Arnold Ehret Italia

Questa è la sezione dove ci si presenta. Prima di farlo, leggi attentamente la guida che vedrai quando aprirai il primo argomento.

Moderatore: luciano

Regole del forum: 1. Prima di tutto, leggi il Regolamento. In questo modo saprai come ci si comporta in questo Forum, al fine di avere un'esperienza piacevole per tutti gli utenti.

2. INCLUDI il tuo nome o nome utente NEL TITOLO del tuo primo post in questa sezione.
Appena arrivi su questo sito, fai sapere qualcosa di te, perché ti sei iscritto, se hai letto e studiato i libri di Ehret e quali. Leggi altro sui libri qui.

Qui può postare ogni iscritto, solo post pertinenti alla propria presentazione, nelle altre sezioni occorre aver prima letto e soprattutto studiato il libro Il Sistema di Guarigione della Dieta Senza Muco.

RIPETO: Ricordati di mettere il tuo nome o nick nel titolo del tuo primo post di presentazione. Continuo a vedere "Ciao a tutti!" "Nuovo arrivato!" e nella ricerca diventa poi difficile trovare chi l'ha scritto. Esempi di corretta presentazione: "Ciao a tutti da Mario", "Nuova arrivata - Maria85".
By marilena78
#55121
Ciao a tutti,
mi presento...

Un po' di info su di me:
Sono diventata vegetariana 8 anni fa (avevo 25 anni)... dopo che lo stesso coniglietto a cui avevo fatto visita la mattina in fattoria mi è stato servito per cena da mia suocera su un piatto, accompagnato dalle patate al forno. Da allora non ho più mangiato un essere viente.

Ho mangiato uova e formaggi ancora per qualche anno. Poi ho capito di essere intollerante ai latticini e ho abbandonato anche formaggi e uova.

Nel Giugno 2009 ho sospeso tutte le cure (antibiotici e pillola anticoncezionale) che tenevano a bada la mia acne da quando avevo 12 anni. Ho deciso di curare la mia pelle con il cibo. Ho iniziato una dieta a base di Green Smoothies (frutta e verdurine frullate), ma consumavo anche passati di legumi e pasta o cereali integrali ogni tanto e (troppi) semi e frutta secca. La mia acne non è più ritornata, mi sono sgonfiata e ho perso quasi tutta la cellulite che mi perseguitava sin dall'età dello sviluppo. FANTASTICO... mai stata più felice di me come persona e del mio corpo in tutta la mia vita.

Adesso, il lato dolente...
A settembre 2009... quando mi sono separata da mio marito... a causa dello stress e del dispiacere, ho ricominciato a mangiare formaggi, uova, pasta, pane, dolci, fritture, oli vegetali... e chi più ne ha più ne metta. Ho toccato il fondo durante le feste di Natale e in pochi mesi la mia acne è ritornata, insieme al gonfiore e alla cellulite.

Ho capito che era il momento di porre riparo ai danni che avevo fatto alla mia salute... "fortunatamente" ho avuto un sacco di sintomi "visibili". Allora ho aumentato nuovamente la quantità di frutta e verdura biologiche e crude e niente più schifezze... Ma (e me ne rendo conto solo ora guardando indietro alla mia esperienza e rileggendo i libri di Eheret) l'essere passata cosi' improvvisamente e drasticamente ad una dieta di sola frutta e verdura crude, ha creato troppi sintomi di detossificazione: sfoghi alla pelle/acne, debolezza, perdita di peso eccessiva, stitichezza e gonfiore. Allora ho ripreso ad integrare cereali, legumi e verdure cotte.
Le cose sono migliorate ma...

Nel gennaio 2010, mio marito si rende conto di aver sbagliato e torna indietro... quello stesso mese abbiamo concepito un bel bambino, Francesco.

La gravidanza e' stata felice e senza intoppi... non ho mai mangiato carne... non ne ho mai sentito il bisogno...
Il ginecologo mi ha fatto fare tutti gli accertamenti possibili ed immaginabili perche' era sicuro che avessi qualche carenza alimentare a causa della mia dieta "non convenzionale", ma si e' dovuto ricredere ed ha dovuto ammettere che i miei valori erano 1000 volte piu' "normali" di quelli delle delle donne "normali"... quelle che mangiano carne!!!
Alla fine mi ha detto:"Signora continui a mangiare quello che sta mangiando. Va bene cosi'".

In gravidanza, pero', ho abbandonato la dieta di transizione e inserito molti/troppi alimenti sbagliati... vuoi a causa delle nause, della stanchezza, della mancanza di tempo, delle pressioni di chi mi stava intorno...

