Arnold Ehret Italia

Quando non sai dove mettere il tuo messaggio mettilo qui. Se devi fare delle battute, falle qui. Non sono permesse battute sulla dieta o sugli utenti.

Moderatore: luciano

Avatar utente
By curiosoboy
#50512
Secondo voi cosa c'è dopo la morte fisica?? Le religioni parlano di paradisi, inferni, reincarnazioni, ecc.... sono solo fantasie o qualcosa di vero c'è?
Io non so darmi una risposta definitiva... m'immagino che dopo morto non ricorderò nulla o non m'importerà di nulla della mia vita precedente... e forse rinascerò.
Avatar utente
By annalisa82
#50517
:wink: Ciao !!!!!!! :)
Lo scopriremo solo morendo :lol:

Curiosoboy, sono delle domande a cui non è possibile rispondere in maniera univoca, poichè ognuna delle possibilità, potrebbe essere vera o non vera, ma fino a quando non avremo fatto esperienza (il più tardi possibile), non potremo saperlo :!:

Ogni religione e ogni filiosofia hanno cercato, ognuna con una certa presunzione di verità, di immaginare un oltremondo :!:

Ognuno di noi ha la possibilità di scegliere in quale delle tante credere dal momento in cui è libero di farlo. 8O

Certo è che non siamo fatti di sole cellule, ma che abbiamo un'anima, che è la nostra parte spirituale. :D

Questo mi fa pensare che non finisce tutto qui, su questa Terra!!!!!!!!! :D
Avatar utente
By curiosoboy
#50523
la società moderna e contemporanea insegnano male... addirittura la gente vuol divenire immortale senza invecchiare con l'aiuto di artifici, hanno paura della morte fisica naturale... è troppo concentrata sulla materia e sul consumismo
Avatar utente
By robyvac
#50534
curiosoboy ha scritto:Secondo voi cosa c'è dopo la morte fisica?? Le religioni parlano di paradisi, inferni, reincarnazioni, ecc.... sono solo fantasie o qualcosa di vero c'è?
Io non so darmi una risposta definitiva... m'immagino che dopo morto non ricorderò nulla o non m'importerà di nulla della mia vita precedente... e forse rinascerò.

Perchè cercare una risposta definitiva? A che serve? Si mangia?
Avatar utente
By luciano
#50542
Personalmente potrei dare diverse conferme e certezze, però ho da tempo verificato che non serve a nulla esporle, perchè hanno valore solo se frutto di esperienza diretta.
Avatar utente
By luciano
#50545
curiosoboy ha scritto:...Io non so darmi una risposta definitiva... m'immagino che dopo morto non ricorderò nulla o non m'importerà di nulla della mia vita precedente... e forse rinascerò.
Questa è la condizione per la quasi totalità delle persone. Per il fatto di non ricordare molti dicono che sono certi di non essere mai esistiti prima.

Ma è come uno che dopo una brutta botta non ricorda più nulla di cosa è successo prima, ma non per questo si può dire che non sia esistito prima.

Comunque se uno volesse sapere qualcosa riguardo alle vite precedenti e cosa significa realmente essere immortali, cioè perennemente coscienti della propria esistenza a dispetto della morte dei corpi fisici, consiglio questo libro:

Immagine

Il Leone Rosso

E' un romanzo, ma viene esposto chiaro, per chi sa vedere, in che modo può avvenire il passaggio dalla vita alla morte e di nuovo alla vita una volta consapevoli.
By lucamanni
#50554
Io sono morto per qualche minuto dieci anni fa...stavo annegando e a un certo punto non sentivo più niente, ne dolore, ne paura, ne ansia nemmeno l'acqua nei polmoni...è una sensazione che ricordo poco e che non saprei descrivere ma mi sembrava di essere diventato un tutt'uno col mare...secondo me ci ricongiungiamo alla natura e continueremo ad esistere in essa, non come corpo o spirito ma semplicemente come essenza...saremo il respiro del vento, la risacca del mare, saremo parte infinitesimale dell'universo...semplici atomi liberi di muoversi e di ricombinarsi...non esiste un Dio oppure un'anima...c'è solo un continuo fluire di energia, la quale ne si crea ne si distrugge, ma si trasforma (è uno dei principi basilari della fisica!)
Avatar utente
By annalisa82
#50556
luciano ha scritto:Personalmente potrei dare diverse conferme e certezze, però ho da tempo verificato che non serve a nulla esporle, perchè hanno valore solo se frutto di esperienza diretta.


