Arnold Ehret Italia

Per quanto la dieta di per sè, disintossicando il corpo ed eliminando il muco, alla fine risolve alla radice, lungo la strada può essere utile l'utilizzo di decotti o tisane indirizzati all'espulsione di specifiche tossine e veleni, come i metalli pesanti, tanto per fare un'esempio.

Moderatore: luciano

Avatar utente
By gabriella
#49686
Penso sia un'alternativa al kefir. E' ricco di fermenti e completamente vegetale.
Ho trovato la ricetta sul libro di Carlo Guglielmo " il grande libro dell'ecodieta".

Tre tazze di cavolo cappuccio tagliato a pezzetti e due tazze di acqua.
Si frulla tutto riducendolo il più possibile. Si mette in un barattolo di vetro coperto con una garza e lo si lascia a temperatura ambiente per tre gg.

Passati i tre gg. si filtra e lo si tiene in frigo bevendone mezzo bicchiere durante i pasti principali. E' venuto bene quando ha un sapore un po' acidulo e leggermente frizzantino. Se ha un cattivo odore troppo forte é invece meglio buttarlo.

Per fare il successivo : 3 tazze di cavolo + 1 e mezza di acqua + 1 quarto di rejuvelac pronto, da lasciare maturare solo per un gg e via di seguito.

Io lo sto provando ma forse é un po' presto per dire : sicuramente é molto più gradevole del kefir. Bisogna verificare se è ugualmente efficace.

Gabriella
By ikxikx
#49706
Gabriella ma il Rejuvelac non viene fatto con i cereali germogliati?

Questo ha le stesse proprietà?
Avatar utente
By gabriella
#49720
non sapevo che il rejuvelac fosse fatto con i cereali germogliati : io conosco solo questo, che è più un integratore di fermenti che altro.
A me sembra buono, ma sull'efficacia non posso ancora pronunciarmi perchè lo sto prendendo da poco.
Mi piacerebbe confrontarmi con qualcun'altro che abbia voglia di fare quest'esperienza.
ciao

gabriella

Congratulazioni per la perdita di peso e per la t[…]

Panoramica Matteo

Bene, ho tolto il 26(devitalizzato) e il 28 una se[…]

Diario di Narayani

Poi basta perché ogni volta che entravo in piscin[…]

Gli ultimi del contadino

Mai provato a essiccarli al sole? Non ho mai pr[…]

Libri di Arnold Ehret