Arnold Ehret Italia

Specifico sulla transizione, per chiedere suggerimenti, chiarire punti del libro a riguardo, descrivere sintomi comparsi all'inizio o durante e tutto quanto può essere utile per fare la transizione senza sforzi considerevoli

Moderatore: luciano

#53969
Ciao a tutti,
volevo parlarvi degli ultimi sintomi che ho avuto durante la dieta di transizione.

Alcune annotazioni sul mio stile di vita :
Ho 28 anni e da circa 3 anni ho cambiato molto il mio stile di vita ma in passato ne ho fatte un po pesanti :

1 - In passato bevuto veramente molto alcool
2 - Assunto qualche tipo di droga
3 - Mangiato un po sregolatamente.
4 - Non preso molti farmaci

La storia della mia dieta di transizione :

Ho cominciato a metà marzo.

- 2 settimane mele o altra frutta succosa prima dei due pasti.
- 1 mese e mezzo con frutta succosa ( mele + prugne ) piu frutta secca ( datteri, uvetta etc ) prima dei due pasti.

Dopo questo periodo una notte ( 10 - 11 maggio ) mi sono alzato e ho avuto una pesante tachicardia che non mi ha fatto chiudere occhio con sensazioni di mancanza di respiro e un po di vertigini che apparivano pesantemente quando tentavo di addrmentarmi.
Dopo una settimana, 20 maggio, è capitato appena finito di mangiare a mezzogiorno ancora una tachicardia. ero in ufficio e mi hanno chiamato l'ambulanza.
Fatto analisi ma come pensavo era tutti perfetti, stavo meglio dei dottori che mi hanno visitato.
Analizzando che tipo di integratori stavo prendendo ho capito che lo IODIO poteva peggiorare i sintomi dell eliminazione di cui parla Heret.
Quindi ho smesso e devo ammettere che la situazione è migliorata.

Ho cominciato a sentirmi meglio dopo le due tachicardie forti, intervallate a certi momenti in cui mi sento agitato, tipo di notte appena prima di addormentarmi, cosi nella settimana dal 23 al 29 maggio ho ricominciato a mangiare un po di frutta prima del pasto.
Dal 30 maggio a oggi non ho mangiato piu frutta prima del pasto.
Mi hanno consigliato di prendere il CALMAG ( 2 compresse con acqua meta mattina meta pomeriggio )per alleviare gli eventuali disturbi al sistema nervoso ( tachicardie, senso di ansia prima di addormentarmi ecc...) e devo dire che la situazione è abbastanza migliorata.

Ieri 8 giugno, dopo cena, mangiato un po di tonno e verdure senza prima la frutta, senza mal di pancia ne niente, vado in bagno e ho fatto una diarrea puzzolentissima e ho pensato che erano ancora scorie in giro dalla frutta mangiata prima dei pasti nei periodi menzionati sopra.
Oggi 9 giugno 2011, ero in ufficio e gia prima di pranzo sentivo una sensazione un po ansia e agitazione, andato a mangiare PESCE SPADA e INSALATA, al ritorno in ufficio intorno alle 13.45 - 14.00 ho sentito odore di dolce ( sara stato una pasticceria li vicino ) e subito dopo una sensazione di mancanza di fiato dallo sterno che saliva fino alle mandibole e poi al naso, tipo crampo con un po di dolore poi si è stoppato con annesse stordimento, vista offuscata e grande rincoglionimento e un po di senso di nausea.
Sono andato in bagno e uscito a fare quattro passi.
Rientrato ogni volta che mi sedevo alla scrivania ricominciava quasta sensazione ed ero costretto ad alzarmi per frenarla un po.
Sono dovuto letteralmente scappare dall ufficio mi sono fatto circa un ora di cammino e preso il treno ed arrivato a casa alle 16.30.
Durante il viaggio in treno mi era abbastanza passato e mi sono anche un po addormentato.

Volevo sapere alcune cose su questi fatti :

- Cio che è successo ieri e oggi è ancora legato alle scorie smosse dalla frutta mangiata nei periodi che ho menzionato sopra? ( non la mangio piu da circa due settimane )

- Puo essere che l'effetto della frutta mangiata, quindi questi forti malesseri tipo quello di oggi, possano farsi sentire anche dopo 2 settimane che non mangio piu frutta?

- Al momento ho deciso di stoppare fino a che tutti i malesseri siano passati in modo che possa ripartire piu dolcemente ed evitare fichi, datteri e uvetta nel primo periodo e cominciare con mele e prugne ecc.
Secondo voi se stoppo di mangiare la frutta dovrebbero passare questi effetti o aumentare? sono convinto che si stoppano ma volevo un vostro parere.

- Ci puo essere qualche colegamento con questi malesseri al sistema nervoso visto che non sto piu quasi fumando perche non ce la faccio piu e mi da un enorme fastidio?
Cioè che non fumando ci sono i nervi piu tesi? anche inconsciamente?

- Che spiegazione date a questa sensazione di malessere che ho avuto oggi alla mandibola/naso visto che non mi era mai capitata?

- Quanto tempo devo aspettare prima che questi malessei passano in modo da ricominciare con la fruttta prima del pasto?

- Questi effetti collaterali a volte cosi forti possono essere dati dalle sostanze assunte in passato e che ora questi due mesi di frutta prima del pasto hanno scrostato e sono rientrati in circolo e che il mio corpo sta tentando di eliminare? ( alcool droghe farmaci etc )

- Dopo i forti effetti collaterali di oggi, mi sto portando dietro un rincoglionimento e un po di mal di testa anche dopo 4 ore che è successo.

