Arnold Ehret Italia

Specifico sulla transizione, per chiedere suggerimenti, chiarire punti del libro a riguardo, descrivere sintomi comparsi all'inizio o durante e tutto quanto può essere utile per fare la transizione senza sforzi considerevoli

Moderatore: luciano

By elfetta1
#43396
seguendo la dieta di ehret stavo iniziando a sentirmi meglio ma questa sera mi sentivo un pò spossata non avendo mangiato molto a cena e avendo esagerato un pò con i semi di lino sono entrata in cucina e mi non ho resistito mi sono mangiata un pò di prosciutto con una bella fetta di pane a seguire ben tostata ma di farina non integrale anche se a lievitazione naturale ma adesso mi sento in primis in colpa,davvero avvilita ed inoltre anche poco bene che stupida che sono stata inoltre avevo anche voglia di mangiarmi un pò di uva sultanina disidrata a seguire ma mi sono trattenuta a questo proposito pensandoci mi è venuto un dubbio a riguardo quanto tempo si deve aspettare dopo i pasti principali per mangiare della frutta disidratata frutta normale o frutta secca che sia?cmq.spero che funzioni un buon autoconvincemento che non mi sentirò ancora più male di così.
By costina
#43404
Beh, cos'hai fatto?
ti sei mangiata una fetta di pane, ben tostata, col prosciutto.
Poi, ti ha buttato un po' giù, tutto qui.
passa.

l'uva sultanina non dovrebbe creare i problemi della frutta fresca, che può gonfiare.
E poi, comunque, finché le quantità sono relative, non dovrebbe succedere niente.
Avatar utente
By janin43
#43422
sono caduta. Mia figlia ha preso trenta e siamo andare al bar pasticceria... Prima avevo già mangiato un bel po' di pane, avevo comperato del gelato al cioccolato da mettere in congelatore ma, l' ho mangiato mezzo io.
Quando comincio vado avanti tutto il giorno a carboidrati però sto male fisicamente e psicologicamente. Era da un po' che non mi succedeva e stavo magnificamente. Devo recuperare peso e questo non mi fa disperare alla follia come tempo fa, ma passo comunque una gioenata pessima. Non va bene, non ve bene per me, è un delitto verso la vita che abbiamo in dono buttersi via così. In ogni giornata ci dovrebbero essere dei momenti belli, e questo dipende solo da noi.
Piove e oggi qui è vacanza, il non poter uscire all' aria aperta e rimanere fuori mi mette in crisi e continuo a masticare.
Tu non hai fatto niente di fuori rotta, niente, si vede che ne sentivi la necessità ed è giusto darsi retta.
Vedo che ti ha risposto costina e come sempre sa capire e consolare.
Che bello vedere che rispondi a chi cade e si trova nello sconforto, sei molto caro.
Avatar utente
By luciano
#43429
janin43 ha scritto:Piove e oggi qui è vacanza, il non poter uscire all' aria aperta e rimanere fuori mi mette in crisi e continuo a masticare.
Mai provato ad uscire sotto la pioggia senza ombrello?

Il non potere uscire è solo una idea, certo che puoi uscire! Chi te lo può impedire se non tu?

Io a volte me la godo sotto la pioggia, si può diventare persino euforici.

Chi o che cosa potrebbe impedire questo divertimento? :D
Avatar utente
By Antishred
#43441
luciano ha scritto:
janin43 ha scritto:Piove e oggi qui è vacanza, il non poter uscire all' aria aperta e rimanere fuori mi mette in crisi e continuo a masticare.
Mai provato ad uscire sotto la pioggia senza ombrello?

Il non potere uscire è solo una idea, certo che puoi uscire! Chi te lo può impedire se non tu?

Io a volte me la godo sotto la pioggia, si può diventare persino euforici.

Chi o che cosa potrebbe impedire questo divertimento? :D


Una delle uscite più belle che ho fatto in solitudine è stata una passeggiata sotto la pioggia a dirotto per le vie del centro: erano desertificate anche se era domenica! Però l'ombrello ce l'avevo. Ma ho realizzato che serve solo a impedire che la pioggia bagni le nostre teste e non è uno strumento del male capace di renderci tristi :D

A parte tutto, ma sai quante volte bisogna cadere per imparare a cadere sempre di meno? E non ti dico quante volte bisogna cadere per imparare a non cadere più!

