Arnold Ehret Italia

Qui si possono proporre ricette della Dieta Senza Muco e di Transizione

Moderatore: luciano

By luciaca
#49861
ciao raffaele, forse dirò una banalità ma credo che l'importante sia leggere e rileggere i libri di ehret e farne propri i principi, il forum serve da supporto e condivisione. sei stato perfettamente in grado di capire che il latte di avena suggerito va bene in transizione e ma non nella dieta senza muco e in base a questo sei perfettamente in grado di valutare se per te, nella fase in cui sei, va bene o meno. e così chiunque con un minimo di buon senso si trovasse a leggere questa informazione dopo aver letto il libro. quindi non vedo il senso di una sezione "certezze"....
per quanto riguarda il latte (esattamente come per la carne e le uova) il mio parere, dal mio punto di vista sia ehretista che vegano, perchè scusa ma a volte le due cose coincidono, è che non bisogna cercare alimenti sostitutivi ma diminuirne gradualmente la consumazione fino ad eliminarli completamente.
ehret consiglia la non colazione con succo di limone, ma se ti sembra troppo puoi bere spremute d'arancia o centrifugati. da ex drogata di latte ti assicuro che non ci vuole niente a cambiare abitudine e scoprire che è molto più appagante :D
Avatar utente
By robyvac
#49862
Ciao Raffaele, personalmente ritengo che il tuo bisogno di chiarezza sia più determinato dalla sfiducia e dalla scarsa predisposizione a sperimentare su di te la veridicità delle affermazioni e dei consigli.

Se anche Luciano aprisse un post intitolato "verità" dovresti poi necessariamente sperimentare su te stesso se questa ipotetica verità assoluta è l'applicabilità nel tuo contesto relativo personale. E per questo tutto ciò che può essere condiviso in questo forum sono informazioni e indicazioni, spetta a te decidere cosa prendere e cosa scartare.

Nei libri di ehret è contenuta ogni risposta ad ogni tua domanda in modo chiaro ed esauriente, non tanto nei particolari della dieta quanto sul funzionamento del corpo e le inesattezze confutate a riguardo.

Tu vuoi l'impossibile a parer mio, ovvero la cosiddetta"verità assoluta", non vuoi permetterti di sbagliare, quindi di imparare, trascurando che il percorso che si intraprende con il sistema è un viaggio alla scoperta di se stessi e del proprio funzionamento, e questo non va fatto intellettualizzando o in via meramente concettuale, ma sul piano pratico e sperimentale(fatti, non parole). Tu invece cerchi la verità nelle parole, e ciò genera confusione in te.

Sei tu ad essere confuso e a non recepire bene il valore di ciò che viene condiviso con te sul forum, non gli altri che devono fare chiarezza.

Nessuno sa come sei fatto tranne te , e nessuno può vivere la vita per te, quindi sta a te verificare, provare, sbagliare, correggere, comprendere, e a nessun altro.

In più non puoi sapere se la tua transizione sarà "mooooolto lunga", ma il fatto che tu lo ipotizzi mi fa supporre che la tua intenzione di "guarire" sia piuttosto flebile, e di conseguenza sarai solo tu a rendere lunga la transizione.

Anche la percezione della lunghezza nel tempo è soggettiva, per me che ho sofferto per 20 anni cosa sono 2 anni di dieta di transizione? Una passeggiata direi, anzi, non pensavo di cavarmela in così poco tempo, ma a te probabilmente sembrerebbe una vita :D

Non domandarti cosa mangerai da ehretista, diventa prima ehretista e solo allora scoprirai cosa mangiare :D

Il TARGET è la dieta senza muco, ovvero sola frutta e verdura a foglia verde non amidacea, la salute e il benessere nonchè la vitalità verranno di conseguenza. Quindi elimina progressivamente tutti gli altri alimenti in maniera personalizzata per non avere eccessivi disturbi fino a giungere al target. Non c'è altro.