Francesco e' nato con qualche settimana di anticipo perche' mi si sono rotte le acque a causa dello stress (problemi-problemi e sempre problemi... io cerco di essere serena e positiva... e' la mia natura... ma la vita mi butta sempre addosso di tutto e di piu').

Francesco oggi ha 7 mesi ed e' un bel bambinone paffutto: nato con parto naturale, allattato al seno e stiamo iniziando lo svezzamento naturale... insomma mangia quello che mangio io a tavola con me, quando me lo chiede... niente papponi in barattolo...
Mia madre vorrebbe uccedermi per non parlare del pediatra... dicono che lo faro' morire di fame.
Eppure Francesco e' un bimbo sorridente (positivo e solare come la mamma), forte, energico, sveglio e soprattutto bello in ciccia... come fanno a negare l'evidenza solo perche' non seguo le convenzioni=omoggeneizzati/brodo vegetale/carne a pranzo e a cena e per giunta rigorosamente liofilizzata.

Cos'altro e' successo? Abbiamo comprato casa e non vi dico lo stress soprattutto se questo accade 4 mesi dopo la nascita di un figlio... ma non parliamone che e' meglio...

Con mio marito va benino... vorrei dire benissimo ma non e' cosi'... lui e' un pessimista cronco e un grande egoista... non e' mai contento: se gli portassi anche la luna lui vorrebbe qualcos'altro... proprio l'opposto di me... Forse e' vero che gli opposti si attraggono... certe volte lo odio ma per la maggior parte del tempo ci amiamo. Non nego che mi sono chiesta tante volte se ho fatto bene a tornare con lui (e ad avere un figlio da lui) dopo che era sparito per 4 mesi... ma quella e' un'altra vita che non vivro' mai... non fraintendete... mio marito e' un uomo difficile... forse sarebbe stato piu' facile per me ricominciare senza di lui... ma l'amore e' miope ed io sono completamente "cecata" ...
L'unica cosa che gli chiedo (e lo faccio spesso) e di non buttarmi giu'... ci pensa gia' la vita a farlo... a volte non ho le energie di combattere per tutti due e vorrei che fosse lui ad occuparsi di me, a tirarmi su di morale ma non accade mai!

E la vita lo ha fatto di nuovo... mi ha buttato giu' come da un treno in corsa di nuovo... la vita e' cattiva... mi ha tolto una delle cose che amavo di piu' proprio nel momento in cui mi ha dato una delle cose che oggi amo di piu' ... mi ha dato un figlio e mi ha tolto il mio adorato papa'... se lo e' portato via all'improvviso 2 mesi dopo che e' nato il suo adorato nipotino che lui tanto desiderava... ha avuto appena il tempo di vederlo... di essere nonno... e poi e' sparito per sempre... Questo non lo accettero' mai e non credo che potro' essere mai di nuovo completamente felice... mai piu'... mi manca tanto il mio papa' e non lo rivedro' mai piu'... maledetto quel cancro che me lo ha portato via senza preavviso in 40 giorni... non passa un minuto senza che pensi a lui e a quanto mi manca... chi non ha mai sofferto cosi' non puo' sapere cosa si prova... a volte ho paura che non mi riprendero' da questa batosta... mi sembra di aver perso per sempre la mia innocenza... il mio ottimismo... quella scintilla che avevo dentro... mi sento senza forze.... senza risorse ... ... ...

La mia vita e' come le montagne russe: appena sembra che tutto sia tornato al suo posto, ecco che le cose precipitano di nuovo e io devo tirarmi su da sola e in piu' trascinare sulle mie spalle tutti quelli che sono stati buttati giu' nel burrone con me (mia madre, mio fratello, mio marito).
Quando sono su riesco a prendermi cura del mio corpo e del mio spirito seguendo quella che so essere l'unica "dieta" possibile... quella che ci ha mostrato Ehret...
Quando la vita mi butta giu', precipito anche dal punto di vista dell'alimentazione e faccio i soliti sbagli... eppure lo so dove sbaglio...

Questa volta la caduta e' stata davvero rovinosa ed e' stata dura tirarmi su... ma dopo aver ritrovato il libro di Ehret, alcuni giorni di digiuno seguiti dal ritorno alla dieta cruda, ai frullati, alle centrifughe, alla frutta fresca e alla verdura... mi sono accorta che mi mancavano... non desidero piu' il cibo cotto, i formaggi, il pane, la pasta e i dolci...

Ero troppo triste per pensare a cosa mangiare... poi una mattina di qualche giorno fa mi sono svegliata ed ho deciso di prendermi una pausa dal cibo... di pensare a me stessa (con il bimbo... siccome sono completamente sola... sono 7 mesi che non vado dal parrucchiere o a fare una mancure... per non parlare di una corsetta all'aria aperta o un qualsiasi esercizio fisico... a parte sollevare il mio pargoletto di dieci chili )...

