Arnold Ehret Italia

Questa è la sezione dove ci si presenta. Prima di farlo, leggi attentamente la guida che vedrai quando aprirai il primo argomento.

Moderatore: luciano

Regole del forum: 1. Prima di tutto, leggi il Regolamento. In questo modo saprai come ci si comporta in questo Forum, al fine di avere un'esperienza piacevole per tutti gli utenti.

2. INCLUDI il tuo nome o nome utente NEL TITOLO del tuo primo post in questa sezione.
Appena arrivi su questo sito, fai sapere qualcosa di te, perché ti sei iscritto, se hai letto e studiato i libri di Ehret e quali. Leggi altro sui libri qui.

Qui può postare ogni iscritto, solo post pertinenti alla propria presentazione, nelle altre sezioni occorre aver prima letto e soprattutto studiato il libro Il Sistema di Guarigione della Dieta Senza Muco.

RIPETO: Ricordati di mettere il tuo nome o nick nel titolo del tuo primo post di presentazione. Continuo a vedere "Ciao a tutti!" "Nuovo arrivato!" e nella ricerca diventa poi difficile trovare chi l'ha scritto. Esempi di corretta presentazione: "Ciao a tutti da Mario", "Nuova arrivata - Maria85".
Avatar utente
By natura87
#55353
Ciao a tutti sono una ragazza di 24 anni e scrivo dalla Sardegna..leggo nel forum molto spesso anche se partecipo raramente...seguo ehret da circa due anni anche se nell'ultimo periodo ho avuto una pesante ricaduta verso cibi molto mucosi(specialmente cioccolato e pane integrale)...ora proverò, nei prossimi giorni, ad intraprendere un breve digiuno di due giorni o tre (dipende da come risponde il mio corpo)per riposare e ripulire(almeno un pò)i miei organi e riprendere il mio percorso...penso sia una buona occasione per riprendere il controllo di alcuni aspetti della mia vita che in questo xiodo ho un pò trascurato, e ricominciare a curare il lato spirituale di ciò che m circonda...
penso nn c sia nulla di meglio che ehret, sole e mare per uscire da un periodo un pò confuso e stressante e ripartire alla grande!
Un saluto a tutti ciaoooo :lol:
Ultima modifica di natura87 il 18 luglio 2011, 22:53, modificato 1 volta in totale.
By Pedro
#55354
natura87 ha scritto:Ciao a tutti sono una ragazza di 24 anni scrivo dalla Sardegna...seguo ehret da circa due anni anche se nell'ultimo periodo ho avuto una pesante ricaduta verso cibi molto mucosi...ora proverò, nei prossimi giorni, ad intraprendere un breve digiuno di uno o due giorni per vedere come risponde il mio corpo e riprendere il mio percorso...visto che è da un pò che ho un pò tralasciato il mio cammino spirituale...
esco da un periodo un pò stressante e penso nn c sia nulla di meglio che ehret, sole e mare per ripartire alla grande!
Un saluto a tutti :lol:

Ciao,
Capita avere ricadute anche a me succede, oggi ho finito le mele e parto con digiuno e acqua, punto almeno 10 giorni poi vedo se riesco fino a 20-30.

Scusa ma che c'entra il cammino spirituale, segui qualche particolare religione?

