Arnold Ehret Italia

Il digiuno è un argomento interessante e importante e uno strumento che va al di là di quanto attualmente si conosce a riguardo e merita un suo spazio dedicato

Moderatore: luciano

Avatar utente
By veravy
#52893
ivory ha scritto:grazie sul serio per la vostra disponibilità,siete persone eccezionali!
purtroppo so bene che sto correndo,ma in realtà sono stanca,stanchissima di comportarmi così con il cibo!è per questo ed altri motivi che mi sono imposta il lungo digiuno,una sorta di "reset"di mente e corpo...
oggi è stato terribile...non per il senso di fame quasi nullo,ma per la fame mentale...desideravo l'impossibile,ed ero sul punto di cedere ad ogni secondo,ma un'altra giornata è andata....fino al 30 maggio,non chiedo di più....
dunque,è vero che vivrei di carboidrati,ma non di tutti:la pasta non la mangio quasi mai,non mi fa impazzire...pane ne mangerei a valanghe...pizza idem e sopratutto dolci,dolci dolci dolci.....carne non ne mangio da circa 15anni,pesce solo qualche volta,idem per latticini e uova,fortunatamente adoro frutta e verdura,quindi non è una forzatura per me,,,,
leggendo ehret,ed altri post sul forum,so di correre controcorrente,ma per vari motivi personali,per me è essenziale fare ora,proprio ora,in questo mese,il digiuno di 15giorni.
Dopodichè mi assesterò,ovvero,interromperò piano piano(certamente scrivendo altri post e chiedendovi consiglio :lol: )il digiuno,alimentandomi con una vera dieta di transizione,se capita di sgarrare ben venga,non succede nulla lo so...
la psicoterapia mi ha aiutata a risolvere vari problemi personali,purtroppo non quello del cibo,dato che è un sintomo di altro(tra cui la dipendenza da zuccheri)e non viene considerata "grave",perchè non vomito o sono anoressica...ma il problema c'è...ho bisogno ora di una svolta...ditemi che dopo i primi 3giorni sarà in discesa,vi prego!
grazie paolino


Ivory, hai mai visto decollare un aereo quando era già in quota? o uno scalatore iniziare la sua salita dalla cima della montagna? Non credo, sono contraddizioni in termini.
Il digiuno lungo è un traguardo intermedio non una preparazione.
Mio cugino l'anno scorso ha fatto la maratona di New York piazzandosi ad una posizione dignitosa ed ho condiviso con lui una gioia immensa, ma prima di arrivare lì si è allenato per due anni gradualmente passando attraverso tanti stati d'animo, a volte addirittura avrebbe voluto mollare tutto ma ogni piccolo successo gli ha dato la forza di continuare. Avrebbe potuto fare la maratona senza preparazione ma cosa sarebbe successo una volta finita? Intanto avrebbe vissuto la frustrazione di non arrivare alla fine ma sprattutto sarebbe stato male come un cane prendendosela magari con gli organizzatori della gara per il proprio insuccesso e da quel momento avrebbe odiato le maratone oltre a parlarne male e sconsigliare gli altri di affrontarne una.
Ultima considerazione.
Hai letto il libro del professor Ehret? In particolare il capitolo 18 illustra le modalità e i pericoli del digiuno, (ri)dagli un'occhiata prima di buttarti in un'avventura di questo genere.
Se hai bisogno di dimostrare a te stessa o ad altri che hai forza coraggio ed attributi dovresti trovare un pizzico di razionalità nel programmare le azioni e iniziare dai fondamenti dell'alimentazione, sarebbe già un passo da gigante che non tutti sono in grado di concedersi. Noi lo stiamo facendo e tu sei una di noi :lol:.
Forza, coraggio e in bocca al lupo.
Con affetto e comprensione
Vera
Avatar utente
By poveraccio
#52900
Ciao Ivory, la cosa che mi sento di dirti è di stare molto attenta con i digiuni lunghi. Mi sembra di capire che non riesci a trattenerti facilmente. Lo capisco molto bene. L'auto controllo si impara piano piano. Uno dei problemi con i lunghi digiuni è che quando si reinizia ad alimentarsi ci vuole gradualità e alimentazione ben mirata. Se ti venisse in mente di mangiare una pizza e non riuscissi a resistere sarebbe MOLTO pericoloso.

