Arnold Ehret Italia

Specifico sulla transizione, per chiedere suggerimenti, chiarire punti del libro a riguardo, descrivere sintomi comparsi all'inizio o durante e tutto quanto può essere utile per fare la transizione senza sforzi considerevoli

Moderatore: luciano

By ivory
#52289
ciao! :) mi sono presentata nell'apposita sezione,e vorrei cominciare a bombardarvi di domande :D
abbiate pazienza ma da novellina,benchè abbia letto il libro,ho bisogno di numerose spiegazioni.. :oops:
vorrei cominciare la dieta di transizione proprio come illustra ehret nel libro xl prime due settimane ma......
1)la frutta cotta nn mi garba molto,preferisco mangiarla così,al naturale,magari accompagnata dalla ricotta come dice lui...
2)potrei,dato ke sono gravemente intossicata(da farmaci e cibo spazzatura in eccesso)semplicemente mangiare frutta e/o verdura ad entrambi i pasti?
3)avevo in mente di fare un digiuno di 30iorni,mi sono documentata tantissimo,ma ho paura che,essendo così intossicata,un digiuno così lungo possa avere effetti controproducenti :( tra l'altro ho paura degli effetti psicologici che dicono esserci a causa della disintossicazione.......quaindi vorrei fare i cosìdetti digiuni intervallati di cui parla ehret...magari 5giorni,smettere poi fare qualke altro giorno più in là ecc...ma.....dopo il digiuno com'è meglio mangiare?scusate tutte le domande,spero possiate aiutarmi,grazie :oops:
Avatar utente
By paolino87
#52290
ciao a te :D
Con un digiuno di 30 giorni 8O , se dici che sei molto intossicata, con gli "alimenti" che ci sono ora in giro da decenni, non so se potresti sopravvivere!

Ognuno ha forza, attitudini, storia, e volontà diverse, io pratico il ritorno al naturale da circa 4 mesi, ti posso dire che devi fare le cose con la gradualità che ti imporrà il tuo organismo in base poi alla tua volontà di ottenere (vera volontà) quello che desideri.
Qui tutti vogliono stare bene.

Per prima cosa spiega che tipo di dieta hai praticato fin'ora, cosa mangi ora, che desideri a tavola, se fai attività fisica o movimento e da quando, se e quali disturbi hai e altre cose che semplicemente ritieni importanti, così chi più esperto di me qui sul forum ad accogliere persone all'inizio del percorso, sicuramente ti potrà dare una mano nel modo più completo ed umano possibile.

Io intanto guardo ed imparo. :D
Avatar utente
By dodo
#52300
ciao ivory,
da quello che leggo di te mi sembra di capire che hai molta fretta, la prima cosa che appreso quando ho finito di leggere il libro e che abbiamo tutto il tempo che serve per guarire, che non è determinato da niente, se non dalla nostra volontà di arrivare ai traguardi che ognuno di noi vuole raggiungere, Luciano più volte a ribadito, perchè funzioni bisogna abbinare cibo corretto, movimento fisico giornaliero, bagni di sole e stare all'aria aperta appena si ha la possibilità, se la frutta cotta non ti piace non mangiarla, ma non mi risulta che Ehret la combinava con la ricotta, mi senbra con i fiocchi di latte, comunque se come dici sei gravemente intossicata, ti sconsiglio di partire in quarta, elimina i cibi sbagliati in maniera molto progressiva e lenta, altrimenti rischi di scoraggiarti ai primi sentori di eliminazione, ti sconsiglio digiuni cosi lunghi, io fossi in te comincerei con eliminare la colazione, e mangiare a pranzo prima la futta direi poca, e più verdure cotte a vapore se puoi, e man mano aumentare la frutta e diminuire la vedura, questo per tutti e due i pasti pranzo e cena, ma mi sembra strano che tu chieda cosa sia meglio per interrompere il digiuno, sei sicura di aver letto il libro!!!, forse ti è sfuggito, ma nel libro Ehret te lo indica con due esempi molto chiari, porta pazienza e vedrai, io sono in transizione da circa due anni, e il percorso e ancora molto lungo, la lingua allo specchio ti dice la verità sul tuo stato interiore, e infine la pulizia la pulizia degli intestini, cosa altrettanto importante, perchè i cibi giusti non si mischino con quelli li da tempo, ti consiglio una terapia di idrocolon che ti pulisce a fondo e poi comincila transizione in maniera molto ma molto ma molto soft, non creare sconpensi al tuo fisico, lui non se ne deve accorgere, se hai pazienza vedrai i risultati, buona guarigione.....
By ivory
#52303
xla vostra disponibilità....dunque,nel libro,ehret spiega la pratica del digiuno in più parti,e dice che xun organismo molto intossicato nn è buona cosa interromperlo con la frutta,dice piuttosto di farlo con la dieta senza muco....quindi sono preferibili le verdure?lo so,l'impressione che dò è quella della fretta....nn è così o meglio.....siccome ho(e sto)attraversando un periodo molto difficile sotto tutti i punti di vista,ho avuto delle abbuffate pazzesche,di dolci e carboidrati,ke sono il mio problema più grande...ingrassando a dismisura...e siccome le diete infinite ke ho provato magari davano risultati ma in tempi moooooolto lunghi,mi serve anche un incentivo,ma al di là di tutto,mi serve un periodo di disintossicazione totale:per il gonfiore,la stanchezza,i mal di stomaco,la stitichezza ecc...
sono vegetariana da anni,il mio problema più grande sono i carboidrati,specialmente quelli "cattivi",perkè la frutta e la verdura le adoro,le ho sempre mangiate perchè le adoro,non per salute......
scusate lo sproloquio,grazie dell'ascolto
Avatar utente
By luciano
#52304
Benvenuta Ivory, Dodo ti ha dato i consigli giusti. :D