Anchio in questo periodo ho grossi problemi ma penso che uno dei migliori modi per affrontarli e risolverli è il digiuno.
Avatar utente
By natura87
#55355
Bè mi prenderai per stupida...ma quando seguo un alimentazione prevalentemente fruttariana sono molto più sensibile ai lati spirituali delle cose...nn sò come spiegarlo, mi sento meno in terra e più in cielo, sono più serena ed acquisto + consapevolezza delle cose realmente important...nn fraintendermi nn stò dicendo che dieta fruttariana e digiuni da soli mi facciano crescere nel mio cammino evolutivo tuttavia t confesso che m aiutano parekkio... cmq nn seguo nessuna religione in particolare, sn cattolica ma nn preticante...credo però che sia importante sapersi ascoltare e saper trovare Dio in ogni cosa, è più facile sentirlo se si guarda dentro se stessi ma penso ke le occasioni in cui si manifesta più d frequente sia sotto il volto degli Altri...per nn parlare di quando si riesce ad ascoltarlo nelle manifestazioni della natura...è splendido...si sente una sensazione incommensurabile di soddisfazione e di appagamento, nn c'è niente ke nn và ma tutto è come deve essere...anche se ora penserai ke sn un pò matta(e nn hai tutti i torti)...almeno spero d averti fatto sorridere!
By Pedro
#55356
natura87 ha scritto:Bè mi prenderai per stupida...ma quando seguo un alimentazione prevalentemente fruttariana sono molto più sensibile ai lati spirituali delle cose...nn sò come spiegarlo, mi sento meno in terra e più in cielo, sono più serena ed acquisto + consapevolezza delle cose realmente important...nn fraintendermi nn stò dicendo che dieta fruttariana e digiuni da soli mi facciano crescere nel mio cammino evolutivo tuttavia t confesso che m aiutano parekkio... cmq nn seguo nessuna religione in particolare, sn cattolica ma nn preticante...credo però che sia importante sapersi ascoltare e saper trovare Dio in ogni cosa, è più facile sentirlo se si guarda dentro se stessi ma penso ke le occasioni in cui si manifesta più d frequente sia sotto il volto degli Altri...per nn parlare di quando si riesce ad ascoltarlo nelle manifestazioni della natura...è splendido...si sente una sensazione incommensurabile di soddisfazione e di appagamento, nn c'è niente ke nn và ma tutto è come deve essere...anche se ora penserai ke sn un pò matta(e nn hai tutti i torti)...almeno spero d averti fatto sorridere!

No anzi, ti capisco perfettamente, con questa dieta ho notato che ritrovi la tua dimensione fisica e spirituale in un tuttuno, non a caso Ehret dice che questa disintossicazione totale come intende lui, è il primo passo verso l'elevatezza mentale e spirituale.

In pratica si ritrova se stessi qradualmente
Avatar utente
By paolino87
#55357
natura87 ha scritto:Bè mi prenderai per stupida...ma quando seguo un alimentazione prevalentemente fruttariana sono molto più sensibile ai lati spirituali delle cose...nn sò come spiegarlo, mi sento meno in terra e più in cielo, sono più serena ed acquisto + consapevolezza delle cose realmente important...nn fraintendermi nn stò dicendo che dieta fruttariana e digiuni da soli mi facciano crescere nel mio cammino evolutivo tuttavia t confesso che m aiutano parekkio... cmq nn seguo nessuna religione in particolare, sn cattolica ma nn preticante...credo però che sia importante sapersi ascoltare e saper trovare Dio in ogni cosa, è più facile sentirlo se si guarda dentro se stessi ma penso ke le occasioni in cui si manifesta più d frequente sia sotto il volto degli Altri...per nn parlare di quando si riesce ad ascoltarlo nelle manifestazioni della natura...è splendido...si sente una sensazione incommensurabile di soddisfazione e di appagamento, nn c'è niente ke nn và ma tutto è come deve essere...anche se ora penserai ke sn un pò matta(e nn hai tutti i torti)...almeno spero d averti fatto sorridere!


E' buon segno a me capitava anche senza conoscere Ehret di provare simili sensazioni.
Gli altri che forse intendi, in maggiorparte fanno parte della mediocrità, non cercare la mediocrità e sappi accontentarti, il piatto è povero e bisogna accontentarsi.
Meglio niente che una polpetta avvelenata.
Il digiuno aiuta, ma è la persona che evolve, il digiuno è uno strumento. E' un pò come un libro, sono le parole che ti spiegano e non il libro quanto tale, sono le parole ancora vive e la tua voglia di conoscere che fanno crescere non la carta.
Avatar utente
By natura87
#55359
t assicuro che nn m accontento mai, altro che accontentarsi della mediocrità piuttosto credo di soffrire di manie d perfezionismo tendo a chiedere tanto a me stessa...ma cn gli altri è una cosa diversa, penso però che in ognuno c sia un riflesso divino e per quanto nascosto possa essere mi sforzo sempre d trovarlo...nn sono una chiaccherona ma sò ascoltare molto bene a volte negli sfoghi altrui trovo il riflesso delle mie paure ed insicurezze...
Hai perfettamente ragione il digiuno è solo uno strumento..anzi aggiungerei che se nn usato bene porta + danni ke benefici...ma penso che in quest'epoca di eccessi limitarsi all'essenziale sia uno dei poki modi per riscoprire se stessi...
Avatar utente
By paolino87
#55363
E' giusto chiedere molto a se stessi, l'importante è non fare mai i passi più lunghi della gamba.
Per il resto la saggezza dei proverbi parla da sola:
- meglio soli che mal accompagnati;
- l'apparenza inganna;
- non c'è due senza tre
- il troppo stroppia
...

