Arnold Ehret Italia

Qui si possono proporre ricette della Dieta Senza Muco e di Transizione

Moderatore: luciano

By Anima
#47325
Salve a tutti, come dicevo nella presentazione, vorrei iniziare la dieta di transizione. Posseggo il libro da 5 anni, e sono riuscito a fare i digiuni, avendone benefici. (il più lungo questa estate, di 10 giorni). Prima mi sono preparato per anni, facendone a tratti di 2 o 3 giorni. Io avrei bisogno di tutti voi, perchè vorrei iniziare una dieta di transizione, nel senso che:

Sono stato prima vegetariano poi vegan per un totale di 16 anni (vegan da 6)... tuttavia io ADORO i cereali cotti e i farinacei... Per me non è facile rinunciarvi. Ho riscontrato vari problemi e cioè: d'inverno quando mangio crudo, ho un freddo insopportabile (rimedi?)... non riesco ad andare avanti a soli vegetali, senza cereali... (almeno un pane di segale integrale lo prendevo)... Ho letto varie volte il libro, ma forse per una transizione corretta ho bisogno delle vostre dritte pratiche... :D

Me la date una mano per favore?

Nel senso, anche con dritte iniziali, esempi pratici (esempi di come mangiate in una giornata, col menù)....

LUCIANOOOOOO!!! :D :D :D you too please!

Grazie a tutti!
By falco
#47326
Ciao io ero un accanito consumatore di pasta, ho sostituito con le patate al forno e devo dire nessuna ricaduta.
Avatar utente
By luciano
#47346
Se non puoi rinunciare non devi farlo.
Per farlo devi trovare una ragione e un desiderio che non ti fa sentire la rinuncia.

Il freddo è temporaneo. Si risolve aumentando gli indumenti. Due maglioni invece che uno, calze da sciatori, è semplice. Oppure fai mezzora di corsa o di piegamenti.

Attualmente mi faccio insalate condite con olio e limone. Mangio arance o mele, prese così dal cesto, non sto guardando molto la coreografia del pasto.

Ogni tanto rubo un paio di cucchiai di riso integrale con piselli o zucca dal piatto della mia compagna. Così, tanto per non essere perfetto. :lol:
Avatar utente
By bactabeven
#47361
falco ha scritto:Ciao io ero un accanito consumatore di pasta, ho sostituito con le patate al forno e devo dire nessuna ricaduta.


Concordo :mrgreen:
come si dice chiodo scaccia chiodo, se cerchi di togliere delle abitudini, fai un buco nell'acqua dello stagno, se invece ti bevi tutta l'acqua dello stagno, non hai tempo di farci i buchi dentro... oddio che volevo dire?? Vabbé rimaniamo su chiodo scaccia chiodo :lol:

Ciao a tutti

ps
ho qualche problemino di vertigine (segui il link http://www.arnoldehret.it/modules.php?name=Forums&file=viewtopic&p=47260#47260) potete darmi una mano? grazie a tutti :D
Avatar utente
By tistructor
#47391
Anima ha scritto:Sono stato prima vegetariano poi vegan per un totale di 16 anni (vegan da 6)... tuttavia io ADORO i cereali cotti e i farinacei... Per me non è facile rinunciarvi. Ho riscontrato vari problemi e cioè: d'inverno quando mangio crudo, ho un freddo insopportabile (rimedi?)...

Grazie a tutti!


Ciao :D

Il problema del freddo glaciale in inverno e non solo, nel mio caso si sta risolvendo completamente. Occorre avere costanza nell'applicare la dieta senza muco.
Ricordo che nell'inverno scorso ma anche in primavera soffrivo di questa sensazione, dovuta alla continua eliminazione.
Ho avuto la conferma della buona resistenza al freddo ora, lavorando a temperature molto rigide (- 10, -15 C) per alcune ore e in diverse occasioni.
Solo le mani e le dita si gelavano velocemente.
Non riuscivo a compiere l'operazione con i guanti e dovevo di conseguenza continuare a batterle.

