Arnold Ehret Italia

Questo forum è per postare le tue storie dei successi personali conseguiti con la Dieta Senza Muco. Ogni mi9glioramento che tu possa avere per quanto piccolo sia, puoi inserirlo qui.

Moderatore: luciano

Avatar utente
By Janus
#77758
Cornadure ha scritto:Ma c'è qualcuno di voi che si nutre già da un bel pò di tempo di SOLA Frutta e che non è perennemente in transizione?


ciao! io mangio solo frutta, e ti posso garantire che non sono mai stato meglio in vita mia!
dormo 5 ore a notte e tutto il giorno ho un energia mai provata prima. un'abbronzatura fantastica con poche ore di sole raccolte. mi alleno tutti i giorni e seguo da poco il metodo e la dieta matevo (che ti consiglio vivamente perché è sorprendente!) La cosa più giusta che tu possa fare cmq, è di ascoltare il tuo corpo! io se ora mangio altro che non sia frutta o verdura cruda sto male.. non tollero ne sopporto più il sale, perché ora lo trovo davvero innaturale. La bontà e la dolcezza non ha prezzo!
stai solo attento agli eventuali mix di frutta che fai.. ;)
Avatar utente
By IoSonoMatevo
#77802
Grazie per aver intrapreso Matevo. Con tenacia, costanza e pazienza sono certo che riuscirai a costruire la salute ed il fisico che desideri.

PS. aggiungo che il 90% dei concetti rivolti alla frutta/digiuno li ho tratti dai libri di Ehret

:D
Avatar utente
By Narayani
#83884
Ciao, mi hanno consigliato di accompagnare la frutta con della verdura per modulare meglio la glicemia.
Avatar utente
By swami863
#83899
Ognuno ha i suoi suggerimenti e spesso se ne esce disorientati.
Succedeva anche a Me, in quei giorni mi rileggevo Erhet, il suo schema e la sua progressione, la sua semplicità....sinora ha funzionato.
....ma è la mia esperienza
By marcov86
#83903
Buongiorno a tutti.

Io sono stato un fruttariano puro per un considerevole periodo. 6 mesi o più, ricordo la mia esperienza di vegano crudista di almeno un anno.

Da quando ho conosciuto Ehret, non ci sono state transizioni, un po soffrendo nel giro di un mese ero crudista e il pane non l'ho più visto per molto tempo.
Nel secondo anno ho iniziato ad avere problemi. Forse perché reintrodussi sporadici cibi tradizionali che facevano a pugni con le mie maxi dosi di frutta. Di fatto la mia esperienza di fruttariano è finita abbastanza rovinosamente cercando di attenermi rigorosamente ai principi ehretisti.
Non posso negare la validità dei principi, solo che ad oggi anche un buon piatto di spinaci, mi da disturbi.

Ammetto di essere stato un fanatico "intestista" e di aver perso più volte l'equilibrio alimentare, ma tutt'ora (4anni) non riesco a tornare al crudo e alla frutta.

Ricordo che in un film sul personaggio di Tesla, il professore ad una cena se non ricordo male insieme al dottor Edison, rifiuta chiedendo di allontanarlo, un vassoio contenente frutta, ordinando invece goffamente che gli venissero consegnati una dozzina di tovaglioli.

Mi sento un po come un'amante abbandonato.

Sto leggendo di Purinton "la filosofia del digiuno", che mi sta illuminando ulteriormente sull'argomento. Devo dire che la mia esperienza dopo il messaggio agli eheretisti, non ha visto e forse non ha capito il digiuno superiore. Ma ha visto piuttosto "il digiuno può salvarti la via" di Shelton.
Sono consapevole di non trovarmi al traguardo. lo vedo sulla mia lingua tutte le mattine e lo sento ad ogni errore conscio o inconscio commesso a tavola.

Qualcuno può benedirmi?
By marcov86
#83915
Grazie Luciano.

Io e te dovremmo parlate un po da parte però.
Applicato così com'è il metodo su di me è un tentato suicidio.

