Arnold Ehret Italia

Per quanto la dieta di per sè, disintossicando il corpo ed eliminando il muco, alla fine risolve alla radice, lungo la strada può essere utile l'utilizzo di decotti o tisane indirizzati all'espulsione di specifiche tossine e veleni, come i metalli pesanti, tanto per fare un'esempio.

Moderatore: luciano

#56360
Ciao a tutti :D
ho cominciato da poco la dieta di transizione e mi trovo benissimo.
Ho come reazioni, a parte la lingua un pochino bianca, un po' di eruzioni cutanee che ho mostrato al medico, ma sono tranquilla e sicuramente trattasi di tossine che emergono in superficie.
Invece, una mia carissima amica ha appena scoperto di essere affetta dal morbo di Basedow, Ipertiroidismo. La diagnosi è stata fatta da 3 medici allopatici e la cura è la solita bomba di chimica che devasta mente e corpo (a mio avviso).
La mia amica non vuole prendere tutto ciò e allora, dato che si alimenta da anni con tantissima pasta pesce e latticini, chiedo a chi è più esperto di me, (ho letto solo il libro di Ehret e tanti altri sul crudismo) se si può fare qualcosa per questa ragazza prima che sia troppo tardi per lei il recupero della salute. Secondo voi, è rischioso per lei iniziare la dieta di transizione?
Un grazie di cuore per i vostri contributi.
Guni
Avatar utente
By dodo
#56362
Ciao Guni,
non so niente sul ipertiroidismo e non ti saprei consigliare, una cosa però puoi farla per la tua amica, prestargli il libro e aprirgli gli occhi, deve arrivarci da sola, se finora la sua alimentazione ha dato questi risultati be io non aspetterei, puoi consigliare di provare una settimana con la transizione, periodo secondo me sufficiente perche il corpo ti dia dei segnali positivi con espulsioni varie, da li si dovrebbe rendere conto da sola che la sua dieta e sbagliata, credo che la transizione sia alla potata di tutti, attenzione però a seguire esattamente quello che dice Ehret, spesso leggo di persone che hanno iniziato la dieta da un mese, e già si sentono fruttariani, non hanno studiato bene il libro e fanno di testa loro, se hai letto il libro la verità e di fronte allo specchio, io dopo due anni di transizione ho ancora la lingua impastata di muco, diminuito notevolmente ma ancora cè, questo mi fa capire che la transizione durerà a lungo...tanti auguri
Avatar utente
By celestia
#56363
Ciao Guni
Puoi suggerire alla Tua amica di eliminare i cibi che stimolano la tiroide, per non aggravare lo stato delle ghiandola e farla riposare
Digita su Google: Alimenti tireostimolanti, e Ti dà la lista completa, diminuendoli evita il "Carico" ormonale e evita che si verifichi uno stress da superlavoro
Può anche aggiungere gli alimenti che contengono tiocianati, che sottraggono l'eccesso di ormoni, tanto nella dieta di transizione c'è per es il cavolo nero, in questo modo con gli alimenti gozzigeni non ha bisogno di intossicarsi con i farmaci, che sono troppo pesanti fisicamente
Prova, del resto il gioco vale la candela, facci sapere come va
Un grosso in bocca al lupo
Celestia
Avatar utente
By Guni21
#56379
Cari Celestia e Dodo,
che piacere trovare le vostre risposte! :D
Vi ringrazio per i consigli utilissimi e sicuramente le farò leggere il libro e le consiglierò di cominciare a disintossicarsi.
Io dopo una settimana stavo benissimo, i problemi sono cominciati dopo alcuni mesi, circa 3, l'anno scorso, tanto è vero che purtroppo mi sono dovuta fermare. Stavo perdendo troppi chili ed essendo già magra sembravo deperire. Sono rimasta vegetariana. Ora, ho ripreso la dieta di transizione, perchè solo frutta non riesco ancora. è vero che tira fuori tutto. A livello psicologico ed emotivo sono emersi ricordi lontanissimi e vecchi traumi infantili... Il cibo non solo è vissuto tradizionalmente come gratificazione, ma anche "copertura" affettiva. Tolta quella, ritroviamo le ferite e le possiamo curare.Ricorderò per sempre il primo sogno dopo il primo digiuno: ero una neonata felice e c'era tutto un colore bianco, come se il cervello si fosse liberato e ci fosse tanto spazio nuovo e limpido... (una bella sensazione a 38 anni) grazie ancora per la condivisione, a presto spero, Guni
Avatar utente
By Guni21
#56380
Cari Celestia e Dodo,
che piacere trovare le vostre risposte! :D
Vi ringrazio per i consigli utilissimi e sicuramente le farò leggere il libro e le consiglierò di cominciare a disintossicarsi.
Io dopo una settimana stavo benissimo, i problemi sono cominciati dopo alcuni mesi, circa 3, l'anno scorso, tanto è vero che purtroppo mi sono dovuta fermare. Stavo perdendo troppi chili ed essendo già magra sembravo deperire. Sono rimasta vegetariana. Ora, ho ripreso la dieta di transizione, perchè solo frutta non riesco ancora. è vero che tira fuori tutto. A livello psicologico ed emotivo sono emersi ricordi lontanissimi e vecchi traumi infantili... Il cibo non solo è vissuto tradizionalmente come gratificazione, ma anche "copertura" affettiva. Tolta quella, ritroviamo le ferite e le possiamo curare.Ricorderò per sempre il primo sogno dopo il primo digiuno: ero una neonata felice e c'era tutto un colore bianco, come se il cervello si fosse liberato e ci fosse tanto spazio nuovo e limpido... (una bella sensazione a 38 anni) grazie ancora per la condivisione, a presto spero, Guni
La panoramica di Ienk

Il canino in necrosi è il 43, ho evidentemente sba[…]

Ho letto con interesse la tua esperienza per la pu[…]

Di solito il magnesio viene assorbito meglio, quan[…]

Clisteri o idrocolonterapia

Non ho mai avuto esperienza di idrocolonterapia, m[…]

Libri di Arnold Ehret