Arnold Ehret Italia

Questo forum è per postare le tue storie dei successi personali conseguiti con la Dieta Senza Muco. Ogni mi9glioramento che tu possa avere per quanto piccolo sia, puoi inserirlo qui.

Moderatore: luciano

#47484
Ciao a tutti,

dopo un anno di disintossicazione a tutti i livelli, dieta di transizione, lavaggi, ecc. mi accorgo che quando ingerisco cibo cotto il mio corpo reagisce immediatamente producendo "acqua" che poi esce dal naso. Quindi classica soffiatina. Con lo stesso cibo crudo questo non avviene. Mai.

Penso che non ci siano dubbi su quello che l'organismo voglia dire: "il cibo cotto è sbagliato", altrimenti non si spiegherebbe questa reazione.

Ora, dopo un'anno senza pizza, io che sono napoletano di nascita e mia moglie di adozione, abbiamo deciso di "buttarci via". Quindi pizza di kamut, senza sale, vegana 100%. Beh, è una settimana che vado avanti a muco al mattino e perdendo anche la doppia regolarità ormai acquisita.

Anche qui non ci sono dubbi, i cereali ed i cibi amidacei sono deleteri e dannosi per l'organismo.

Quindi direi che la strada intrapresa seguendo il mitico prof. Arnold Ehret è più che corretta. Cibi cotti, amidacei e con eccessi proteici sono davvero una palla al piede per il nostro organismo che invece diventa fluido ed efficente con frutta ed ortaggi freschi e crudi.

L'anno che verrà, dopo aver ristabilito condizioni di pulizia dignitose, farò il passaggio a sola frutta. Ne vedremo delle belle.

Ma ste cose capitano anche a voi?
Ciao ed alla prossima
Avatar utente
By luciano
#47491
Oh si che capitano!

Dopo pasta o pizza, soprattutto alla sera, e adesso che dopo Natale avrò i miei figli onnivori con me un paio di volte "capiterà", al mattino mi ritrovo con le borse sotto gli occhi.

Credo che più avanti nell'età si evidenzi maggiormente.
By SteG73
#47494
luciano ha scritto:Oh si che capitano!

Dopo pasta o pizza, soprattutto alla sera, e adesso che dopo Natale avrò i miei figli onnivori con me un paio di volte "capiterà", al mattino mi ritrovo con le borse sotto gli occhi.

Credo che più avanti nell'età si evidenzi maggiormente.


esatto, anche le borse sotto gli occhi... poveri i nostri reni!

ma mi chiedo come abbiamo fatto per anni ad andare avanti con una alimentazione così fuori da quella corretta.

Certo che il nostro organismo è meraviglioso se riesce a tenerci in vita anche se lo nutriamo così male... anche se è vero, il conto arriva e quello si che è salato.

Cmq per queste feste noi cacciamo fuori la scusa delle intolleranze alimentari (che di fatto è vero) e saltiamo TUTTI i bagordi ...

YYYYEEESSSSS io e la mia dolce metà ci prepariamo le nostre belle "insalatine" crude (che ci portiamo dietro) alla faccia di tutti quelli che si abboffano fuori misura e poi stanno male.

VIVA EHRET!!!
By Saretta
#47497
Ciao ciao ciaoooooo!!! :mrgreen:
Parlando di disintossicazione, io non lo vivo come un conto salato da pagare, ma come un "problema" di matematica da risolvere, per il quale la soluzione c'è sempre. E una volta trovato/raggiunto il risultato abbiamo fatto un passo avanti. Il quale non sarebbe stato possibile senza quel "problema".
SteG73 Ti auguro buone feste, ricche di quel cibo che ami Te, senza dover sacrificarTi per accontentare le onnivore abitudini altrui. Le feste son (sarebbero) fatte per star bene :D
#47502
Saretta ha scritto:Ciao ciao ciaoooooo!!! :mrgreen:
Parlando di disintossicazione, io non lo vivo come un conto salato da pagare, ma come un "problema" di matematica da risolvere, per il quale la soluzione c'è sempre. E una volta trovato/raggiunto il risultato abbiamo fatto un passo avanti. Il quale non sarebbe stato possibile senza quel "problema".
SteG73 Ti auguro buone feste, ricche di quel cibo che ami Te, senza dover sacrificarTi per accontentare le onnivore abitudini altrui. Le feste son (sarebbero) fatte per star bene :D


Intato grazie di cuore per i tuoi auguri, mia cara Saretta.
Il "conto salato da pagare presentato dall'organismo", però, è riferito alle malattie che insorgono dopo una vita a mangiare e fare cose sbagliate.

