Arnold Ehret Italia

Questa è la sezione dove ci si presenta. Prima di farlo, leggi attentamente la guida che vedrai quando aprirai il primo argomento.

Moderatore: luciano

Regole del forum: 1. Prima di tutto, leggi il Regolamento. In questo modo saprai come ci si comporta in questo Forum, al fine di avere un'esperienza piacevole per tutti gli utenti.

2. INCLUDI il tuo nome o nome utente NEL TITOLO del tuo primo post in questa sezione.
Appena arrivi su questo sito, fai sapere qualcosa di te, perché ti sei iscritto, se hai letto e studiato i libri di Ehret e quali. Leggi altro sui libri qui.

Qui può postare ogni iscritto, solo post pertinenti alla propria presentazione, nelle altre sezioni occorre aver prima letto e soprattutto studiato il libro Il Sistema di Guarigione della Dieta Senza Muco.

RIPETO: Ricordati di mettere il tuo nome o nick nel titolo del tuo primo post di presentazione. Continuo a vedere "Ciao a tutti!" "Nuovo arrivato!" e nella ricerca diventa poi difficile trovare chi l'ha scritto. Esempi di corretta presentazione: "Ciao a tutti da Mario", "Nuova arrivata - Maria85".
Avatar utente
By Karmen
#3901
Sono ben felice di essere capitata per caso in questo sito. O meglio, il caso non esiste e quindi è proprio di questo che avevo bisogno!!!
Ho 42 anni e mi sento bene con me stessa e con il mondo.
Sono quasi vegetariana e sono capitata qui xchè stavo cercando di capire tramite internet, visto che la medicina ufficiale non mi ha soddisfatta, del perchè nonostante il poco cibo che ingerisco continuo ad ingrassare e la mia cellulite peggiora sempre più. Inoltre ho due fibromi uterini che si stanno ingrandendo parecchio.
Ho deciso di comprare il libro e l'ho letto. Mi è piaciuto in modo notevole e mi sento in sintonia con tutto quello che il Prof. Ehret ha insegnato.
Ho capito alcuni errori che continuo a fare: ovvero mi stò riempiendo di muco tutti i giorni!!!
Vorrei cominciare la dieta proposta ma vorrei chiedere delle informazioni prima di iniziare per capire bene come iniziare.
Ovvero: nel libro propone la dieta di transizione con praticamente 8 settimane. In pratica dovrei cominciare con queste, giusto? Devo però utilizzare lo "specchio magico" e fare 3 o 4 gg di digiuno prima? E poi come si prosegue?
Sono domande che forse qualcuno ha già fatto e mi dispiace farvi ripetere.
Ma non sò dove cercare.
Sono molto entusiasta e vorrei iniziare presto, cercando ovviamente di non creare delle situazioni errate, e quindi vi chiedo gentilmente una mano.
Vi ringrazio molto e sarà mia premura informarvi tramite il forum dei miei cambiamenti. E se avrò bisogno di conforto, farò lo stesso!!!
Ciao a tutti e un ringraziamento dal profondo del cuore a Luciano Gianazza che ha reso pubblico queste informazioni così utili per tutta l'umanità.
Avatar utente
By arca
#3904
Ho capito alcuni errori che continuo a fare: ovvero mi stò riempiendo di muco tutti i giorni!!!

Ciao Karmen,
benvenuta a bordo!
Con questa frase che hai scritto dimostri di aver già avuto una grossa comprensione di quali siano le cause alimentari che in un modo o nell'altro provocano ostruzioni e danni al nostro organismo.
A pagina 46 lo specchio magico viene definito come diagnosi sperimentale che ti mostra l'entità del danno e se correggerlo con una dieta di transizione o con un gradiente più aggressivo.

Ma poiché tu già descrivi di alcune patologie, sarei dell'idea di evitare gradienti ripidi e di intraprendere direttamente una dieta di transizione la quale deve divenire sempre più di transizione nel caso accusassi di particolari fastidi. In definitiva, più cose entrano in circolo, meglio è alleggerire l'impatto della transizione per evitare inutili e sgraditi disturbi.
L'errore che non si deve mai compiere è quello di auto-intossicarsi con le proprie tossine nel caso in cui si dovesse avviare un processo di eliminazione troppo violento.
La cellulite è il deposito delle scorie acide che la donna utilizza nella zona delle anche, delle cosce e del bacino, insieme alla parte superiore delle braccia (sotto, nella zona opposta al muscolo). Una lenta, ma efficace eliminazione delle scorie per mezzo di un corretto apporto di sostanze nutrienti fresche e vive, porterà ad una rimozione di questi depositi in quanto favoriranno il loro disciogliersi con la conseguente eliminazione.
In molti casi oltre ai tessuti adiposi, anche i contenuti idrici necessari a tenere in soluzione le scorie per diminuirne il potere aggressivo, si ridurranno, portando ad un effettivo miglioramento della questione cellulite ed edemi.

