Arnold Ehret Italia

Discussioni su Arnold Ehret e l'Ehretismo. Possono partecipare tutti gli utenti iscritti che hanno letto il libro sulla "Dieta Senza Muco".
Non c'è posto per commenti su ideologie politiche, disinformazione, ecc, che possono trovare posto su altri siti pertinenti. Questo è il forum della dieta di Ehret.

Moderatori: luciano, Moderators

Avatar utente
By Flow
#44184
Salve a tutto il forum, questo è il mio primo messaggio :D

vorrei segnalarvi questo sito:

http://naturalhygienesociety.org/diet3.html


viene condannato l'esser fruttariano al 100% (monofrutto), ovvero la meta ideale dell'ehretismo;


a chi credere ?


per carità, le scoperte di Ehret saranno anche sorprendenti, ma leggo spesso nel forum del consumo di integratori per completare la propria dieta, cosa che si scontra con quanto ho letto sul blog di Valdo Vaccaro a riguardo degli integratori, ovvero che sono inutili, in quanto contenenti minerali,vitamine,ecc. inorganici, dunque non utilizzabili dall'organismo (questo comunque non inficierebbe l'ehretismo, in quanto l'eventuale impoverimento attuale della frutta e verdura sarebbe un evento che non potrebbe comunque intaccare l'eventuale efficacia ideale di cio che professava Ehret);

sicuramente ci sarà qualcuno che mi indirizzerà a documenti che smentiscono questa cosa, ma puntalmente poi ne potrei trovare degli altri che controsmentiscono, e così via...



sono alla ricerca di prove tangibili; qui nel forum leggo spesso di persone che, quasi a voler rinforzare la loro convinzione sulla giustezza di ciò che stanno perseguendo, fanno confluire TUTTI i problemi evideziati da qualcun'altro, nel "muco intasatore"; non dico che non sia la giusta soluzione, ma si deve ammettere che l'approccio di Ehret era decisamente empirico;

l'imperante presenza di BigPharma nell'opera di disnforazione è innegabile, ma non si può pretendere di utilizzarla ad alibi di ogni attacco alla propria "direzione";

il tangibile è l'unica via percorribile;


so di cosa si parla(ed è quella la direzione che ho scelto,per una molteplicità di motiv, ambientali,etici,LOGICI,..., ovvero veganismo, fruttarianismo,ehretismo,...); attualmente sto mangiando quasi senza muco; facendo delle prove e tornando indietro (ad esempio mangiando delle patate) avverto subito come il corpo, dapprima abituato a questo tpo di cibi, ora non li gradisce più come prima (calore nello stomaco, sensazioni di acido nel medesimo, anche se questa apparente benessere può significare tutto e niente)

vengo comunque da quasi ventanni di carne quasi tutti i giorni, merendine nella preadolescenza a volontà,caffe tutti i giorni, coca cole e robaccia analoga,integratori, e frutta, anche se però consumata in combinazioni improponibili;



gradirei che non si liquidasse frettolosamente il contenuto del sito da me postato, arroccandosi nei "dogmi ehretici" per rispondere, ma mi piacerebbe sapere se vedete delle fallacità in quanto riportato nel sito suddetto;

inoltre vorrei sapere se c'è qui sul forum chi ha raggiunto pienamente ciò che professava Ehret;

Ciao.
Avatar utente
By Antishred
#44186
Segui quello che più credi valido e sperimentalo nella tua vita. A noi piace Ehret e seguiamo i suoi insegnamenti. Di morti di frutta non se n'è mai visti, mentre di morti di carne ecc. ne puoi vedere quanti ne vuoi. Mai stato all'ospedale? Gli ospedali sono parecchio affollati, significa che l'umanità non sta così bene. Cos'è più salutare?

Vaccaro predica quello che pratica: non è fruttariano.
Ma consiglia vivamente una Dieta IN PREVALENZA di frutta: significa che durante il giorno una persona ricava la maggior parte delle calorie dalla frutta.
Io al momento seguo una Dieta in prevalenza di frutta e la sera nell'insalata aggiungo verdura cotta o accompagno con legumi o cereali.
Morto non sono e faccio una vita con dei ritmi assurdi, perciò direi che sto bene.
Ma per arrivare qui ho dovuto smettere di ragionare e di usare il mio spirito critico. O meglio, ho dovuto cominciare ad ascoltare anche l'altra campana e prima di dire che una cosa è vera o falsa, sperimentare su me stesso.
L'unico che ascolto è IO :) ma lo metto sempre in discussione.
Ultima modifica di Antishred il 27 settembre 2010, 12:56, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
By ursamajor
#44188
luciano ha scritto:....

