Arnold Ehret Italia

Qui si possono discutere e richiedere riferimenti del libro riguardo alla risoluzione di condizioni non ottimali di salute

Moderatore: luciano

Avatar utente
By virtu
#55530
Ciao a tutti, mi servirebbe un vostro consiglio, purtroppo da un pò di tempo circa 2 settimane, ho fitte ai reni e dolori all'intestino, ogni volta che bevo provo come una senzazione di vomito, ma se non lo faccio poi riappaiono quei dolori all'intestino (e come se si contraesse) e le fitte ai reni, il dottore mi ha detto che dall'esame delle urine risulta esserci un pò di rinella e devo bere almeno 1,5 L di acqua, vorrei fare dei controlli, ma detto sinceramente non so proprio da chi dovrei andare o che analisi dovrei fare per vedere se l'intestino e reni sono ok oppure no. Avete qualche consiglio da darmi su che controlli fare? :(

*Riguardo al sistema di guarigione di Ehret al momento preciso che non faccio digiuni e sto seguendo una dieta ingrassante (a base di frutta verdura e qualche cibo mucoso (pasta/pane, lenticchie 1 volta a settimana e pesce) in quanto a detta del nutrizionista a cui mi sono rivolto, dai dati dell'impedenziometria risulto essere molto debilitato.

Spero solo non sia niente di grave e nel caso i test indicassero qualcosa, mi piacerebbe sapere in seguito quali terapie mi consigliate, qui dalle mie parti non mancano di certo i tanti presunti professori/dottori che pensano di sapere tutto, tanti quanti sono i signor Bianchi/Rossi in tutta Italia :lol:, non so se mi sono spiegato :), quindi confido molto in qualche vostro prezioso consiglio, un abbraccio, Ale.
Avatar utente
By dodo
#55544
Ciao Virtu,
ma che dire, il tuo intestino ti sta chiedendo aiuto, rileggiti il libro e studialo nei dettagli, per riuscire va riletto più volte, io comincerei con la non colazione al mattino almeno per un mese, poi inizi con i digiuni sistematicamente altrimenti non funzionano almeno per 3/4 mesi e lavaggi dell'intestino, nel frattempo non devi omettere ginnastica giornaliera e bagni di sole ed aria appena puoi, ti servirà un po di sacrificio, ma ne vale la pena, insomma in sostanza devi cambiare stile di vita, ma fallo seriamente altrimenti ottieni quello che ti meriti, cioe nulla, per farti capire io ho eseguito tutto come un soldato che ha ricevuto degli ordini e ho avuto dei risultati in due anni inimmaginabili, al momento ho 50 anni, e ho energia e vitalità che non avevo a 20 anni, il mio fisico si e trasformato, non bello di più, nessuno mi crede, ma si rimangeranno tutto, perchè a parole non ho persuaso nessuno (naturalmente i miei cari) ma davanti ai fatti non potranno obiettare, comunque tornando a noi, VIRTù devi studiare e applicare, questo e un metodo che funziona, quindi lascia perdere i dottori e dietologi, cerca frutta e ortaggi di qualità e datti da fare se vuoi vivere bene.....ciao
Avatar utente
By flib
#55545
virtu ha scritto:*Riguardo al sistema di guarigione di Ehret al momento preciso che non faccio digiuni e sto seguendo una dieta ingrassante (a base di frutta verdura e qualche cibo mucoso (pasta/pane, lenticchie 1 volta a settimana e pesce) in quanto a detta del nutrizionista a cui mi sono rivolto, dai dati dell'impedenziometria risulto essere molto debilitato.

ciao virtu

la scelta di seguire Ehret non va d'accordo con la medicina tradizionale. Non si può tenere il piede in due scarpe. :wink:

L'eventuale debilitazione dovresti riconoscerla/sentirla tu stesso, non serve il nutrizionista; anche perchè un nutrizionista che non segue Ehret non sa cosa succede nel corpo durante la dieta di transizione e/o durante un digiuno. Quindi ti può dare anche indicazioni completamente in contrasto con conseguenze imporevedibili.

