Arnold Ehret Italia

Quando non sai dove mettere il tuo messaggio mettilo qui. Se devi fare delle battute, falle qui. Non sono permesse battute sulla dieta o sugli utenti.

Moderatore: luciano

By ilvecchio
#53472
Durante le cene gli amici o conoscenti vedono il mio/nostro tipo di alimentazione così fuori dal comune che rimangono perplessi.
Chiedono e si informano del perché , e dopo aver loro spiegato la nostra scelta di vita , alcuni semiconvinti mi fanno la domanda finale molto intelligente :

<< .. il tuo discorso è bellissimo e fila liscio come l'olio, ma come spieghi che tantissima gente , nonostante mangino cose innaturali e tossiche per il loro corpo , siano in forma ?
Per esempio .... gli atleti ... loro sono in perfetta forma , con un ottimo tono muscolare e ottengono risultati eccezionali.
Seguendo il tuo ragionamento , queste persone dovrebbero avere già un piede nella fossa o almeno essere in brutte condizioni , ma invece .....
Ma poi .... noi che mangiamo cibi morti , da dove le prendiamo le vitamine per poter sopravvivere ?
Allora i nostri cibi morti .... non sono proprio così morti .
Qualche vitamina c'é rimasta !!! >> .... e via dicendo ....

Alché parte la mia risposta , facendo anche l'esempio che Carl Lewis é vegano, ma alcuni mi dicono che mi arrampico sui vetri.
Ora .... probabilmente sono io che non sono preparato a tal punto di poterli dare una risposta soddisfacente , ma mi piacerebbe avere da Voi un esempio di risposta giusta che non dia adito a ulteriori dubbi sul sistema di Ehret ..... insomma ... che tagli la testa al toro.
E' un bel compitino ... eh ? :)
Ultima modifica di ilvecchio il 29 maggio 2011, 19:39, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
By celestia
#53479
Se Ti dicono che Ti arrampichi sui vetri rispondi che sono loro a non avere risposte, altrimenti risponderebbero con un altro argomento, invece accusano Te di non averne....
Per logica loro dovrebbero controbattere al Tuo es di C. Lewis, invece Ti accusano di arrampicarTi sui vetri... Come vedi spesso è facile controbattere!
Però puoi anche scegliere di dire che siccome Tu stai bene, fino a che succede continui così, liberi loro di decidere diversamente, se invece loro si ammalano dovranno poi fare i conti con i loro cibi...
Comunque prosegui per la Tua strada e non preoccuparTi troppo di quel che Ti viene detto, vedrai che i risultati saranno molto più convincenti delle parole
Un sorriso
Ciao e Buon Proseguimento

:D
Avatar utente
By erre
#53480
ilvecchio,
Hai esposto bene il concetto. Purtroppo e' difficile rendere consapevoli gli altri degli errori nei cibi anche se ti vedono che sprizzi salute da tutte le parti.

Oggi le persone non muoiono piu' di vecchiaia naturale, ma passano attravverso le piu' attrocci malattie prima di esalare l 'ultimo resiro anche se apparentemente siano state in buona salute per molti anni.

Gli esempi degli atleti non fa testo in quanto molti di loro una volta abbandonato l' agonismo invecchiano precocemente e si ammalano irreversibilmente.

Si muore da onnivori e da fruttaiani, ma la differenza e' che gli uni vi arrivano spesso con le stampelle chimiche o tecnologiche, gli altri e' piu' sicuro che ci arrivino con le proprie gambe.

Io riguardo alla tua domanda rispondo che se si vuole evitare, quando si e' vecchi di avere una badante o che ti lavino il c... gli altri, segui un' alimentazione con i prodotti della terra. Perche' i cavalli di razza si vedono al ritorno.
Avatar utente
By SeghiAlex
#53481
bellissimo erre
"i cavalli di razza si vedono al ritorno"
concordo sul fatto che gli sportivi tendono ad invecchiare piuttosto precocemente senza parlare di quelli che muoiono a causa di un metabolismo sconquassato dai prodotti chimici che hanno assunto durante la fase agonistica sopratutto a livello professionale alla ricerca di prestazioni e gli esempi ci sono (calcio , ciclismo , pugilato, atletica ecc ecc).