Il mio consiglio è di togliere i cibi dannosi piano piano e lasciar stare i digiuni per ora. Se ti va di fare uno stravizio fallo e NON avere sensi di colpa. Se ti va di saltare un pasto, ok.
Cerca il modo di stare rilassata mentalmente.
Avatar utente
By paolino87
#52909
Ivory, non è rigare dritto, è un chiederti di almeno pulirti che sennò fai danno a te stessa.
Non c'è nessuno che può fare prediche sul modo di mangiare di nessuno qui, veniamo tutti da un regime alimentare assurdo. Quindi nessuno può fare prediche a te, nemmeno te stessa.
Tu hai deciso di cambiare e non senti che molti si sono sintonizzati con te.
Le persone semplici ti vogliono tutte bene. Anche persone che non conoscono Ehret ma che sono persone giuste nel mondo.

Le persone che dici ci sono riuscite a fare digiuni lunghi, ma magari non avevano gli stessi sintomi che accusi te, ed erano più serene. Tu sei tu, loro sono loro. Sono storie diverse.
Ehret ha reso disponibile un metodo di cura molto valido dove prima esisteva solo il digiuno, cogli i suoi frutti.
Comprendo benissimo quando dici che è fantastica la sensazione che si prova durante un digiuno, ma quando il corpo ti fa sentire certi allarmi è meglio non dubitare e fare ciò che chiede. Che poi è quello che farai quando sarai bilanciata. La sensazione può essere reale di benessere ma a che serve avere la possibilità di non goderla più? Non si fa testa o croce con la vita.
Non esiste corpo e anima, esiste un essere completo, non importa se il sintomo è localizzato a "livello psichico" o al "livello fisico".
Se proprio vuoi farlo almeno devi giurare che non farai male a te stessa, e che al minimo cedimento fisico riprenderai nel modo corretto l'alimentazione con tante verdure.
Che interromperai Immediatamente.
Ognuno di noi è importante.
Pensaci.
Magari poi dopo che ti sei pulita e svuotata di quella roba appiccicosa che non va via (esperienza personale) nemmeno con la purga, peserai sicuramente meno, avrai il viso più sgonfio e visto che avrai mente più lucida potrai anche pensare cosa fare da grande, magari un progetto, un sogno chiuso nel cassetto da troppo tempo :wink:
Bisogna vivere di quello che ci fa vivere, non morire nell'illusione di stare bene. :D
Avatar utente
By mauropud
#52911
ivory ha scritto:ho letto tanti casi di persone che hanno fatto un digiuno anche lungo avendo sempre fatto una vita sregolata e pesando anche più di 100chili!perchè loro possono riuscirci e io no? :twisted:


Perche' "leggere di altri" non e' come "provare di persona" e inoltre potresti aver letto storie fasulle!

Se hai letto il libro di Ehret dovresti aver gia' capito che tu NON sei nelle condizioni di fare un lungo digiuno senza rischiare serie conseguenze per non dir di peggio! 8O

Consiglio da amico: fatti al piu' presto una scorpacciata di spinaci lessi oppure insalata di foglie o sedano crudo e magari anche un bel clistere prima che sia troppo tardi! :D

