Arnold Ehret Italia

Questo è lo spazio dedicato agli sportivi che praticano la dieta di Ehret, ma anche a chi vuole segnalare le sue osservazioni durante una camminata o sciando, ecc.

Moderatore: luciano

Avatar utente
By glc69
#52086
Cari amici,
lo scorso 10 aprile ho partecipato alla maratona di Parigi e soprattutto l’ho finita….sano!!! O quasi!

E’ stata una giornata di caldo “torrido” come di rado se ne vedono da quelle parti e gli oltre 42 Km del percorso hanno messo a dura prova le capacità fisiche di molti, me compreso.
Per quanto mi riguarda sono arrivato alla gara con la solita preparazione atletica ed alimentare ma soprattutto con la grande gioia di aver programmato da mesi una splendida vacanza di una settimana con la mia compagna e le bimbe; è da settembre che ci penso e sono felicissimo che tutto sia andato benissimo.

Per quanto riguarda la transizione da giugno dello scorso anno sono su un’alimentazione quasi esclusivamente fruttariana ed “erbivora” (soprattutto d’inverno,quando la frutta non è così “lussureggiante” come d’estate). In questo periodo infatti prediligo e mangio con gusto insalate di tutti i tipi e soprattutto di tutte le “taglie”, comunque XXL. Ovviamente non sono esente da sgarri (soprattutto pizza e talvolta dolci), che certe volte diventano anche ripetuti ed eccessivi, ma direi che nel complesso il 95-97% della mia alimentazione sia povera o senza muco.

La settimana prima della gara, come del resto anche per le gare minori, ho fatto esattamente il contrario di ciò che consigliano nutrizionisti ed “esperti” vari: ho ridotto leggermente le quantità di alimenti, non mi sono rimpinzato di carboidrati per aumentare le riserve di glicogeno, non ho assunto maltodestrine o amminoacidi ramificati (solo i nomi mi preoccupano…ma che roba è?)….ed il giorno prima come consuetudine ho ridotto le verdure crude che in grande quantità mi fanno sempre effetto diuretico (sconsigliato durante la gara) e aumentato la verdura cotta per agevolare ulteriormente la liberazione dell’intestino la mattina della competizione. In gara 3 litri d'acqua ai vari ristori (molta anche in testa... :D ), un po' di uvetta e 3 bustine di miele liquido.

Ma veniamo alla gara. Già da un paio di settimane prima ho iniziato ad avvertire una leggera infiammazione al ginocchio destro che mi preoccupava tanto da temere di non riuscire a completarla ma sono riuscito a mantenere serenità ed accettazione (che mi hanno fatto un effetto benefico al pari di rimedi o pomate) e anche se il fastidio mi è durato dal primo all’ultimo chilometro non è mai stato eccessivo se non dopo l’arrivo quando tutti i dolori ed i risentimenti “esplodono” per partecipare anche loro alla gioia generale di tutto l’organismo.

La partenza dagli Champs Elysees è stata fantastica, 32.000 persone….un fiume umano…poi Place della Concorde, Rue de Rivoli, Place de La Bastille, Bois de Vincennes, il Lungosenna, la vista della Tour Eiffel, Bois de Boulogne…..in tutto il tragitto il fiume umano si è snodato per ore con migliaia di spettatori accalcati ai margini delle strade, sui ponti della Senna o sui viadotti. Un incitamento continuo ed esaltante.

Più che raccontarvi della corsa, però, vorrei trasmettervi alcune sensazioni forti che riguardano la salute ed il benessere; proprio da questa gara ho avuto l’esatta percezione che in realtà anche lo sport agonistico, al pari di altro, può avere una forte valenza mucogena e quindi non benefica.
L’accumulo di acido lattico durante gli allenamenti, lo stress che inevitabilmente la muscolatura subisce nel corso dello sforzo prolungato sono comunque fattori acidificanti che richiedono poi all’organismo uno sforzo extra per essere annullati. Ovviamente credo che un corpo pulito abbia una soglia aerobica molto differente ed una capacità di resistenza allo sforzo estremamente maggiore rispetto ad un altro costipato ma ciò non toglie che comunque l’allenamento intenso generi processi non salutari. Senza contare, ma questo vale per la corsa e non per altre discipline, le sollecitazioni che ricevono la colonna e le articolazioni.
A ciò tuttavia si contrappone il benessere psicologico che deriva dal raggiungimento dell’obiettivo; la gratificazione emotiva ed i sentimenti che la sensazione del successo generano in noi sono secondo me dei potentissimi moltiplicatori di energia positiva che dona forza e benessere all’intero organismo. La Maratona è una gara “di testa” e proprio la motivazione ed il premio della gratifica ne sono alcuni dei motori principali.