Ps: non usare abbreviazioni, ke, xl, nn, ecc.
Se non hai tempo per scrivere per esteso, aspetta quando ne hai abbastanza.
Leggi il regolamento, è la prima cosa da fare prima di iniziare a postare.
Avatar utente
By paolino87
#52318
Agli inizi, sperimentando su me stesso ciò che dice Ehret, quando ancora ero attratto irrefrenabilmente e regolarmente dagli amidi e farinacei (anche io in gran quantità sempre per saziare altro e non lo stomaco, e oggi non mi dicono quasi nulla tranne per i giorni di ricaduta ma è roba da una volta al mese) mangiavo SOLO gran quantità anche ad abbuffarmi di verdura cruda (che crea gran transito intestinale), resistevo per un'oretta alla voglia di farinacei e poi, oh ancora non ci credo, la voglia spariva!!! 8O Nessun bisogno.
Spero che la mia esperienza possa esserti utile.
By falco
#52360
paolino87 ha scritto:Agli inizi, sperimentando su me stesso ciò che dice Ehret, quando ancora ero attratto irrefrenabilmente e regolarmente dagli amidi e farinacei (anche io in gran quantità sempre per saziare altro e non lo stomaco, e oggi non mi dicono quasi nulla tranne per i giorni di ricaduta ma è roba da una volta al mese) mangiavo SOLO gran quantità anche ad abbuffarmi di verdura cruda (che crea gran transito intestinale), resistevo per un'oretta alla voglia di farinacei e poi, oh ancora non ci credo, la voglia spariva!!! 8O Nessun bisogno.
Spero che la mia esperienza possa esserti utile.



Ciao Ivory, ti hanno gia consigliato alla grande, con la calma si fa tutto.

Ciao paolino87, ho visto che sei di Viterbo, siamo della stessa provincia, io sto a Civita Castellana.

Magari un giorno ci vediamo per uno scambio di idee.
Avatar utente
By paolino87
#52389
va bene un giorno di questi prendo l'autobus e passo a civita.
Ho visto il tuo sito/azienda, magari ti contatto li.
By falco
#52390
paolino87 ha scritto:va bene un giorno di questi prendo l'autobus e passo a civita.
Ho visto il tuo sito/azienda, magari ti contatto li.


Ok, i miei genitori abitano a Viterbo, prima stavo a Villanova, poi 10 anni fa per amore sono venuto a Civita.

Aspetto una tua chiamata o email
Avatar utente
By NewBoy2
#52394
paolino87 ha scritto:Agli inizi, sperimentando su me stesso ciò che dice Ehret, quando ancora ero attratto irrefrenabilmente e regolarmente dagli amidi e farinacei (anche io in gran quantità sempre per saziare altro e non lo stomaco, e oggi non mi dicono quasi nulla tranne per i giorni di ricaduta ma è roba da una volta al mese) mangiavo SOLO gran quantità anche ad abbuffarmi di verdura cruda (che crea gran transito intestinale), resistevo per un'oretta alla voglia di farinacei e poi, oh ancora non ci credo, la voglia spariva!!! 8O Nessun bisogno.
Spero che la mia esperienza possa esserti utile.