Le ricette le puoi seguire o no, adottare in transizione o meno, non sono il tuo Target, io le leggo, le apprezzo ma non le utilizzo, quindi che confusione potrebbero mai generare?
Avatar utente
By Raffaele
#49863
Tutto ciò che sostieni è corretto ma non di facile acquisizione e gestione.
La ricerca di alimenti sostitutivi è per me importante poichè sono spesso "affamato" e, in assenza di alternative senza muco, ricado in tentazione.
Per farti esempi concreti e reali relativi a me stesso, ti racconto una mia giornata tipo:
- La mattina mi alzo e mi faccio una spremuta con 2/3 limoni;
- Nel corso della mattinata, non mangio nulla (solo rare eccezioni) e mi
prendo un paio di caffè;
- A pranzo vado a mensa (immaginate cibi grassi e straconditi ... presenti in ogni mensa aziendale che prepara centinaia di porzioni ...): di solito mi limito a prendere un primo piatto poco condito (es. pasta al sugo) e una insalata (cotta o cruda) + frutto;
- Arrivo a casa intono alle 18.00 ... affamato: se mi limito mangio qualche biscotto, uno yogurt ....
- A cena, divoro quel che c'è .... fatta eccezione per la carne che ho ormai eliminato da tre mesi
Nella mia testolina ... frulla e ripensa ... mi sforzo allora di cercare soluzioni alternative e quindi:
- e se al posto di pane e biscotti mi facessi qualche frullato in più nel pomeriggio ? Cosa ci metto ? E al posto del latte ? ....
- E così via ...
Pensa che in questa "transizione", anzichè dimagrire ho messo su 3 kg in quanto, eliminado carne ... mangio più carboitrati.
Insomma credo che moltissimi qui tra noi siano passati da questa fase e si rispecchino (più o meno) in quello che racconto.
Avatar utente
By flib
#49864
Raffaele ha scritto:mi domando cosa mangerò da Ehretista ....


caro Raffaele,
se hai letto i libri di Ehret sai rispondere da solo a questa domanda.

Capisco che all'inizio uno sia un po' confuso, ma come ha detto giustamente luciaca bisogna leggere e RI-leggere i libri di Ehret.

E' inutile cercare cibi e ricette strane, la ns. alimentazione "dovrebbe" basarsi esclusivamente su frutta e ortaggi a foglia verde scuro.
Tutto le ricette che ti puoi inventare con questi elementi, saranno Ehretiste; quelle in cui includerai altri alimenti, non lo saranno. Tutto qui. :)

Proprio la semplicità è allla base del SDGDDSM.

Rileggi però i libri, capirai che anche i cibi dannosi, in quantità limitate, possono non essere così dannosi, tutto dipende da quanto sei "ostruito" e quindi dalla Vitalità del tuo organismo.
Ricorda che durante la transazione Ehret afferma che bisogna "sapientemente" utilizzare, mischiare, alternare, cibi sciogli muco e cibi mucosi proprio per aiutare il processo di "disintossicazione"

Ehret, pur condannando il consumo di carne per via delle cadaverine, degli acidi urici, etc, afferma che un vegetariano che si abbuffa di "muco" (amidi, latticini, etc) può avere maggiori problemi di un mangiatore moderato di carne.

Ricorda anche che l'errata combinazione degli alimenti (es. la frutta al termine del pasto) può essere più dannosa del muco perchè crea fermentazioni e putrefazioni.

Posso solo consigliarti di RI-leggere Ehret, di continuare a consultare questo forum, ma affrontare il tutto con maggiore serenità che non traspare assolutamente dai tuoi interventi :wink:

Alimenti senza muco: Frutta e verdura a foglia verde; incluse le eventuali preparazioni a base di questi cibi