Vi chiedo cortesemente di darmi un nuovo approccio alla dieta di transizione quando ( spero presto ) saranno passati tutti i sintomi.
AIUTO!!!!

Vi ringrazio dell aiuto

Ciao a tutti
Avatar utente
By Madreperla
#53976
La tua e' una descrizione molto particolareggiata; in ogni caso credo che si tratti di crisi eliminative che si manifestano con una sintomatologia molto variegata.
Mi sento di darti un piccolo consiglio, visto che parli di frutta prima dei pasti: forse sarebbe meglio non mescolare frutta e successivamente un pasto, anche perche', correggimi se sbaglio, hai parlato di tonno, pesce spada.
E' buona norma mangiare frutta fino a mezz'ora prima del pasto, ma credo di non sbagliare troppo a dirti che, se un giorno mangi proteine animali, quel giorno la frutta non la dovresti proprio toccare, onde evitare fermentazioni e quant'altro.
Inoltre non hai specificato il tipo di frutta che mangi ma ce ne sono alcune, quali meloni ed arance, che andrebbero mangiate di mattina e a stomaco vuoto, in quanto fermentano tantissimo, a differenza di altra frutta, come ad esempio la mela, che invece puoi mangiare con piu' tranquillita'.
Io mi regolo in questo modo, fermo restando che non mangio piu' pesce; tuttavia la regola di mangiare la frutta non oltre la mezz'ora precedente ad un pasto anche a base di verdura la rispetto ugualmente e mi trovo bene.
Per tornare ai tuoi malesseri, per fastidiosi che siano, ringrazia il cielo: sono benefiche crisi eliminative.
Io sto aspettando una bella febbre a mani giunte: e' dal 2003 che non ho nemmeno un raffreddore , segno evidente di un sistema immunitario moooooooooooolto depresso.
Ciao!
By marcov86
#62404
Ciao

Anch'io ho un sintomo ansioso molto anomalo in transizione.
Escludendo tutti i vari fattori che mi procurano ansia ora come in passato, nn riesco a ricondurre a qualcosa di pratico l'ansia che provo anche ora che scrivo.

Ho un passato in cui prendevo farmaci quotidianamente.
Non riesco a far venire alla coscienza il motivo dell'ansia in alcuni momenti della giornata, ma sto notando strana ansia dopo l'assunzione di frutta.

è questa che mi ha spinto a cercare nel forum. Ehret dice di possibili strani sintomi per chi prendeva farmaci.. mi faccio un giro per vedere se la cosa è confermata.

Riguardo al pesce non credo crei fermentazioni se mangiato 30 min dopo la frutta. Fermo restando che nn è um cibo previsto da Ehret, e neanche gli integratori che possono fare più male che bene soprattutto se di sintesi.

Buona Transizione
W la frutta
By marcov86
#62413
non saprei se posso ricondurla ad uno sbilanciamento cranio-mandibolare-scheletrico..
c'è l'ho da meno di un'anno..
invece potrebbe aver a che fare con mercurio e farmaci visto che ho iniziato la dieta.

Se poi aggiungi che c'è chi è sempre pronto a crearti un disagio proprio dove sei più debole, inconsapevole, impreparato in ogni momento e senza permesso ne preavviso, continuativamente oltre il limite del sopportabile per rendere le cose più interessanti, potrebbe diventare ansia patologica e potrei persino finire ko per via di un pensiero che ho solo io, contro ogni evidenza o ragione accertabile in qualunque grado di appello. In fondo dimentica il male e ridimensiona le aspettative verso te stesso e gli altri è il motto di chi si incammina nel Ehretismo.
A volte devi discernere se un pensiero è tuo o no e quindi non ti interessa, ma potrebbe diventarlo o potrebbe doverti interessare per qualche ragione, per esempio un amico in difficoltà, o un male per che ti sta per capitare. non serve prendersela con chi è inconsapevole delle proprie azioni o non ne sa misurare la portata, perché non glielo hanno insegnato o non vale la pena perdersi a spiegargli qualcosa. su via la vita è fatta di amarezze. Dimenticare di avere un pensiero logico e direttivo per il mio bene, ricorda invece quanto dovresti volerti bene.
Voglio il divorzio.
Avatar utente
By Cymba
#62466
un caso come quello di Marcello (chissà se frequenta ancora il forum...) è il tipico caso di persona molto intossicata che inizia la transizione in maniera troppo accelerata... condivido i consigli di madreperla sul fatto d stare più attenti alle associazioni, a mangiare meno frutta se si mangia ancora carne o proteine, e aggiungerei che i sintomi sgradevoli delle crisi eliminative si attenuano aiutandosi con maggiore frequenza di clisteri... all'inizio della transizione ci sono sensazioni che sono molto comuni tra le persone che si sono "comportate male" in passato... anche a me è venuta qualche tachicardia la sera prima di dormire, mali di testa e svarioni vari, nausee, ansia, agitazione... tutte cose che si sistemano modificando ad hoc la dieta, togliendo e aggiungendo, provando combinazioni di cibi diversi... tutto lavoro su se stessi che bisogna imparare a fare, senza preoccuparsi troppo... anche a me il magnesio ha aiutato in un certo momento della transizione... poi piano piano ce la si fa anche senza integratori, almeno quello è l'obiettivo :wink:

Ho usato l'imperfetto perchè ora ho introdotto qu[…]

Gli ultimi del contadino

Sinceramente no, anche perchè vivendo in un condom[…]

Diario di Narayani

Credo fosse eccessivamente gelata.

La panoramica di Ienk

Dopo la panoramica ho rimosso tre delle 5 amalgame[…]

Libri di Arnold Ehret