Arnold Ehret Italia

Questo forum è per postare le tue storie dei successi personali conseguiti con la Dieta Senza Muco. Ogni mi9glioramento che tu possa avere per quanto piccolo sia, puoi inserirlo qui.

Moderatore: luciano

Avatar utente
By Windin
#43738
Come mi è stato consigliato riporto qui ciò che ho scritto in un altro thred nella speranza che possa essere di aiuto a tutti voi o quanto meno di ispirazione come lo sono e lo sono stati molti dei vostri post per me.
Ho scelto storie di successo perchè tutto ciò che ho vissuto non può essere considerato nient' altro che questo. :)



...Permettimi di condividere con te un' altra porzione del mio percorso.

Dopo aver letto i libri di Ehret e altri riguardo le vie in cui opera la natura per ristabilire la salute e la forza dando vita perchè no, a un' evoluzione senza fine ( sentore personale), mi sono sentito subito in dovere di eliminare qualsiasi cosa non andasse di pari passo con la dieta naturale. Credo di parlare per molti qui ora. Leggendo in particolare l' opera di Ehret, ero stato avvisato chiaramente in merito ai rischi che avrebbero accompagnato un cammino di pulizia troppo precoce. Ma questo non aveva importanza e testardamente da un giorno all' altro, circa un anno e mezzo fa, cominciai a mangiare solo ed esclusivamente frutta e verdura digiunando di tanto in tanto.

Ho passato un anno a conoscere il mio corpo, a prendere confidenza con lui. Ho avuto risultati meravigliosi con digiuni in cui mi sono sentito elevare sotto ogni punto di vista ma...dall' altro lato ho trascorso anche altrettanti momenti in cui quasi impazzivo ributtandomi sui vecchi cibi a causa di crisi di disintossicazione insostenibili.

Nonostante tutto non ci volevo credere. Avevo bisogno di ripulirmi, di sentire l' energia, la chiarezza...l' equilibrio... Ma come potevo pensare di ottenere l' equilibrio quando io stesso ero l' artefice della continua oscillazione di un' altalena che non volevo fermare?

Arrivò dunque Marzo di quest' anno e sentendo il desiderio di isolarmi da una situazione famigliare difficile (lo è sempre stata aggravandosi ulteriormente a causa della strada intrapresa), mi trasferii in un piccolo appartamentino di montagna deciso a dare lo sfratto a tutto ciò che non aveva nulla a che fare con me, ma che per questo o quel motivo si trovava all' interno del mio veicolo biologico.

Durante questo periodo ho fatto esperienze meravigliose e ho conosciuto persone altrettanto meravigliose. Ho sperimentato davvero un sacco di cose riguardo l' alimentazione, riguardo le combinazioni dei vari cibi e gli effetti che questi avevano sul mio corpo. Non entro nei particolari ma desidero confermare con il cuore ciò che Teresa Mitchell racconta riguardo al suo cammino di guarigione.

Premetto che sono stati tre mesi durissimi in cui ho patito tanto freddo quanto mai ne ho patito in vita mia. Non usavo il riscaldamento per risparmiare e la stufetta che utilizzavo riscaldava appena la cucina. Sono arrivato con meno venti gradi e la temperatura fu rigida per gran parte del mio soggiorno. La notte se ero a digiuno proprio non riuscivo a dormire a causa di piedi e gambe congelate.

Ho messo a ferro e fuoco il mio corpo...Sono tornato a casa letteralmente sfinito con la carnagione gialla ( il mio fegato era collassato sotto l' enorme quantità di tossine sbloccate). Pesavo 50 Kg per 1. 84 e avevo sempre e perennemente freddo anche se a casa ero stato accolto dal calore del sole e una temperatura di 30 gradi. Non mi reggevo quasi in piedi.

La disintossicazione cronica cominciò quando mi spinsi davvero oltre con una dieta di sole mele verso la fine dei tre mesi ( Tre mesi intendevo rimanere e tre mesi sono rimasto). Ne mangiavo due ad ogni ora. Tra tutto questo soffrire però ci sono stati episodi davvero entusiasmanti.

In rari momenti in cui il corpo si prendeva quasi naturalmente una brevissima pausa dall' eliminazione, la mia limpidezza mentale aumentava a dismisura come una dolce sensazione di controllo su me stesso e su tutto ciò che mi circondava. Questo avvenimento aveva la durata di una mezzora o un' ora al massimo per poi abbandonarmi di nuovo tra le difficoltà costanti di un' eliminazione estrema. C' è stato un giorno che ricordo calorosamente in cui camminare marciando ad un ritmo elevatissimo con una pendenza altrettanto elevata non sortiva su di me alcun effetto se non quello di rendermi strabiliato, entusiasmato, atterrito di fronte a tanta resistenza. Ero a digiuno e avevo bevuto esclusivamente due limoni.