Non è una questione di epoca, più o meno è stato così in parecchi secoli oltre che questo, solo che in questo secolo è evidente perchè la distruzione e la sofferenza hanno raggiunto il loro apice.
Stanno tutti male anche e soprattutto quelli che sfruttano, non c'è speranza in un mondo simile fatto da sassi senza ragione.

In tutte le epoche i grandi uomini hanno fatto a gara nel dire che chi avesse avuto solo l'essenziale avrebbe conosciuto la pace e la serenità. Non dico la felicità perchè non si può essere felici in un mondo di infelici.
Molti hanno detto che nella povertà hanno scoperto dio nel prossimo. Hanno cercato di alleviare le sofferenze del prossimo, hanno combattuto in loro nome esponendosi in prima persona ma tutti sappiamo che dopo 3 anni da profeta Gesù è stato lasciato morire in croce senza che nessuno si opponesse, anzi mandato a morte dagli stessi che aveva salvato.

Bisogna capire questo, si è fatto fregare Gesù, come del resto tutti gli altri santi e profeti tutti belli che ammazzati. Credevano di poter cambiare qualcosa ed invece sono stati fregati in pieno da chi hanno fattivamente aiutato.
Questa è la mediocrità a cui è necessario stare attenti. Non bisogna farsi mettere in croce prima del necessario. E' bello ciò che provi, ma è importante sapere questo, non vale la pena morire per degli idioti, questo è quello che penso.
Avatar utente
By erre
#55365
Cuao natura87

Finalmente una vicina di casa.
Per me stai facendo tutto bene anche nel lato spirituale.
Avatar utente
By natura87
#55368
Io rovescerei la tua prospettiva, Gesù ha vinto nonostante sia stato messo in croce, avrebbe xso se si fosse piegato alla mediocrità...così anke i santi sarebbero morti se avessero rinunciato ai loro ideali invece sono ancora vivi perchè hanno seguito fino in fondo ciò in cui credevano...Non vale la pena morire è vero ma nn sò se sia meglio morire o farsi annullare da una società in cui vince solo chi rispecchia stereotipi sociali, forse essere se stessi significa soffrire per portare avanti i propri progetti senza farsi soggiogare dal caos esterno che ti kiede incessantemente di conformarti...se 6 anticonformista a volte vieni tagliato fuori...ma alla fine la coerenza cn me stessa penso sia una delle cose più importanti che m rimane, ascoltarmi anke nei momenti in cui sarebbe + semplice nn farlo... è quello che mi permette di vivere e nn di sopravvivere altrimenti sarei un'automa che risponde automaticamente agli stimoli esterni...le cose si possono cambiare e a volte si risvegliano anke le coscienze più addormentate...nn ke la mia sia sveglia ma perlomeno tento ogni tanto di dargli una scrollata...nel momento in cui la mia voce interiore sarà più potente di tutti i rumori del mondo, mi sarò trovata e a prescindere dalle esperienze che dovrò attraversare per arrivarci sarò felice per il solo fatto di ESSERCI in modo consapevole...nel momento in cui riuscirò ad esprimere il mio vero essere senza compromessi sarà quello in cui riuscirò a spezzare le mie catene e raggiungere la vera libertà...
Avatar utente
By natura87
#55370
erre ha scritto:Cuao natura87

Finalmente una vicina di casa.
Per me stai facendo tutto bene anche nel lato spirituale.