Spero di esserti stato d'aiuto circa le tue richieste, ma se hai altro da chiedere, scrivi.
Arca
Avatar utente
By Karmen
#3905
Grazie della tua repentina risposta!!!
Hai colpito nel segno: la mia preoccupazione è proprio come dici tu dinon commettere "L'errore che non si deve mai compiere è quello di auto-intossicarsi con le proprie tossine nel caso in cui si dovesse avviare un processo di eliminazione troppo violento".
Quindi che devo fare??? Io vorrei cominciare subito con la dieta di transizione delle 8 settimate spiegata nel libro con le indicazioni di cosa mangiare direttamente dettate dal Prof. Ehret. Va bene così??? O ci sono altre indicazioni da seguire???
Il fatto è che nel libro il Prof. Ehret dice che se non si sa come disintossicarsi, cibi che in realtà dovrebbero fare bene vanno addirittura ad aggravare la situazione.
Ho visto che Luciano dice sempre di leggere meglio il libro. Mi piacerebbe solo avere conferme da chi ha già praticato questa dieta.
Grazie per la tua risposta e un abbraccio!!! :wink:
Avatar utente
By arca
#3907
Quindi che devo fare??? Io vorrei cominciare subito con la dieta di transizione delle 8 settimane spiegata nel libro con le indicazioni di cosa mangiare direttamente dettate dal Prof. Ehret. Va bene così??? O ci sono altre indicazioni da seguire???

Attendi ancora un giorno in più ed effettivamente rileggi il libro per avere una migliore comprensione che ti possa consentire di fare i giusti passi.
Ricorda che, alla fine, sei tu che durante la transizione ti accorgerai se aumentare in cibi senza muco poiché ti sentirai un po' più intossicata al fine di rallentarla.
Con una migliore comprensione dei dati di Ehret, riuscirai con tranquillità a bilanciare meglio l'apporto alimentare necessario.
Avatar utente
By Karmen
#3910
Sono d'accordo con te, certamente. L'unico problema è che devo disimparare tutto quello che ci è stato spiegato come la VERITA'.
Il bisogno di conforto non è mancanza di decisione.
E' solo dovuto al fatto che sono ormai 20 anni che cerco una soluzione alle mie problematiche.Il sovrappeso che mi porto dietro è davvero pesante (peso più di 100 kg!), i problemi anche alle ginocchia iniziano ad essere frequenti e altro ancora.......
Dopo questi 20 anni di ricerca, con visite su visite, letture su letture, prove di svariati metodi alimentari, il fatto di ritrovarmi tra le mani un libro dove un uomo con un pensiero semplice ma ma molto profondo ti sbatte sotto il naso una modalità altrettanto semplice ma così efficace sinceramente mi ha un pò frastornata.
Ricerchiamo sempre le cose complicate con la falsa speranza che siano più concrete.
Quando vieni a contatto con una cosa così semplice pensi ....... ma è proprio così??? O ho capito male io?
Rileggerò sicuramente il libro. Penso che in fondo debba essere rivisitato ogni volta che vogliamo rinfrescarci la memoria.
E capisco che rispondere sempre le stesse cose a tutte le persone che vengono in contatto per la prima volta con questo sistema può essere per voi gravoso.
Ti ringrazio per la tua disponibilità.
Userò questo forum per informare di tutti i miei miglioramenti o peggioramenti e spero di trovare in voi un conforto come ho già visto da vari messaggi scambiati fra di voi.
Un abbraccio!!! :lol:
Avatar utente
By luciano
#3912
Ciao karmen,
benvenuta sul forum di Arnold Ehret! :D

Dici bene, il caso non esiste, se sei "capitata" qui è perché sei alla ricerca di qualcosa, e se ti fermerai è perché sei vicina a trovare quello che cerchi veramente, al di là del risolvere la malattia.