E' vero che tornai a casa coinvolto da una crisi che non si voleva fermare e che per testardaggine non avevo intenzione di fermare ma.... i miei capelli...folti e rigogliosi come mai lo erano stati. Lunghi e mai arruffati o sporchi. Nel disegno dell' iride dei miei occhi potei notare delle notevoli schiarificazioni anche se solo accennate, trattandosi forse di quelle che Jensen chiama linee di calcio luteo. La mia pelle era liscia e levigata...io che spesso avevo avuto acne e punti neri in quantità industriale. Un fatto straordinario per me riguarda la domanda di un amico che mi chiese perplesso: " hai la pelle che riflette la luce?"
E poi ancora un' amica che mi chiese: " ti sei messo i brillantini sulle gambe?". Ero galvanizzato da tutto questo e si parla di qualche mese fa.

Purtroppo lo stato generale della mia salute però non cambiava. Ero sempre come sull' orlo di un baratro. Stanco e infreddolito anche con 35 gradi non vedevo l' ora di mettermi al sole sotto il suo calore sublime. Il livello di attenzione era sempre basso quasi avessi sempre sonno e spesso avevo la febbre. E' corretto che io faccia presente a tutti del fatto che dopo il primo mese del mio soggiorno montano non ho fatto più uso di clisteri fino ad oggi. Preferisco assolutamente andare di corpo in maniera naturale ma sono certo al cento per cento che avrei sofferto in misura grandemente minore se avessi continuato a praticarli.

In conclusione ho resistito in questo stato altri due mesi dal mio ritorno pazientando il più possibile nella speranza di qualche capovolgimento della situazione. Nulla è avvenuto e fui costretto a cedere facendo qualche passo indietro. Ad oggi mi sento molto più pulito e faccio del mio meglio per avere un' alimentazione equilibrata. Ho ripreso qualche chilo ma sono sempre molto magro e dopo questa esperienza ho potuto appurare pienamente che il peso del corpo con la sua struttura, comprese le infinite evoluzioni di cui può essere capace, sono ben lontane dalle comuni visioni.

Da un pò mi alimento con un solo pasto al giorno consumato la sera. Mangio della frutta a seconda di quello che sento e dopo un' ora, una bella insalata accompagnata con orecchiette di crusca o patate al forno squisite che inondo dell' olio di oliva più buono che c' è. Durante il giorno sto a digiuno e bevo del meraviglioso kefir d' acqua. La mia salute si è ristabilizzata. Cammino e corro il più possibile e ogni giorno miglioro.
Le parole chiave che ho ricavato da tutto questo sono equilibrio e...quantità.

E' stato interessante notare come ero quasi immune ai problemi delle altre persone. Riuscivo a gestire mia madre e mio padre con il sorriso a dispetto di tutti i litigi di un tempo e non solo loro. E' stato altrettanto interessante notare che quando ho bloccato la crisi facendo inversione di marcia la pelle è cambiata, i capelli hanno avuto fluttuazioni differenti e hanno perso parte della lucentezza acquisita e ho dovuto fare nuovamente i conti con un carattere più nervoso e incostante. Credo inoltre che il problema fondamentale non sia stato tanto la quantità di veleni sbloccati quanto il passaggio cosi repentino a un' alimentazione totalmente differente. Oltre ad un' eliminazione tossinica graduale c' è bisogno di un passaggio delicato a quel vibrante e armonioso regime alimentare le cui informazioni sono conservate nell' incorruttibile intelligenza di ogni singola cellula del nostro corpo.

Ho 22 anni e questo numero può aver avuto un valore come no nell' affrontare gli stress fisici che ho vissuto. Ma credimi quando non ti auguro minimamente un solo giorno di quel supplizio. E' insensato... abbiamo la possibilità di trovare salute e forza dolcemente o riuscendo comunque ad attutire il grosso della pesantezza nel migliore dei modi. Ciò che è ottenuto con l' equilibrio è guadagnato...il resto è facile vederlo scivolare via nel tempo di un respiro...
Avatar utente
By ursamajor
#43740
Letto e riletto tante volte, è una storia di successo davvero bella, sottolinea la testardaggine (in senso buono) e la voglia che ognuno di noi ha di ritornare alle origini, ad una pulizia profonda e senza compromessi.
Ma insegna anche a svluppare la pazienza e la saggezza.
Questo entusiasmo mi da una spinta notevole caro Windin :wink:
Avatar utente
By Windin
#43747
La spinta notevole che ne guadagni mi rende immensamente felice caro Ursa e mi ritorna indietro come un dono dandomi ancora più entusiasmo :D te ne sono grato!
Avatar utente
By Windin
#43752
Mi sono venuti in mente altri episodi interessanti da farvi presente. Ogni volta che rivisitando questo anno e mezzo mi tornerà in mente qualcosa lo posterò o comunque posterò eventuali miglioramenti da ora in avanti.

