Arnold Ehret Italia

Questa è la sezione dove ci si presenta. Prima di farlo, leggi attentamente la guida che vedrai quando aprirai il primo argomento.

Moderatore: luciano

Regole del forum: 1. Prima di tutto, leggi il Regolamento. In questo modo saprai come ci si comporta in questo Forum, al fine di avere un'esperienza piacevole per tutti gli utenti.

2. INCLUDI il tuo nome o nome utente NEL TITOLO del tuo primo post in questa sezione.
Appena arrivi su questo sito, fai sapere qualcosa di te, perché ti sei iscritto, se hai letto e studiato i libri di Ehret e quali. Leggi altro sui libri qui.

Qui può postare ogni iscritto, solo post pertinenti alla propria presentazione, nelle altre sezioni occorre aver prima letto e soprattutto studiato il libro Il Sistema di Guarigione della Dieta Senza Muco.

RIPETO: Ricordati di mettere il tuo nome o nick nel titolo del tuo primo post di presentazione. Continuo a vedere "Ciao a tutti!" "Nuovo arrivato!" e nella ricerca diventa poi difficile trovare chi l'ha scritto. Esempi di corretta presentazione: "Ciao a tutti da Mario", "Nuova arrivata - Maria85".
Avatar utente
By carlofenili
#44706
Ciao a tutti sono Carlo. Ho acquistato il libro da tempo e solo ora mi decido a scrivere.
Ho 34 anni sono alto 1,84 e peso circa 68 kg.
Al momento la mia alimentazione tipo è la seguente:
- colazione: solo acqua calda (da un po' di mesi ormai);
- pranzo: frutta e poi verdura con carne o pasta
- cena: verdura e pasta/carne

Non bevo latte e non abuso di dolci e bevo 1 caffè al giorno.
Un problema che ho da anni è la stitichezza che ora sto cercando di eliminare con delle pastiglie fatte in erboristeria con crusca. La situazione è molto migliorata ma so che non è comunque una cosa naturale (la stitichezza tuttavia non mi sta dando problemi visibili nel senso che sia che vada in bagno oppure no non sento gonfiore addominale e la pancia, dato il mio peso, è abbastanza piatta).
A questo punto progredendo verso Ehret secondo voi conviene eliminare un alimento (pasta o carne) e sostituirlo con ulteriore verdura?
Quale dei due è meglio scegliere prima?
Ho come gruppo sanguigno 0, quindi in teoria il punto debole dovrebbe essere l'amido.

Per ora basta.

ciao a tutti

carlo
Avatar utente
By Antishred
#44708
Ciao Carlo, sono felice che tu abbia acquistato i libri di Ehret già da tempo. Speriamo tutti che oltre ad averli acquistati, tu li abbia letti e studiati più volte. In essi c'è tutta la conoscenza che ci serve.

Risolvere il problema della stitichezza e parlare di pastiglie o rimedi allopatici (che agiscono localmente sul sintomo) mi sembra un controsenso, in quanto sappiamo bene che i rimedi alla costipazione sono una Dieta sana e uno stile di vita attivo fisicamente e positivo mentalmente.

Riguardo ai consigli che chiedi, puoi eliminare gradualmente le farine bianche e sostituirle con quelle integrali, oppure eliminare anche queste e preferire i cereali in chicco. Quando sarai pronto per eliminare anche questi, tanto meglio per la tua salute intestinale.
Per intanto, aumenta le dosi di frutta e verdura fino a raggiungere un bel po'di chili al giorno (3-5 in tutto) e diminuisci, se non elimina, la carne.

Il modo giusto per eliminare un cibo dalla propria dieta è quello di cominciare a mangiarlo un giorno sì e l'altro no, poi uno sì e due no, uno sì e tre no e così via. Se invece consideri inutile, grazie alla comprensione, cibarti di quell' "alimento" in particolare, eliminalo direttamente dalla tua dieta e sorridi al pensiero di quanto ti sentirai meglio standone lontano.

A presto, buona serata
Avatar utente
By carlofenili
#44714
grazie per la risposta!
Il mio piccolo limite è che non ho problemi di peso o di salute particolari evidenti e quindi sono sempre li sul filo, inizio o non inizio.
Non ho quella malattia o quel problema manifesto che mi permette di prendere in mano la situazione e partire.
Sono il primo ad essere convinto della bontà del sistema e dei benefici che porta ma mi manca la spinta decisiva.