Alimenti con muco: TUTTI GLI ALTRI

Buon proseguimento sulla strada tracciata dal Maesto :)
Avatar utente
By Raffaele
#49866
Nel ringraziarvi, mi permetto di rispondere con una battuta:
Ho letto il libro "Il Sistema di guarigione della dieta senza muco" 6 volte.
Ho inizato la settima. Pensa che ormai scrivo anche appunti sulle pagine e ho pensato di comprarmente un'altra copia da conservare con cura.
Il Digiuno razionale 2 volte.
Gli altri due libri li devo acquistare.
Quando leggo e rileggo sono coinvolto, preso .... ecc., ma quando torno a casa alle 6 .... affamato .... ho bisogno di qualcosa di "alternativo", di qualche ricettina pronto impiego ... !
Avatar utente
By flib
#49867
Raffaele ha scritto:Quando leggo e rileggo sono coinvolto, preso .... ecc., ma quando torno a casa alle 6 .... affamato .... ho bisogno di qualcosa di "alternativo", di qualche ricettina pronto impiego ... !


Inizia a mangiarti una bella insalatona mista, mettici dentro quello che ti piace di più (insalata, carote, pomodori, cipolla, etc) se vuoi farla più saporita aggiungi delle conserve sott'olio (carciofini, melanzane, peperoni, pomodori secchi, etc) oppure dei semi tritati (zucca, girasole, pinoli, mandorle, noci, etc) oppure condisci con una bella cremina fatta con avocado, acqua e succo di limone/lime.
L'utilizzo delle verdure in conserva, suggerito da Ehret, rende tutto molto gustoso e riduce/annulla la necessità di aggiungere sale.

Man mano che proseguirai nel cammino cerca di utilizzare il minor numero di ingredienti mantenendo però un sapore che sia piacevole e appagente.

Ovviamente data la notevole quantità di insalata/verdure a disposizione, puoi alternarle nei vari giorni in modo da avere sempre un piatto nuovo.

Dopo, se avrai ancora fame, ti potrai mangiare un bel piatto di verdure cotte. Ti posso consigliare anche l'utilizzo dei surgelati che sono pratici e permettono di ampliare la scelta. Tanto in questa fase non contano i principi nutritivi, ma la capacità di scioglimento eliminazione del muco. :wink:
Se poi avrai ancora voglia di "sgranocchiare" vai di frutta secca (noci, mandorle, pinoli, nocciole, noci brasiliane, noci macadamia, etc).

Come vedi ti ho composto un menù, secondo me gustoso (applico questo schema per la cena da quasi due anni), che può essere tranquillamente definito senza muco. :)

P.S. può essere utile mangiarsi prima di tutto un paio di frutti a scelta, poi attenderai 20/30 minuti circa prima di cenare durante i quali ti preparerai le prelibatezze (insalata e verdure) :D
Avatar utente
By ursamajor
#49870
..aggiungo che il tuo corpo è abiutuato alla dilatazione dello stomaco data da pasta, carne, bevute durante i pasti ecc..quindi quello che senti è la sensazione di restringimento dello stomaco che inizia a fare pulizia e non vera fame.
Mi rendo conto che le verdure apparentemente non saziano come i cibi cotti, aggiungi allora alimenti fruttosi molto calorici e sazianti tipo banane in quantità, manghi, avocado.. Vedrai che riuscirai a saziarti.
Penserei anche che il corpo ti chiede altra roba forse perchè quella che mangi (ad esempio a mensa) non ha alcun valore nutritivo reale, ma solo apparente.
Per quanto riguarda i frullati, ma anche per altre cose, segui la regola della semplicità, aggiungi acqua ed assapora pienamente il gusto della frutta. La digestione è sicuramente più veloce che con i vari latti e surrogati..
Se vai sulla semplicità vai sicuramente nella direzione giusta, poi con il tempo seguirà la frugalità..
Avatar utente
By robyvac
#49875
Raffaele ha scritto:Tutto ciò che sostieni è corretto ma non di facile acquisizione e gestione.
La ricerca di alimenti sostitutivi è per me importante poichè sono spesso "affamato" e, in assenza di alternative senza muco, ricado in tentazione.
Per farti esempi concreti e reali relativi a me stesso, ti racconto una mia giornata tipo:
- La mattina mi alzo e mi faccio una spremuta con 2/3 limoni;
- Nel corso della mattinata, non mangio nulla (solo rare eccezioni) e mi
prendo un paio di caffè;
- A pranzo vado a mensa (immaginate cibi grassi e straconditi ... presenti in ogni mensa aziendale che prepara centinaia di porzioni ...): di solito mi limito a prendere un primo piatto poco condito (es. pasta al sugo) e una insalata (cotta o cruda) + frutto;
- Arrivo a casa intono alle 18.00 ... affamato: se mi limito mangio qualche biscotto, uno yogurt ....
- A cena, divoro quel che c'è .... fatta eccezione per la carne che ho ormai eliminato da tre mesi
Nella mia testolina ... frulla e ripensa ... mi sforzo allora di cercare soluzioni alternative e quindi:
- e se al posto di pane e biscotti mi facessi qualche frullato in più nel pomeriggio ? Cosa ci metto ? E al posto del latte ? ....
- E così via ...
Pensa che in questa "transizione", anzichè dimagrire ho messo su 3 kg in quanto, eliminado carne ... mangio più carboitrati.
Insomma credo che moltissimi qui tra noi siano passati da questa fase e si rispecchino (più o meno) in quello che racconto.

Intanto potresti diminuire l'aggressività dell' eliminazione mattutina, sinceramente penso che 2/3 limoni per una persona che mangia come te siano un pò eccessivi, Ehret ne parla come caso eccezionale e non lo menziona ne digiuno della non colazione, consiglia al massimo una leggera limonata(quindi allungata con acqua) e una traccia di limone, poi magari limitati ad un caffè solo e inverti l'ordine del pasto in mensa, ovvero mangia prima la frutta, poi l'insalata e poi la pasta, ma se hai letto 6 volte i libri queste cose dovrebbero essere ovvie :D

Inoltre potresti procurarti una centrifuga e sostituire i frullati(se proprio non ti va di allungarli con acqua), tanto da saziarti e ripulirti contemporaneamente. E poi quello che ti è stato consigliato da flib e ursa sono ottimi suggerimenti. Non vorrei essere ripetitivo, ma il resto dipende da te :D
Avatar utente
By Raffaele
#49876
Ok mille grazie. Soprattutto dei suggerimenti e dei Re-indirizzamenti.
Per la mensa non è facilissimo mangiare prima la frutta e poi il resto ... attendendo 20 minuti. I motivi, apparentemente futili, sono i seguenti:
- Tempo assegnato per il pasto: 20 minuti
- Colleghi che domandano in continuazione ...
- Formalismi e convenevoli propri della mia organizzazione (forze armate)
Avatar utente
By flib
#49877
Cerca di fare uno spuntino di frutta prima della pausa pranzo. Quando i colleghi si prendono il caffè tu potresti mangiarti un paio di mele, oppure una banana, un paio di arance, scegli tu! :)

In alternativa una spremuta di arancia o di pompelmo. Un caffè d'orzo, ma anche un succo di frutta industriale, almeno inizialmente, saranno dei validi sostituti, forse meno dannosi del caffè.
Ogni tanto un caffè te lo puoi anche concedere, sarai tu stesso che dopo un po' di tempo non lo bramerai più.

In pausa pranzo, se hai fatto degli spuntini di frutta prima, basterà una bella insalata mista di sole verdure (evita quelle con tonno, mozzarella, priosciutto).
Ogni tanto concediti pure un primo con verdure (pasta al pesto, risotto, etc) o una pizza vegetariana (senza mozzarella, vedrai che buona) così ti sentirai comunque appagato. :wink:

Il prossimo post che scriverai dovrà sprizzare felicità per il nuovo regime alimentare "povero di muco" :)
Avatar utente
By Antishred
#49890
Ciao Raffaele, capisco la confusione!

Noi possiamo darti mille consigli, ma è molto più soddisfacente prendere decisioni e sperimentarne l'efficacia su noi stessi, come ha detto l'altro Amico del forum. Per esempio, sono appena uscito da una febbre a 39 costante con un giorno di digiuno, molto riposo, molta acqua, impacchi e tanto amore dalla mia meravigliosa compagna. Ho deciso io di non prendere nulla, ma è stata una sperimentazione!

Riguardo a quello che hai scritto e all'organizzazione della tua giornata, se mi permetti ti vorrei dare qualche spunto su come possibilmente organizzarti i pasti, cercando di bilanciare combinazioni giuste, cibi salutari e appagamento del gusto (che ci vuole, se senti che ti dà ancora soddisfazione :) ).

Secondo me puoi fare così:

- Mattino: Frutta a volontà di uno o due tipi, tipo mele e arance o mele e banane o banane e datteri secchi o banane e fichi secchi o uvetta.

- Metà mattinata: Spremuta d'arancia che ti puoi preparare la mattina o la sera prima, conservata in un termos che non permetta alla luce solare di passare, riempito fino all'orlo e chiuso bene.

- Pranzo: verdure crude a volontà e dopo, verdure cotte o patate (con moderazione).

- Pomeriggio: eventuale altra spremuta (se hai voglia di passare le serate a spremere arance ti puoi preparare un altro termos :D )

- Cena: verdura cruda in grandi quantità e poi qualcosa da sgranocchiare che può essere la famosa "fetta di pane integrale tostato" - non fai un torto a nessuno se diventano sei fette di pane integrale tostato :D chi non l'ha mai fatto scagli la prima pietra!!!

La frutta al mattino scoprirai che ti darà molta più energia del caffè, che dà energia apparente. Ancora meglio sarebbe digiunare, che fa RISPARMIARE energia, ma poi i tuoi colleghi ti tartasserebbero di domande se dimagrisci troppo.

A pranzo, piuttosto che mangiare frutta dopo i pasti, lasciala stare, non è la fine, la terrai per quando sarai più pulito e potrai pranzare con sola frutta e non averne disturbo. A quel punto potrai portarti la tua bella frutta da casa o metterti d'accordo con il cuoco (credi che te lo permetterebbero?).

Le spremute sono energia pronta all'uso e qui siamo in molti ad esserci innamorati della spremuta d'arancia, che è veramente degna della tavola di Zeus. Se conservate bene durano tranquillamente 24-36 ore senza ossidarsi troppo.

La sera ti direi di mangiare anche frutta, ma dato che sei a inizio transizione il mio consiglio è proprio una grande insalata mista (raddoppia le dosi di tutto) seguita da qualcosa di spesso e calorico, come patate o cereali o pane tostato, tutto come ne senti il bisogno.

Aspetto una tua risposta :)

Ciaoo
Avatar utente
By Antishred
#49891
Ah! E riguardo al come sostituire il latte . . . forse non hai mai provato il vero latte di mandorla!

Si fa così: la sera metti a bagno due manciate di mandorle e uno o due datteri secchi al naturale.
La mattina prendi il bicchiere del frullatore con le lame a S o le 4 lamette, ci butti le mandorle senza spellarle, il dattero (ricorda di togliere il nocciolo!) e acqua tiepida fino a coprire le mandorle, diciamo due dita in più. Frulla al minimo per un minuto e al massimo per un altro minuto.
Filtra con una garza molto fine, "spremi" e gusta! Le garze si trovano al negozio del biologico :)

Ciaoo
Avatar utente
By Raffaele
#49893
Ciao Anti ... (il tuo nome ?),
grazie mille per la comprensione e i consigli.
Diciamo che man mano mi sto attrezzando ....
Proprio ora torno a casa dopo aver acquistato qualche strumento utile come l'affettatore per carote tipo julienne ... uno spremiagrumi elettrico e una centrifuga moulinex. Prenderò anche un termos come consigliato.
Devo anche "mentalmente" dedicare un po di tempo al giorno per prepararmi delle cosette (certo non posso pretenderlo da mia moglie con tre figli piccoli).
Man mano ci arriverò ....
Faccio solo presente che purtroppo soffro di varie patologie (colite ulcerosa, spondilite, tiroidite, ecc.) e che mi risulta molto difficile sperimentare secondo dettami di Ehret al 100 %. Ad esempio, non sò quanto tempo mi ci vorrà per eliminare medicinali ... e quindi disintossicarmi anche da quelli + ciò che ho accumulato nei decenni. E spesso non mi basta "digiunare" per guarire da influenza ma il mio corpo necessita di essere aiutato da altri medicinali (antibiotico, cortisone...).
Quindi la mia transizione sarò mooolto lunga (rispondo a qualche amico) perchè la mia condizione di partenza è ... come dire ... svantaggiata.
By falco
#49911
Ciao Raffaele, la transizione è sempre una gran confusione, si commettono diversi errori che formeranno il futuro della tua alimentazione.

Quando ho iniziato, non mi sono creato problemi su cosa dovevo mangiare, il mio obiettivo era la salute.

I sapori, il gusto li ho messi in secondo piano, pensando soltanto a come arrivare all'obiettivo, diventare fruttariano e stare bene.

Focalizzato sul mio traguardo, ho scritto il mio piano di marcia, nei primi 2 mesi appuntavo tutto, cosa avevo mangiato a pranzo e a cena, che tipo di sintomi avevo avuto durante la giornata.

2 mesi profondi e pieni di sbagli, pance gonfie e piccole crisi eliminative.

Per approfondire le mie conoscenze ho letto diversi libri come Alimentazione naturale di Valdo Vaccaro, Diventa medico di te stesso di Giuseppe Nacci, La salute attraverso l'eliminazione delle scorie, per non parlare dei 4 libri di ehret, visitato 10ine di siti e scandagliato questo forum in ogni sua parte, sempre per raggiungere il mio obiettivo... guarire e prevenire le possibili malattie del futuro.

Come te, quando arrivavo alle 18 a casa avevo una fame da lupo, avrei mangiato di tutto, così mi sono concentrato su cibi poco mucosi.

Ho mangiato chili di patate al forno e pane integrale tostato in gran quantità, poi con il tempo diminuendo le quantità la fame si è placata.

Leggo in molti post la confusione che attanaglia tantissime persone quando iniziano la transizione, i dubbi e le incertezze sono sempre dietro l'angolo, quello che occorre è fissare un obiettivo, ponendosi delle domande concrete.

Dove voglio arrivare?
Perché lo faccio?
Cosa devo fare per raggiungere il mio obiettivo?

Trovate le risposte, occorre un piano ben pianificato, altrimenti siamo come delle navi che non hanno una rotta.

Scrivete la vostra tabella di marcia

Nel primo mese toglierò questo alimento aumentando la verdura, il secondo mese eliminerò i caffè, ecc. ecc. focalizzati sul vostro obiettivo finale

Questo metodo, senza nessun ripensamento in 5 mesi mi ha portato ad essere fruttariano, spesso mi stupisco dei miei risultati, ma credo che ogni persona possa riuscire nei propri tempi che sia uno, sei, 12 o 24 mesi, l'importante è fissare i propri obiettivi.

Per concludere caro Raffaele mangiare senza muco è semplicemente stupendo e appagante, con il tempo la frutta eliminerà i gusti del cattivo cibo e come per magia il tuo corpo avrà un solo desiderio, FRUTTA!
Avatar utente
By Raffaele
#49912
Grazie mille Falco per i consigli e la testimonianza.
Cercherò di applicarli.
Vi terrò aggiornati
La panoramica di Ienk

Il canino in necrosi è il 43, ho evidentemente sba[…]

Ho letto con interesse la tua esperienza per la pu[…]

Di solito il magnesio viene assorbito meglio, quan[…]

Clisteri o idrocolonterapia

Non ho mai avuto esperienza di idrocolonterapia, m[…]

Libri di Arnold Ehret