Arnold Ehret Italia

Per quanto la dieta di per sè, disintossicando il corpo ed eliminando il muco, alla fine risolve alla radice, lungo la strada può essere utile l'utilizzo di decotti o tisane indirizzati all'espulsione di specifiche tossine e veleni, come i metalli pesanti, tanto per fare un'esempio.

Moderatore: luciano

#3406
Carbone vegetale attivo.

La fabbricazione del carbone attivo avviene in due tempi:
La carbonizzazione:
Il carbone vegetale viene ottenuto, appunto carbonizzando a temperature molto elevate, senza aria, legno di pino, betulla, torba ecc.
L'attivazione:
Si brucia una seconda volta il primo residuo, iniettando questa volta del vapore e dell'aria, o dei gas ossidanti. Sviluppa così una rete enorme di micropori, vere trappole per molecole indesiderabili.

Il segreto delle sue prestazioni straordinarie:
L'assorbimento, avviene per fissaggio di ioni liberi, di atomi o di molecole sulla superficie di una sostanza, nel nostro caso specifico il carbone vegetale attivo. Questo permette una disintossicazione generale mediante un processo osmotico.

Il carbone vegetale, può assorbire 97 volte il suo volume di anidride carbonica, 165 volte il suo volume d'anidride solforosa e 178 volte il suo volume d'ammoniaca. I fori microscopici attirano le molecole delle diverse sostanze chimiche che si assorbono ogni giorno.

Ripercussioni positive sulla salute:
È un "aspiratore di veleni" molto potente. Il carbone vegetale è un grande purificatore dell'intestino nella lotta contro qualsiasi forma d'intossicazione. Oltre a un'azione su diarrea, gastroenteriti, le gastralgie, acidità di stomaco, aerofagie, flatulenza, d'infezione dell'intestino accompagnati da costipazione e da fermentazione intestinali, il carbone attivo agisce molto in profondità attirando i residui di farmaci, stupefacenti, alcaloidi, additivi alimentari, prodotti chimici agricoli, metalli pesanti, vari tipi di gas, detersivi, solventi organici che vengono poi espulsi dall'intestino. Il carbone attivo può anche essere utilizzato in cataplasmi in casi di punture d'insetti.

Istruzioni per l'uso:
Qualunque sia il problema, l'ideale è fare cure regolari di 3 settimane, o più se ci sente realmente intossicati o "inquinati". Essendo l'assorbimento rapido, è efficace fin dalla sua ingestione.

Contro indicazioni:
Nessuna. È molto ben tollerato, anche a quantità elevate. Non si conosce alcuna contro-indicazione. Se si prendono farmaci, tende a diminuirne gli effetti, per il fatto che assorbe i veleni e i farmaci lo sono (nel nostro caso tanto meglio)
Riduce anche l'effetto dei contraccettivi (occhio che possono non avere l'effetto desiderato...). Può causare un po' di costipazione.
Può essere preso durante la gravidanza.

Sperimentazioni multiple sono state realizzate su ratti, pecore, e altri animali per vedere se il carbone assorbisse le sostanze nutrienti e se alla lunga causasse carenze. Il loro sangue conservava sempre il tasso adeguato di calcio, rame, zinco, ferro, magnesio, fosforo, vitamine ecc. e il pH dell'urina resta costante.
Non pubblicizzato dalle case farmaceutiche, quindi da provare senza indugio.

In farmacia lo trovi di molte case produttrici. La "mia" farmacista, quando le ho chiesto del migliore, mi ha suggerito "Carbone Belloc", non so se perché ci guadagna di più o se è veramente così. Prova a chiedere al tuo farmacista. Costa intorno ai 7 euro.

Prendilo lontano dal magnesio e non dopo i succhi centrifugati, questi ultimi riducono le sue capacità assorbenti.
3 o 4 volte al giorno, 2 o 3 capsule insieme.
Il prodotto è colorato con E 171 - biossido di titanio, e E 172 - idrossido di ferro, entrambi non tossici, e può colorare le feci di nero, niente di cui preoccuparsi, fa parte delle strategie di marketing.

Ho usato l'imperfetto perchè ora ho introdotto qu[…]

Gli ultimi del contadino

Sinceramente no, anche perchè vivendo in un condom[…]

Diario di Narayani

Credo fosse eccessivamente gelata.

La panoramica di Ienk

Dopo la panoramica ho rimosso tre delle 5 amalgame[…]

Libri di Arnold Ehret