Forse tu dirai che essendo stitico quella dovrebbe essere già una spinta più che sufficiente poichè anche se non ho pancia e non sono sovrappeso da qualche parte devono pure essere andati tutti gli scarti non evacuati (infatti ho da sempre la pelle del viso grassa).

che dici?
Avatar utente
By erre
#44727
carlofenili ha scritto:.
Sono il primo ad essere convinto della bontà del sistema e dei benefici che porta ma mi manca la spinta decisiva.


ciao carlo

Due sono i modi per guarire dalle malatti e disturbi:
curarsi quando la malattia arriva o prevenirla anzitempo e restare sani. Devi scegliere.
Avatar utente
By mauropud
#44737
carlofenili ha scritto:Il mio piccolo limite è che non ho problemi di peso o di salute particolari evidenti e quindi sono sempre li sul filo, inizio o non inizio.
Non ho quella malattia o quel problema manifesto che mi permette di prendere in mano la situazione e partire.


Da quello che dici la tua malattia sembra invece molto avanzata e si manifesta con sintomi precisi (stitichezza).
Molto semplicemente ti stai lentamente auto-avvelenando ed e' solo questione di tempo prima che si manifestino sintomi piu' pesanti.

Come dice erre, dipende da te: o intervieni oggi prevenendo il tutto o dovrai intervenire magari in emergenza domani, e domani potrebbe essere piu' difficile. :)
Avatar utente
By carlofenili
#44781
Lo so avete tutti ragione.
Proprio il fatto che sono stitico da una vita significa che il mio "sistema" non funziona bene e che quindi prima o poi succederà qualcosa.

Ora, oltre che aumentare frutta e verdura, devo decidere cosa iniziare a togliere. Penso che per la stipsi facciano più danni gli amidi quindi inizierò a consumare pasta integrale e/o di kamut.
Per quanto riguarda la carne devo riuscire a ridurla. Il fatto è che non è facile andare a pranzo con i colleghi e mangiare solo verdura (la frutta la mangio già alle 12 in ufficio), lo sapete meglio di me che iniziano tutte le solite frasi e le critiche...figuratevi che già adesso, solo perchè rispetto alla media delle persone ho pochissimo grasso, mi danno dell'anoressico...

La vedo quasi più un problema dato dall'esterno perchè so già che noi possiamo fare ogni cosa che "sentiamo" veramente e quindi una volta presa la decisione anche il corpo collabora e si adegua. Anche il fatto di non fare più colazione (io che non la saltavo mai) pensavo mi avesse dato stanchezza e altro, invece nulla, da un giorno all'altro ho smesso e non ho avuto effetti collaterali (ovvio un po' sono dimagrito).
Avatar utente
By erre
#44783
carlofenili ha scritto:Per quanto riguarda la carne devo riuscire a ridurla. Il fatto è che non è facile andare a pranzo con i colleghi e mangiare solo verdura (la frutta la mangio già alle 12 in ufficio), lo sapete meglio di me che iniziano tutte le solite frasi e le critiche...figuratevi che già adesso, solo perchè rispetto alla media delle persone ho pochissimo grasso, mi danno dell'anoressico...


Carlo, e' vero che il difficile e' agire in modo diverso dagli altri soprattutto con i colleghi. Per i primi tempi al pranzo di lavoro puoi lasciare le cose come stanno. Compensa negli altri momenti della giornata dove non devi subire prese in giro. Recupera a merenda, a cena ecc. mangiando solo cibi senza muco o saltando qualche pasto. Nel tempo vedrai che ti verra' naturale anche a pranzo evitare i cibi dannosi. E' un modo per superare quest'ostaccolo. :wink:
Prova.
Avatar utente
By Antishred
#44792
Concordo, ci vuole tempo per perpararsi le risposte migliore da dare a parenti e colleghi.

Prova a rispondere, con serenità:

"Ho letto dei libri di alimentazione, e sapete cosa dicevano? Che frutta e verdura sono i cibi della salute. Tutti abbiamo sempre sentito questa informazione, ma poi se andiamo a vedere, chi ha mai seguito questi insegnamenti? Io ho cominciato a seguirli, perchè ho pensato: 'Cosa ho da perdere se c'è solo da guadagnare? Male che vada ritorno a come mangiavo prima.'
E sapete cosa? Mi sono sentito bene, e in più questo cibo mi appaga, mi sazia e mi piace. E ho tutta l'energia che voglio, per la prima volta da quando ero bambino. Ricordate di quando correvamo tutto il giorno e non eravamo mai stanchi? Se fossimo così ora ci prenderebbero per drogati. Ecco, io mi sento un drogato!!!"

