Arnold Ehret Italia

La pulizia dell'intestino è uno dei punti cardine per raggiungere la salute perfetta. Quindi chi ritiene di conoscere una pratica valida a questo scopo può presentarla qui. Resta inteso che quanto non menzionato da Ehret nei suoi libri non va considerato come parte della dieta senza muco e l'amministratore e i moderatori non sono responsabili per la riuscita o meno dell'intento delle pratiche qui proposte.

Moderatore: luciano

Avatar utente
By annalisa82
#47006
Ciao a tutti/e!!! :D

Mi piacerebbe sapere se qualcuno di voi ha mai sentito parlare di pulizia intestinale "dall' alto" ossia, attraverso l'ingestione di "acqua demineralizzata che non viene assorbita dalle mucose intestinali e va direttamente fino al colon per poi venire espulsa dall'ano", secondo quanto riportato nella definizione. :?

E soprattutto vorrei sapere se è approvata da Luciano o se da parte sua c'è diffidenza. 8O

Se si trattasse di una tecnica efficace, mi sapreste dare informazioni su come eseguirla, essendo considerata molto pratica ed economica
(sarebbe possibile eseguirla comodamente anche a casa propria) :?:

Grazie!!!
Avatar utente
By luciano
#47009
Non lo so Annalisa, non la conosco.

annalisa82 ha scritto:E soprattutto vorrei sapere se è approvata da Luciano o se da parte sua c'è diffidenza. 8O
Non devo approvare o disapprovare nulla, al massimo posso dire la mia opinione a riguardo. :D

E' comunque diverso dal non concedere spazio a pratiche che ritengo antagoniste al sistema di guarigione.
By pocaLuce
#50744
Ciao Annalisa,

magari è passato un pò di tempo e non ti interessa più, ma credo che tu intendessi questa pratica Yogica:

http://www.paramarta.it/hatha/shank/shank.htm

in pratica si bevono due bicchieri di soluzione per volta(acqua e sale, ma per chi non è pratico è meglio acqua e limone o altro, per evitare di assorbire troppo sale) seguito da particolari esericizi che permettono all'acqua di andare direttamente nell'intestino e così di ripurirlo.
é una pratica abbastanza impegnativa e di non sicura riuscita, a meno di non essere seguiti da qualcuno già esperto. Io personalmente non ho mai provato, con il clistere è più veloce e non c'è rischio di sovraccaricare i reni qualora si facesse con il sale.

abbracci
Avatar utente
By annalisa82
#50953
pocaLuce ha scritto:Ciao Annalisa,

magari è passato un pò di tempo e non ti interessa più, ma credo che tu intendessi questa pratica Yogica:

http://www.paramarta.it/hatha/shank/shank.htm

in pratica si bevono due bicchieri di soluzione per volta(acqua e sale, ma per chi non è pratico è meglio acqua e limone o altro, per evitare di assorbire troppo sale) seguito da particolari esericizi che permettono all'acqua di andare direttamente nell'intestino e così di ripurirlo.
é una pratica abbastanza impegnativa e di non sicura riuscita, a meno di non essere seguiti da qualcuno già esperto. Io personalmente non ho mai provato, con il clistere è più veloce e non c'è rischio di sovraccaricare i reni qualora si facesse con il sale.

abbracci


Grazie pocaLuce :) !
Ne avevo sentito parlare, però sono a conoscenza della probabilità dell'insuccesso di questa pratica nel caso si assorbisse troppo sale.
Un abbraccio.
Avatar utente
By Aleth
#52521
L'ho scoperta da poco e personalmente è come se avessi vinto alla lotteria, perchè sono decenni che coltivavo il sogno di poter LAVARE tutto il mio apparato digerente alla necessità.
Per quel che è la mia esperienza e dei mie familiari che l'hanno provata, funziona.
Si usa acqua calda ma non bollente e 6/7 grammi di sale per litro d'acqua. Servono dai tre ai 4 litri di acqua. L'acqua puo' essere semplice o fatta bollire con dei vegetali (porro, lattuga... )
Ogni litro si suddivide in tre bicchieri. Con questo sale l'aqua non viene assorbita ma verrà espulsa, sale compreso, con le feci. Alla fine l'acqua che viene espulsa è limpida, non giallina ma proprio pulita.
Rispettando le procedure non abbiamo riscontrato effetti collaterali, niente dolori, niente spossatezza anzi viene da ridere, la pancia si sgonfia e le feci dalla pulizia in poi migliorano completamente tipo di consistenza. Sparisce la "fame di cibo". E' comunque una procedura che richiede mezza giornata di tranquillità. A mio parere non è in alternativa all'enteroclisma: è una pratica di lavaggio completa che può essere usata al bisogno.
By megasabri
#52634
Aleth posso chiederti la fonte di questa pratica? vorrei approfondire e capire se può esser dannoso per i reni dato che io ho sofferto di calcoli. grazie
Avatar utente
By Aleth
#52644
http://salutenaturale.forumattivo.com/t321-shank-prakshalana


