Arnold Ehret Italia

Discussioni su Arnold Ehret e l'Ehretismo. Possono partecipare tutti gli utenti iscritti che hanno letto il libro sulla "Dieta Senza Muco".
Non c'è posto per commenti su ideologie politiche, disinformazione, ecc, che possono trovare posto su altri siti pertinenti. Questo è il forum della dieta di Ehret.

Moderatori: luciano, Moderators

Avatar utente
By Raffaele
#50695
Tutto bello e molto interessante ... peccato che eliminare i cereali risulti davvero difficile. Quasi nessun problema per la carne ... ma per pizza e pasta davvero sto avendo molte difficoltà con vere e proprie "crisi di astinenza" ! Spero di riuscirci col tempo.
Avatar utente
By robyvac
#50708
Bell' articolo. La trasformazione dell' amido in zuccheri semplici e assimilabili è un chiaro esempio del percorso allungato che si causa pensando di dover assumere sostanze confezionate, come se il corpo non operasse incessantemente per smantellare e ricostruire.

Discorso analogo credo valga per le proteine: l'altro giorno studiavo l' apparato digerente sui libri scolastici con mia figlia( seconda elementare :D ) , arrivati agli enzimi si parlava della pepsina, enzima di natura proteic che ha il compito di semantellare nello stomaco le proteine complesse in polipeptidi, i quali nell' intestino vengono ulteriormente scomposti in amminoacidi da utilizzare per la costruzione delle catene proteiche"umane".

Da questa lettura è emersa una costruttiva riflessione con la mia bimba, e le ho chiesto: secondo te, visto che per essere assimilate le proteine devono essere prima scisse in amminoacidi, non sarebbe più semplice e meno dispendioso assumere amminoacidi in forma più semplice rispetto a quella delle proteine complesse?

Se il corpo deve lavorare per trasformare tali sostanze impiega necessariamente energia, la quale non può essere diretta altrove, dunque ci si sente più stanchi e assonnati durante questo processo. Alla fine magari si digeriscono pure, ma ne vale la spesa?

La risposta ,per chi vive per il piacere derivante dalla sensazione di pancia piena , è necessariamente SI, il gioco vale la candela per un pò, almeno finchè si pensa che il dispendio energetico causato da una digestione prolungata non apporti un accumulo di stanchezza organica.

Gli organi funzionano in maniera ottimale quando non devono affrontare moli di lavoro troppo impegnative, come noi lavoriamo bene, in serenità e con gioia finche il lavoro non diventa stressante(io ho trovato un simpatico equilibrio lavorativo in un semplice part time a 20 ore settimanali :lol: ), quando il lavoro diventa stressante e snervante, allora si incomincia ad accumulare e gli organi non riescono più a svolgere il loro compito al meglio, cominciano a posticipare e ritardare alcuni compiti, come noi quando ci sentiamo stanchi rimandiamo alcuni lavori al domani. E così si arriva alla costipazione, pian piano e inesorabilmente.

Lecito dunque domandarsi se abbia senso assumere cereali convinti che questi apportino sostanze necessarie, quando le stesse sostanze sono contenute in quantità ottimali per l'organismo umano e perfettamente bilanciate nella frutta e nella verdura fresche.

A mio avviso non ha senso, infatti non tocco più cereali da un pezzo, circa un anno, e il pisolino dopo pranzo non è che un lontano ricordo oramai.
Avatar utente
By Raffaele
#50709
Hai qualche consiglio pratico Roby per "dissociarsi" ed "allontanarsi" dai cereali senza cadere in tentazione ???
Avatar utente
By robyvac
#50720
Non saprei, io ero un pastasciuttaio e un paninivoro, e vivevo di brioche al mattino :D ma quando è arrivato il momento ho abbandonato tutto facilmente, complice la lettura di ehret e l' ernia iatale che mi stava facendo impazzire(sparita dopo pochi mesi). Si vede che era il momento, per le strategie di dissociazione devo rimandarti ad altri, mi dispiace.
Avatar utente
By davide32
#50722
luciano ha scritto:Ci si può aiutare con supplementi di vitamine B3, B6 e C oppure di prendere direttamente la serotonina.
addirittura supplementi di serotoniana? non sapevo esistessero idem quelle vitamine vendute singolarmente e non come complesso di vitamine che se non sbaglio sono nelle carote e nei pomodori come da te scritto.
Avatar utente
By annalisa82
#50738
luciano ha scritto: prendere direttamente la serotonina.


Ma non siamo nella'ambito degli psicofarmaci?
By Varda
#50745
annalisa82 ha scritto:Ma non siamo nella'ambito degli psicofarmaci?


C'è anche la serotonina omeopatica della Guna
Ultima modifica di Varda il 14 marzo 2011, 17:04, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
By davide32
#50746
vai lucia' :D :D :D :D
ci e mei
Avatar utente
By robyvac
#50752
luciano ha scritto:
robyvac ha scritto:Non saprei, io ero un pastasciuttaio e un paninivoro, e vivevo di brioche al mattino :D
Troppo forte Roby"! :lol:

Immagine

Si Si, ero una cosa simile :lol:
By Saretta
#50758
robyvac ha scritto:Non saprei, io ero un pastasciuttaio e un paninivoro, e vivevo di brioche al mattino :D ma quando è arrivato il momento ho abbandonato tutto facilmente, complice la lettura di ehret e l' ernia iatale che mi stava facendo impazzire(sparita dopo pochi mesi). Si vede che era il momento, per le strategie di dissociazione devo rimandarti ad altri, mi dispiace.


Si vede che stavi cosi male, e contemporaneamente sei stato illuminato dalle letture di Ehret, che il tempo per pensare alla pastasciutta non c'era :D
Avatar utente
By luciano
#50782
annalisa82 ha scritto:Ma non siamo nell'ambito degli psicofarmaci?
Ma no, la serotonina non solo non è uno psicofarmaco, non è neanche un farmaco, è un neurotrasmettitore che, nel nostro organismo, controlla l'umore. Ovviamente non trovi pastiglie di serotonina, ma elementi che aiutano la sua sintesi.

La serotonina viene prodotta nel cervello e nel sistema nervoso degli esseri umani e degli animali grazie all'assunzione delle sostanze nutritive presenti nel cibo che consumiamo. E' quanto dice anche il libro I Segreti della Serotonina
Avatar utente
By nature7
#50790
luciano ha scritto:
annalisa82 ha scritto:Ma non siamo nell'ambito degli psicofarmaci?
Ma no, la serotonina non solo non è uno psicofarmaco, non è neanche un farmaco, è un neurotrasmettitore che, nel nostro organismo, controlla l'umore. Ovviamente non trovi pastiglie di serotonina, ma elementi che aiutano la sua sintesi.

La serotonina viene prodotta nel cervello e nel sistema nervoso degli esseri umani e degli animali grazie all'assunzione delle sostanze nutritive presenti nel cibo che consumiamo. E' quanto dice anche il libro I Segreti della Serotonina


ciao, :)

sapresti dirmi quali elementi aiutano la sintesi di serotonina per favore?

grazie buona vita
La panoramica di Ienk

Il canino in necrosi è il 43, ho evidentemente sba[…]

Ho letto con interesse la tua esperienza per la pu[…]

Di solito il magnesio viene assorbito meglio, quan[…]

Clisteri o idrocolonterapia

Non ho mai avuto esperienza di idrocolonterapia, m[…]

Libri di Arnold Ehret