao Gigi!

Complimenti!

Mi puoi dire i passi che hai fatto per raggiungere questa dieta quasi totalmente fruttariana?

Io sto cercando di avvicinarmi al fruttarismo ma sono solo agli inizi...per il momento ho eliminato totalmente carne e pesce....ogni tanto però mangio ancora "cibi civilizzati" come latticini, pasta etc...

A livello di energia ti senti ok?
p.s.: anche io vado pazzo per le pesche gialle e l'anguria...forse sono i miei frutti preferiti!
Avatar utente
By davide32
#39691
a volte lo stomaco gonfio non e' solo sintomo di sazieta' superata ma anche di combinazioni alimentari sbagliate ; tutto questo in un corpo intossicato fa si che la frutta vada a colpire /sciogliere il muco che intacca le ns pareti intestinali; gonfiore debolezze e intolleranze affiorano.

le patate le sostituiro' al pane missa' mi piacciono parecchio anche se senza esagerare da quello che ho capito sono mucose.
Avatar utente
By Antishred
#39693
E'vero, diciamo che se stai mangiando un pasto mono (di un solo tipo di cibo), ne hai mangiati 5 kg ed hai lo stomaco stragonfio è anche possibile che hai mangiato troppo (e credetemi lo sentite, lo stomaco tira! Non è il gonfiore dei primi mesi quando l'intestino è ancora in fase di pulizia massiccia: lì è un gonfiore fastidioso con annesso gas eccetera).
Poi c'è anche il gonfiore dovuto alla grande quantità d'acqua contenuta nella frutta. Ad esempio stamattina alle 11 ho aggredito un'anguria da 10 kg e ne ho finita 3/5 e lo stomaco era un pallone, sembrava appunto che mi fossi mangiato un'anguria. Poi alle 3,30 era tutto tornato normale: l'acqua era andata in circolo dandomi quella sensazione di benessere ed energia.

Ciaoo
Avatar utente
By ursamajor
#39810
Anche a me ragazzi vale lo stesso trend che è successo a voi.
Al 3° anno di dieta di transizione, sono ad un 80% frutta ed il resto verdura quasi sempre cruda e cerco di diminuire la frutta secca di cui sono troppo goloso!
Le quantità sono andate a diminuire gradualmente in modo naturale MA solo da quando ho instaurato un regime crudista. Quando mi capita di assaggiare ad esempio qualche verdura cotta (quindi anche condita) mi si innesca una voglia irrefrenabile di continuare a rimpinzarmi solo per il gusto del sapore..difficile da tenere a bada.
Altri fruttariani dicono che il cibo cotto porta assuefazione come fosse una droga..sembra assurdo ma l'ho sperimentato. Il senso di sazietà sballa, non è più dettato da ritmi naturali! Con quella cruda o con la frutta difficilmente ci si rimpinza. Ci si autoregola da soli. Certo è necessario sempre un po' di controllo...ma si è molto facilitati.
Poi sto seguendo i consigli dei ragazzi americani di Cincinnati, molto avanti nella strada ehretista (prof. Spira che tra l'altro non sento più da parecchio sul forum EN) che sostengono la teoria che si mangia al solo scopo di 'eliminare'.
All'inizio mi sembrava assurdo ma pensandoci bene e rivedendo le teorie di Ehret rispecchia molto la realtà.
Quando si mangia tanto è perchè sporcizia chiama cibo, quando si inizia ad essere puliti ce nè bisogno sempre meno, una persona perfettamente pulita avrebbe bisogno quasi di niente per vivere; in definitiva non dice Ehret che il corpo umano è una macchina ad aria ed acqua? Noi tutti siamo sulla strada per dimostrare queste idee! I digiuni in quest'ultimo caso sarebbero una pratica naturalissima e senza sofferenze o sintomi particolari..
Per aiutarmi ulteriormente, seguendo sempre i loro saggi suggerimenti, da più' di un anno ormai seguo la pratica della pulizia intestinale quotidiana (1/2 oretta la mattina) e devo dire che questo mi sta aiutando moltissimo a tenere tutto sotto controllo ed aiutare fortemente l'eliminazione e quindi anche il cibo che si mangia (appunto nella sua accezione di eliminazione!). Ma soprattutto ho riscontrato di avere una energia insperata e sentirmi al settimo cielo quando esco di casa la mattina.

A proposito delle calorie..quando faccio le mie giratine di qualche ora in bici su per le colline il mio orlologio, che conta anche le calorie, segna 1000, 2000 anche 3000 e più (una volta quando sono partito la mattina e tornato la sera). Bene non potrei essere qui a raccontarvelo allora, dovrei schiantare all'istante perchè ne immettero' ad occhio meno di 1000 al giorno..e non scendo nemmeno di peso perchè dopo i primi mesi in cui persi una decina di kg adesso da due anni sono costante a 61 kg spaccati.
Avatar utente
By swami863
#40005
Personalmente ringrazio moltissimo le condivisioni di tutti coloro (Antishred/Carlo in testa!) che in questi mesi mi hanno ricordato di cambiare mentalità rispetto alle quantità di cibo, qui è importante mangiare, all'inizio soprattutto, ricevendone appagamento e senso di sazietà!