Io sarei interessata ad approfondirle! Potresti suggerire qualcosa che non sia un romanzo? :D

Ma quali sarebbero le ragioni per le quali la moltitudine non ha ricordi di forme di vita precedenti :?:
Avatar utente
By luciano
#50578
annalisa82 ha scritto:Ma quali sarebbero le ragioni per le quali la moltitudine non ha ricordi di forme di vita precedenti :?:
E' lungo da spiegare, ci vorrebbe un forum apposito! :D

La ragione è la stessa per cui molti non si ricordano dei loro primi anni di vita. C'è chi non ricorda nulla dei suoi primi tre anni di vita. Ma ritengono di essere comunque esistiti in quei tre anni.
Avatar utente
By ogenal
#50634
curiosoboy ha scritto:Secondo voi cosa c'è dopo la morte fisica?? Le religioni parlano di paradisi, inferni, reincarnazioni, ecc.... sono solo fantasie o qualcosa di vero c'è?
Io non so darmi una risposta definitiva... m'immagino che dopo morto non ricorderò nulla o non m'importerà di nulla della mia vita precedente... e forse rinascerò.


Non c'è un "dopo"...la vita e la morte sono un movimento continuo presente già qui ed ora.
Avatar utente
By luciano
#50642
ogenal ha scritto:Non c'è un "dopo"...la vita e la morte sono un movimento continuo presente già qui ed ora.
Questa è la verità, ma perchè vi sia l'illusione di un universo in esistenza occorre aggiungere lo spazio e la sequenza temporale.

La verità assoluta è un nulla potenziale con la capacità di essere qualunque cosa immaginabile, ma se siamo ancora "qui" e picchiando la testa contro il muro lo troviamo molto solido e ci facciamo male significa che in una certa misura crediamo all'esistenza di questo universo e sperimentiamo sia il prima che il dopo.

Poi filosoficamente parlando, esiste solo il qui ed ora, ma questo vale solo per chi ha trasceso l'universo fisico.
By Varda
#50649
annalisa82 ha scritto:Ma quali sarebbero le ragioni per le quali la moltitudine non ha ricordi di forme di vita precedenti :?:


La ragione ha molto a che fare con i traumi e i momenti di incoscienza
che ad essi susseguono. Trauma primo: la morte fisica. Ma anche i microtraumi, di qualunque tipo, fisico, emozionale, psicologico o spirituale, fanno la loro parte nel renderci meno consapevoli.

Riducendo progressivamente (le metodologie sono varie) questi momenti di vuoto, o di dolore se preferiamo vederli sotto un altro aspetto, gli eventi passati si schiudono naturalmente.

Ovviamente occorre un certo (spesso tanto) lavoro su di sè perchè questo avvenga.
Avatar utente
By annalisa82
#51303
luciano ha scritto:
annalisa82 ha scritto:Ma quali sarebbero le ragioni per le quali la moltitudine non ha ricordi di forme di vita precedenti :?:
E' lungo da spiegare, ci vorrebbe un forum apposito! :D

La ragione è la stessa per cui molti non si ricordano dei loro primi anni di vita. C'è chi non ricorda nulla dei suoi primi tre anni di vita. Ma ritengono di essere comunque esistiti in quei tre anni.


Insomma ci reincarniamo e semplicemente non ce lo ricordiamo. E' questo che intendete dire. 8O
Avatar utente
By davide32
#51340
stasera ero sdraiato nele letto e mentre mi ascoltavo un cd dei litifiba"mondi sommersi" vedevo scorrere il mio 18/19 esimo anno di vita che mi ero dimenticato : l'anno militare a roma di guardia al quirinale fermo e immobile che bello; amici situazioni ricorrenti...sono tornate a galla e allora mi sono chiesto ok che sono ricordi ma eppure qualcosa non mi torna la memoria rivive il passato tramite un suono, una melodia...boh vabbeh mi fermo mi andava di dirlo e basta;insomma quando si dice che gli anni volano e noi non ci accorgiamo piu' degli avvenimenti passati vorrei capire se volano veramente o sono dicerie.

siamo fuori ehret pero' mi andava di dirlo gran bel cd.
Clisteri o idrocolonterapia

Non ho mai avuto esperienza di idrocolonterapia, m[…]

Diario di Narayani

:)

Perchè no? Il Menu del giorno

Rilancio questo topic un po' vecchiotto. Oggi a p[…]

Ciao Andrea e complimenti per la tua guarigione. H[…]

Libri di Arnold Ehret