P.S.: Io sono oggi al mio quarto giorno di digiuno e conto di arrivare a 9 giorni. Ma questo non e' certo il mio primo digiuno e ne ho fatto di piu' brevi in precedenza (fino a 8 giorni) e so come gestirli.
Inoltre vengo da 5 anni di dieta con poco muco quindi me lo posso permettere senza accusare problemi! :D
By ivory
#52917
innanzitutto grazie,ma quando vi dico grazie,non lo dico tanto per...è importante per me condividere opinioni con persone che vedono il mondo in modo simile al tuo e cercano di aiutarti...non è semplice trovarle e per questo dal mio profondo vi ringrazio!
la sera è il momento in cui mi sento peggio...l'insonnia,i pensieri sul cibo,allora ho detto a me stessa:da domani,se proprio non ce la faccio,berrò brodo di verdure....però mi sento una fallita!vi prego di non prendermi per una superficiale(a proposito ho ben 32anni e sono anche madre!)ma il richiamo di purificarmi e perdere molti chili in poco tempo cercando di cambiare finalmente il mio modo di rapportarmi al cibo era un richiamo molto forte....molto.....mi sento una fallita
Avatar utente
By luciano
#52920
Ti capisco Ivory, ma tu puoi decidere se sentirti una fallita o semplicemente una persona che fa un percorso e che può cadere e rialzarsi per riprendere il cammino.

Quindi decidi di vederla nell'altro modo se il ruolo di fallita non ti piace. :wink:
Avatar utente
By poveraccio
#52921
Infatti... Luciano dice bene.

Vedi, non c'è motivo di sentirsi falliti o in colpa perché, soprattutto adesso che sei all'inizio, mangiare anche cibi mucosi è necessario. Quindi in realtà ti fai del bene.
Con il procedere della disintossicazione il tuo corpo ti chiederà sempre meno e non sentirai il bisogno di abbuffarti o cose del genere in un modo naturale e non forzato.
E' soprattutto grazie agli errori che cresciamo. 'Errore' è il termine che usiamo quando ci sentiamo in colpa per definire ciò che in realtà è una 'LEZIONE'. Prova a pensare in termini di 'lezioni' e vedrai tutto sotto una luce diversa.
Prendi le cose con calma.
Seguo questa dieta da 6 mesi e non ho fatto digiuni più lunghi di 3 giorni. Va bene così. Il mio fisico non mi permette di più adesso.
Come altri sono partito troppo veloce ma ho fatto qualche passo indietro ed ho trovato il ritmo giusto. Questo non è un fallimento ma una vittoria! :wink:
Avatar utente
By paolino87
#52938
Ma che fallita!!!! 8O

Chi fa del male è un fallito.
Chi non vuole cambiare è un fallito.
Chi cerca cose che non esistono è un fallito.
Chi se ne frega di tutto e tutti è un fallito.
Tutti quelli del "contento io contenti tutti" sono falliti.

E poi per non far vedere che sono piccini piccini ti vengono a rompere le balle dicendoti di fare qualcosa di inutile o frustrante e dannoso, giusto per dimostrare che sei ancora "accettabile"; che poi oltretutto non sono capaci di farle nemmeno loro.
Le persone oneste quando si parla ascoltano sempre, i falliti mai, le loro granitiche certezze sono in realtà granitiche ca...te. Proprio perchè si ascolta sempre tutti non ci si accorge che poi il fallito cerca in tutti i modi di farti diventare come lui. E proprio per questo purtroppo ci riesce spesso. Si contenta anche di farti sentire fallito, tanto a conti fatti il risultato è uguale. Sai come si dice "male comune mezzo gaudio".

Non ascoltare le voci della propaganda, ascolta il tuo cuore.
Non ascoltare le voci dei maligni, ascolta le voci dei tuoi veri amici.
Non ascoltare i consigli degli stupidi, ascolta i consigli dei grandi uomini e donne di tutti i tempi.

Le persone piccine hanno un metro di misura assai ristretto, non conoscono nulla eppure sparano a zero su chiunque gli capiti a tiro. Chi non gli garba è un fallito. I loro guru attualmente sono gli schermi televisivi e i consigli per gli acquisti, qualche calci-aTTore e al limite qualche spara balle di qualche reality.
Cosa potrà mai dirti per migliorare una persona che venera una pasta dentifricia o una crema solare?
Hai mai notato che a volte si potrebbe spegnere la tv o togliere la voce durante la pubblicità ma non lo fa nessuno?