Invece la disintossicazione e le buone abitudini, non solo elimentari sono, come giustamente dici tu, la soluzione. Bello notare che il problema lo creiamo noi per poi dover cercare una soluzione.

Auguro anche a te e tutti gli Ehretisti la libertà di poter mangiare liberamente ciò che fa fare festa anche al nostro organismo... oltre che agli affetti.
By luciaca
#47507
capita anche a me! più mi disintossico e più caro pago ogni sgarro in termini di digestione lentissima, gonfiori e spossatezza.
queste feste non mi spaventano, i parenti sono tutti avvertiti e io non la vivo come rinuncia ai cibi appetitosi bensì come conquista della serenità di mangiare quello che realmente desidero perchè mi fa stare bene :D
Avatar utente
By bactabeven
#47513
SteG73 ha scritto:...ma mi chiedo come abbiamo fatto per anni ad andare avanti con una alimentazione così fuori da quella corretta.


Grazie all'amore dei nostri cari che ci hanno nutrito. Lo hanno fatto come hanno potuto e creduto, cercando di fare il meglio per noi. Nasce da qui, se vogliamo, una sorta di responsabilità nel crecare di fare al meglio la nostra disintossicazione, per porla come esempio da manifestare anche ai nostri cari :D

Ciao a tutti
By SteG73
#47514
bactabeven ha scritto:
SteG73 ha scritto:...ma mi chiedo come abbiamo fatto per anni ad andare avanti con una alimentazione così fuori da quella corretta.


Grazie all'amore dei nostri cari che ci hanno nutrito. Lo hanno fatto come hanno potuto e creduto, cercando di fare il meglio per noi. Nasce da qui, se vogliamo, una sorta di responsabilità nel crecare di fare al meglio la nostra disintossicazione, per porla come esempio da manifestare anche ai nostri cari :D

Ciao a tutti


Molta saggezza nelle tue parole, ma da qui nasce un altro argomento molto molto delicato su cui discutere.
Noi procediamo sulla strada della guarigione, ma i nostri cari NON la vogliono vedere.

Troppo condizionati? forse.
Hanno paura? probabile.
Non sono pronti al cambiamento? di sicuro.

E qui la mia più estrema sofferenza nel sapere che c'è rimedio alle sofferenze dei propri amati, ma che non è possibile, ne giusto, imporgli soluzioni dall'alto.

Quindi proseguimo soli lungo la strada della "redenzione" con la pazienza di continuare a diffondere e dimostrare la "giusta via" e la speranza che venga colta anche dai nostri cari...
Avatar utente
By bactabeven
#47515
SteG73 ha scritto:Noi procediamo sulla strada della guarigione, ma i nostri cari NON la vogliono vedere.

Chi ci assicura di percorrere la strada più giusta?

La risposta è nessuno, o più precisamente abbiamo Fede e non ci serve un qualcuno per dirci cosa dobbiamo fare, lo stresso Ehret è un portavoce di qualcosa al di sopra di lui, così luminoso che non può non essere avvertito anche da noi :D

E' una questione di Fede, non la insegni, puoi far vedere solo che tu ce l'hai, senza enfasi chiaramente se no sei fanatico etc etc :D
By luciaca
#47516
SteG73 ha scritto:E qui la mia più estrema sofferenza nel sapere che c'è rimedio alle sofferenze dei propri amati, ma che non è possibile, ne giusto, imporgli soluzioni dall'alto


questa la mia più grande frustrazione...
Avatar utente
By Foca
#47518
Io credo sia per tutti (o per molti) una frustrazione.
Proprio in queste ore sono in forte attrito con mio figlio.
è nervosissimo, io adesso conosco le cause, vorrei aiutarlo ma non posso e di conseguenza i rapporti in famiglia non sono dei migliori.