Attenzione che gli alimenti mucosi possono anche essere quelli che provocano calcoli/renella, mentre la frutta e le verdure "puliscono" e possono provocare anche loro renella, ma quest'ultima andrebbe vista come un buon segno in quanto eliminazione di scorie presenti nei reni. :wink:

Ricorda cosa ha scritto Ehret: si recava dai medici, aveva albumina nelle urine e loro dicevano che doveva rimpiazzarla perchè il suo corpo non la assimilava. La verità era che ne aveva troppa, in eccesso, e il suo corpo stava cercando disperatamente di eliminarla. :)

Ehret dice di fare una dieta di transizione, ovvero ridurre gradualmente i cibi mucosi aumentando il consumo di frutta e verdura. Se la frutta creasse dei problemi, a causa del potere solvente della stessa, aumentare le verdure riducendo la frutta. etc. etc.

Tutto questo e ben spiegato nel libro. Se non si è sicuri di voler intraprendere questo percorso è meglio rinunciare.
Eventuali esami medici possono anche servire a monitorare la situazione, ma andrebbero comunque interpretati alla luce del sistema di Ehret.

I risultati, come hanno scritto anche gli altri, arriveranno, ma ci vuole tempo e fiducia.

Buon proseguimento. :)
Avatar utente
By mauropud
#55550
flib ha scritto:Tutto questo e ben spiegato nel libro. Se non si è sicuri di voler intraprendere questo percorso è meglio rinunciare.
Eventuali esami medici possono anche servire a monitorare la situazione, ma andrebbero comunque interpretati alla luce del sistema di Ehret.

I risultati, come hanno scritto anche gli altri, arriveranno, ma ci vuole tempo e fiducia.


Grazie flib! :D

Questo e' uno dei piu' bei passaggi che abbia mai letto sul forum: in un paio di righe risponde ad un sacco di frequenti domande! :D
Avatar utente
By virtu
#55561
flib ha scritto:
virtu ha scritto:*Riguardo al sistema di guarigione di Ehret al momento preciso che non faccio digiuni e sto seguendo una dieta ingrassante (a base di frutta verdura e qualche cibo mucoso (pasta/pane, lenticchie 1 volta a settimana e pesce) in quanto a detta del nutrizionista a cui mi sono rivolto, dai dati dell'impedenziometria risulto essere molto debilitato.

ciao virtu

la scelta di seguire Ehret non va d'accordo con la medicina tradizionale. Non si può tenere il piede in due scarpe. :wink:

Ehret dice di fare una dieta di transizione, ovvero ridurre gradualmente i cibi mucosi aumentando il consumo di frutta e verdura. Se la frutta creasse dei problemi, a causa del potere solvente della stessa, aumentare le verdure riducendo la frutta. etc. etc.

Tutto questo e ben spiegato nel libro. Se non si è sicuri di voler intraprendere questo percorso è meglio rinunciare.
Eventuali esami medici possono anche servire a monitorare la situazione, ma andrebbero comunque interpretati alla luce del sistema di Ehret.

I risultati, come hanno scritto anche gli altri, arriveranno, ma ci vuole tempo e fiducia.

Buon proseguimento. :)


Grazie per le risposte :), poi gli incoraggiamenti a tener duro fanno sempre bene :), terrei però a precisare alcune cose per spiegare meglio l'attuale situazione:

ho iniziato la transizione mangiando frutta e verdura con pochissimi cibi mucosi facendo un digiuno di 24h ogni 7 giorni per cominciare, e in 15 giorni nonostante 2 soli digiuni, avevo già avvertito grandi benefici, riuscendo tralaltro a tornare a respirare bene, ero molto contento e anche un pò sorpreso per la velocità dei benefici ottenuti, il problema e che in quel periodo ero già abbastanza magro ( kg 69,700 ) e in seguito mi son reso conto di aver perso un pò di kili e di essere diventato troppo magro, (non che abbia perso troppi kili, e solo che sceso sui 65 ho cominciato ad accusare forte debolezza, <<non erano sintomi di disintossicazione>>) al punto che nonostante i benefici avuti ero così debole (anche perchè non riuscivo a mangiare una quantità sufficente di frutta e verdure e i cibi mucosi li avevo troppo velocemente limitati) da non potere neanche camminare, da li, come anche indica Ehret nel suo libro, in caso di eccessiva perdita di peso, ho preferito reintrodurre alcuni cibi mucosi (pane, patate...) e proseguire la transizione in maniera più equilibrata, dando tempo al tempo, visto che anche il libro riporta chiaramente come gli estremi e la fretta siano fattori negativi. Da li la mia decisione di rivolgermi ad una persona preparata e "monitorare la situazione", ovvimanete credendo molto in Ehret ed essendo contro la medicina tradizionale ho avuto modo di parlare di Ehret e del sistema che avrei preferito seguire durante il periodo per aumentare di peso, preferendo pasti a base di frutta, verdura e "qualche" cibo mucoso come per esempio pesce bianco, patate o pasta, ritornando in seguito a praticare (oltre alla dieta di transizione già in atto per abituarsi a mangiare più verdure ed eliminare man mano i cibi mucosi) anche i digiuni per disintossicare il corpo da tossine presenti all'interno dell'organismo.

La carne non la mangio più da qualche anno, almeno in quello son riuscito ed è stato un periodo lungo è difficile, adesso però durante questo periodo di debolezza sono rimasto molto scosso e impressionato dal fatto di essere molto magro ed è per questo motivo che ho preferito rallentare la transizione e monitorare la situazione rivolgendomi a qualcuno e mettendo appunto una dieta di transizione meno rigida, sempre a base di frutta verdure e pochi cibi mucosi, ma che mi permetta di mettere su un pò di peso. Penso che non ci sia niente di male a fare un passo indietro se ci si rende conto di andare troppo veloci.

Riguardo ai dolori apparsi da poco volevo solo sapere che esami potrei fare per verificare se c'è qualche problema al colon e ai reni (?) Sono daccordo sul fatto che fatti i dovuti accertamenti, poi il tutto lo si dovrebbe interpretare alla luce del sistema di Ehret, ed è così che vorrei fare :P, e poi non darei mai e poi mai i soldi alle multinazionali farmaceutiche, ci mancherebbe... Quando avevo 15 anni giurai a me stesso che non avrei mai più assunto medicinali, e così e stato fino ad oggi che di anni ne ho 26.
Avatar utente
By daleo
#55579
Ragazzi, mi rivolgo a molti dei nuovi che hanno iniziato da poco la transizione, in 9,9 casi su 10 il problema è il passaggio troppo repentino a solo frutta e verdura dico questo perchè è stato anche un mio problema. Questo crea poi tutti i malesseri che state elencando. Togliete con calma i vecchi cibi e aiutatevi con i clisteri.
Avatar utente
By virtu
#57620
Ciao ragazzi/e in questo periodo sono andato avanti con la transizione, sono riuscito a trovare un buon equilibrio, consumo sempre (purtroppo) un pò di cibi mucosi (pasta) ma sempre e comunque in quantità minori rispetto a prima, e per il resto mangio frutta biologica e anche un pò di verdure (purtroppo queste ultime non biologiche) che con il tempo e un pò di volonta sono riuscito a farmi piacere, non ne mangio a quintali, però se prima anche il solo assaggiare una foglia di luttuga mi dava la nausea, adesso ne consumo almeno 50-60 grammi a pranzo e qualche volta la mangio anche a cena, sempre insieme a qualche carota. I clisteri li faccio 1-2 volte a settimana e seguendo qualche vostro prezioso consiglio, tipo su come abbinare gli alimenti, ho registrato piccoli miglioramenti e digestioni più tranquille.

Detto questo, ieri ho avuto però un'esperienza che non sono riuscito a spiegarmi e volevo raccontarvela perchè non ne vengo a capo :S.

Ho bevuto acqua e limone al mattino,quindi niente colazione, solo una bevanda, verso le 11 pranzo a base di uva passa (50gr)+ cipolla (1) e qualche kiwi (3), tutto andava bene poi però intorno alle 18:30 del pomeriggio proprio qualche attimo prima della cena ho cominciato ad avvertire fitte intercostali e dolori acuti ai reni e allo stomaco, all'inizio non erano molto forti, ho pensato potessero essere dei piccoli dolori probabilmente dovuti alle proprietà disintossicanti della frutta, sintomi già avvertiti in passato (di solito però apparsi solo dopo almeno 24-30 ore di digiuno) e risolti con clisteri o mangiando altro cibo interronpendo un presunto inizio di smaltimento delle tossine, così nel tardo pomerigio ho cenato mangiando l'insalata mista standard di Ehret, carote e lattuga + un cucchiaio di cavolfiore stufato, ma da lì i dolori hanno cominciato ad aumentare in maniera considerevole, una roba assurda 8O, e non capisco perchè, neanche quando feci "le prime due settimane" di disintossicazione (evitando completamente per 15 giorni i cibi mucosi e andando troppo di fretta) avevo provato questi dusturbi, certo c'è da dire che rispetto a ieri, in quel periodo mangiavo frutta e verdure non biologiche ( forse il potere disintossicate era limitato e l'ho sentivo in maniera meno evidente (?) boh...) mentre ieri ho consumato frutta bio/selvatica che a differenza di quella trattata ha tutte le prorietà inalterate.

Ma, a parte la differenza nel cibo, e il fatto che ieri "non avevo digiuni alle spalle o in corso", non capisco proprio come sia potuto succedere una cosa del genere, possibile che il cibo bio sia stato così efficace da provocare questi sintomi a distanza di sole 6-7 ore dall'ultimo pasto? Mi sembra strano.. Non ho mai percepito sintomi di disintossicazione, almeno, non prima "di un digiuno" che abbia superato nel mio caso, almeno le 30-35h.

Cosa avrò sbagliato secondo voi? Transizione troppo veloce lo escluderei visto che la seguo da un bel pò, e prima di ieri non ho mai avuto problemi, i cibi mucosi li mangio ancora, non come prima ovviamente, ma non li ho neanche eliminati del tutto tanto da fare un'eccessivo passo avanti, li ho ridotti gradualmente, come consigliato nel forum. Ma allora cosa ho sbagliato? Che sia dovuto ad altro? Non riesco proprio a inquadrare la situazione. :?

Prima mangiavo troppi cibi mucosi e stavo poco bene, poi con solo frutta e verdura avevo avuto risultati straordinari, ma dopo un pò non riuscivo più a sopportare l'eccessiva disintossicazione e ho dovuto fare un passo indietro, adesso che mangio frutta verdura e cibi mucosi (comunque di meno rispetto a prima), sto altrettanto male :|
(anche se in effetti, è successo solo una volta)

p.s. mi hanno consigliato di fare una colonscopia O_O" :evil:, oltre che ha controllare se ho delle intolleranze alimentari.
Avatar utente
By mauropud
#57633
virtu ha scritto:p.s. mi hanno consigliato di fare una colonscopia O_O" :evil:, oltre che ha controllare se ho delle intolleranze alimentari.


Se sei qui a raccontarcelo vuol dire che non era cosi' grave! :D

Riguardo alla "colonscopia", io direi di farsela fare a chi te l'ha consigliata! :D

Purtroppo esiste una diffusa abitudine a gridare al panico al piu' piccolo sintomo spiacevole e a cercare aiuto negli "sciamani" in camice bianco: liberarsi da tali insane abitudini e imparare a capire cosa succede all'interno del nostro corpo e' anche questo un gradino da salire nel sistema di guarigione. :wink:
Avatar utente
By Cymba
#57634
virtu ha scritto:Ho bevuto acqua e limone al mattino,quindi niente colazione, solo una bevanda, verso le 11 pranzo a base di uva passa (50gr)+ cipolla (1) e qualche kiwi (3),
urca... secondo me forse tu non sei poi così avanti nella transizione da poterti permettere di assumere limone+uva passa+cipolla (cruda? 8O )+3kiwi e non avere conseguenze... per esempio a me un kiwi basta e avanza per andare subito in bagno... poi per caso hai mangiato tutto insieme o la frutta mezz'ora prima e poi la cipolla? magari se hai preso i kiwi dopo tutto il resto, potresti aver creato della fermentazione eccessiva... così a naso a me sembra un pasto strano, ma dicano meglio i veterani... :wink:
Avatar utente
By flib
#57636
Ciao Virtù,

