Arnold Ehret Italia

Qui si possono discutere e richiedere riferimenti del libro riguardo alla risoluzione di condizioni non ottimali di salute

Moderatore: luciano

#42730
Ciao a tutti,
sono nuovo, son qui da pochi giorni e da poco ho letto i libri di Ehret... da poco ho anche iniziato la dieta di 8 settimane, che ho capito solo ora non essere affatto quella di "transizione". Le mie domande sono molteplici, dettate anche dalla mia condizione di salute, dalle conoscenze che ho di Biologia e Naturopatia (son laureato in Biologia e pratico Naturopatia e a
Alimentazione Biologica a Roma). Purtroppo devo in sintesi esporvi la mia situazione e i miei recenti trascorsi. Dopo aver passato una vita a mangiare e bere, stressarmi con lo studio, la Laurea e il lavoro 2 anni fa circa ho iniziato ad accusare diarrea costante ed intermittente, per due mesi con alterazione. Quando una mattina ho visto il sangue ho capito che poteva essere rettocoliteulcerosa, e le analisi lo hanno confermato. Non ho preso farmaci tuttavia ma ho cominciato ad alimentarmi biologico, a riempirmi di probiotici, argilla...ma purtroppo biologico si, ma carne, pasta, merendine a volte, pane bianco, riso e patate...poca frutta e verdura perchè la medicina classica insegna che nei casi di RCU troppa frutta e verdura causano fermentazione, stress della mucosa con seguenti ulcerazioni, perdite di sangue e muco giallastro..
Nonostante i miei sbagli alimentari il cibo biologico ha sortito tra alti e bassi i suoi effetti tenendomi lontano dalle medicine per questi due anni, avrò visto si e no due volte due goccine di sangue e mai muco...ma purtroppo è rimasta una diarrea intermittente, che scompare per 3-4 mesi e torna inesorabile, sembra indipentemente da cosa mangio...certo non rischio la morte ma peso poco meno di 50 chili per 1,70....immaginate un pò voi.
Ma io mosso da sane conoscenze ho notato dieci giorni fa che avevo il ph a 5 alle 8 di mattina, quando i libri di biochimica insegnano che dovrebbe essere intorno a 7,5....acidosi e ho iniziato ad aumentare le verdure e a diminuire le sostanze acidificanti come pasta, carne e uova...(latticini già non li assumevo, così come legumi)...ho in pratica predetto ciò che avrei letto giorni dopo, ossia i libri di Ehret....ma adesso la domanda é???

Nelle mie condizioni, è indicato provare con questo percorso salutare e di depurazione?....ad esempio io non posso fare così serenamente dei clisteri, viste la infiammazione costante del colon. Non potrei mangiare legumi, tanto meno semi, visto che sono altamente sconsigliati anche in naturopatia per infiammazioni croniche intestinali. Non potrei abusare di frutta e verdura, visto che fermentano. Adesso mi rendo conto che sbaglio anche con carne, uova e pasta...che devo fare secondo voi??
Provare ma se provare con quale dieta??? Io ho inziato da due giorni le prime due settimane di quella scritta sul libro...non ci sono grandi miglioramenti, non vedo muchi, solo tanti dubbi anche su quelle ricette di quelle settimane. Mi serve proprio qualcuno che mi possa un attimo seguire e consigliare.

Attendo pareri, consigli...vorrei cercare con voi di arrivare a una dieta di partenza, tenendo conto della scettitudine nei confronti della mia malattia, che ritengo più una sana disbiosi intestinale ricorrente che una rettocolite ulcerosa.