Nel tempo forse mi assesterò su pasti più contenuti o digiuni, ma per ora se ripenso ai miei sgarri e a ciò che può averli provocati, spesso temo sia stato il quantitativo ridotto di cibo, in particolare di frutta e quindi di zuccheri!

Ho notato che cambia proprio la qualità dei miei pensieri, se non inserisco la frutta in giuste quantità divento più nervosa e la voglia di cibi mucosi aumenta: sapete in tutta sincerità cos'è che mi frega?
Il fatto che spesso ho usato come cartina tornasole la pancia, se la vedo un pò gonfia, riduco i pasti...e mi inciampo da sola! :oops:

Si, si la pancia si sgonfia ma l'equilibrio alimentare e non solo va in palla...bon! ho deciso che mi tengo il mio pancino, al massimo cercando di correggere eventuali abbinamenti ma senza ossessionarmi troppo!

Grazie davvero per aiutarmi ogni giorno a fare esperienza e ad andare sempre un pochino avanti...con qualche scivolatina... :wink:

Ale
Avatar utente
By Antishred
#40015
Brava Alessandra, tira un calcio in culo ai pensieri limitanti e alle paure inutili: dopo qualche chilo di frutta fresca avrai tutta l'energia che vuoi.

Non preoccuparti se ti si gonfia la pancia, non succede niente e comunque la gente ha delle panze molto più grosse di un fruttariano e soprattutto la loro non va via, mentre la nostra pancia la mattina è piattissima!

Sentiti libera di aumentare il numero dei pasti, fanne anche tre o quattro, l'importante è che mangi abbastanza da sentirti a posto.
Puoi fare pranzo e cena con verdure (quantità umane, ovvero sovrumane) e spuntini e colazione con frutta (sempre quantità umane :)).
Essendo in transizione, mangia sempre qualche amido dopo o assieme alle verdure così da rallentare la disintossicazione.

Ora faccio uno spot pubblicitario:

"Entra in un mondo di abbondanza, salute e forma fisica, con la FRUTTA!"

Uno che forse non vedremo mai, ma se c'è qualche regista sul forum possiamo deciderci a girarlo e farlo girare su tutta la rete :)

Lascia stare tutte le scemenze che ci hanno detto per anni, come che bisogna mangiare quantità di cibo da canarini e mangiare un po'di tutto. Ti ricordo che chi va in giro a dire queste cose è uno dei promotori della malattia, che vendono prodotti prima che medicine.

Se il cibo mucoso va limitato è perchè uccide!
Ma questo non vale con la frutta. Solo che, se aspettiamo i medici o le rubriche "salute e benessere" alla tv per sentirci dire che possiamo mangiare tutta la frutta che vogliamo, allora mi sa che rimarremo nello stato "morente di fame".

Il corpo ha bisogno di zuccheri, zuccheri, ZUCCHERI!!! Se non ha abbastanza benzina, entrerà in "modalità sopravvivenza" e ci costringerà a mangiare qualcosa che gli permetta di sopravvivere, abbassando le nostre difese e portandoci inesorabilmente verso le lasagne alla bolognese :D

Quindi abbraccia il tuo bel pancione a zampogna, respira a fondo e rilassa gli addominali e i muscoli dello stomaco... Non c'è nessuno lì pronto a deriderti o a chiederti a che mese sei. Se ci fossi io o qualcun altro del forum lì con te guarderemmo con ammirazione la quantità di frutta che sei riuscita a mangiare!!!
Perciò mostra la tua pancia ad anguria e goditi la giornata. Ci sono tante belle cose a cui pensare, ascoltati del jazz, sfoglia un libro di dipinti, leggi poesie, la pancia è solo una parte del tuo corpo, la fucina dove tutto viene trasformato e la salute viene creata. Perchè disprezzare questo macchinario meraviglioso e giudicarlo con metri di paragone estetici che non sono neanche nostri?

Ciao, abbracci, a presto!
Avatar utente
By swami863
#40027
Grande Carlo!!! :P :P

E poi di noi due si può dire tutto ma non certo che abbiamo la pancia....nonostante le tue 500 banane giornaliere... :wink:

Non so se è così anche tra voi maschietti, ma tra noi donne quanta energia a confrontarsi su cosa si mangia, se si è dimagrite/ingrassate e ti parlo di donne in gamba, non superficiali...

In anni in cui si inneggia tanto alla riduzione delle calorie, all'ossessione peso/taglia/kg., il tuo mi suona come un messaggio così sanoooo!!!! :lol:

Grazie, ci fa sempre bene rileggere queste cose!!

Ale
Avatar utente
By ayrton
#50994
ragazzi mi aggiungo anche io, questo topic è stupendo!!! w la frutta davvero!!!!.... voi attualemente quale mangiate? e quanta?... grazie1000

Ho usato l'imperfetto perchè ora ho introdotto qu[…]

Gli ultimi del contadino

Sinceramente no, anche perchè vivendo in un condom[…]

Diario di Narayani

Credo fosse eccessivamente gelata.

La panoramica di Ienk

Dopo la panoramica ho rimosso tre delle 5 amalgame[…]

Libri di Arnold Ehret