Arnold Ehret Italia

Specifico sulla transizione, per chiedere suggerimenti, chiarire punti del libro a riguardo, descrivere sintomi comparsi all'inizio o durante e tutto quanto può essere utile per fare la transizione senza sforzi considerevoli

Moderatore: luciano

By megasabri
#55947
Ciao A tutti, sono in transizione da quasi 4 mesi e fino a due settimane fa non ho avuto problemi a seguire questa alimentazione che mi ero preposta sulla base di sperimentazione su di me e ovviamente sulle indicazioni di Ehret:

colazione: acqua calda con mezzo limone
pranzo: insalata o verdura cotta - 2-3 vv a settim. frutta fresca
pomeriggio: se il pranzo di sola frutta, assumo 1-2 frutti
cena: insalata e/o verdura cotta con 1-2 fette di pane integrale
saltuariamente mangio una pasta integrale con verdure o pizza con verdure.

Recentemente ho avuto attacchi di "gola" da dolci (gelato, cioccolato, pane bianco) che anche se assumo in piccola quantità mi fanno capitolare nel mio percorso.
Soprattutto faccio veramente molta fatica a rinunciare ai cereali, per me è un limite enorme. Quasi una dipendenza!!!

so benissimo che la transizione è un percorso unico e personale in cui bisogna esser cauti e pazienti nei cambiamenti di abitudini alimentari ma non vorrei veramente ricadere nella spirale della "gola".
Devo dire che tuttavia fisicamente mi sento piuttosto bene e non ho piu grandi crisi di fastidi vari come nei primi due mesi.

Qualcuno di voi ha dei consigli da darmi???


grazie
sabrina
Avatar utente
By jennifer
#55953
Ciao Sabrina...anch'io sono in transizione + o - da tanto tempo quanto te...e pure io sto avendo dei "cedimenti" in qst periodo...
...li prendo x quello che sono e me li lascio scivolare addosso...
...se ci stessi a pensare troppo non ne andrei fuori,nel senso che cerco di assecondare queste voglie senza esagerare consapevole che sono momenti..tutto qua...la nostra forza di volontà serve a darci un limite..

..le privazioni sarebbero deleterie e mi spingerebbero sicuramente ad aver sempre + voglia di ciò che non vorrei!

Ciao!!! :wink:
By megasabri
#55969
grazie dell'incoraggiamento Jennifer. Teniamo duro!! Certo i compagni di viaggio incoraggiano molto. grazie ancora
By fedibonbon
#56529
Ciao ragazze,

sta capitando anche a me in questo periodo di avere dei cedimenti, dopo circa tre mesi di transizione.... uffaaa.

Boh, forse è un processo normale... o magari sono stata troppo rigida con la dieta.

L'importante è non lasciarsi andare alla deriva.

:)
Avatar utente
By virtu
#56546
Ciao megasabri è un saluto a tutti gli altri compagni ehretisti. L'errore più comune di chi inizia con il sistema del dottor Ehret è nella maggior parte dei casi "la fretta". Anche io come molti altri ho avuto lo stesso tuo problema, ho letto vari post di altri utenti (lo faccio spesso per acquisire le esperienze degli altri e trovarmi preparato alle varie esigenze. Te lo consiglio.) e ti assicuro che nella maggior parte dei casi i fattori che causano malumori o cedimenti in chi inizia il percorso sono 2:

- la "fretta", causata da eccessivo entusiasmo e voglia di arrivare al compimento del proprio traguardo

- lo "stress emotivo" dettato dall'ossessione di raggiungere risultati nel più breve tempo possibile .

La calma è la nostra migliore alleata perchè ci permette di "arrivare al traguardo" divertendoci (potrei sembrare esagerato ma per me è così ultimamente, ho trovato un mio equilibrio :P ), senza lo stress di avere subito dei risultati.

Analizza la tua situazione alimentare attuale è in base a quella proponiti degli obiettivi "da raggiungere gradualmente" fino all'obiettivo finale che ti sei imposta.