Anche nel mio caso i farinacei prima di conoscere Ehret la facevano da padrone.
By Anima
#47616
tistructor ha scritto:
Anima ha scritto:Sono stato prima vegetariano poi vegan per un totale di 16 anni (vegan da 6)... tuttavia io ADORO i cereali cotti e i farinacei... Per me non è facile rinunciarvi. Ho riscontrato vari problemi e cioè: d'inverno quando mangio crudo, ho un freddo insopportabile (rimedi?)...

Grazie a tutti!


Ciao :D

Il problema del freddo glaciale in inverno e non solo, nel mio caso si sta risolvendo completamente. Occorre avere costanza nell'applicare la dieta senza muco.
Ricordo che nell'inverno scorso ma anche in primavera soffrivo di questa sensazione, dovuta alla continua eliminazione.
Ho avuto la conferma della buona resistenza al freddo ora, lavorando a temperature molto rigide (- 10, -15 C) per alcune ore e in diverse occasioni.
Solo le mani e le dita si gelavano velocemente.
Non riuscivo a compiere l'operazione con i guanti e dovevo di conseguenza continuare a batterle.

Anche nel mio caso i farinacei prima di conoscere Ehret la facevano da padrone.


Ti ringrazio moltissimo per la testimonianza in tema e l'incoraggiamento su questo tema. Mi sto rispolverando il libro e forse anche se son riuscito a fare vari digiuni, dovrei seguire passo passo, per la transizione, ciò che Ehret scrive a da pag. 92 del libro "il sistema di guarigione della dieta senza muco". Lì rileggendolo ancora vedo che elenca anche e suddivide le settimane. Forse in passato ho voluto strafare e andare subito al crudo, senza aspettare troppo. Forse è stato questo il mio errore.

Un'altra domanda X LUCIANO: Io ho la versione del libro di colore azzurrino chiaro chiaro e con il simbolo in copertina e le scritte gialle oro. Adesso vedo nel sito che è viola il libro... ma l'interno è esattamente uguale o sono state aggiunte delle parti? fammi sapere puor favor grazie :D
Avatar utente
By luciano
#47624
Anima ha scritto:Un'altra domanda X LUCIANO: Io ho la versione del libro di colore azzurrino chiaro chiaro e con il simbolo in copertina e le scritte gialle oro. Adesso vedo nel sito che è viola il libro... ma l'interno è esattamente uguale o sono state aggiunte delle parti? fammi sapere puor favor grazie :D
Quella è la prima edizione del 2005 con il precedente editore.
Quello nuovo è stato corretto da piccoli errori e aggiunto alcune ricette che non avevo inserito.

Quelle ricette non le ha scritte Ehret ma l'editore americano, e le avevo escluse per quel motivo, ma visto che ci sono nell'originale, per essere fedele al 100% le ho inserite.
By Anima
#47628
luciano ha scritto:
Anima ha scritto:Un'altra domanda X LUCIANO: Io ho la versione del libro di colore azzurrino chiaro chiaro e con il simbolo in copertina e le scritte gialle oro. Adesso vedo nel sito che è viola il libro... ma l'interno è esattamente uguale o sono state aggiunte delle parti? fammi sapere puor favor grazie :D
Quella è la prima edizione del 2005 con il precedente editore.
Quello nuovo è stato corretto da piccoli errori e aggiunto alcune ricette che non avevo inserito.

Quelle ricette non le ha scritte Ehret ma l'editore americano, e le avevo escluse per quel motivo, ma visto che ci sono nell'originale, per essere fedele al 100% le ho inserite.


ok ho capito, ti ringrazio molto. :D Credo che quindi, quello che ho, vada più che bene.
By Anima
#47656
falco ha scritto:Ciao io ero un accanito consumatore di pasta, ho sostituito con le patate al forno e devo dire nessuna ricaduta.


sto provando anch'io. Sto usando delle patate arrosto.
Ciao a tutti da Valerio

Ciao Valerio, benvenuto. :D Il primo passo è ac[…]

Infatti ho detto che si rischia, non che tutti lo […]

AVOGADO TOSSICO?

Quello sempre, anche se bisogna poi vedere se sia […]

Grazie OPT! :D I tuoi post sono illuminanti. Dimo[…]

Libri di Arnold Ehret