Occorre capire esattamente cosa si intende per controllo del processo di disintossicazione.

Se attraversi la giungla, non torni sui tuoi passi per delle zanzare che ti punzecchiano, ma sarebbe saggio farlo nel caso che un leone ti ferisse di striscio con una zampata, in modo da attrezzarsi meglio o riposare per affrontare meglio le difficoltà.

Il processo deve "mordere", e si può sperimentare del disagio, che se è sopportabile, la cosa da fare è continuare, non retrocedere. Altrimenti si resta in transizione per sempre. Se però stai troppo male occorre retrocedere, ma senza scappare ad ogni puntura di zanzara.

Tutto questo comunque è soggettivo, ognuno ha la propria soglia oltre la quale il sopportabile diventa insopportabile.

Inoltre occorre liberarsi del mito della malattia grave o incurabile e metterla sullo stesso piano del raffreddore: entrambi sono sintomi della stessa causa.

Il padre di una mia amica, che viveva fra le montagne del Tirolo, non aveva alcuna malattia, solo periodiche bronchiti e polmoniti, con grandi espettorazioni di catarro, "a causa del freddo montano". Avendo delle mucche nella sua malga, era un gran consumatore di latte e formaggi. L'ultima volta che si "ammalò", gli facevano bere un sacco di latte per "sostenerlo" nella sua lotta contro la malattia.

All'ospedale gli aspiravano il catarro, inserendogli un tubo nella trachea, che proveniva dai bronchi.
Ma non riuscirono a fare molto perché alla fine questo muco salì riempiendo le vie respiratorie fino a soffocarlo. Il corpo cercava di eliminarlo, ma continuavano a fornirgli materia prima per ricrearlo.

Non aveva tumori o tessuti in degenerazione, si è fatto fuori con del semplice muco.

Con questo intendo dire che visti con gli occhi di un ehretista, il muco o un cancro sono allo stesso livello.

Il secondo è incurabile per la scienza ufficiale, e quindi infonde paura nel paziente e nella società in generale. E nel caso appena descritto, ha lasciato che un raffreddore "curato" con farmaci diventasse la causa della morte del paziente.

Rendendosi conto che anche le cosiddette malattie gravi sono solo sintomi e che possono guarire con la dieta al pari di un raffreddore, con i dovuti tempi naturalmente, la paura dovrebbe spegnersi. Se questo avviene, la dieta senza muco viene praticata al meglio.

Ritornando a <i>cosa fare</i>, io inizierei a eliminare i latticini e a diminuire i farinacei e starei a vedere cosa succede, continuando fino a dei visibili miglioramenti, tenedo conto di quanto esposto sopra.

In questa fase farei ogni giorno un clistere, ripetuto se non sembra che abbia svuotato granché.

Il clistere è <b>fondamentale</b> all'inizio e libera velocemente le tossine dal colon, spesso fonte di mal di testa e malessere generale.

Facci sapere, aprendo un post nella sezione appropriata, qui siamo già OT, ci si dovrebbe solo presentare e fornire informazioni sul proprio stato di salute, se lo si desidera. Le richieste di aiuto, consigli ecc. vanno in altre sezioni. :wink:
Avatar utente
By Karmen
#3917
Grazie Luciano,
per la tua risposta!!!!!
Non tornerò indietro per una zanzara ma starò attenta se il leone mi darà una zampata..... tutto molto chiaro.
Grazie per i tuoi consigli e giustamente mi sposterò in altra sezione per darvi informazioni sui miei OVVI progressi.
Un abbraccio!!! :wink:
Avatar utente
By Karmen
#3926
Grazie Silver del Benvenuto!!!
Ho visto che siete una bella famiglia e questo mi fa molto piacere.
Mi sento a casa.
Avrò bisogno del vostro aiuto e sento che potrò contare su tutti voi.
E naturalmente spero presto di poter essere d'aiuto ad altri, che vorrà dire che sarò diventata una Ehretiana ormai collaudata!!!
Un abbraccio e buona salute a tutti!!! :D

Congratulazioni per la perdita di peso e per la t[…]

Panoramica Matteo

Bene, ho tolto il 26(devitalizzato) e il 28 una se[…]

Diario di Narayani

Poi basta perché ogni volta che entravo in piscin[…]

Gli ultimi del contadino

Mai provato a essiccarli al sole? Non ho mai pr[…]

Libri di Arnold Ehret