Per adesso mi fermo qui e lascio spazio alle vostre opinioni.
Vi basti sapere, comunque, che nonostante tutto ne vorrei fare ancora qualcuna…..:-)

Immagine

Ecco la foto che mi sono fatto fare dopo l'arrivo, ovviamente di fronte all'Arco di Trionfo; inoltre potete vedere quelle che mi hanno fatto lungo il rettilineo finale. Eccole a questo link.

Un saluto a tutti.
Gianluca
Ultima modifica di glc69 il 22 aprile 2011, 10:59, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
By luciano
#52110
Troppo forte Gianluca! :D

Ho abitato quasi un anno a Parigi, a Place Gambetta in un palazzo del settecento, vicino al cimitero di Père Lachaise, scale infinite da fare ogni volta!
Avatar utente
By glc69
#52117
Bella.
Questa per me era la sesta volta ed ogni volta scopro una città nuova. E' una città che amo molto ...nonostante i Parigini :-)
Anch'io una di queste volte ho abitato (ma solo per due settimane, ahimè) lì vicino a Bd. de Ménilmontant e spesso sono andato a passeggiare al Pére Lachaise.

In questa occasione ho vissuto esperienze e sensazioni nuove, ho visitato posti diversi più in linea alle esigenze delle bimbe e scoperto altri volti di questa splendida città. E' stata una bella settimana sia per gli aspetti agonistici che per quelli emotivi.

Con una Maratona ci "campi di rendita" per settimane...con quella di Parigi anche per mesi.

Un saluto
Gianluca
By Varda
#52130
Complimenti Gianluca.

Da sportivo praticante (ho fatto diverse gran fondo di ciclismo, ma anche mezze maratone) mi stupisco come si possano ottenere certi risultati senza riempirsi di carboidrati complessi nei giorni precedenti.

Verificherò comunque con mano strada facendo... Per ora ho bisogno di diverse banane prima e durante un allenamento intenso o di un'uscita in bici con gli amici

Ciao :D
Ultima modifica di Varda il 22 aprile 2011, 13:34, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
By glc69
#52132
Grazie a te Varda,
io non ho bisogno di riempirmi di banane prima o dopo gli allenamenti perché ne consumo regolarmente tutti i giorni, quasi un chilo al giorno per i giorni d'ufficio e qualcuna durante il week end.

Per coincidenza ti dico che oggi, per puro caso, ho fatto la mia prima esperienza di spinning in palestra; ovviamente il ciclismo "on the road" è tutta un'altra cosa ma ho visto che comunque anche per me è molto allenante. La fatica di stamattina però mi conferma che l'acido lattico non è proprio il massimo per la salute....! Se ripenso ai litri di cui mi sono riempito in gioventù quando correvo in pista....:-)

Un caro saluto
Gianluca
Avatar utente
By Alexfl
#52141
Ciao Gianluca anch'io ho fatto ultimamente una maratona e precisamente la maratona di Roma, per me è stata la prima e ho impiegato 3 h 12 ', tu che tempi hai ? anche io adotto una dieta di frutta e verdura da circa un anno, ancora pero' non mi sono assestato completamente a livello muscolare anche se vedo dei miglioramenti progressivi e di salute e stato d'animo sto molto meglio. Da te discordo sul fatto che uno sforzo fisico specialmente la corsa su strada possa creare muco, anzi credo l'opposto in quanto l'attività fisica fatta in modo non stressante tende a strizzare il corpo facendo uscire il muco intasato, comunque ti faccio sempre i complimenti.
io mi alleno circa 5/6 giorni a settimana, una quarantina di minuti la mattina presto e sto avendo buoni risultati.
sui 10.000 ho ottenuto 36' 30' , sulla mezza 1 h 22' ma credo posso fare meglio. chiunque abbia pareri migliorativi sono curioso di conoscerli
saluti a tutti
Avatar utente
By glc69
#52143
Ciao Alexfl,
complimenti a te per i tuoi risultati. I miei sono inferiori anche perchè ho da poco iniziato la corsa su strada e sulle lunghe distanze, in gioventù correvo su pista ed ero velocista e decatleta.

A Parigi ho chiuso in 4h04' fallendo l'obiettivo di bucare le 4 ore; c'è da dire che per me questo risultato vale sicuramente molto meno viste le condizioni generali che mi hanno portato a questa gara ed anche perchè a un certo punto ho "tirato i remi in barca". Comunque la mia ambizione attuale sarebbe di arrivare alle 3h40' / 3h45' e quindi le tue prestazioni sarebbero per me inarrivabili anche perchè atleticamente parlando non sono giovanissimo e mi alleno solo 3 volte a settimana. Per la cronaca alla Roma-Ostia (mezza maratona) ho chiuso in 1h37'.