C'è da dire che un altro fatto davvero strabiliante mi successe mentre ero in montagna. Durante una forte eliminazione mi guardai allo specchio e diedi un' occhiata al volo ai denti...presi un colpo. Rimasi quasi traumatizzato. Erano completamente marci con una numerosa serie di venature scurissime quasi mi avessero truccato per un film. I denti sono un patrimonio importante pensai subito...e finii nel panico. Un' infinità di dubbi mi baluginarono alla mente e cominciai a camminare avanti e indietro nervosamente pensando di aver commesso degli errori madornali. Dopo una decina di minuti che definirei elettrizzanti mi calmai. Mi misi a sedere e a riflettere. Era pomeriggio e i negozi del paesino erano aperti. Dopo neanche cinque minuti ero uscito di casa dicendomi: "sarà la prova del nove!".

Tornai indietro con una pagnotta enorme fresca fresca del panificio e me la divorai. Fu nel primo periodo di soggiorno quando ancora avevo sotto controllo la situazione e dopo circa un' ora constatai il fatto emozionante. Bianchi... bianchi splendenti. La pagnotta gigante aveva fatto il suo dovere. Non potei fare altro che gioire, tranquillizzarmi e ripetermi che la strada era corretta.

E' anche vero che ogni qual volta entravano in circolo grandi dosi di tossine ero subito pronto a provare sfiducia e a mettere in discussione il mio cammino, ma comprendevo di essere oscurato nel pensiero quasi non fossi nemmeno io. Ad ogni modo col senno di poi ebbi la possibilità di riflettere sulla questione dei denti e di osservarli con più tranquillità e accuratezza dal momento che si ripresentarono in breve quella sorta di venature scure. Notai che si posizionavano tra lo smalto e la parte più interna quasi stessero fluttuando in una specie di "circolo sanguigno" del dente (permettetemi di viaggiare con l' immaginazione :) ). Notai anche una certa patina collosa che colava dalle gengive. A questo proposito quando tornai a casa mi ritrovai a cucinare la pasta per mio padre. Quando intagliai una pennetta con gli incisivi per sentire se era pronta mi accorsi con stupore che aveva lasciato sulla mia dentatura un residuo colloso esattamente identico a quella patina che scorsi in quel frangente.
Entusiasmante vero? :D

Arrivai poi a manifestare delle urine talmente scure di un marrone rossastro intenso da lasciare davvero perplessi :lol:

Infine concludo con un altro fatto che avvenne una volta a casa. Fui in qualche modo costretto a fare gli esami del sangue. Accettai di mia spontanea volontà soltanto perchè mia madre si era notevolmente incupita e rattristata. Feci gli esami a breve quando ancora manifestavo certe febbri saltuarie e il risultato fu uno sfacelo. Io ero molto tranquillo ma in famiglia ci fu una mobilitazione generale. Avrei dovuto prendere pastiglie per la tiroide e cambiare subito regime alimentare. Avevo pochissimi globuli bianchi. Questo per me fu meraviglioso. Mi fu detto che ero un canale aperto per batteri e virus ma io ormai avevo dimenticato cosa volesse dire starnutire o avere anche solo un accenno di mal di testa. Nonostante la condizione febbricitante generale infatti il mio naso era più aperto che mai. Respiravo divinamente.

Ciò che avevo appreso da Luigi Costacurta riguardo lo squilibrio termico e la proliferazione dei globuli bianchi durante una cattiva digestione non poteva che rasserenarmi. Inoltre qualcuno che ben conosciamo accennava alla possibilità di una loro totale mancanza in un corpo davvero sano e vibrante.

Non presi nessuna pastiglia e non cambiai ovviamente regime alimentare. Come già detto cercai di resistere il più possibile ma non vedendo la situazione cambiare cedetti e bloccai la disintossicazione cronica. L' aggettivo cronica non è un caso. Non basto la famosa fetta di pane di segale per fermare un corpo che oramai si era deciso più di me a guarire e a liberarsi totalmente da ogni oscurità. Servi l' intervento del gelato, della cioccolata, della torta e della pizza ovviamente per un brevissimo periodo. Questo per me rese ancora più valida l' esperienza. Infatti mi si sarebbe potuto accusare di un calo drastico di minerali e vitamine e chi più ne ha più ne metta come fecero molte persone. Ma che queste tanto decantate sostanze nutritive siano state reintrodotte nel mio corpo da gelato e torta ristabilizzando la mia salute bè... ho seri dubbi:D

Buone avventure a tutti!
Avatar utente
By tistructor
#43754
Belle e forti esperienze sul cammino della consapevolezza.
Si comincia a percepire piú chiaramente cosa intendeva Ehret con la frase
"il passato verrá ricordato come un sogno" spero di aver riportato fedelmente il pensiero poiché la pagina dove é scritta tale frase non la ricordo.