Perciò anche se vi sembra tutto una me**a perchè avete allungato le mani su qualche cibo che al momento vi sembrava interessante, sappiate che quello potrebbe anche essere l'ultimo episodio simile, quindi che bisogno c'è di disperarsi?
Quante volte ti sei mangiata un bel panino col prosciutto in passato, buttandolo giù in pochi minuti e non pensandoci più?
Ora invece ci pensi. Bene, allora analizza il tuo panino e guardalo da una prospettiva diversa.
Per esempio se fossimo maiali sarebbe strano mangiare pane e prosciutto e se fossimo elefanti non potremmo neanche prepararcelo!
E soprattutto come faremmo a ordinare del prosciutto se le porte scorrevoli del supermercato sono larghe appena per un elefante cucciolo? E hai idea che casino farebbero quelli della sicurezza? E se spuntasse un topo in un angolo?
Avatar utente
By janin43
#43446
che si può uscire lo stesso. Io esco sotto la pioggia, sotto la neve, sotto il sole cocente e vado ovunque. Poi avrei potuto andare in piscina, in biblioteca, da qualcuno, in sauna, o stare anche qui ma non attaccarmi ai carboidrati senza nessun bisogno di fame o di gola. E' uno strano meccanismo che scatta, So che così starò male e mi sentirò una fallita, mi rivolgerò contro tantissima rabbia eppure ... se sto a casa succede così qualche volta. Prima di conoscere E. succedeva sempre. Anche costina ha la sua bella ragione, sì, a me fanno bene anche le strigliate, spero solo che non mi abbia esclusa per quello che ho fatto oggi.
Gtrazie delle vostre risposte, mi danno forza.
Avatar utente
By janin43
#43450
sai, carne no, sono esente da anni, ma se, come oggi, nel cibo c'è latte o burro o uova, incomincio a mangiarlo "anestetizzandomi " la mente e vado avanti senza gustarlo, meccanicamente e la quantità perde la giusta misura, esagero e poi quando smetto mi sento complice di tutta la soffarenza degli animali allevati.
Mi sembra che standoci anch' io a festeggiare con le stesse cose di mia figlia, lei sia contenta, ma non è così. Lei sa che poi sto male, non mi dice niente, è sempre deliziosa, ma preferirebbe che io seguissi ciò che mi fa star bene. E' quindi tutta un' idea mia, come quella panzanata di oggi: " Non posso uscire, piove".
Luciano grazie, mi sento sostenuta in questo forum e domani mi impegno per mandare un post positivo.
Grazie.
Avatar utente
By justgrace
#43534
La sto vivendo. Un giorno dopo l'altro finisce sempre peggio. Tutto questo per cinque chili in più, ma anche tanto malessere. Se ripenso a due mesi fa ero un'altra persona, sicuramente migliore.
Avatar utente
By Antishred
#43546
Forse potresti chiederti che rapporto hai con il senso di colpa: perchè lo cerchi tanto? Hai paura di non sentirti più in colpa se mangi il cibo giusto?

Siamo cresciuti in una società basata sul senso di colpa, è ovunque ed è il modo più facile per comandare e manipolare le persone.
Meglio lasciar stare quella roba, non ne vale la pena!
Avatar utente
By swami863
#43589
M'inserisco per raccontare la mia esperienza di oggi.
Vorrei dirvi che ho avuto una RICADUTA, ma ho deciso di non usare più questo termine, ho capito che meno dò potere a questi episodi, anche con le parole, meno ci penso!

Per farla breve, ho incontrato amici che sanno i problemi che ho avuto con l'alimentazione, delle mie fasi diciamo anoressiche/bulimiche: al bar scelgono di ordinare piadine, cosa che puntualmente di solito evito.
Oggi PER COMPIACENZA, per non sentirmi esclusa e diversa ho deciso che ne avrei mangiato una anch'io: NON LA DESIDERAVO neanche...poi quando ho iniziato a sentirne il sapore, mi è scattato come un click, non avrei più smesso, infatti ho ancora pasticciato un pò dopo... :oops:

La novità. da quando sono tra di voi, è che ho confinato però questo episodio, impedendogli di rovinarmi tutto il sabato: pur con una sensazione fisica non al top, sono uscita, ho fatto tutto quello che avevo in programma cercando di andare oltre...e questo è un vostro regalo!!

Con questo cerco di far tesoro di questa esperienza e di agire diverso la prossima volta, ma quello che voglio dire è che m'impegno a impedire al senso di colpa di determinare i miei stati d'animo: io lo so che è molto radicato dentro di me, il cibo è uno dei modi per lavorarci su...è vero il rischio è che all'inizio a starne senza, si senta un gran vuoto... :P

Alessandra
Avatar utente
By Antishred
#43591
Grande Alessandra! Hai scelto di vivere la tua giornata "anche se" avevi mangiato cose "proibite" - per scelta o scommessa o prova o chissà cosa.
Hai centrato perfettamente il bersaglio: la vita continua e chiudersi in cella per "riflettere su quello che abbiamo fatto" non è la via giusta per vivere sereni. Lasciamo il giusto spazio alle rimuginazioni: un minuto può bastare.