Mi sento gia' meglio dal punto di vista fisico... nonostante tutto e tutti remino contro...

Inutile dire che dal punto di vista spirituale, la Marilena "innocente" di una volta non esiste piu'... peccato perche' era una ragazza solare, fiduciosa, piena di vita e di speranze... ma sono caduta troppe volte... mi sento tutta "ammaccata".

Fortunatamente, qualsiasi "COSA" (mi dispiace ma e' facile perdere la fede in queste circostanze) abbia portato via mio padre mi ha lasciato mio figlio e giuro che e' l'unica cosa che mi fa andare avanti... sorrido solo perche' c'e' lui, quando mi guarda, perche' lui aveva solo 3 mesi e fortunatamente non ha capito nulla di cosa stesse accadendo...

Scusate se mi sono dilungata...
Spero di potermi unire a voi... forse condividere le mie esperienze mi aiutera' a risalire per l'ennesima volta... mentre aspetto gli eventi che mi trascineranno giu' dal preipizio di nuovo e di nuovo.

Marilena

Immagine

Immagine
Ultima modifica di marilena78 il 14 luglio 2011, 8:17, modificato 3 volte in totale.
By Pedro
#55125
Interessante...
Avatar utente
By celestia
#55127
Ciao Marilena
Capisco il Tuo dolore: ho perso papà che avevo 8 anni e mi adorava, quindi posso capire che chi amiamo per noi è centrale, però devi anche sapere che fede o no le persone care sono DENTRO di noi, li portiamo nell'anima. Tuo padre è vivo: nel Tuo cuore, con il Suo spirito Ti segue, in Tuo figlio c'è anche Lui, nel suo sorriso, nella Tua vita, hai il Suo DNA
Cerca anche di vedere ciò che hai: la riconoscenza è un dono reale, se Ti concentri solo su ciò che non vuoi lo ottieni Perchè non pratichi la Legge d'Attrazione e Ti concentri su ciò che hai?


..... mentre aspetto gli eventi che mi trascineranno giu' dal preipizio di nuovo e di nuovo...



Non farlo: succede solo se lo vuoi, ma se desideri la felicità la avrai perchè è per essa che siamo qui

Con stima
Celestia
Avatar utente
By davide32
#55128
ciao bella storia e' la prima che leggo fino in fondo; molte delle tue problematiche che sono bene o male quelle incrociamo un po tutti nella vita le trovi nella triologia del transufing di vadim zeland.

la vita va avanti teniamoci i buoni principi di chi ci ha cresciuto e andiamo avanti ma non nel passato!!!

io non sono bravo a consigliare su situazione delicate come la tua ma posso dire solo che la vita va avanti !!!

io nella mia scrivania dove lavoro ho la foto di un bambino povero delle isole fijii a cui e' stata messa un semplice tuttina americana ed il bambino alza il pollice e sorride per il regalo.

ce' sempre chi sta peggio di noi godiamoci la vita attiviamo il guardiano che abbiamo dentro e non facciamoci soppraffare dalle circostanze negative.

benvenuta :D
Avatar utente
By seagull
#55135
mi dispiace per il tuo dolore, posso solo immaginarlo.

Pensa alla felicità che sei riuscita a donargli, proprio quando ne aveva più bisogno.
Avatar utente
By luciano
#55138
Benvenuta. :D

Interessante la tua storia di vita.

La vita è come le montagne russe, tu lo stai dicendo e raccontando, ma è così per tutti, con le varianti caso per caso.

In questo mondo, gioie e dolori si alternano.

Più dolore c'è, più cose sbagliate si conoscono credendo che siano vere.

Leggi questo e qualche altro articolo di questo sito:
http://www.medicinenon.it/modules.php?n ... le&sid=148
Avatar utente
By flib
#55149
Ciao marilena78,

la tua storia è veramente molto interessante, mi ricorda una delle storie che si trovano nell'ultima parte del libro di Vadim Zeland "Avanti nel Passato".

Spesso quando tutto sembra andare per il meglio noi stentiamo a crederlo e pensiamo sia impossibile e che dovrà sicuramente succedere qualcosa di negativo.. questo poi puntualmente accade :(

In pratica il mondo che ci circonda è creato da noi stessi, anche se spesso in maniera inconsapevole, con i nostri pensieri e le nostre azioni.
Quando tutto va per il meglio dobbiamo pensare che è giusto così e non dobbiamo "sentirci in colpa" pensando che la cosa dovrà equilibrarsi con una vicenda negativa. Il senso di colpa e i pensieri negativi sono le cose che ci portano via dalla nostra linea della vita positiva.

Ovviamente qui ho solo riassunto qualche concetto di quello che Zeland spiega molto bene in 3 libri, la Trilogia del Transurfing.