Ciao e fede nella natura
Avatar utente
By mauropud
#43787
Windin ha scritto:Mi sono venuti in mente altri episodi interessanti da farvi presente. Ogni volta che rivisitando questo anno e mezzo mi tornerà in mente qualcosa lo posterò o comunque posterò eventuali miglioramenti da ora in avanti.


Ottimo Windin! :D

Veramente notevoli le tue esperienze: io non ne ho avuto di cosi' eclatanti pero' ho avuto miglioramenti graduali e duraturi.

Questo a riprova di come la disintossicazione e i benefici del sistema si manifestino molto diversi da persona a persona.

Continua pure ad aggiornarci quando hai novita': questi post sono molto utili e incoraggianti per tutti.
Avatar utente
By Windin
#43790
Puoi contarci Mauro! Se posso essere di aiuto sono solo che felice. E' doveroso vista l' importanza che ha avuto e che ovviamente ha ancora adesso per me la comunità di questo forum.

Potrà anche essere banale ma colgo l' occasione per ringraziare tutti quanti dal primo all' ultimo anche chi non ha mai postato. E ovviamente Luciano che si è preso la briga di tradurre e far giungere qui delle conoscenze importantissime e fondamentali dando poi vita a un valido spazio di confronto e crescita positiva. Nulla avviene per caso...infiniti percorsi si incrociano infinitamente.
Avatar utente
By ursamajor
#43803
Giusto Windin, l'unione fa la forza, ed in questo sentiero è vero più che mai, visto le continue insidie che ci circondano.. :wink:
Senza la rete sarebbe stato molto difficile diffondere certe informazioni, probabilmente sarebbero state soffocate sul nascere e solo pochissimi fortunati ne avrebbero usufruito. Il modo sta cambiando, ed anche velocemente..
Avatar utente
By Windin
#43810
Concordo caro Ursa^^...il mondo è sempre in cambiamento e non esistono cose cattive. Esistono la libertà e la consapevolezza con le quali un essere si approccia a qualsiasi cosa... dipende da noi.
Avatar utente
By Antishred
#44025
ursamajor ha scritto:Senza la rete sarebbe stato molto difficile diffondere certe informazioni, ...


Guarda, una cosa che penso sempre di più è che la rete mi ha salvato il culo!

Grande Windin, hai fatto bene a postare tutto qui :)
Avatar utente
By Liam
#66070
Grazie Windin interessante

anche il fatto che la pagnotta funziona ancora come rallentamento dopo parecchio tempo di dieta senza muco.

Pensavo che reintrodurre qualcosa non avesse senso dopo molto tempo ma finchè si percepisce chiaramente di essere ancora intossicati, la pagnotta fa' ancora parte del nostro corpo e non viene rigettata anche dopo molto tempo
Avatar utente
By Jamaica
#66078
Che storia galvanizzante! Grazie!
Mi piacerebbe sapere come va adesso... :D
Avatar utente
By ursamajor
#77977
Sempre bello rileggere la tua esperienza, la mia è molto più costante nel tempo ma alcune cose sono le medesime...
Avatar utente
By Markuseye
#78031
Bel racconto Windin.

Ci trovo anch'io dei passaggi definibili: "esperienze già vissute!"

Fino ad oggi mi sono spinto sino ai sette giorni di digiuno con lavaggi acqua e sale al bisogno per pulire tutto il tratto intestinale (li presferisco ai clisteri e mi danno la sensazione di lavare meglio).

Quest'estate ho già pianificato una vacanza depurativa con almeno 15 giorni di digiuno, con l'idea di arrivare a tre settimane. Sono anche i racconti letti in questo forum, come il tuo che ci danno il coraggio di "osare".

Ora vado che mi aspetta la tazza di sali epsom per la pulizia del fegato (le famose pulizie di primavera!)

Ho usato l'imperfetto perchè ora ho introdotto qu[…]

Gli ultimi del contadino

Sinceramente no, anche perchè vivendo in un condom[…]

Diario di Narayani

Credo fosse eccessivamente gelata.

La panoramica di Ienk

Dopo la panoramica ho rimosso tre delle 5 amalgame[…]

Libri di Arnold Ehret