Sintomi: 3 mesi di diarrea, mal di testa, sonnolenza.
Causa: Rettocoliteulcerosa (?????)
Grazie
Avatar utente
By luciano
#42738
Benvenuto! :D

Continua a mangiare come hai fatto finora omettendo i farinacei. Pasta pane dolci ecc.
Se hai il colon infiammato non può che migliorare, secondo la mia opinione. :wink:
Avatar utente
By pascolo76
#42739
Ok.
Allora lentamente cercherò, tre per volta, di porti delle domande Luciano, visto che meglio di te non credo che nessuno possa consigliarmi.
1)Sto seguendo la dieta delle prime due settimane di Ehret. Devo mangiare per forza come indicato verdure a pranzo e frutta cotta a cena? O posso alternare o addirittura mischiare verdure e frutta nei stessi pasti?
2)Nelle mie condizioni devo prediligere la verdura cruda o al vapore o addirittura al forno? Quali quelle che posso sopportare crude??
3) Quale tipologie di verdure sono controindicate secondo la tua opinione nella mia situazione? Quali più efficaci?


Grazie Luciano, purtroppo quando associ tutto a una condizione patologica di base l'ansia di sbagliare è molta.
A presto.
Avatar utente
By luciano
#42744
pascolo76 ha scritto:Allora lentamente cercherò, tre per volta, di porti delle domande Luciano, visto che meglio di te non credo che nessuno possa consigliarmi.
Non è corretto quello che dici, ogni utente del forum può dare delle buone informazioni e suggerimenti e si devono sentire liberi di rispondere o di non rispondere, me compreso.

Per questa ragione declino sempre richieste personali, a meno che non sia qualcosa di specifico che mi riguardi personalmente.

Nella dieta di transizione non ci sono obblighi di mangiare un cibo piuttosto che un altro, ma uno prova e poi aggiusta secondo i risultati che ottiene.

Il suggerimento che ti posso dare è quello del mio primo post in questo thread, riprendi a mangiare come facevi di solito prima di conoscere il sistema di Ehret omettendo i farinacei, continuando per un paio di settimane osservando i risultati.

In questo modo eviterai della confusione, approfittando della rilettura dei libri di Ehret che paiono nuovi ogni volta che li si rilegge.
Avatar utente
By pascolo76
#42746
....ok...non volevo sminuire nessuno, ma soltanto parlare con chi per ora mi aveva risposto!!!!! :oops:
Avatar utente
By luciano
#42758
Non direi, questo mi pare sminuire:

pascolo76 ha scritto:.... visto che meglio di te non credo che nessuno possa consigliarmi.


In ogni caso non facciamone una questione, la cosa importante è che tu inizi e il modo migliore mi pare quello di togliere un genere di cibi mucosi, come ho detto, i farinacei. :wink:
Avatar utente
By Liam
#42826
Ciò che ho visto su di me:

La verdura cotta e le carote crude danno le reazioni meno forti.
Attenzione a troppa frutta acida che può sciogliere troppo muco.
Anche la frutta essicata è troppo potente all'inizio.
Frutta secca (nuts) in modiche quantità.

Cambia alimentazione e riduci i farmaci in maniera molto graduale.
Avatar utente
By pascolo76
#42858
Grazie a tutti. Farmaci eliminati già da due anni, da quando son malato.
Ho tolto tutti i farinacei, la carne eil pesce, uova e latticini. Ho avuto ottime risposte la scorsa settimana, addirittura stitico tra sabato e domenica...poi domenica sera ho mangiato una pizza con verdure grigliate e rucola pachino, tutto non biologico ovvio...e da lunedi mattina di nuovo diarrea...può una sola pizza tra l'altro con verdure distruggere il lavoro di una settimana?? E inoltre....i legumi nel mio stato in quale maniera potrei mangiarli?? La diarrea che a volte può alternarsi a stitichezza per uno sempre in diarrea come posso interpretarla durante questa depurazione? Una scarica? Ma io non vedo muco nelle feci!!! :roll:
Avatar utente
By luciano
#42897
E' evidente che se hai dei problemi di colite le reazioni possono essere inaspettate. Per chi non ha problemi una pizza non fa nulla, ma a te ha fatto quello che è successo. Non continuare a farti mille domande, semplicemente osserva quello che succede e prendi atto.
Non c'è muco nelle feci? ok significa non c'è muco nelle feci. intanto continua a tempo indeterminato eliminando i farinacei.