Per il discorso muco intendevo dire è che l'acido lattico a non essere benefico per l'organismo al pari di altre tipologie di tossine ed acidi. Ad ogni modo era proprio questo il tema del dibattito che volevo stimolare ed apprezzo il tuo garbato dissenso e l'opinione che hai espresso.

In bocca al lupo per le tue prossime gare, vedrai che avrai grandi benefici dall'alimentazione fruttariana.

A presto
Gianluca
Avatar utente
By Alexfl
#52147
Ciao Gianluca
ti ringrazio per i complimenti, comunque vorrei spingere ancora di più poichè con questa alimentazione sento delle forti potenzialità ancora da sviluppare, credo che in futuro potrò ancora fare meglio, comunque anche io non più giovanissimo avendo 39 anni, anche tu puoi tranquillamente andare sotto le 4 ore visti i risultati sulla mezza, penso che puoi arrivare a 3 h 30 ' aumentando un po' gli allenamenti senza fatica,
infine convengo con te che l'acido lattico non è proprio salutare ma devo dirti che da quando faccio quest'alimentazione di acido lattico ne ho ben poco, per esempio dopo una gara da 10 km a fine gara non sento nè fastidi muscolari nè sono stanco, addirittura dopo la maratona di roma nel pomeriggio neppure ho dormito, solo verso le 20 di sera mi è presa la stanchezza, il giorno seguente avvertivo una spossatezza leggera, ma il martedì già mi allenavo un po', quindi credo che l'alimentazione naturale è benefica e lo sport anche duro come il nostro amplifica gli effetti positivi.
ciao e teniamoci aggiornati per i risultati
Avatar utente
By glc69
#52148
Alexfl ha scritto:addirittura dopo la maratona di roma nel pomeriggio neppure ho dormito, solo verso le 20 di sera mi è presa la stanchezza


Condivido la tua esperienza. Dopo questa gara sono tornato all'appartamento, ho riposato un'ora e poi di nuovo a camminare in lungo ed in largo con moglie e bimbe, su e giù nella metro con passeggino e zaino "in spalla"...tira su...tira giù...fai le scale...insomma ho fatto un defaticamento un po' anomalo :-)

Anch'io credo di avere potenzialità per migliorare molto le mie prestazioni (questa era la mia seconda Maratona) anche perché il mio peso (60 kg) mi aiuta ad avere miglioramenti anche significativi.
Certo, teniamoci aggiornati.

Un saluto
Gianluca
Avatar utente
By vivo
#52167
Complimenti ai maratoneti, sarei molto interessato a conoscere come vi allenate (usate il cardiofrequenzimetro?) e come mangiate; anche a me piace correre, non mi sono ancora cimentato in competizioni, faccio uscite per conto mio di circa 11/13 km 3 volte alla settimana. Vi ringrazio per le informazioni che vorrete fornirmi. p.s. quanto alto sei Glc69?
Avatar utente
By Alexfl
#52181
Ciao vivo,
io faccio allenamenti 5/6 volte a settimana circa 40 minuti la mattina presto perchè non ho tempo visto che lavoro dalle 8:30 alle 20:00
e poi la domenica faccio la corsa agonistica di solito 10 km, alcune volte riposo,
alimentazione da circa 1 anno frutta circa 4/5 volte al giorno con 2 pasti di verdura cruda e un po' cotta, integro con cereali tipo grano e/o farro e/o miglio e/o grano saraceno soffiati, e con noci, pinoli, arachidi, mandorle a fine pasto.
peso 55 kg alto 1,72
diciamo che in questo anno è stata ed è dura ancora oggi perchè il fisico si sta abituando ad una alimentazione con poche calorie ma molte vitamine e fitonutrienti naturali, quindi ho avuto alcune crisi eliminative, debolezza e così via quindi è difficile fare sport come la corsa con una situazione di spossatezza e debolezza fisica e mentale, però sto in complesso molto meglio sia mentalmente sia fisicamente, alcuni giorni quando mi sento al top credo di avere una forza mai avuta, una energia mentale e fisica enorme.
dopo appena 1 anno di alimentazione di frutta e verdura è comunque una gran conquista, anzi è proprio in questo anno che ho fatto circa una decina di mezzemaratone, una maratona, una quarantina di gare di 10 km
alla faccia della stanchezza e spossatezza oltre che porto avanti un lavoro molto impegnativo a livello intellettuale e di natura stressante poichè trattasi di pagamenti e con questa crisi non paga nessuno.
penso e spero che faccia tesoro della mia piccola esperienza
Avatar utente
By glc69
#52184
Ciao ragazzi,
io sono all'inizio del 4° anno di transizione ed in effetti il primo anno stavo esattamente come Alexfl (stessa altezza, stesso peso, più o meno stessa alimentazione).

