Arnold Ehret Italia

Discussioni su Arnold Ehret e l'Ehretismo. Possono partecipare tutti gli utenti iscritti che hanno letto il libro sulla "Dieta Senza Muco".
Non c'è posto per commenti su ideologie politiche, disinformazione, ecc, che possono trovare posto su altri siti pertinenti. Questo è il forum della dieta di Ehret.

Moderatori: luciano, Moderators

By syncster
#3802
Ragazzi vi capita anche a voi di non avere "voglie sessuali" quando mantenete un regime alimentare senza muco?
Avatar utente
By luciano
#3804
syncster ha scritto:Ragazzi vi capita anche a voi di non avere "voglie sessuali" quando mantenete un regime alimentare senza muco?

Veramente a me non sono mai mancate, prima e dopo la dieta senza muco.

Comunque sono sempre state sotto controllo, nel senso che non devo andare a cercare una donna perché non posso trattenermi o cose del genere.

In più per me è diventata una difficoltà, perché non riesco più a fare sesso con una donna "piena di muco".. senza offesa, è un fatto che mi è successo.
Avatar utente
By luciano
#3812
Silver ha scritto:Anche io come Luciano o una certa tendenza verso donne magre, con una bella pelle, occhi accesi, etc. ...con poco muco insomma.


Non vorrei essere stato frainteso.

E' da molto tempo che il sesso in sé, separato da un'attrazione per le qualità e peculiarità dell'essere che incarna una particolare donna, non mi interessa.

Fra altre, ho una certa sensibilità olfattiva e ho notato che, in una stretta vicinanza con una donna onnivora o che comunque introduce carne e latticini nella sua dieta, il suo corpo esala, anche se a un livello non facilmente percettibile, gli odori di quegli alimenti, e allontanano in me il desiderio di avere un rapporto sessuale, se mai mi fosse comparsa l'idea.

In questo modo va inteso <i>non riesco più a fare sesso con una donna "piena di muco"</i> come ho scritto nel mio primo post di questo thread. Ammetto che avrei dovuto essere più esplicito per rendere più chiaro il mio pensiero, e spero che questo post possa permettermi di farlo, in un campo abbastanza complesso come quello delle relazioni fra uomo e donna.
Che uno sia grasso o magro non dipende sempre dalla presenza di muco nel senso in cui viene comunemente inteso. Ho notato che anche se ero da parecchio tempo sulla dieta di transizione e poi su quella senza muco a volte addirittura accumulavo peso.

Il motivo l'ho compreso da poco, sebbene Ehret lo dica chiaramente, ed è dovuto alla mancanza di esercizio fisico e al mangiare in eccesso, anche se solo frutta e verdura, il che comporta un accumulo di grasso che è comunque diverso da quello prodotto dall'alimentazione onnivora, e scende rapidamente facendo esercizio, un digiuno e mangiando porzioni più piccole.

Un corpo alimentato correttamente prima o poi, questo dipende dalla costanza dell'individuo, dalla sua consapevolezza e da quanto è libero da emozioni negative, assumerà una forma armoniosa, le cui proporzioni sono armonizzate con quelle della creazione dell'universo.

Viene comunque definito magro perché la maggioranza della popolazione è sovrappeso, ritenendo questo normale. (Normale è un termine relativo, il cui valore viene stabilito dalle maggioranze. In un mondo di pazzi, la persona sana di mente sarebbe anormale)

Quindi il parametro grassa/magra non è da me usato per valutare la scelta di una compagna, come erroneamente mi si attribuisce nel post precedente, ma sono interessato alle qualità e alle sue particolari caratteristiche che esprime, indipendentemente da come sia al momento il suo corpo. Poi nel caso che decida di adottare una dieta corretta e tutto il resto, allora il discorso si può ampliare fino ad includere il sesso.

Anche grandi esseri possono cadere nella rete della conformazione sociale del "E' necessario mangiare di tutto per dare al corpo tutti gli elementi necessari...ecc. e ritrovarsi con un corpo che non è attraente.

Se poi comprendono il valore della dieta senza muco e l'applicano, si ritroveranno anche con un corpo armonioso da aggiungere alle loro qualità.
Avatar utente
By luciano
#3815
Silver ha scritto:Tu sai qualcosa di più sulla barba?

C'è qualcosa su materiali inediti di Ehret:
Arnold Ehret ha scritto:Tragicamente, la tendenza e l’accettazione sociale di corpi e visi grassi aumenta drammaticamente nella nostra società. È l’evoluzione del brutto e del patologico.