Forse Luciano potrebbe darci qualche suggerimento.
Come fai Luciano, ad accettare (senza starci male) che i tuoi figli siano onnivori? :roll:
By SteG73
#47519
bactabeven ha scritto:E' una questione di Fede, non la insegni, puoi far vedere solo che tu ce l'hai, senza enfasi chiaramente se no sei fanatico etc etc :D


NO. Non è fede. Fede è credere in qualcosa di non dimostrabile. Qui parliamo di SCIENZA. Risultati visibili e tangibili. Non parliamo di dogmi religiosi. Il muco si vede. L'energia la senti, la "vedi" ed eventualmente la misuri.
Ehret era uno scienziato con la S maiuscola in grassetto, non era profeta di precetti religiosi.
Osservare, capire, modellare, riprodurre è SCIENZA. Ehret ha fatto tutto il percorso ed i suoi risultati gli hanno dato ragione.

No. Non è fede. Io sto meglio, e tutti voi che provate le stesse cose ne siete testimoni diretti.

Forse puoi dire che prima di iniziare bisogna "fidarsi"... ma io preferisco dire "prova per 3 mesi, poi a tornare indietro fai sempre in tempo!". No c'è bisogno di fidarsi, non si muore se non funziona, e non devi nemmeno aspettare molto. E' una questione di provare.

Poi capisco che c'è il blocco psicologico: "se provo e funziona dovrò rinunciare a mangiare e vivere come faccio adesso per stare bene? Non si può vivere da malati per vivere sani!". E' il dilemma del malato.

E qui subentra un altro po' di psicologia: <<Solo la sofferenza porta al cambiamento.>> Finché riesci a sopportare, non cambi. Se non ne puoi più (tanto o poco che sia) ecco che arriva la spinta al cambiamento. Se ci si pensa bene, tutti abbiamo passato una di queste fasi. Persino Hamer e la sua NMG ne è testimone eccelso... come lo stesso Ehret.

E poi in ultimo, ma non per importanza, la capacità di adattaemento. Senza quella ogni essere del pianeta sarebbe estinto. Intelligenza è la capacità di adattarsi al cambiamento. Chi lo fa meglio sopravvive, gli altri vengono selezionati.

Qui sta la frustrazione di chi raggiunge i risultati della salute: "non puoi obbligarli, non puoi indottrinarli, non vedono autonomamente, non accettano l'evidenza, non riescono a cambiare" e tu cosa puoi fare per aiutarli? ... nulla. Perseverare pazientemente sulla strada della ragionevolezza e sperare che prima o poi qualcuno veda come hai fatto tu.
Avatar utente
By mauropud
#47536
SteG73 ha scritto:
bactabeven ha scritto:NO. Non è fede. Fede è credere in qualcosa di non dimostrabile. Qui parliamo di SCIENZA. Risultati visibili e tangibili. Non parliamo di dogmi religiosi.


Esatto! Qui si parla di scienza VERA! :D

Quella "di moda" oggi si fonda in realta' su dogmi e chi la mette giustamente in discussione viene ostacolato in ogni modo.
Avatar utente
By luciano
#47546
Foca ha scritto:Come fai Luciano, ad accettare (senza starci male) che i tuoi figli siano onnivori? :roll:
Perché la frustrazione non viene dal fatto che un figlio sia onnivoro e non voglia cambiare le sue abitudini, ma dal fatto che il genitore vorrebbe che il figlio facesse come il genitore vuole.

Se accetti che tuo figlio sia ciò che lui vuole essere, forse un giorno cambierà, ma se in cuor tuo lo vorresti diverso da come è, sarà più difficile che cambi. Per cambiare bisogna prima accettare le cose come sono.

Se poi non cambiano, è comunque una scelta della persona e va accettata.
Gli ultimi del contadino

Sinceramente no, anche perchè vivendo in un condom[…]

Diario di Narayani

Credo fosse eccessivamente gelata.

Molto bella la tua esperienza grazie!

La panoramica di Ienk

Dopo la panoramica ho rimosso tre delle 5 amalgame[…]

Libri di Arnold Ehret