Io non mi preoccuperei di trovare delle risposte convincenti comunque, spesso quando mi capita di parlarne li invito a visitare il forum e leggere le testimonianze di quelli che ne hanno tratto benefici e poi valutare.
Avatar utente
By Aleth
#53482
Non lo so se è una risposta, ma io sento adeguato questo pensiero che rispecchia il mio modo di vedere le cose (perchè è vero cmq che tanta gente campa lo stesso e molti ci sguazzano bene) : ognuno di noi ha una sua necessità di stile di vita e non dipende dalle nostre convinzioni ma da quello che il nostro corpo ci richiede: è il non individuare questo "stile di vita"che crea problemi, molta gente che si ammala non è ancora entrata in sintonia con il suo "passo". Io conosco un uomo che ha 70 anni, fuma e mangia da scellerato, ha una intensa attività intellettiva a causa del suo lavoro ed è sempre stata una persona con l'adrenalina a mille... non ha addosso un bencheniente di grasso, di cattivo odore, è forte, ha dei capelli sottili e brillanti e la pelle è luminosa... Di contro vedo anche vegetariani/jogisti/salutisti/ecologisti veramente messi male, tirati bruttini puzzolentini, asfittici... Se uno a pane e nutella salame e caciotta ci vive bene, allora per lui va bene cosi. Le teorie non le possiamo estendere, l'inghippo è questo, altrimenti ci trasformiamo come quei gruppi religiosi che hanno le risposte a tutto e si sentono inattaccabili e con la verità dalla loro parte.
#53485
ilvecchio ha scritto:Durante le cene gli amici o conoscenti vedono il mio/nostro tipo di alimentazione così fuori dal comune che rimangono perplessi.
Chiedono e si informano del perché , e dopo aver loro spiegato la nostra scelta di vita , alcuni semiconvinti mi fanno la domanda finale molto intelligente :

<< ... il tuo discorso è bellissimo e fila liscio come l'olio, ma come spieghi che tantissima gente , nonostante mangino cose innaturali e tossiche per il loro corpo , siano in forma ?
Per esempio .... gli atleti ... loro sono in perfetta forma , con un ottimo tono muscolare e ottengono risultati eccezionali.
Seguendo il tuo ragionamento , queste persone dovrebbero avere già un piede nella fossa o almeno essere in brutte condizioni , ma invece .....
Ma poi .... noi che mangiamo cibi morti , da dove le prendiamo le vitamine per poter sopravvivere ?
Allora i nostri cibi morti .... non sono proprio così morti .
Qualche vitamina c'é rimasta !!! >> .... e via dicendo ....

Alché parte la mia risposta , facendo anche l'esempio che Carl Lewis é vegano, ma alcuni mi dicono che mi arrampico sui vetri.
Ora .... probabilmente sono io che non sono preparato a tal punto di poterli dare una risposta soddisfacente , ma mi piacerebbe avere da Voi un esempio di risposta giusta che non dia adito a ulteriori dubbi sul sistema di Ehret ..... insomma ... che tagli la testa al toro.
E' un bel compitino ... eh ? :)

Rinuncia a difenderti e giustificare le tue scelte, rispettati e sii tranquillo e rispetta quello che pensano e fanno gli altri. Quando si è sulla propria strada non occorre spiegare niente a nessuno, a eno che non ti venga chiesto un sincero aiuto o consiglio :D
#53486
robyvac ha scritto:Rinuncia a difenderti e giustificare le tue scelte, rispettati e sii tranquillo e rispetta quello che pensano e fanno gli altri. Quando si è sulla propria strada non occorre spiegare niente a nessuno, a meno che non ti venga chiesto un sincero aiuto o consiglio :D
Questo è il miglior modo di operare! :D

Magari proponete anche i libri di Ehret, dicendo di leggerli e provare.
Avatar utente
By dodo
#53491
ciao vecchio,
non ho saputo resistere devo dire la mia, io la risposta celò eccome se celò, io parlo per la mia esperienza personale, fin da giovinetto ho fatto attività sportiva sia agonistica che non, diciamo che conosco l'ambiente, e ti posso dire che e vero che gli atleti sono in forma, ci credo si allenano tutti i giorni e si alimentano con una dieta specifica, es. il podista deve mangiare tanti carboidrati perchè rilasciano lentamente energia per via della complessa trasformazione con tutte le problematiche del caso (scorie e cosi via) e se parliamo di agonismo ce chi ci pensa, loro devo solo dare il massimo, quello che non sanno e che quello non e il massimo, ti dico questo perchè, io che ho provato ho notato subito la differenza, premetto che ho 50 anni, e sono in transizione da quasi due anni, posso affermare con assoluta sicurezza che l'energia che ho adesso non e paragonabile a quando ero più giovane, ma la cosa ancora evidente e il recupero di energia, e quasi immediato, questo inverno in settimana biancha ero in compagnia di un amico anche lui molto sportivo, tipo si allena 5 giorni alla settimana, quindi uno preparato no, questo e successo il primo giorno, quindi entrambi belli preparati ad affrontare l'intera settimana, be a parte che non credeva che con solo 5 fichi secchi e 5 noci io potessi reggere tutta la giornata, ma entriamo nel vivo, voleva mettermi alla prova , be prima discesa 11 km e partito a razzo, e io dietro, arrivati in fondo, io ho recuperato nel giro di qualche minuto asciutto, lui ha chiesto un break tutto sudato, ma come dico.. e tutto questo allenamento......la sera lui e andato a farsi un massaggio, io una doccia e via, il giorno seguente ha mangiato con me i fichi e le noci e si è meravigliato che non sentisse bisogno di cibarsi, questo mi ha fatto capire che il corpo più pulito può dare molto di più, mi riferisco alla lezione n° 5 V = F - O ma per poterlo affermare devi provare, guarda attentamente calciatori, sono tutti molto giovani, ma dimostrano almeno 10 di più, io con questa dieta li ho recuperati 10 anni, e questa e solo una delle differenze, si potrebbe andar avanti su tante altre, mi sono sfogato ciao a presto
By ilvecchio
#53496
Grazie , Ragazzi .
Sapevo di poter contare su di Voi.
Le risposte sono tutte ottime .