Io per farti un'esempio prima di iniziare con Ehret mangiavo 400-450 gr. di farinacei, 50 gr di frutta e 0 gr. verdure. Adesso invece sono a 100-200 gr. di frutta, 400-450 di verdure, e 250-300 gr. di farinacei.
Dopo una breve e insufficente transizione ho cominciato a mangiare esclusivamente frutta e verdura per 14 giorni consecutivi. Sono riuscito a risolvere dei problemi che avevo a causa di un'allergia, adesso non ne soffro più :o :wink: inoltre mi sentivo molto più vitale, ma che prezzo che ho dovuto pagare per tutto questo!!? Nonostnate i benefici ottenuti, il brusco cambio di alimentazione, l'insufficente transizione e ovviamente la brutta gestione dei digiuni mi hanno portato all'idea che il sistema di Ehret fosse si efficace , ma troppo duro per me e ho pensato certe volte di non potercela fare a reggere, insomma la transizione era diventata un peso. Poi quando succede che le tossine ti entrano in circolo prima di essere eliminate è un vero delirio e se non si è preparati ad intervenire subito con lassativi o clisteri, è un vero problema porvi rimedio e si finisce magari con l'abbufarsi di cibi mucosi. Adesso mi concedo tempo, sono ripartito da zero e come prima cosa ho abituato poco alla volta il mio corpo a mangiare più frutta e verdure, poi finisco il mio pasto con i cibi mucosi a cui sono abituato, fino a quando sono sazio.
Con questo metodo mi trovo benissimo perchè non penso più di tanto a come potrei fare per diminuire il consumo di cibi mucosi, non c'è ne bisogno, quello mi avviene automaticamente col tempo , il fatto è che di tanto in tanto aumento le dosi di frutta e verdura, poco alla volta mi rendo conto che ad un certo punto durante i pasti mi "sazio prima", man mano che vado aumentando i consumi di ortaggi e verdure vado saziandomi sempre prima e questo mi porta inevitabilmente e senza particolari problemi o malumori a mangiare sempre meno gli ultimi cibi che prevede il pasto e che guardacaso sono quelli mucosi che dovrei togliere :mrgreen: In questa maniera non risento dello "strees da rinuncia" , semplicemente non arrivo a consumare tutti i cibi mucosi perchè nel frattempo ho gradulamente aumentato il consumo di frutta e verdura, (e anticipando di fatto il senso di sazietà). Grazie a questo sistema, così come i cibi buoni lentamente vengono introdotti nell'organismo dando tempo allo stesso di abituarsi, nella stessa maniera, lentamente è in maniera del tutto impercettibile avviene il distacco dai cibi mucosi. Poi seguendo Ehret passo passo, con enteroclismi o innerclean da associare ai digiuni, il gioco è fatto. Il percorso è lungo ma dai tempo al tempo e vedrai che sarà più facile del previsto. Prima passavo le giornate ad arrovellarmi su cosa potessi fare per avere il miglior risultato possibile nel minor tempo possibile ... volevo guarire subito, e invece... un disastro. Transizione corta, rapidi cambi di alimentazione, fretta e ossessione portano una marea di problemi ed Ehret ha perfettamente ragione quando dice nel suo libro di "evitare gli estremi", di qualsiasi genere.
Equilibrio quindi... :wink: Ce la farai sicuramente.

In realtà è molto più facile di quello che si pensi, serve solo esseri calmi e determinati, tutto qui, così semplice ed efficace da risultare nel mio caso perfino imbarazzante :oops:, vedrai che il sistema di Ehret non solo non ti creerà stress ma diventerà addirittura divertente.
By megasabri
#56598
grazie virtu il tuo sostegno è prezioso
Avatar utente
By virtu
#56602
...figurati ^_^, è un piacere aiutarsi a vicenda, dopotutto noi del forum siamo tutti sulla stessa barca :P, qualche parola di conforto fa sempre bene e ci aiuta a sostenerci moralmente nei periodi di crisi e di sfiducia. :)
Ciao a tutti da Valerio

Ciao e Grazie per il Benvenuto nel forum. Acquiste[…]

Infatti ho detto che si rischia, non che tutti lo […]

AVOGADO TOSSICO?

Quello sempre, anche se bisogna poi vedere se sia […]

Grazie OPT! :D I tuoi post sono illuminanti. Dimo[…]

Libri di Arnold Ehret