Ugualmente strano è il fatto che questa tendenza verso l’obesità non solo è considerata come bella, ma generalmente si pensa che sia indice di salute perfetta. E’ invece esperienza di tutti giorni che le persone snelle e giovanili sono in tutti i sensi più resistenti e più spesso raggiungono la vecchiaia. Lo studioso Mantegazza fece notare che il tipo magro è superiore al tipo grasso per forza e resistenza, ma non sapeva perché.
I motivi sono evidenti.

Mostrarmi una persona obesa di 80 o 90 anni, malata di tubercolosi che possa riacquistare di nuovo la salute, continuando a mangiare allo stesso modo. Come può essere spiegato che la maggior parte della persone che raggiungono e superano i 100 anni viene riscontrata nei paesi più poveri, che la scienza considera "denutrite”? Se le persone sovrappeso della nostra società non muoiono all’apice della loro vita per un attacco di cuore, apoplessia o edema, inizia un graduale deperimento e l’appetito diminuisce.

La pelle del viso eccessivamente allungata sarà piena di rughe, a causa della perdita della giovanile elasticità, per carente affluenza di sangue sano, per non accennare alla minima esposizione alla luce del sole. Quello che succede poi è che si cerca di trattare localmente la pelle afflosciata con le moderne lozione e polveri. Assurdo! Nel frattempo, la dignità e la bellezza naturale del volto, la carnagione pulita e sana, la forma naturale degli occhi limpidi, l’espressione aggraziata e il colore delle labbra, tutto invecchia e abbruttisce.

Perché? Perché nel corso della vita, nel tratto gastrointestinale si accumula il muco, origine e causa di tutti sintomi, delle malattie e dell’invecchiamento. Le "belle guance paffute” sono una manifestazione di questa costipazione che diventa evidente ogni volta che si ha il naso che gocciola.
Ora mi riferirò al sintomo più importante e più evidente dell’invecchiamento, i capelli grigi e la perdita di capelli. Devo dedicare un intero capitolo al soggetto perché questo fenomeno è collegato solitamente uno dei più grandi turbamenti che il passare degli anni arreca alle persone. Neppure la scienza ha risolto questo puzzle.

Ora che ci siamo abituati al taglio corto dell’uomo moderno e all’aumento dei casi di calvizie precoce, nemmeno ci accorgiamo della mancanza di estetica e di armonia che questo spettro dell’aspetto umano ci presenta. Stiamo parlando dell’Uomo, "la corona della creazione”, intellettuale ed estetica, derubato della sua chioma, un suo ornamento naturale.

"Teschi viventi” sarebbe il termine migliore per le teste del giorno d’oggi, senza capelli, senza barba e pallidi! Prova solo ad immaginare calva la donna più bella! Quale uomo non scapperebbe via atterrito? Chi desidererebbe una statua di marmo di un uomo moderno, con suoi baffi di taglio geometrico senza barba e con i suoi vestiti moderni, che si distinguono da tutti i vestiti di tutti i secoli passati per l’uniformità insipida? Davvero consideri tutto questo come bello?

Devi capire il collegamento filosofico e storico tra il gusto, i vestiti, l’architettura e la scultura come linguaggio simbolico dell’intelletto in un periodo culturale particolare, per renderti conto di quanto sia veramente allarmante questa deformazione delle persone. L’uomo, secondo le leggi della Natura, dovrebbe essere in assoluto la creazione più bella e sublime della natura.

Naturalmente comprendo l’utilità pratica della barba accorciata e della testa tosata degli uomini moderni. La diffusa mancanza di bellezza e di estetica dei capelli e della barba è diventata abbastanza comune da favorire la rasatura e l’uso di macchinette per tagli di precisione millimetrica. In questi tempi di uniforme appiattimento, si preferisce tagliare quegli organi odoriferi e rivelatori piuttosto che ostentare dei capelli brutti, lanuginosi ed irregolari come prova vivente di un aspetto poco lusinghiero della razza. Tenendo conto di questo, il maltrattamento dei capelli fa senso.