- Ha ragione ERRE quando dice :

<< Purtroppo e' difficile rendere consapevoli gli altri degli errori nei cibi anche se ti vedono che sprizzi salute da tutte le parti. >>
<< Si muore da onnivori e da fruttariani, ma la differenza e' che gli uni vi arrivano spesso con le stampelle chimiche o tecnologiche, gli altri e' piu' sicuro che ci arrivino con le proprie gambe. >>
<< .....se si vuole evitare, quando si e' vecchi di avere una badante o che ti lavino il c... gli altri, segui un' alimentazione con i prodotti della terra. Perche' i cavalli di razza si vedono al ritorno. >> (bella questa !!!!)


- Ha ragione CELESTIA quando dice :

<< .... loro dovrebbero controbattere al Tuo es di C. Lewis, ..... >>
<< .... siccome Tu stai bene, fino a che succede continui così, liberi loro di decidere diversamente, se invece loro si ammalano dovranno poi fare i conti con i loro cibi... >>

Mi fa molto piacere il Tuo modo di essere gentile ed educata scrivendo i pronomi con lettera maiuscola ( Ti , Tu , Tuo ).



- Ha ragione ALETH quando , dopo i Suoi esempi , dice :

<< Le teorie non le possiamo estendere, l'inghippo è questo, altrimenti ci trasformiamo come quei gruppi religiosi che hanno le risposte a tutto e si sentono inattaccabili e con la verità dalla loro parte. >>



- E ha ragione ROBYVAC quando dice :

<< Rinuncia a difenderti e giustificare le tue scelte, rispettati e sii tranquillo e rispetta quello che pensano e fanno gli altri. Quando si è sulla propria strada non occorre spiegare niente a nessuno, a meno che non ti venga chiesto un sincero aiuto o consiglio. >>




In sintesi , la risposta giusta é quella " Gandhiana " : la non belligeranza .... come anche sottolinea e più volte ripete Luciano , che di esperienza sulle spalle riguardo a questo tipo di discussioni ne ha da stravendere , e ha capito prima di tutti noi come funziona la psiche umana.
Il problema di come spiegare e dimostrare agli onnivori che la natura è perfetta e non bisogna andarLe contro , è che il nostro corpo è una macchina strabiliante che , nonostante la alimentiamo di pura spazzatura, si adatta e si difende in modo incredibile , ma in modo diverso da persona a persona. Quindi troveremo il 70enne , come dice ALETH , in perfetta salute nonostante i continui avvelenamenti da parte sua , e poi troveremo persone molto attente alla loro condizione fisica , ma che purtroppo per loro , non sono messe bene. (sono solo esempi)
Quindi al 40enne pimpante (quello che dice che mi arrampico ...) che mangia come un pitone , beve come una idrovora , fuma come un turco e tr.... come un nero (ma questo lo dice lui) , sempre in forma e non ha il benchè minimo sintomo di malattia , come dimostrargli che prima o poi le pagherà tutte ?
Lui per adesso mi può dimostrare il contrario. Come dimostrargli che se cambiasse stile di vita starebbe moooolto meglio ?
E come dimostrargli che i "cibi prodotti" non contengono nutrienti ? << ... ma cosa stai dicendo ??? Sono 40 anni che mangio così e sto benissimo !!!
Quindi le vitamine e le proteine ci sono anche nella mia alimentazione >> ... e qui , in effetti non so come contraddirlo. Non ho le basi tecniche per farlo.
Tecnicamente parlando , per noi è difficile dimostrare a una persona "sana" che sta sbagliando , perchè non è una legge matematica che chi si avvelena stia male .
Tutto questo è per il breve termine . Noi tutti sappiamo benissimo che il suddetto 40enne non arriverà indenne ai 50.
Del resto è quello che è successo a me : fintanto che stavo bene ero sordo al discorso salutistico , pensavo solo alla "buona cucina" .
Il vecchio detto << la salute è un bene che si scopre di avere quando la si perde >> è oro colato !!!
Solo quando i nostri amici avranno dei problemi potremo suggerire il nostro stile di vita.
Per il momento , per tornare al discorso iniziale , la risposta deve essere Gandhiana.

