Arnold Ehret Italia

Questa è la sezione dove ci si presenta. Prima di farlo, leggi attentamente la guida che vedrai quando aprirai il primo argomento.

Moderatore: luciano

Regole del forum: 1. Prima di tutto, leggi il Regolamento. In questo modo saprai come ci si comporta in questo Forum, al fine di avere un'esperienza piacevole per tutti gli utenti.

2. INCLUDI il tuo nome o nome utente NEL TITOLO del tuo primo post in questa sezione.
Appena arrivi su questo sito, fai sapere qualcosa di te, perché ti sei iscritto, se hai letto e studiato i libri di Ehret e quali. Leggi altro sui libri qui.

Qui può postare ogni iscritto, solo post pertinenti alla propria presentazione, nelle altre sezioni occorre aver prima letto e soprattutto studiato il libro Il Sistema di Guarigione della Dieta Senza Muco.

RIPETO: Ricordati di mettere il tuo nome o nick nel titolo del tuo primo post di presentazione. Continuo a vedere "Ciao a tutti!" "Nuovo arrivato!" e nella ricerca diventa poi difficile trovare chi l'ha scritto. Esempi di corretta presentazione: "Ciao a tutti da Mario", "Nuova arrivata - Maria85".
Avatar utente
By melindagn
#43777
Ciao sono melinda,

finalmente per la prima volta nella mia vita mi sto occupando relamente della mia salute, e sono cosi contenta di non essere piu preda di speculazione medica.

le prime settimene sono state le piu dure, e poi dopo soli due mesi sono riuscita a smettere di mangiare quasi tutti i cibi-spazzatura.

Ora sto facendo l'ultimo passo. sto cercando di eliminare anche fette biscottate e biscotti, ma la cosa è assai ardua, anzi impossibile, in quanto sono letteralmente dipendente da questi cibi. Li devo assumenre costantemente ogni giorno altrimenti vado in crisi di astinenza.

cosa posso fare? Come avte fatto a superare questa fase? Grazie in anticipo.
Avatar utente
By EnricoPro
#43796
Ciao Melinda la cosa che devi fare è semplicissima. Leggi il libro di Ehret e applica ciò che c'è scritto con un tipo di difficoltà alla tua portata in questo momento senza fare passi più lunghi della gamba. Se dovesse succedere fai un passo indietro. Quello che ti posso suggerire è che ognuno ha i suoi tempi quindi non andare dietro a presunti eroi che riescono in poco tempo ottenere risultati straordinari. Tu segui il tuo percorso perchè tu sai cosa devi fare e come farlo, gli strumenti per ottenere i tuoi obiettivi ora gli hai. Ciao a presto e benvenuta nel Club.
Avatar utente
By tistructor
#43797
Benvenuta Melinda, :D

Per guarire dalla dipendenza da farinacei il metodo mio é stato questo: costanza e impegno nella dieta e continui tentativi di astenermi dal consumarne finché le sensazioni spiacevoli non superavano un certo limite.
C'é voluto circa un anno comunque.
Posso affermare che ora quando mi capita (molto raramente) di mangiare cereali cotti o farinacei in genere, sento una pesentezza e un tempo aumentato nella digestione e il giorno seguente devo ricorrere al bagno piú frequentemente.
Il mio corpo rifiuta tale cibo.
Questo non avviene se consumo semi di cereali germogliati.

Ciao Fabio
Avatar utente
By ursamajor
#43811
Anche io cara Melinda
sto cercando di trattenermi per quanto riguarda i biscotti... :roll: quando ti vuoi togliere qualche cosa, cerca di sostituirla con qualche cibo senza muco o con poco muco, che si avvicina come soddisfazione per il tuo palato. Io sostituivo con frutta secca, ora pian pianino sto diminuendo anche quella e la sostituisco con frutta fresca.
Saziati di insalate miste, verdure a volontà, magari all'inizio diminuisci il numero di fette biscottate e biscotti se proprio non ne puoi fare a meno. Poi un giorno vedrai che queste quantità ti andranno bene ed allora le diminuirai ancora, in un processo graduale.
Poi come dice Tistructor da sola capirai la quantità di tempo che ci vuole per digerirli, la pesantezza che ti creano e la difficoltà di eliminazione e dirai.. ma chi me lo fa fare?
By luciaca
#43822
ciao Melinda benvenuta!
in due mesi hai già fatto molto, non c'è bisogno di correre. la mia esperienza con la dipendenza da un alimento, ma la stessa cosa è stata per il fumo, è che è solo un problema di abitudini radicate, legate al momento della giornata in cui lo consumi, non è il corpo che lo richiede. inoltre ora che ho capito quali sono i cibi inutili e dannosi (praticamente tutti quelli trasformati) li guardo e non mi sento più attratta, nel caso di biscotti, neanche dal profumo a volte inebriante. al supermercato passo felicemente oltre (ma ogni volta pensando quante ******ate mi sono comprata per anni) a tutti i reparti che non siano quelli della frutta e della verdura... e della carta igienica và 8)
By Kiefer
#45510
Benvenutaaaaaaaaa :D

Congratulazioni per la perdita di peso e per la t[…]

Panoramica Matteo

Bene, ho tolto il 26(devitalizzato) e il 28 una se[…]

Diario di Narayani

Poi basta perché ogni volta che entravo in piscin[…]

Gli ultimi del contadino

Mai provato a essiccarli al sole? Non ho mai pr[…]

Libri di Arnold Ehret