Prova e vedrai che saranno tutti incuriositi e ti ammireranno.

Ricordiamoci anche che chi fa una scelta ha delle responsabilità. Perciò prendiamoci carico delle nostre responsabilità, comprese le mille prove a cui la gente ci sottopone, volontariamente o non, durante il giorno quando parliamo loro della nostra alimentazione e del nostro stile di vita.

Proponi loro di andare con te a correre, coinvolgili, dì loro che la salute è una cosa che si costruisce giorno per giorno e che non è mai troppo tardi per mettere il naso fuori di casa o cambiare le proprie abitudini per migliorarle. Non è mai troppo tardi.

Ciaoo
Avatar utente
By erre
#44794
Antishred

...e hai trovato qualcuno che almeno ti ascolta? :?: E ti fa delle domande per curiosita'?
Avatar utente
By Antishred
#44828
erre ha scritto:Antishred

...e hai trovato qualcuno che almeno ti ascolta? :?: E ti fa delle domande per curiosita'?


Certo, e mi rispettano. Spesso cominciano a dire frasi come "io non ce la farei mai" o altri comportamenti difensivi. Ma in ogni caso dopo aver detto qualche informazione, cambio totalmente discorso, mi rompo le palle di dover fare la lezioncina, se vogliono vanno anche loro a leggersi i libri ;)
Avatar utente
By erre
#44835
Antishred ha scritto:
erre ha scritto:Antishred

...e hai trovato qualcuno che almeno ti ascolta? :?: E ti fa delle domande per curiosita'?


Certo, e mi rispettano. Spesso cominciano a dire frasi come "io non ce la farei mai" o altri comportamenti difensivi. Ma in ogni caso dopo aver detto qualche informazione, cambio totalmente discorso, mi rompo le palle di dover fare la lezioncina, se vogliono vanno anche loro a leggersi i libri ;)


E' cosi' anche per me. Qualcuno mi chiede se tutto va bene e mi guarda come se avessi qualche disturbo, abituati a vedere le persone con minimo la pancetta. Ma ho smesso di fare proseliti, ognuno quando e' pronto per prendere coscienza del discorso iniziera' da se'. Affari loro. In qualcuno pero', soprattutto in famiglia, alla lunga vedo un certo miglioramento nell' alimentarsi. L' esempio silenzioso e' quello che riesce a trasmettere meglio delle parole. :lol:
Avatar utente
By carlofenili
#44842
Avete ragione. La cosa più inutile è cercare di insegnare qualcosa a qualcuno che non vuole sentire. L'esempio è l'unico modo.
Avatar utente
By robyvac
#44941
Certo, e mi rispettano. Spesso cominciano a dire frasi come "io non ce la farei mai" o altri comportamenti difensivi. Ma in ogni caso dopo aver detto qualche informazione, cambio totalmente discorso, mi rompo le palle di dover fare la lezioncina, se vogliono vanno anche loro a leggersi i libri ;)

Quanto ti capisco :( Tutto il mondo è paese :lol:
By Nick75
#45213
robyvac ha scritto:
Certo, e mi rispettano. Spesso cominciano a dire frasi come "io non ce la farei mai" o altri comportamenti difensivi. Ma in ogni caso dopo aver detto qualche informazione, cambio totalmente discorso, mi rompo le palle di dover fare la lezioncina, se vogliono vanno anche loro a leggersi i libri ;)

Quanto ti capisco :( Tutto il mondo è paese :lol:


Il "grande classico" è : "guarda che l'uomo è onnivoro e DEVE mangiare un pò di tutto!"....
Anni e anni di "esperti" in tv ed ecco le conseguenze... :wink:
Ciao a tutti da Valerio

Ciao Valerio, benvenuto. :D Il primo passo è ac[…]

Infatti ho detto che si rischia, non che tutti lo […]

AVOGADO TOSSICO?

Quello sempre, anche se bisogna poi vedere se sia […]

Grazie OPT! :D I tuoi post sono illuminanti. Dimo[…]

Libri di Arnold Ehret