Ho tolto tutti i farinacei, la carne e il pesce, uova e latticini
Hai tolto troppe cose. Ti ho suggerito di togliere solo i farinacei.
Se togli troppo non permetti al corpo di assestarsi al nuovo regime.
Avatar utente
By pascolo76
#42935
Giusto, hai ragione, meglio pian piano....pensa che invece io stavo togliendo del tutto carne , pesce e uova latticini, e ogni tanto mi concedo una pasta di farro ma raramente...quale carne si potrebbe secondo voi tollerare bene durante la transizione? e il pesce? a volte ho anche voglia di un bell'uovo bio ma non saprei come fare per ridurre al minimo i danni. Il mio scopo è togliere tutto e in pratica l'ho fatto già con ottimi risultati. Mi serve di capire pquali sono i tipi di carne, pesce e preparazione di uova meno dannose per il mio stato. E soprattutto....quale pasta fa meno problemi se assunta raramente? Farro, Segale, Grano saraceno? E il pane?

Grazie mille a tutti. Vedrete che quando avrò capito bene e osservato ciò che avviene sono molto più simpatico.
a presto
By mirialu
#42947
Io non mangio carne,ma per la mia famiglia che a volte mangia un pò di carne compro solo il pollo coop bio,e anche le uova coop bio,costano molto di più, ma c'è più sicurezza sulla qualità delle carni,non compero più carne di maiale e di bovino nulla di buono sugli allevamenti intensivi e di questi animali non si trovano carni bio.Aspetto comunque che anche mio marito smetta di mangiare carne, al momento non consuma più latticini e formaggi e da consumatore quotidiano di carne ora fà solo 3 o 4 pasti poi ha aumentato verdura e frutta, la sua salute è migliorata e di questo sono molto contenta il mio esempio è servito.Ciao
Avatar utente
By luciano
#42948
pascolo76 ha scritto:Mi serve di capire quali sono i tipi di carne, pesce e preparazione di uova meno dannose per il mio stato
Non ha importanza, tanto gradualmente eliminerai quella roba, i consigli meglio la carne bianca di quella rossa o cosa del genere sono stupidaggini. Mangia quello che hai voglia ed elimina i farinacei dalla tua dieta. poi fra un mese elimina anche la carne. Se hai una colite ulcerosa evita di sgarrare con pane pizza o pasta, quindi anche dirti se è meglio il pane di segale o quello di granoturco è inutile. Questo fino a quando non hai più l'ulcera.
By mirialu
#42949
Ho dimenticato io faccio la pasta fatta in casa con farina di kamut bio,aggiungo uova ma anche acqua l'impasto è un pò duro ,ma il gusto è buono il pane ho la macchina e lo faccio metà farina di segale bio,e metà farina integrale bio,ho la fortuna di avere un mulino con macine di pietra vicino a casa e spendo anche poco per le farine,con la farina di kamut viene bene anche la pizza.Comunque se i cibi vengono preparati in casa sono più digeribili evitiamo conservanti additivi ecc.,ecc.,mi ero informata i forni quando fanno il pane integrale o di segale aggiungono sempre farina bianca.Per quello che riguarda le frittate ormai a casa mia è fatta solo con farina di ceci ed è veramente buona e piace a tutti.Credo che nel nostro periodo di transizione dobbiamo consumare farinacei più naturali e semplici e che le preparazioni fatte in casa siano le più digeribili e sane,naturalmente con quantità limitate.Spero di averti dato qualche consiglio utile.Ciao
La panoramica di Ienk

mi dici prima che il canino con la formazione è il[…]

Ciao Angelo, I tuoi problemi sono iniziati in età […]

Ho usato l'imperfetto perchè ora ho introdotto qu[…]

Gli ultimi del contadino

Sinceramente no, anche perchè vivendo in un condom[…]

Libri di Arnold Ehret