Ciao Erre vicini di casa nn proprio, io scrivo dalla provincia di Sassari!!!
Avatar utente
By Selli
#55373
Credo che imparare a riconoscere e ad accogliere in sè stessi la mediocrità ed altre parti scomode di noi stessi, sia il modo migliore per amarsi incodizionatamente ed essere più umili e tolleranti nei confronti degli altri e delle loro debolezze.
Non è la nostra superiorità o perfezione che fa la differenza, ma la consapevolezza che non ci sono migliori e peggiori, ma persone più deboli e insicure e persone più forti e sicure, tanto da avere il coraggio di seguire la propria verità e andare controcorrente. Solo una profonda compassione nata dalla consapevolezza delle proprie debolezze, vanità, "peccati", può definirsi progresso spirituale. Continuare a puntare il dito sui cattivi, significa rifiutare di vedere il male dentro di sè. Questa è ipocrisia e arroganza e non serve a rendere migliore questo mondo.
Ognuno è dentro un percorso verso la luce, c'è chi ne è consapevole e chi ancora no. Credo che sia necessario non giudicare nessuno e affidarsi al mistero del creato, senza cercare di cambiare niente se non i nostri occhi. :)
Avatar utente
By natura87
#55376
nn so se t stessi riferendo a quel che ho scritto io o a Paolino...cmq io nn punto il dito contro nessuno, nè mi ritengo superiore o illuminata tantomeno mi permetterei di giudicare la vita altrui..
La mediocrità a cui ho fatto riferimento è quella che c'è dentro d me nn certo quella degli altri , quella che nn mi consente di esprimere l'autenticità del mio essere e ke troppe volte scende a compromessi cn le esigenze del momento, è quella che mi consente di seguire la strada più semplice ma che poi mi lascia dentro un vuoto gigantesco...un senso di alienazione che mi rende estranea a me stessa..
Avatar utente
By Selli
#55380
Ciao @natura87, non mi riferivo ai tuoi interventi, parlavo di quello che è il mio attuale punto di vista sul significato di percorso spirituale. Ispirata da questo e da altri interventi di Paolino, comunque. Spero di non essere stata troppo assertiva o aggressiva nell'esporlo. E' solo che è una mia recente "scoperta". Io prima credevo di dover essere perfetta per rendere migliore il mondo, ora invece credo che è accettando la mia imperfezione e l'imperfezione del mondo, che posso vivere meglio e donare la mia serenità a me stessa e a chi mi circonda, invece di lottare continuamente con me stessa e considerando tutto e tutti sbagliati e non degni di me o di qualche ideale di perfezione.
Mi scuso davvero, la mia arroganza e la mia vanità hanno preso il sopravvento, esaltando i toni del mio intervento. :oops: :)
Un caro saluto a tutti voi! :)
Avatar utente
By natura87
#55383
ma figurati nn t devi scusare assolutamente di niente...era semplicemente ke nn avevo capito a cosa t stessi riferendo e nn volevo esser fraintesa...è vero voler raggiungere la xfezione a tutti i costi può rivelarsi controproducente anke perchè ho i miei dubbi ke esista davvero qualcosa identificabile cn il termine perfezione...però a volte essere consapevoli delle proprie debolezze può aiutare a superarle, comprendendo meglio se stessi si agisce di riflesso e si capiscono meglio anche gli altri...bè accettare se stessi penso sia una grossa sfida nn sò se mai c riuscirò fino in fondo, intanto però c provo...ciao :wink:
Avatar utente
By jennifer
#55384
Benvenuta Natura87!!!!!!!!!

Pedro ha scritto:Capita avere ricadute anche a me succede, oggi ho finito le mele e parto con digiuno e acqua, punto almeno 10 giorni poi vedo se riesco fino a 20-30.

Scusa ma che c'entra il cammino spirituale, segui qualche particolare religione?

Anchio in questo periodo ho grossi problemi ma penso che uno dei migliori modi per affrontarli e risolverli è il digiuno.


ma in questi 10-20 o 30 giorni di digiuno che dici...lavori anche o sei in ferie 8O ?

Grazie OPT! :D I tuoi post sono illuminanti. Dimo[…]

La panoramica di Ienk

Mi dici prima che il canino con la formazione è il[…]

Ho usato l'imperfetto perchè ora ho introdotto qu[…]

Gli ultimi del contadino

Sinceramente no, anche perchè vivendo in un condom[…]

Libri di Arnold Ehret