Leggiti questo articolo intanto:
http://www.medicinenon.it/modules.php?n ... page&pid=3


e poi ascolta attentamente le testimonianze di questi atleti completamente fruttariani, ma ce ne sono tante altre in giro, e molti di noi del forum seppure anche agli inizi non possiamo che confermare pianamente tutto ciò che loro stanno vivendo in prima persona. :wink:

http://www.thefruitarian.com/index.php/ ... -mile-run/

http://www.youtube.com/watch?v=ae-dlHOmwk4&feature=fvw

Personalmente ti posso dire che con una dieta di quasi sola frutta sto facendo cose impensabili fino a qualche anno fa..proprio ieri ho fatto 6 ore filate di tre sport: bicicletta a ritmi elevati in montagna (2 ore), rafting nel fiume pagaiando per altre 2 ore, per finire una decina di km di footing-maratona. Certo i legamenti delle ginocchia mi dolgono un poco per problemi atavici di tendinite e sicuramente per fasce muscolari che non uso mai visto che vado quasi sempre sempre in bici, ma il fiato non mi manca proprio più! e dire che sono microcitemico quindi fortemente anemico e da quando mi conosco senza fiato... :wink:
Avatar utente
By Flow
#44193
Io ho gia scelto il mio percorso, ed è affine, equivalente a quello ehretista;

sono in dubbio sul fatto di integrare sinteticamente le paventate mancanze nutrizionali nella frutta e verdura dei nostri giorni (se pensiamo agli inceneritori,diossina, le montagne di rifiuti mascherate da colline che spuntano nel paesaggio, alla cui base si raccoglie il percolato che inquina le falde acquifere, pesticidi,ecc. si finisce con avere una sensazione di "accerchiamento" dalla quale è difficile sottrarsi)

ripeto, daccordo con la "vera ed unica" via percorribile, sulla quale qui siamo tutti d'accordo, ma la qujestione integrazione si/integrazione no come può essere risolta ? in questo caso non basta il provare personalmente, in quanto eventuali problemi dovuti a carenze(insite nel frutto ODIERNO che si consuma, non nel frutto in quanto frutto) potrebbero manifestarsi nel lungo periodo e non nell'immediato;


la rotta principale è chiara, ma restano dei dettagli come quello che cito degli integratori, che a parte l'atto di fede cieca nel si o nel no

(utilizzare esempi di atleti vegani dalle alte prestazioni non può essere visto come un modello applicabile a chiunque,ci sono un'infinita di variabili considerabili, e il come considerarle è un'altro fattore di dubbio)

non vedo come poter risolvere.

Ecco, qualcosa di concreto potrebbero essere degli esami specifici per vedere se l'alimentazione che si segue vada bene oppure no, ma anche in quel caso sorgerebbero dei dubbi su tutto l'agglomerato di studi fatti per giustificare il significato di quegli esami (ad esempio se le fondamenta scientifiche (di vera scienza) che hanno portato alla creazione di determinati esami siano "giuste" oppure "errate" )
Avatar utente
By Windin
#44195
Ti sei risposto da solo io credo :D

Saluti!
Avatar utente
By ursamajor
#44202
Flow ha scritto:...in quanto eventuali problemi dovuti a carenze(insite nel frutto ODIERNO che si consuma, non nel frutto in quanto frutto) potrebbero manifestarsi nel lungo periodo e non nell'immediato;


Comunque la vuoi mettere con questa alimentazione sei già fuori dalla maggior parte dei malanni che affliggono l'umanità. E questo non è poco!

Per quanto riguarda l'integrazione e tu volessi stare "tranquillo" potresti integrare ogni tanto con prodotti naturali tipo germogli, alghe Klamath e Spirulina che dovrebbero contenere un p'ò di tutto.
Secondo Ehret alimenti che non sono di origine naturale non vengono assimilati dal corpo.
Per integrare in modo regolare però ci vuole costanza e denaro da investire continuamente in questi integratori...
Avatar utente
By mauropud
#44217
Flow ha scritto:eventuali problemi dovuti a carenze(insite nel frutto ODIERNO che si consuma, non nel frutto in quanto frutto) potrebbero manifestarsi nel lungo periodo e non nell'immediato;


E' curioso come tanti vadano a cercare le presunte "carenze" o gli "inquinamenti" della frutta e verdura che mangiamo oggi, mentre pochi riflettano sul fatto che la dieta tipica dell'uomo onnivoro civilizzato tipicamente contiene tossine in percentuale tra l'80 e il 99%.

Semmai sono loro che si dovrebbero preoccupare per le eventuali "carenze"! :D
Avatar utente
By Windin
#44219
Ti straquoto mauro :D
Avatar utente
By ursamajor
#44221
Caro Mauro, mi hai tolto le parole di bocca! :lol:
Avatar utente
By Flow
#44229
mauropud ha scritto:
Flow ha scritto:eventuali problemi dovuti a carenze(insite nel frutto ODIERNO che si consuma, non nel frutto in quanto frutto) potrebbero manifestarsi nel lungo periodo e non nell'immediato;


E' curioso come tanti vadano a cercare le presunte "carenze" o gli "inquinamenti" della frutta e verdura che mangiamo oggi, mentre pochi riflettano sul fatto che la dieta tipica dell'uomo onnivoro civilizzato tipicamente contiene tossine in percentuale tra l'80 e il 99%.