Avendo ritrovato Ehret sul tuo cammino ti sei messa sulla strada giusta, adesso devi solo pensare un po' di più alla Tua felicità, alla felicità della Tua Anima.

Dimentica, o perlomeno non dare troppa importanza, ai fatti negativi già accaduti, non possiamo modificare il passato. Dobbiamo vivere sempre nel presente con uno sguardo al futuro, ma, soprattutto nel presente. Noi possiamo agire solo qui ed ora e ciò che facciamo, e pensiamo, avrà le sue conseguenze.

Se hai scritto tutto questo vuol dire che sei pronta per una nuova avventura insieme al tuo pargoletto :wink:
Vedrai che con i pensieri positivi, Ehret e l'eventuale supporto di questo forum tutto andrà per il meglio.

Ti consiglio la lettura dei libri di Vadim Zeland che ho citato, al link qui di seguito trovi altre informazioni qui, insieme ad alcuni estratti dei libri; prova a leggere il capitolo sui pendoli. :)

http://www.transurfing.it

P.S. anche zeland pone l'accento sull'importanza dell'alimentazione in questa intervista:

http://www.transurfing.it/transurfing-apocrifo/
Avatar utente
By bactabeven
#55162
CIao a tutti :D

Benvenuta marilena78
concentrati sulle piccole cose normali di ogni giorno
è importante far scorrere il tempo senza opporvisi
il tuo Lutto anche se sembra immobile
un giorno transiterà completamente dalla tua vita
By marilena78
#55180
Grazie delle vostre parole...
lo so... non sono l'unica persona a cui sono successe o succederanno cose brutte e che probabilmente un giorno mi sentiro' meglio...
Per ora ho fatto il piccolo passo di riprendere in mano i libri di Ehret e ritrovare la strada non solo per la mia alimentazione e la mia salute fisica ma soprattutto perche' il controllo di cio' che entra nel mio corpo mi da anche una grande forza spirituale.

Spero di ritrovare quella serenita' e quel distacco dal mondo che una volta mi dava il digiuno.

Un abbraccio.
Marilena
Avatar utente
By davide32
#55181
non sperare devie essere consapevole :D
Avatar utente
By luciano
#55192
davide32 ha scritto:non sperare devi essere consapevole :D
Diciamo che invece di sperare, fare le azioni necessarie per ottenere le cose desiderate.

Magari bastasse dire "devi essere consapevole!"... :D
By Pedro
#55195
luciano ha scritto:
davide32 ha scritto:non sperare devi essere consapevole :D
Diciamo che invece di sperare, fare le azioni necessarie per ottenere le cose desiderate.

Magari bastasse dire "devi essere consapevole!"... :D

Si, può essere vero ma non sono mai stato completamente d'accordo su questo punto di vista, ho sempre pensato che le mie considerazioni e decisioni sono sempre molto più importanti delle azioni e che poi l'universo fisico per forza o per amore vi ci si deve adattare a queste mie considerazioni ...forse perchè non ho mai voluto essere uno schiavo
Avatar utente
By davide32
#55197
seguire la propia strada con convizione e consapevolezza che quello che faccio e' la cosa giusta per me fa si che sperare e' una parola buttata al vento.

purtroppo ancora adesso mi viene da dire anche a me speriamo che...

quindi sono consapevole per meta'. :D
By Pedro
#55200
davide32 ha scritto:seguire la propia strada con convizione e consapevolezza che quello che faccio e' la cosa giusta per me fa si che sperare e' una parola buttata al vento.

purtroppo ancora adesso mi viene da dire anche a me speriamo che...

quindi sono consapevole per meta'. :D

La parola "Speriamo" fa parte della normale cultura linguistica italiana, ma ciò che intendo è che non bisogna violare la propria integrità (o comunque il meno possibile), SE E' VERO PER TE, E' VERO.
Avatar utente
By luciano
#55211
Pedro ha scritto:Si, può essere vero ma non sono mai stato completamente d'accordo su questo punto di vista, ho sempre pensato che le mie considerazioni e decisioni sono sempre molto più importanti delle azioni
Si certo, senza considerazioni, decisioni e intenzioni non si possono fare azioni conclusive, visto che le azioni vengono dopo nell'ordine della creazione di qualcosa.

Scusami se spesso qualcosa mi pare ovvio e non specifico se è nato prima l'uovo o la gallina.

Congratulazioni per la perdita di peso e per la t[…]

Panoramica Matteo

Bene, ho tolto il 26(devitalizzato) e il 28 una se[…]

Diario di Narayani

Poi basta perché ogni volta che entravo in piscin[…]

Gli ultimi del contadino

Mai provato a essiccarli al sole? Non ho mai pr[…]

Libri di Arnold Ehret