Ciao a tutti e grazie per gli interventi.



Avatar utente
By erre
#53497
Aleth ha scritto:Io conosco un uomo che ha 70 anni, fuma e mangia da scellerato, ha una intensa attività intellettiva a causa del suo lavoro ed è sempre stata una persona con l'adrenalina a mille... non ha addosso un bencheniente di grasso, di cattivo odore, è forte, ha dei capelli sottili e brillanti e la pelle è luminosa... Di contro vedo anche vegetariani/jogisti/salutisti/ecologisti veramente messi male, tirati bruttini puzzolentini, asfittici... Se uno a pane e nutella salame e caciotta ci vive bene, allora per lui va bene cosi. Le teorie non le possiamo estendere, l'inghippo è questo, altrimenti ci trasformiamo come quei gruppi religiosi che hanno le risposte a tutto e si sentono inattaccabili e con la verità dalla loro parte.


Sono molte le persone cosi' come hai descritto di questo conoscente.

E sono proprio questi risultati degli onnivori che la fanno da padrone e convincono la stragrande maggioranza che la carne e tutto il resto sia la corretta alimentazione dell' uomo e allo stesso tempo porta ad ignorare lo stile alimentare e di vita vegano e crudista o fruttariano che sia.
Ma uno cosi dopato dai cibi superproteici magari con caffe' ed altri cibi eccitanti che ingerisce ed oltretutto fuma, dove puo' arrivare?
Noi sapiamo che il corpo, con questo modo di alimentarsi, lavora molto e vengono stressati tutti gli apparati e tutto l' organismo che nel tempo richiederanno dazio.
Questo signore probabile abbia degli ottimi organi e se avesse osservato una dieta tendente a quella dei nosrti antenati avrebbe la possibilita' di vivere assai piu' a lungol, ma come dice Ehret l' elastico se viene in continuazione teso sempre al massimo, si spezza.
By Pedro
#53502
Normalmente taglio corto, semplicemente dico "Il mio corpo funziona meglio cosi'" o una risposta del genere.
Riguardo a dove trova proteine ecc. gli dico, "guarda me, come vedi non sono morto e vivo come tutti gli altri"

Taglia corto con le risposte, e se insistono digli che sono fatti tuoi.
By Varda
#53508
Credo che anche le risposte alle obiezioni debbano essere "personalizzate".
Come vedete ognuno di noi ha dato un consiglio diverso :)

E per personalizzate intendo sia in relazione a chi parla, sia in relazione a chi ascolta
Avatar utente
By bactabeven
#53510
Io evito il contrasto, dico che per me la carne non è un cibo salutare, e per me la frutta e la verdura insieme a una rivisitazione dell'igiene personale fanno questo e quello...

Poi se mi chiedono come faccio io a giudicare, spiego loro che ho sia l'esperienza onnivora che quella Ehretista, quindi sono loro che non possono giudicare fintanto che non fanno la mia esperienza :D

Concordo con te che bisogna aspettare che ognuno guadagni la sua dose di sofferenza per aprire autonomamente gli occhi e vedere le cose da una posizione diversa, nel frattempo stiamo qui, a registrare i nostri progressi in maniera attiva, e i loro regressi in maniera purtroppo passiva :D

Ciao a tutti
By ilvecchio
#53515
bactabeven ha scritto:
Poi se mi chiedono come faccio io a giudicare, spiego loro che ho sia l'esperienza onnivora che quella Ehretista, quindi sono loro che non possono giudicare fintanto che non fanno la mia esperienza :D



Anche questa è una bella risposta !!!!
Noi abbiamo entrambe le esperienze e possiamo dire la nostra a riguardo, avendo come testimonianza i nostri risultati .
Loro .... no !!!!!

Ottimo BACTABEVEN !!!
By Pedro
#53516
Varda ha scritto:Credo che anche le risposte alle obiezioni debbano essere "personalizzate".
Come vedete ognuno di noi ha dato un consiglio diverso :)

E per personalizzate intendo sia in relazione a chi parla, sia in relazione a chi ascolta

Cerco, la situazione va compresa e anche chi ti pone certe domande deve comprendere le tue scelte...ma quando vogliono importi il loro disappunto toglitegli dai piedi con una risposta secca.
Ciao a tutti da Valerio

Ciao Valerio, benvenuto. :D Il primo passo è ac[…]

Infatti ho detto che si rischia, non che tutti lo […]

AVOGADO TOSSICO?

Quello sempre, anche se bisogna poi vedere se sia […]

Grazie OPT! :D I tuoi post sono illuminanti. Dimo[…]

Libri di Arnold Ehret