Semmai sono loro che si dovrebbero preoccupare per le eventuali "carenze"! :D



mmm...l'attinenza (logica) con quanto da me affermato ?

anche se l' "onnivoro odierno" si imbottisce di schifezze tossiche, il problema delle altrettanto schifezze tossich ( e carenze nutrizionali ) presenti nella frutta_verdura odierne rimane;

per come hai posto la tua affermazione, sembra che SICCOME l'onnivoro civilizzato mangia male e mangia tossico, ALLORA gli eventuali problemi di tossicità della dieta ideale (fruttariana) non devono essere considerati;


la tua affermazione è perfetta per l'onnivoro civilizzato che mangia tossine, nel caso in cui questo ponesse l'accento sulla tossicità della dieta fruttariana odierna (nel torpore mentale in cui si trova che gli impedisce l'autoanalisi del SUO stile di alimentare,di vita,... :wink: )
Avatar utente
By ursamajor
#44233
Allora Flow se ti piace filosofeggiare e prendi per buono quello che afferma Ehret e cioè che gli alimenti che non sono di origine naturale non vengono assimilati dal corpo, allora non ci sarebbero problemi di integrazione dal momento che tu puoi variare la tua dieta includendo di volta in volta le più svariate erbe, alghe, foglie, vegetali, semi, frutti per includere ed essere sicuro di assimilare tutti i nutrienti di cui hai bisogno, visto che la maggior parte degli integratori vengono estratti dal mondo vegetale.

Inoltre considera anche il circolo virtuoso che si innesca con questa alimentazione e cioè che il corpo e gli organi interni si vanno a pulire sempre di più in profondità e quindi l'efficenza dell'assimilazione dei nutrienti è molto maggiore della norma, basta poco cibo per vivere bene e fare anche attività fisica ad alti livelli.

Quando si è davvero puliti secondo Ehret si inizia ad "estrarre" nutrimento anche dai profumi e dall'azoto contenuto nell'aria, ma anche, mi permetto di aggiungere io, dalle radiazioni solari.
Avatar utente
By mauropud
#44237
Flow ha scritto:anche se l' "onnivoro odierno" si imbottisce di schifezze tossiche, il problema delle altrettanto schifezze tossich ( e carenze nutrizionali ) presenti nella frutta_verdura odierne rimane;


La dieta ideale e' fatta di frutta e verdura di stagione coltivata da te nel tuo terreno in modo biologico e naturale.

Premesso che oggi il pianeta e' stra-inquinato, non esiste neppure in questo caso la certezza al 100% di mangiare qualcosa libero da tossine, neppure per chi vive in un'isola deserta lontanissima dalla civlta'.

Quindi l'unica cosa che possiamo fare e' mangiare la frutta e verdura migliore che possiamo trovare: preoccuparsi per il suo potenziale inquinamento o impoverimento non serve a nulla, dato che frutta e verdura sono in ogni caso gli unici alimenti nutrienti per noi e anche i meno inquinati che esistono.

Per migliorare la qualita' di frutta e verdura, invece di prendere integratori, possiamo semmai boicottare quella artificiale dei supermercati e cominciare a comprare il piu' possibile direttamente dai produttori. :)
Avatar utente
By bactabeven
#44240
Flow ha scritto:a chi credere ?


Io sono dell'idea che si deve credere in se stessi, ma questo non è sempre facile/conveniente/indolore :D

Ciao e benvenuto/uta :D
Avatar utente
By mauropud
#44246
bactabeven ha scritto:Io sono dell'idea che si deve credere in se stessi, ma questo non è sempre facile/conveniente/indolore :D


Sottoscrivo! :D

C'e' da dire che e' molto piu' facile credere a quello che ci viene propinato dai media ecc. come "verita'": rende gli individui piu' "parte della societa'" (gregge).
Avatar utente
By braveheart
#44248
Flow ha scritto:a chi credere ?

Le credenze non ti portano da nessuna parte.

La consapevolezza, la sapienza, l'empirismo, ti conducono invece dove vuoi arrivare, sempre che tu sia alla ricerca di qualcosa.

Congratulazioni per la perdita di peso e per la t[…]

Panoramica Matteo

Bene, ho tolto il 26(devitalizzato) e il 28 una se[…]

Diario di Narayani

Poi basta perché ogni volta che entravo in piscin[…]

Gli ultimi del contadino

Mai provato a essiccarli al sole? Non ho mai pr[…]

Libri di Arnold Ehret