io mi sono ispirata a questa pagina, mi sono autoassunta la responsabilità di provare, ma io non ho patologie quindi sono andata fiduciosa e tranquilla. Ho le tue stesse curiosità, circa il sale ingerito, anche se a spanne ho capito che non dovrebbe creare problemi visto che è una pratica "una tantum" anche perchè un minimo di preparazione occorre: bisogna stare bene, mangiare gia' bene, e dopo prendersi del riposo mangiando cose tranquille. Visto che la mia base di riferimento è Ehret, vorrei capire dopo , al posto del riso, che loro raccomandano, se va bene anche frutta o verdura, che invece loro non consentono.... insomma, io questa pratica vorrei adattarla al mio stile di vita, non faccio joga anche se mi piacciono alcuni dei loro principi di base, come lavare il naso, le budellina, una certa lentezza, la respirazione...
Avatar utente
By annalisa82
#52756
Anch'io sono interessata a provarla :D . Non appena avrò mezza giornata tutta per me, mi dedicherò a questa pratica. Sono convinta che liberando completamente il colon da scorie vecchie (nonostante sia quotidianamente attenta a non accumularne), anche la mia mente sarà più sgombra da pensieri vecchi. :P

Questo per me è un periodo di grandi cambiamenti in tanti ambiti della mia vita, dall'abitazione alle frequentazioni, e voglio iniziare qualsiasi nuovo cammino con una mente e un corpo rinnovati :D
Avatar utente
By Aleth
#52762
Ciao Annalisa, tu sei di Catania, forse conosci una usanza delle nonne: curare i malanni occasionali o il post intervento chirurgico bevendo bicchieri di "brodo" di cottura di tenerume, chiaramente con sale e un goccio d'olio. Ce ne davano diversi bicchieri ed era puntuale la "corsa in bagno". Poi si stava meglio. Lo si faceva anche con brodo di cicoria o di lattuga. Ne ricordo uno, in particolare, dopo l'intervento di appendicectomia tornata a casa non mi riusciva di andare di corpo cosi nonna mi ha raccolto del tenerume e fatto un megabrodo salvifico. Solo oggi mi è tornato in mente... :-D

ps: non lavi solo il colon ma TUTTO l'apparato digerente: dalla bocca al... :wink:
Avatar utente
By annalisa82
#52776
Ciao Aleth !!!!!!!!

Sono siciliana DOC 8) e ho spesso sentito dire che il brodo di lattuga ha delle proprietà rinfrescanti per l'apparato digerente.
Non conosco invece la ricetta del brodo di tenerume ( inteso come qualsiasi nuova vegetazione, che ancora conserva il colore verde chiaro per il breve periodo di esposizione al sole).
Ho perso da tanti anni tutte e due le mie nonnine :cry: e tanti buoni rimedi, sono andati perduti con la loro scomparsa.

I miei genitori mi hanno detto che i loro antenati si purgavano spesso con il sale inglese, che sarebbe cloruro di magnesio.
Ecco il link che parla dei molteplici usi di questa sostanza che ha un potente effetto lassativo :)
http://www.mednat.org/cure_natur/cloruro_magnesio.htm
Avatar utente
By Aleth
#52777
il "brodo" di tenerume è semplicemente l'acqua di cottura del tenerume. Il tenerume è una verdura tipica nostra, si tratta della pianta delle zucchine verdi, quelle lunghe lunghe.
NON è una purga ma un lavaggio. Purga volenti o nolenti ha preso una accezione invasiva. Cosi come ci laviamo la faccia, il corpo, laviamo anche le budellina con un'acqua compatibile al compito. Il senso reale è questo. Penso a quando, fino agli inizi del secolo la popolazione credeva che a lavarsi ... si moriva :-)) La stessa cosa mi pare traslandola, valga per lavare le budella.
Avatar utente
By annalisa82
#52781
Comunque, grazie per il consiglio. :)

Al di là dei termini utilizzati, che si parli di lavaggio o di purga, l'importante è che questi rimedi, ci permettano di raggiungere i risultati desiderati.

Personalmente, credo che i nostri antenati fossero più attenti a pulire l'interno del proprio corpo piuttosto che l'esterno.

Oggi si è molto attenti a curare l'aspetto estetico e non sempre la stessa attenzione è riservata alla cura dell'interno del corpo, che permetterebbe, oltre a garantire la salute, di preservare anche la bellezza :!:
Avatar utente
By Aleth
#52783
se i nostri antenati erano più attenti, boh... questo non lo so davvero. Si moriva per vere e proprie banalità ed alcune pratiche erano abbastanza discutibili. Molte cose si facevano ma non c'era una reale coscienza e conoscenza del perchè potessero funzionare. Era anche un mondo diverso dal nostro, intellettivamente meno esigente, la natura selezionava in modo fisiologico, andavano avanti i più forti o i più abili... ma questo vale anche adesso. La gente si sta mummificando da viva (mi diceva un biologo che nei cimiteri i corpi non si decompongono più tanto facilmente) invece qui stiamo facendo l'esatto opposto, cerchiamo di restare più "vivi" possibili. Sono mondi paralleli, quando si incontrano si scontrano, tenendo conto che ad oggi comanda il mondo di coloro che stanno mummificando il loro corpo.

Ho letto con interesse la tua esperienza per la pu[…]

Di solito il magnesio viene assorbito meglio, quan[…]

Clisteri o idrocolonterapia

Non ho mai avuto esperienza di idrocolonterapia, m[…]

Diario di Narayani

:)

Libri di Arnold Ehret