La mia alimentazione attuale:
Pranzo ore 11.30: 3-5 mele o pere (dipende dal peso) + 5-6 banane nelle 3 ore successive + passeggiate ossigenanti. l'anno scorso alternavo con arance e mandarini ma quest'anno mi davano fastidio e quindi ne ho mangiate molte meno.
Cena ore 19.30: una quantità industriale d'insalata mista (con un ortaggio a rotazione tra pomodoro, rapa rossa, carota....) e talvolta, dopo un po', una verdura cotta tipo bieta o spinaci; in alternativa mangio un melone gialletto o "insalata" di mele e dopo un po' un'insalata come sopra. Certi giorni mangio anche un po' di frutta secca dopo cena anche se spesso la mangio a merenda verso le 17.

D'inverno prevale il desiderio d'insalate mentre d'estate la frutta la fa da padrona.

Io mi alleno 3 giorni a settimana per la corsa ed altri 3 giorni vado in palestra facendo un po' di potenziamento a carico naturale ed un giorno Pilates/Yoga. Anche io vado prestissimo la mattina, prima di andare a lavoro e comunque per non togliere tempo alla famiglia lo faccio anche di domenica quando sono libero. Venerdì scorso ho provato lo spinning e francamente mi è sembrato molto allenante. Anch'io faccio parecchie gare nell'arco dell'anno tra gare su strada, qualcuna in pista e qualche trial. Per gli allenamenti di corsa uso occasionalmente il cardiofrequenzimentro ma più che altro utilizzo come parametri di allenamento la velocità istantanea (per il ritmo gara) e la distanza percorsa (per le diverse tipologie di allenamento). Comunque non amo alcun tipo di fanatismo per cui anche nello sport e nella vita in generale "sgarro allegramente" senza che ciò costituisca motivo di rammarico o di senso di colpa.

Un caro saluto
Gianluca
Avatar utente
By fan75
#52222
Alexfl ha scritto:Ciao Gianluca anch'io ho fatto ultimamente una maratona e precisamente la maratona di Roma, per me è stata la prima e ho impiegato 3 h 12 ', tu che tempi hai ? anche io adotto una dieta di frutta e verdura da circa un anno, ancora pero' non mi sono assestato completamente a livello muscolare anche se vedo dei miglioramenti progressivi e di salute e stato d'animo sto molto meglio. Da te discordo sul fatto che uno sforzo fisico specialmente la corsa su strada possa creare muco, anzi credo l'opposto in quanto l'attività fisica fatta in modo non stressante tende a strizzare il corpo facendo uscire il muco intasato, comunque ti faccio sempre i complimenti.
io mi alleno circa 5/6 giorni a settimana, una quarantina di minuti la mattina presto e sto avendo buoni risultati.
sui 10.000 ho ottenuto 36' 30' , sulla mezza 1 h 22' ma credo posso fare meglio. chiunque abbia pareri migliorativi sono curioso di conoscerli
saluti a tutti


da quanto tempo ti alleni? Ti bastano 40 minuti al giorno?
Avatar utente
By Alexfl
#52246
mi alleno da circa 1 anno e mezzo, pero' sin da piccolo ho fatto calcio, circa 3 allenamenti a settimana, mi alleno 40' al giorno poichè non ho tempo per fare di piu' tanto che mi alleno alle 6.30 di mattina
Avatar utente
By glc69
#52248
Fai come me, inizia alle 6.00 :-)

Scherzi a parte, non l'ho fatto sempre, non spaventarti. Per preparare la Maratona però ho dovuto fare anche così soprattutto la domenica mattina perchè dovendo fare i "lunghi" fino a 35 km (3h30' di allenamento più le varie perdite di tempo) non volevo privare della mia presenza la mia famiglia per tutta la mattinata per cui cercavo di tornare a casa ad un orario decente....Ad ogni modo anche durante la settimana 3 volte mi sveglio alle 6.00 così posso essere in palestra alle 7.00 prima di andare a lavoro.
E' impegnativo e faticoso ma molto gratificante......
A presto
Gianluca

Grazie OPT! :D I tuoi post sono illuminanti. Dimo[…]

La panoramica di Ienk

Mi dici prima che il canino con la formazione è il[…]

Ho usato l'imperfetto perchè ora ho introdotto qu[…]

Gli ultimi del contadino

Sinceramente no, anche perchè vivendo in un condom[…]

Libri di Arnold Ehret