Arnold Ehret Italia

Qui si possono discutere e richiedere riferimenti del libro riguardo alla risoluzione di condizioni non ottimali di salute

Moderatore: luciano

Avatar utente
By adda
#43504
Forse è la mia prima crisi di disintossicazione.
avevo cominciato con le otto settimane ma si sono rivelate troppo veloci.cosi ho continuato rallentando un po', aumentando comunque il consumo di verdura (pranzo solo con verdura cruda)e di frutta
A giorni alterni ceno con sola frutta questo rallentamento ha giovato anche in casa a chi c'ha da abituarsi all'idea.
dopo giorni di sinusite latente provo 48 ore di digiuno. Dopo circa36 ore di mattina mi ritrovo con 38,5 di febbre e grande malessere generale
interrompo il digiuno di 48 ore con una mela cotta insieme con prugne secche
nel frattempo ho fatto clisteri in uno dei quali mi è sembrato di sentire staccarsi qualcosa di netto dal colon
Stamani grande mal di gola , non colazione, la febbre è andata via ma in compenso ho una mega placca alla tonsilla e alla gola.
oggi pranzo con pomodori conditi con olio e sale
forse ho preso fresco in motorino.
Non vorrei prendere antibiotici.
Che faccio?
avete un consiglio per me?
grazie
Avatar utente
By Libero
#43530
propoli, vitamina c, pulizia colon.

Se puoi tieni uno spicchio di aglio in bocca facendogli qualche incisione, a mo' di caramella alla gola.

Gli antibiotici non sono enanche da prendere in considerazione.
Avatar utente
By adda
#43536
Bellico ha scritto:propoli, vitamina c, pulizia colon.

Se puoi tieni uno spicchio di aglio in bocca facendogli qualche incisione, a mo' di caramella alla gola.

Gli antibiotici non sono enanche da prendere in considerazione.


grazie Bellico
Ieri sera il computer ha smesso di andare e non sono riuscita a trovare la risposta.
così ho preso un antibiotico perché al posto della laringe ho una forbice infuocata che taglia ogni deglutizione.
non ti dico il saporaccio che ho in bocca in questo momento.
Stamani provvedo subito con la propoli e la vitamina c che prenderò anche da spremute di arancia e limone e butto l'antibiotico nella raccolta differenziata del farmacista.
per l'aglio ci avevo pensato ma non in versione caramella..
a me non da punta noia solo a chi mi sta intorno, ma per l'alito dopo masticherò un chiodo di garofano.

(sai per caso a che serve il chiodo di garofano?
perchè io lo metto insieme alla lavanda negli armadi,sapendo che funge sulle uova delle tarme .
E sugli umani?)

saluti e salute
Adda
Avatar utente
By Libero
#43554
Adda io non posso aiutarti a farti ripristinare la salute se prendi antibiotici.

L'aglio tienilo in bocca la notte tra guance e denti, l'ho fatto fare anche a mio padre ed sopravvissuto. Ed è realmente potente anche con i raffreddori.

i chiodi di garofano vanno anche bene in infuso ma agiscono meno localmente.
Il chiodo combatte tosse, raffreddori cronici, singhiozzi e rigurgiti, elimina i gas ed i vermi; agisce contro la nausea; analgesico ed antibiotico.


Il discorso è che tu hai placche in gola e la reattività dell'infuso lavora più in generale rispetto all'aglio.

Credo di aver detto tutto.
Avatar utente
By adda
#43562
Bellico ha scritto:Adda io non posso aiutarti a farti ripristinare la salute se prendi antibiotici.

L'aglio tienilo in bocca la notte tra guance e denti, l'ho fatto fare anche a mio padre ed sopravvissuto. Ed è realmente potente anche con i raffreddori.

i chiodi di garofano vanno anche bene in infuso ma agiscono meno localmente.
Il chiodo combatte tosse, raffreddori cronici, singhiozzi e rigurgiti, elimina i gas ed i vermi; agisce contro la nausea; analgesico ed antibiotico.


Il discorso è che tu hai placche in gola e la reattività dell'infuso lavora più in generale rispetto all'aglio.

Credo di aver detto tutto.




Prima di tutto ti ringrazio .
ieri sera è successo che il computer mi si è abbuiato completamente e non dava segni di vita.
il mio uomo ha provato più volte a ripristinarlo ma senza successo.
la febbre è salita a 39 ed io ho iniziato a non darci più.
la gola era molto dolente, ho pensato di non poter riavere il computer a casa per almeno due giorni e così ho deciso per il farmaco
non ricordando che se le cose le vuoi le attiri....

alle tre e mezzo mi alzo in preda ai saporacci del farmaco.
alle quattro scopro che il computer non ha dato definitivamente le dimissioni, leggo e scrivo.

alle sette realizzo che il mal di gola mi è quasi passato,che non ho febbre e ,udi udi ,neanche più una traccia di placca.

solo uno strascico di mal di gola.

Non è certo grazie all'antibiotico,
al quale di solito ho sviluppato resistenza e mi è toccato sempre rifarne un secondo ciclo di uno di sintesi

(meglio abbondare che deficere)

che dire....sono sbalordita in due giorni :febbriciattola, febbre seria ,un giorno ed una notte di totale riposo a letto,placche diagnosticate dal mio medico ufficiale(che ho riconosciuto anch'io allo specchio) fino a quasi niente...

accidempoli...

ierin sera la mia gola era paonazza come un fungo ottobrino
oggi è solo arrossata

pensare che l'altro giorno mentre mangiavo fichi cogliendo e cipolla tagliando mi dicevo chissà da che parte uscirà la mia presunta sinusite...inizio un digiuno di 48 ore e vediamo dove mi porta


questo mi fa riflettere:devo considerare molto più veloci i tempi di guarigione.

Una situazione così di solito mi dura 10-15 giorni e coda...

forse mi si è manifestata la mia prima crisi di disintossicazione ed io non le ho dato il suo degno benvenuto,ora la abbraccio e
la osservo
grazie di essere passata da me

e grazie a te Bellico
per profondere il tuo sapere

saluti e salute
adda
Gli ultimi del contadino

Sinceramente no, anche perchè vivendo in un condom[…]

Diario di Narayani

Credo fosse eccessivamente gelata.

Molto bella la tua esperienza grazie!

La panoramica di Ienk

Dopo la panoramica ho rimosso tre delle 5 amalgame[…]

Libri di Arnold Ehret