con la dieta di transizione si acquisisce man mano anche una nuova consapevolezza..e man mano ti rendi conto di cio' che era fame, e cio' che era altro.. cmq vero.. anche io sto sperimentando piano piano la scomparsa del desiderio dei farinacei. Ne consumo poca.. e sempre dopo la verdura cotta/cruda
By ivory
#52449
ri-salve a tutti!
dunque,da una settimana seguo questo percorso:niente colazione(solo acqua e limone spremuto)pranzo:verdure e/o frutta,cena,idem.....mi sento sempre piacevolmente piena,anche se debole,sicuramente meglio in generale,e non ho mai fame!però c'è un problema:da un paio di giorni,complice uno sgarro,sto mangiando solo dolci e carboidrati!!!all'inizio mi sentivo nauseata,ma continuo a mangiare!
vi prego aiutatemi a fermare questa dipendenza che mi uccide,più ne ,angio più ne ho voglia,ma dopo mi sento malissimo!nulla a che vedere con il sgdsm!!!!aiutatemi a riprendermi,come potrei ricominciare ora?motivatemi ,vi prego....
ps.questa transizione un pò troppo "veloce"è una mia scelta,nel senso che,per un mesetto andrà così,dopo avrò una transizione più lenta,ma comunque non voglio cadere nello stallo,aiutatemi a disintossicarmi!!! :roll:
Avatar utente
By paolino87
#52457
Per i carboidrati vale il consiglio che ti ho dato sopra.
Quando sono entrato nel forum, mi sembrava di essere una mosca bianca quando mi faccio ciotolone intere di insalata. Invece è cosa comune. Nell'insalata ci puoi mettere tutti i tipi di lattuga, le indivie, le carote (poche), i pomodori, i ravanelli, la rucola, e qualunque cosa che è verdura e che ti piace.
Non sentirti in colpa per non aver rispettato qualcosa, cerca di capire che ti succede, il libro da tutti gli strumenti per capire.
Gli amidi quando si ripresentano nell'intestino perchè smossi o in fase di rimozione ti fanno avere voglia di pasta, pane, cracker ecc
La carne idem.
I formaggi idem.
ecc.
Transita via tutto il più velocemente possibile e vai al bagno. (la verdura cruda è la migliore per lo scopo). Dovresti risolvere il problema delle dipendenze. A me ha funzionato. Se durante gli attacchi di dipendenza riesci o ti senti di fare qualcosa che ti piace (per esempio sport leggero o attività complesse, o leggere attività semplici) puoi rimandare o mitigare la cura e cosa più importante: divertirti.
Riconsidera, se sei a questo punto sei andata troppo veloce. :)
Oppure sei alla svolta per un altro gradino. :roll: :D
La frutta se non riesci a tollerare la sua aggressività che porta a questi attacchi dal mio punto di vista mangiala prevalentemente cotta o essiccata al naturale (fichi secchi, prugne secche, datteri secchi ecc)
Non c'è nessun problema, prenditi tempo ed osservati. Cosa sta succedendo?
Cosa sto facendo?
Mi sento troppo male?
Che desiderio ho per quel cibo?
ecc.
Prima cosa : tranquillizzati!!! :D
Poi: tutto il resto.
By ivory
#52461
grazie per i consigli :D
beh,in realtà,oltre alla dipendenza fisica,c'è la fonte emozionale...ossia il fatto che sia un brutto periodo ed io sfoghi sul cibo..ma ciò mi fa star male perchè non solo mi rimpinzo per poi star male,ma non ne traggo alcun piacere...mi trovavo troppo bene i giorni scorsi,mi sentivo "pulita"per questo voglio ricominciare al più presto,è proprio il fisico che me lo chiede!
grazie mille per i consigli ancora :lol:
Avatar utente
By paolino87
#52487
Se diminuisci gradualmente i cibi dannosi puoi rimpinzarti intanto per saziare di cibi che non provocano muco e nel tempo la passione per rimpinzarti svanirà.
Stai tranquilla io è da poco che ho imparato a masticare bene e a lungo, non l'ho fatto mai così come ora, ed aivoglia le volte che mi è stato detto, ci ha pensato la natura, o Dio a seconda di come vuoi chiamare la cosa, a portarmi sulla giusta strada, senza moralismi, senza crociate, senza preoccupazioni eccessive. Fai in modo che il mostro che è (e che non sarà più) in ognuno di noi non ci distrugga durante questo percorso, alcalinizza il più possibile (trovi le tabelle con i cibi alcalinizzanti anche sul libro di ehret, ma anche digitando su google), passeggia all'aria aperta meglio quando c'è anche il sole, poi piano piano il mostro che è in ognuno di noi perderà forza e scomparirà gradualmente fino a scomparire del tutto. :D
Avatar utente
By poveraccio
#52491
Quando si passa ad un'alimentazione sana si ha un primo momento di benessere perché il corpo non è più stressato dalle lunghe e cattive digestioni ma successivamente ci sentiamo peggio di prima perché il corpo comincia a ripulirsi. In questo momento si può stare molto male e sentirsi depressi. Rimangiare carboidrati, carne ecc. rallenta la disintossicazione e quindi il malessere psicofisico.
Quindi rimangiare i vecchi cibi non è sempre dannoso in questa fase di disintossicazione ma può essere d'aiuto.
Soprattutto NON sentirti in colpa ( dal momento che non c'è nessuna colpa). Questo ti aiuterà molto a ricadere sempre meno nelle abbuffate.

E' meglio eliminare lentamente i cibi dannosi perché sono una vera e propria droga; per questo è normale che all'inizio si senta più il bisogno del vecchio cibo.
Il mio consiglio è di cercare un equilibrio tra la velocità di disintossicazione e il malessere che deve essere sopportabile anche psicologicamente. Per pochi giorni si può sopportare anche un grave disagio ma alla lunga avrà un effetto psicologico deleterio e allora si potrebbe anche mollare tutto. Dosa i cibi in base a come ti senti soprattutto nei primi mesi.
Forza. :wink:

Infatti ho detto che si rischia, non che tutti lo […]

AVOGADO TOSSICO?

Quello sempre, anche se bisogna poi vedere se sia […]

Grazie OPT! :D I tuoi post sono illuminanti. Dimo[…]

La panoramica di Ienk

Mi dici prima che il canino con la formazione è il[…]

Libri di Arnold Ehret