non sempre è possibile dare spiegazioni a quello che succede ed ai sintomi che manifestiamo. Dovremmo rivolgere la domanda alle nostre cellule, al nostro organismo.
Di sicuro sappiamo che il nostro organismo non va mai contro se stesso e se abbiamo dei sintomi sicuramente il nostro corpo sta facendo il miglior lavoro possibile in quel determinato momento con le risorse che si trova a disposizione.

Con il tempo possiamo cercare di imparare "il linguaggio" del nostro corpo.
Un dolore allo stomaco potrebbe avere vari significati del tipo: "non mangiare, sto sistemando un problemino" oppure "ho fame, ho bisogno di mangiare". Solo tu puoi cercare di dare la corretta interpretazione. :wink:

Concludo dicendoti: abbi pazienza e non fare analisi "invasive" inutili. Un conto è fare una analisi del sangue, un'altro è fare una colonscopia che ti costringe anche ad assumere medicinali per "prepararti" come dicomno loro. EVITA! ed abbi fiducia in quella macchina straordinaria che è il nostro corpo. :)
Avatar utente
By daleo
#57643
Anch'io, come Cymba, uva passa + cipolla + kiwi trovo sia una combinazione un po' esplosiva. Ehret parla di fichi secchi masticati con la cipolla per sciogliere muco velocemente tu hai accelerato ancora di più.
Avatar utente
By virtu
#57655
In effetti, al di là del fatto che possa o no essere questo il problema, (spero di si, almeno evito inutili preoccupazioni :P) mi sa che ho proprio esagerato abbinando uva passa e cipolla,in quel momento non pensavo veramente che questo abbinamento avesse un effetto così aggressivo anche perchè di uva+cipolla masticati insieme ne ho mangiato pochissima, per provare il gusto, comunque ormai è andata per fortuna, mi è rimasta l'esperienza, anche se non particolarmente piacevole, son sicuro però che mi servirà in futuro,dopotutto sbagliando si impara, così la prossima volta ci penso 2 volte prima di provare certi abbinamenti.

Sulla colonscopia beh avete proprio ragione, ho letto alcuni racconti di chi l'ha fatta e cosa hanno dovuto fare i pazienti prima della colonscopia, per, come diceva flib, "prepararsi" 8O , tanto che alcuni raccontavano che il dolore della colonscopia non era niente se paragonato alla "preparazione" avvenuta giorni prima, di cui molti si lamentavano, dove in pratica ti fanno prendere una miriade di farmaci. :roll: Eviterò sicuramente di farla :) .

*cymba l'acqua e limone l'ho presa al mattino (9:00), dopo 3 ore ho cominciato il pranzo con l'uva passa e gli ultimi 4-5 acini li ho voluti assaggiare aggiungendo un pò di cipolla (sono cipolle piccolissime del mio orto grandi quanto una nocciola) che tralaltro neanche ho mangiato interamente, ne ho masticato un piccolo pezzo. Dopo 10 minuti ho mangiato i 3 kiwi. Forti fitte allo stomaco e ai reni avvenute nel tardo pomerigio (18:50) situazione tornata alla normalità dopo 6 ore circa, fortunatamente senza aver fatto uso di farmaci.

Ho letto con interesse la tua esperienza per la pu[…]

Di solito il magnesio viene assorbito meglio, quan[…]

Clisteri o idrocolonterapia

Non ho mai avuto esperienza di idrocolonterapia, m[…]

Diario di Narayani

:)

Libri di Arnold Ehret