Non farti dire da nessuno che non ti conosce sinceramente e approfonditamente chi e cosa sei, tantomeno dalle persone piccole piccole.
Non farti condizionare dagli sguardi di persone che basta fargli buh! che scappano via.
Solo tu puoi dire chi e cosa sei, hai dimostrato di saper scegliere e di voler cambiare, per quanto vale il mio giudizio posso dire che questo è già una grande cosa che i veri falliti si sognano e basta.

ps. Il succo non gli fa quasi niente al catrame, servono anche le fibre. :D
By ivory
#52946
resoconto:a pranzo brodo di verdure,ceena con prugne secche e...meglio che non ve lo dico! :oops: ho mischiato dolce e salato dA far schifo!non per fame,ma per nervosismo...ultimamente,dopo le mie abbuffate ho la tachicardis...non so se sia un fattore solo psicologico :(
Comunque,ho avuto due scariche di diarrea......ora...avendo capito che i digiuni lunghi ancora non sono per me,mi chiedo:dopo un'abbuffata del genere,è meglio digiunare un giorno o pulire con alimenti tipo verdure crude?mi rivolgo agli esperti....grazie per tutta la vostra disponibilità,grazie
Avatar utente
By paolino87
#52953
Mi fa piacere che cominci a farti le domande che ti sono urgentemente necessarie. :D

Hai detto cosa hai mangiato quando hai interrotto MA:
Quando hai interrotto il digiuno che tipo di fame avevi e che alimenti desideravi fortemente?

Io ti sconsiglio caldamente nei prossimi giorni di mangiare frutta, o meglio se la vuoi solo cotta o essiccata e poca, sono 5 mesi che pratico Ehret e ti dico che è da pochissimo che non mi provoca la voglia di bloccare l'eliminazione con alimenti indigesti. Quindi nel tuo caso di dipendenza sarebbe a mio avviso doppiamente valido, dato che sia lo zucchero raffinato che gli amidi agiscono con dipendenza.

Pulisci immediatamente il tratto intestinale, se ne hai voglia pratica clisteri e in ogni caso mangia verdura a volontà magari accompagnata da un pezzo di pane integrale e se ti piace tostato che è meglio, sennò per adesso fa niente.
Sempre prima tantissime verdure e poi tutto il resto del menù.
Ti dico una cosa, se ti piacciono preparati le patate ogni giorno, le fai a spicchi e le fai cuocere al forno rosolandole abbondantemente. Il condimento olio il giusto senza esagerare ma anche senza privarti, rosmarino sale e altre cose così. Ehret dice che ben tostate le patate sono quasi senza muco. Prima di conoscere Ehret le mangiavo molte, mi saziavano e vedendo una ricerca ho notato quello che sentivo anche io, che danno una grande energia soprattutto se cotte. (non intendo calorie che non sono unità di misura valide).
Se proprio desideri frutta fresca io consiglio i kiwi, togli la parte fuori (quella verde senza semi) e mangi solo quella che contiene i semi.
Per questi primi giorni post digiuno prendi anche delle purghe che insieme alle fibre delle verdure aiutano. Non farti impaurire dalla consistenza delle feci.
Io uso una miscela fatta dall'erborista di tre erbe frangula, senna e liquirizia, ma molti qui usano l'innerclean, io non l'ho mai provato e non ti so dire.
Tieni sempre d'occhio le viscere, appena senti un arrossamento, qualche doloretto da superlavoro, interrompi i lassativi che sennò aumenti le infiammazioni se ci sono.
Non fare assuefazione ai lassativi.

Queste cose te le ho dette perchè ritengo che servano, nella tua situazione attuale, ad evitare che aumenti in modo rapido l'eliminazione, e che debba compensare (avendo anche l'aggravante della dipendenza) con tanti cibi muco formanti. Inoltre serve per avanzare in meglio riducendo la fame nervosa dovuta ai richiami dei detriti cerealicoli nell'intestino che vengono così via via eliminati.
Fai cose che ti piacciono e che ti fanno stare bene il più possibile.

