Arnold Ehret Italia

Quando non sai dove mettere il tuo messaggio mettilo qui. