Arnold Ehret Italia

Per quanto la dieta di per sè, disintossicando il corpo ed eliminando il muco, alla fine risolve alla radice, lungo la strada può essere utile l'utilizzo di decotti o tisane indirizzati all'espulsione di specifiche tossine e veleni, come i metalli pesanti, tanto per fare un'esempio.

Moderatore: luciano

By SteG73
#50186
Scrivo qui un commento all'ultimo post di Luciano sulle scuole di naturopatia e sulle assurdità che si vedono in giro.

Io sono studente di naturopatia 8), perchè per cercare di aiutare qualcuno (cosa che auspico per il mio futuro) un minimo di riconoscimento formativo ci vuole. Altrimenti la prima domanda che ti fanno è: "scusa ma tu a che titolo mi dici come fare per stare meglio?". :( Domanda legittima!

Poi concordo al 200% con Luciano che davvero riescono ad inventare delle emerite mega stupidate (per essere gentile) sulla frutta e su tutto quello che invece fa stare VERAMENTE BENE negando addirittura ciò che è già noto, come i processi digestivi... mah!? :?

La frutta è un dono del sole e della terra per il benessere degli uomini ... intelligenti. Pensate che io il dentista, per riagganciarmi al post di Luciano, non lo vedo più nemmeno col binocolo :lol: . Basta placca o tartaro (altra forma di muco solido?), basta gengive sanguinanti. Quasi non si sporcano più... mangiando arance e pompelmi a cassette!!! Per chi parla male della frutta non posso avere che compassione e dispiacere, perchè rinuncia alla sua via verso il benessere.

Però voglio fare 2 osservazioni sui naturopati:
    # Non tutte le scuole di naturopatia sono delle fuffologie. Bisogna cercare ed usare soprattutto il buon senso nella scelta. Io ho scelto la SIMO, perchè tra quelle di Milano (sono lombardo) è la migliore (a parer mio, chiaro)
    # Clisteri, idrocolonterapia, ecc. SONO rimedi naturopatici. A rigor di logica, dovrebbe bastare fare i digiuni e la dieta fruttariana (dopo la transizione ovvio) per tornare in forma. Ma anche Luciano si ricorderà il suo post sulla depurazione del fegato, altro trattamento naturopatico.Insomma la naturopatia, come la medicina ha il suo lato oscuro, ma non dobbiamo fare di tutta un'erba un fascio. Anche la naturopatia rientra nel gioco del business, è chiaro, quindi fare attenzione è obbligatorio.
    # Bisogna sempre applicare il modello del martello: "se continui a darti le martellate sul dito, puoi usare tutte le pomate che vuoi, tutte le steccature necessarie, ma il dito sarà sempre rotto e dolorante. Prima di tutto smetti di darti le martellate, dopo puoi aiutare il corpo in un recupero più rapido secondo le SUE leggi." L'alimentazione sbagliata è il nostro martello... la naturopatia non può risolvere il problema se ci si continua a 'martellare il dito'.


Insomma, tutto questo per dire che secondo la mia opinione parlar male dei medici, che in taluni casi ti salvano la vita anche se pensano che il cuore sia una "pompa di volume", o i naturopati, che a volte ti aiutano con qualche olio essenziale o qualche massaggio riequilibrante, non è del tutto corretto.

Anche io sono arrabbiato con questi individui che tengono tutta la popolazione mondiale assoggettata alle loro regole facendole stare male Concordo invece sulle cretinerie che vengono messe in giro dai cosiddetti dottori o saccenti malaticci :twisted: magari senza mai aver provato la dieta di Ehret... poveri loro.

A presto... ciao ciao
Avatar utente
By luciano
#50200
Sono d'accordo. Infatti da qualche parte nell'articolo ho scritto "alcune scuole" e "alcuni medici", la possibilità che esistano scuole valide c'è, il problema semmai è trovarle.

Il problema non ce l'ha chi di suo ha della corretta conoscenza, ma chi affascinato dall'idea di professare nell'ambito della medicina naturale che esclude l'uso dei farmaci, come un foglio bianco si fa scrivere su qualunque cosa, non avendo dati per confrontare.
Alla fine professerà allo stesso modo dei medici allopatici, come scrivo qui:
http://www.medicinenon.it/modules.php?n ... cle&sid=32

Per chi invece si iscrive avendo già una sua conoscenza e sapendo com'è tutta la storia, l'importante è ottenere il diploma per avere le carte in regola per aprire uno studio e poi saprà lui come operare nel campo. :D
By SteG73
#50201
Esattissimo Luciano. 8)
Non l'avrei saputo dire meglio!
Grazie.
:)
Avatar utente
By Mariangela
#50223
Anch'io sono studentessa di naturopatia e sono perfettamente d'accordo sulla questione titolo...anche se attualmente l'Italia non lo riconosce come titolo,ma la gente si però!
E'e vero...le scuole non sono tutte uguali,ma in ognuna c'è qualcosa di molto criticabile.Quando mi sono iscritta 2 anni fa avevo sicuramente le idee molto più chiare,il mio studio è molto personale...perché purtroppo non si approfondisce tutto,ma tanto neanche i programmi universitari sono così "formanti"al giorno d'oggi...la differenza la fanno gli studenti e domani la faranno i naturopati!
Sapete cosa mi preoccupa davvero?Il fatto che un domani uno che ha preso il diploma,ma che non è minimamente andato oltre il programma studiato,possa mettere in cattiva luce l'intera categoria...
Avatar utente
By Mariangela
#50225
Fondiamola noi una scuola di naturopatia!!!!! :D
By SteG73
#50268
sarebbe fantastico... è il mio sogno nel cassetto non solo una scuola, ma una clinica, come quella di Ehret in Svizzera, dove non solo si insegna ma si cura con il digiuno, con la frutta, con l'acqua, l'esercizio fisico, ecc...

Io mi sono messo a studiare naturopatia nella speranza di seguire questo sogno... chissà... forse un giorno ;)
Avatar utente
By betula
#50284
Io sono al quarto della scuola di naturopatia, non faccio il nome perchè purtroppo la scuola è andata degradando sempre più in questi quattro anni. Ho avuto molte delusioni dagli insegnamenti ma anche molte illuminazioni, molti spiragli che mi hanno dato il la per approfondire gli argomenti che più mi appassionavano. "Grazie" alla scuola e ovviamente alla strada intrapresa ho conosciuto Ehret, l'igienismo, Valdo Vaccaro, Michele Manca, Luciano, e tantissime altre persone serie e stimolanti che mi sono da esempio per andare avanti.
Sicuramente una volta finiti i quattro anni continuerò gli studi attraverso qualche formazione specialistica, che posso scegliermi e che possa andare bene per la strada che sto percorrendo.


Quello che mi piace poco della stragrande maggioranza dei naturopati è il fatto che "prescrivano" prodotti tale e quale ai medici.
Come ha detto Ste, molte tecniche sono proprie dei protocolli naturopatici, ma come educatrice alla prevenzione io non mi sentirei di dare un rimedio per ogni problema (anzi, non lo faccio proprio)... nella fase acuta magari si (se proprio non si sopporta il dolore o il disagio), ma poi come naturopata dovrei cercare di riportare in equilibrio l'organismo... credo.
Certo, qualche prodotto depurante o nutriente sono la prima ad assumerlo e a trarne benefici o svantaggi, ma quando sto male mi metto a letto e lascio che la natura faccia il suo corso, senza ricorrere all'armadietto dei medicinali verdi che non ho.
Invece molti miei colleghi hanno una pillola per ogni acciacco, un kit di prodotti per ogni tipologia di persone, un pacchetto da centinaia di euro in trattamenti da fare presso di loro.
Infatti io non guadagno un soldo, loro si fanno pagare 80 euro ad appuntamento :D

Per commentare l'ultimo passo che ha scritto Mariangela: ci sono moltissimi studenti che una volta preso il diploma non integrano in alcun modo con approfondimenti e studio personale, sta a noi che siamo più scrupolosi fare la differenza :wink:
Avatar utente
By Mariangela
#50384
Ho già i nomi: Istituto Ehretistico di Naturopatia o Scuola di Naturopatia Ehretistica :lol: ..........
Avatar utente
By fan75
#50386
Dobbiamo vedere se l'EU è daccordo......:

http://www.nonsoloanima.tv/valdovaccaro ... 131-131641

dal 1° aprile 2011

Divieti e proibizioni

Saranno proibiti tutti i preparati definiti fino ad oggi integratori alimentari.
Saranno proibiti tutti gli insegnamenti di tutte le metodiche terapeutiche alternative.
Saranno chiuse tutte le scuole omeopatiche, igienistiche, naturopatiche e basate su terapie naturali.
Sarà proibita la vendita di libri riguardanti terapie erboristiche e fitoterapiche.

Che sapete a tal proposito?
Avatar utente
By luciano
#50397
Non è così.

C'è un sacco di gente che si prende un sacco di cantonate.
Ricevo email sull'argomento ogni giorno, ormai le cestino, mi sono stancato di spiegare.

Questo è invece un bel business:

35 milioni di firme per fermare questo delitto
C’è bisogno di 35 milioni di firme per fermare questo delitto contro la libertà e la salute umana, contro il diritto di libera scelta terapeutica.
Per partecipare a questa importante petizione:
link omesso
Per favore fate girare.
Grazie.


Sai quanti soldi valgono 35.000.000 di indirizzi email di persone selezionate e di nicchia, interessate ad erbe, integratori, vitamine, ecc?

Tanti, davvero tanti. :D

Comunque un giorno arriveranno a proibire ogni cosa, ma a quel punto agli umani ridotti ad automi e servitori del NWO, importerà ben poco.

La soluzione è svegliare le persone, in modo che imparino a non dipendere da rimedi esterni.

Tutto questo proibire ecc. è stato già stabilito da diverso tempo da persone dentro l'organico del Nuovo Ordine Mondiale.

Ma lo faranno in modo molto più elegante.
Avatar utente
By fan75
#50400
Come spesso capita mi faccio prendere un po dal panico, senza riflettere....
Hai ragione

Grazie Lucià! :o
Ciao a tutti da Valerio

Ciao e Grazie per il Benvenuto nel forum. Acquiste[…]

Infatti ho detto che si rischia, non che tutti lo […]

AVOGADO TOSSICO?

Quello sempre, anche se bisogna poi vedere se sia […]

Grazie OPT! :D I tuoi post sono illuminanti. Dimo[…]

Libri di Arnold Ehret