"Ho mangiato di me**a. Ho mangiato di me**a perchè volevo farlo. Mi è piaciuto e so che lo rifarei. MA so che rifarlo crea dipendenza."

Qui abbiamo due scelte:
- vivere la dipendenza almeno per un po';
- Scegliere direttamente la via della salute.

In questo periodo mangio un casino di frutta, come sempre, ma la sera mangio spesso riso o legumi o cereali.
Lo voglio fare e lo faccio e mi becco le conseguenze: ho già avuto un mega raffreddore con catarro durato una settimana!!! :D ma lo accetto!

Saluti e baci, ci sentiamo presto
Ultima modifica di Antishred il 11 settembre 2010, 21:56, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
By flib
#43592
I carboidrati sono una droga :D certe volte la sera dopo il classico pasto abbondante di verdure crude e/o cotte mi viene voglia di sgranocchiare qualcosa. Spesso ricorro alla frutta secca, noci, mandorle, etc.

Se per caso mi concedo invece dei carboidrati, possono essere dei crostini, taralli, oppure un biscotto, scatta un meccanismo perverso che mi induce a mangiarne ancora, anche se lo stomaco sta scoppiando per quanto ho mangiato in precedenza.

Comunque quando succede non mi pento, guardo la panza piena e penso che per 41 anni mi sono riempito di schifezze tutti i giorni. Solo a colazione bevevo il caffelatte con decine di fette biscotatte o biscotti di vario genere, a metà mattina cappuccio e brioches, a pranzo e cena pasta, riso, salumi, formaggi, etc.

Non sarà qualche crostino o qualche biscotto che adesso mangio molto di rado a rovinarmi la salute. :wink:
Avatar utente
By NewBoy2
#50332
janin43 ha scritto:che si può uscire lo stesso. Io esco sotto la pioggia, sotto la neve, sotto il sole cocente e vado ovunque. Poi avrei potuto andare in piscina, in biblioteca, da qualcuno, in sauna, o stare anche qui ma non attaccarmi ai carboidrati senza nessun bisogno di fame o di gola. E' uno strano meccanismo che scatta, So che così starò male e mi sentirò una fallita, mi rivolgerò contro tantissima rabbia eppure ... se sto a casa succede così qualche volta. Prima di conoscere E. succedeva sempre. Anche costina ha la sua bella ragione, sì, a me fanno bene anche le strigliate, spero solo che non mi abbia esclusa per quello che ho fatto oggi.
Gtrazie delle vostre risposte, mi danno forza.


io da quando ho conosciuto ehret e questo sito sono piu' tentato dai digiuni che dai carboidrati heheh
Avatar utente
By NewBoy2
#50333
flib ha scritto:I carboidrati sono una droga :D certe volte la sera dopo il classico pasto abbondante di verdure crude e/o cotte mi viene voglia di sgranocchiare qualcosa. Spesso ricorro alla frutta secca, noci, mandorle, etc.

Se per caso mi concedo invece dei carboidrati, possono essere dei crostini, taralli, oppure un biscotto, scatta un meccanismo perverso che mi induce a mangiarne ancora, anche se lo stomaco sta scoppiando per quanto ho mangiato in precedenza.

Comunque quando succede non mi pento, guardo la panza piena e penso che per 41 anni mi sono riempito di schifezze tutti i giorni. Solo a colazione bevevo il caffelatte con decine di fette biscotatte o biscotti di vario genere, a metà mattina cappuccio e brioches, a pranzo e cena pasta, riso, salumi, formaggi, etc.

Non sarà qualche crostino o qualche biscotto che adesso mangio molto di rado a rovinarmi la salute. :wink:


concordo con il tuo punto di vista.. cmq ora hai anche una visione diversa delle cose..:) puo' darsi che continuando con il sistema di ehret abbandonerai piano piano anche i taralli seguendo i bisogni reali del corpo! ;)

Di solito il magnesio viene assorbito meglio, quan[…]

Clisteri o idrocolonterapia

Non ho mai avuto esperienza di idrocolonterapia, m[…]

Diario di Narayani

:)

Perchè no? Il Menu del giorno

Rilancio questo topic un po' vecchiotto. Oggi a p[…]

Libri di Arnold Ehret