E di più specifico:
Arnold Ehret ha scritto:Questo spiega anche perché alcune creature sviluppano peli in aree particolari durante la pubertà o durante il periodo dell’innamoramento (chiamati "peli o piumaggio dell’innamoramento”). Gli esseri umani sviluppano i capelli, la barba ed i peli pubici e sotto le ascelle durante la pubertà. Questi peli svolgono un ruolo importante nel corteggiamento, perché l’organismo conosce molto bene, almeno istintivamente, la sua importanza. (Un vecchio detto per le ragazze è: Un bacio senza barba è come una minestra senza sale.)
Ultima modifica di luciano il 4 maggio 2007, 14:26, modificato 1 volta in totale.
By syncster
#3816
grazie per la vostra testimonianza ragazzi..il fatto è che da quando sto seguendo la dieta di transizione e ultimamente quella senza muco (tranne qualche volta che sgarro) non ho piu diciamo la voglia "morbosa" che nella nostra società viene considerata "normale" anche quando è presente un giorno si e uno no.
Non so se mi sono spiegato bene..cioè non è che che con la dieta senza muco mi è venuta a mancare la voglia ma è proprio un discorso di frequenza
Avatar utente
By luciano
#3817
syncster ha scritto:Non so se mi sono spiegato bene..cioè non è che che con la dieta senza muco mi è venuta a mancare la voglia ma è proprio un discorso di frequenza

La frequenza dipende da diversi fattori.

C'è l'atto sessuale che viene fatto ad ogni occasione spinto da cibi stimolanti e non accompagnato da sentimenti, che io chiamo "masturbazione in vagina". e che ha la sua controparte femminile, che viene etichettata ninfomania.

C'è l'atto sessuale poco frequente perché si è avvelenati da tossine o stressati.

C'è anche l'atto sessuale poco frequente perché il corpo non lo richiede se non quando l'individuo crea mentalmente l'eccitazione.

Ma questo comunque è un discorso che non si può esaurire in un post.

In natura nessuna specie allo stato selvaggio fa così tanto sesso come l'uomo. Gli animali usano il sesso solo per procreare. Una volta gravida la femmina non si lascia più avvicinare, non solo fino alla fine del parto, ma anche fino a quando ha reso i suoi cuccioli indipendenti.

L'essere umano abusa del suo libero arbitrio spingendo oltre misura delle funzioni, come la procreazione, fino all'eccesso.

La dieta senza muco riporta la persona che la pratica verso una maggiore naturalità, incluso l'attività sessuale.
By sibilla
#3836
Su ltema delle pulsioni sessuali aggiungo la mia, benchè sia un po' titubante ad associare alla dieta altri aspetti della mia vita non direttamente connessi.

Diciamo che i tempi sono cambiati, e così mentre sul piano dell'alimentazione le cose stanno prendendo la piega che sappiamo, la stessa energia, guardacaso (per chi NON crede al caso ;-), ha inaugurato uno strabiliante periodo di risoluzione dei vari destabilizzanti eccessi che mi hanno accompagnata negli ultimi anni.
Ci sono varie ragioni per questa svolta che è avvenuta da un giorno all'altro (dal giorno del mio compleanno!!), tutte in grado di motivarlo, ma io non credo al ' o questo, o quello', quanto piuttosto a 'e questo, e quello'. Così penso che non importa se è ehret ad aver liberato questa espansione, o se è stata l'energia dell'espansione che ha chiamato l'ehretismo nella mia vita: la realtà è che ho smesso di bruciare energia in rapporti vuoti e compulsivi, più o meno da quando ho incominciato a modificare la mia dieta in senso ehretista.

:-)
Avatar utente
By luciano
#3851
sibilla ha scritto: Così penso che non importa se è ehret ad aver liberato questa espansione, o se è stata l'energia dell'espansione che ha chiamato l'ehretismo nella mia vita: la realtà è che ho smesso di bruciare energia in rapporti vuoti e compulsivi, più o meno da quando ho incominciato a modificare la mia dieta in senso ehretista.

:-)
La dieta da sola non fa nulla se non depurare l'organismo e quando questo arriva a un certo punto possono insorgere dei disturbi che sembrano effetti negativi della dieta quando in realtà sono effetti delle convinzioni del singolo individuo.

Hai smesso di bruciare energia in rapporti vuoti e compulsivi e hai conosciuto la dieta di Ehret perché le tue esperienze ti hanno spinto a trovare una risposta ai tuoi turbamenti e quindi hai iniziato un percorso di ricerca. Ti auguro di continuarlo, le mete sono degne e le gioie sono al di sopra di qualunque piacere sensoriale.
Un abbraccio. :D

Beh estrarre un incisivo per creare spazio è prop[…]

Infatti ho detto che si rischia, non che tutti lo […]

AVOGADO TOSSICO?

Quello sempre, anche se bisogna poi vedere se sia […]

Grazie OPT! :D I tuoi post sono illuminanti. Dimo[…]

Libri di Arnold Ehret