Mi piacerebbe parlati dei mille tentativi mancati per liberarmi da questa terribile malattia.

In particolare andrebbe bene. Credo benissimo l'interruzione di un digiuno, tutto il proseguo rimane nebuloso.
Avatar utente
By luciano
#83929
marcov86 ha scritto:Io e te dovremmo parlate un po da parte però.
Mi piacerebbe parlati dei mille tentativi mancati per liberarmi da questa terribile malattia.
Il forum è qui per questo. Non posso seguire singolarmente le persone, se lo faccio è tramite forum, nei limiti del mio tempo, ma anche altri possono dare preziosi suggerimenti.

Riguardo ai digiuni al momento lascerei perdere, visto che occorre rafforzare l'organismo. La dieta proposta aiuta.

Molto e forse di più, liberarsi dal fanatismo aiuta ulteriormente.
By marcov86
#83934
Vorrei solo aggiungere, mi aiutino gli aventine stanti fatto esperienza:

Quanto in questa fase sia importante trovare con chi parlarne.

Come il buon Ehret ci insegna, non so se valga anche per i casi di candida, ~"quando l'intestino è ripulito, tutto il corpo comincerà a ripulirsi e le scorie proveranno da ogni parte del corpo per essere eliminate"~

Solo per la cronaca, o per arricchire la conoscenza di chi ne avesse fatto una qualche esperienza, per me questa dieta per la candida non va neanche come dieta di mantenimento, ma può funzionare benissimo come tortura coreana.

Ho scoperto a mie spese quanto l'uomo comunemente onnivoro non sia per niente stupido nel suo istinto di bloccare l'eliminazione attraverso la ritenzione, cosa che ad Ehret non ho mai sentito direi al di la del "fetta di pane tostato", fra i mille intestini strapieni di ogni male possibile.

Oltre ciò il consiglio di non superare il 2 digiuni in un mese, misurare le proprie capacità con digiuni più brevi, e soprattutto rigore e pazienza nell'interruzione di questi per un tempo doppio degli stessi, col primo pasto che deve fare velocemente la sua ricomparsa sulla scena del mondo, anche a costo di qualche diversivo.

Potrei filosofeggiare su ciò per ore, ma io e la candida siamo soli al mondo per ora.
Avatar utente
By luciano
#83936
marcov86 ha scritto:... Ho scoperto a mie spese quanto l'uomo comunemente onnivoro non sia per niente stupido nel suo istinto di bloccare l'eliminazione attraverso la ritenzione...
A guardare come è messa la maggior parte degli uomini comunemente onnivori, non si direbbe che alla lunga si sia mostrata intelligente.

marcov86 ha scritto:...Potrei filosofeggiare su ciò per ore, ma io e la candida siamo soli al mondo per ora.

Mi pare che ci sia una tendenza al pessimismo e a una specie di autocommiserazione. Anche questo influisce sulla difficoltà di recupero.

Qui c'è il resoconto, in 5 pagine di post, di una persona che ha fatto l'esperienza:
viewtopic.php?p=81582#p81582
Avatar utente
By Bruno3
#85488
luciano ha scritto:Penso che ci sia anche gente in buona fede che fa le cose come si deve, altrimenti vuol dire che stiamo davvero toccando il fondo.

Sono daccordo con te Luciano ,sara' vero che ci sono nel mercato tantissimi truffatori in questo campo, come in tutti i campi, pero' non facciamo di un'erba un fascio,basta stare attenti e conoscere bene l ortolano che ti vende la frutta,io addirittura vado a visitare i suoi campi di coltivazione...credetemi c'e' ancora gente che fa le cose con il cuore in giro per il mondo...
  • 1
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7

Congratulazioni per la perdita di peso e per la t[…]

Panoramica Matteo

Bene, ho tolto il 26(devitalizzato) e il 28 una se[…]

Diario di Narayani

Poi basta perché ogni volta che entravo in piscin[…]

Gli ultimi del contadino

Mai provato a essiccarli al sole? Non ho mai pr[…]

Libri di Arnold Ehret