Per la tachicardia Ehret dice che dipende dai farmaci, forse nell'altalena, i farmaci che stavano per essere eliminati correttamente col digiuno, con il ritornare a mangiare abbondantemente sono rimasti nel sangue e ti hanno dato fastidi.
Ti servirà come lezione per i prossimi digiuni, in modo che saprai che c'è anche questo aspetto da considerare. :)

Buon proseguimento

VERDURE VERDURE VERDURE !!! :D
Avatar utente
By poveraccio
#52957
Ciao ivory,penso che la tachicardia sia dovuta semplicemente ad un eccesso di lavoro per la digestione. Ricordati che questo è il lavoro più dispendioso in termini di energia che il corpo compie. Perciò, cerca di non fare grosse abbuffate. Se vuoi mangiati una pizza o quello di cui sei più golosa ma non farne un abbuffata. Anche mangiare troppa frutta o verdura in un pasto fa male.
Quelle due scariche potrebbero essere un buon segno che il corpo si è ripulito.
Fai un bel respiro e rilassati. Quello che è stato è stato e ti ha insegnato qualcosa. Adesso riparti con più esperienza sulle spalle.
Credo che domani sia meglio non mangiare fino a cena. Consuma verdure. magari cotte e un po' di pane tostato senza esagerare. Se senti lo stomaco vuoto mangia verdure cotte anche a pranzo ma poco. :wink:
Stai serena.
Avatar utente
By paolino87
#53099
Come va Ivory?
By ivory
#53393
risalve.....
mi sento uno straccio,ovvero....dopo quei 3giorni di digiuno,sto mangiando di tutto e di più,e solo schifezze!"complice"il fatto che sono tornata ora dall'ospedale:il mio bimbo è stato ricoverato x8giorni!vi lascio immaginare il mio stato psicofisico...infatti,ho un mal di gola assurdo,con febbre,secondo me,tutto lo stress accumulato....a presto
Avatar utente
By paolino87
#53395
Mantieni sempre la calma che poi ad agitarsi non serve a niente. Pensa a risolvere tutti i problemi con cura e attenzione, io da parte mia posso dirti che sono sempre qui disposto ad aiutarti quando vorrai, ritrovare la tua felicità e salute è importante sia per te che per tuo figlio, quindi non mi tiro indietro.
Spero a molto presto :D
Un abbraccio intanto :D
Avatar utente
By poveraccio
#53399
Ivory, purtroppo conosco molto bene il tuo stato mentale e so che in quelle condizioni non si riesce a seguire una linea rigida come una dieta che è fatta di "privazioni" in quanto il cibo è la via di uscita per fuggire da una realtà dura, pesante, insopportabile. Mi sono fatto molto male in passato e nessuno mi ha mai aiutato. Dopo tanti anni qualcosa è cambiato in me e adesso riesco ad avere un controllo maggiore su me stesso. Finalmente! Ma i fantasmi sono ancora lì, ogni tanto si mostrano però adesso non ho più paura. Ho più fiducia in me stesso e dopo un momento di smarrimento mi scuoto e riesco ad agire.
Ricordo i sensi di colpa e come mi sentivo una nullità ogni volta che non riuscivo ad essere e fare quello che avrei voluto fare. Spesso tornavo a casa iniziavo la cena alle 7,30 e non smettevo di mangiucchiare fino a mezzanotte. :cry:
Mi sentivo solo come un cane.

Non conosco la tua situazione ma penso che il dolore sia simile, qualunque sia il motivo preciso che lo provoca.
Ti posso solo parlare e incoraggiare, che non sarà tanto ma è sempre qualcosa. Non mollare e cosa più importantenon sentirti in colpa.

Auguri per tuo figlio. Spero che possa tornare presto e in salute. :(
Ciao a tutti da Valerio

Ciao a tutti, sono Valerio e ho 35 anni. Soffro da[…]

Infatti ho detto che si rischia, non che tutti lo […]

AVOGADO TOSSICO?

Quello sempre, anche se bisogna poi vedere se sia […]

Grazie OPT! :D I tuoi post sono illuminanti. Dimo[…]

Libri di Arnold Ehret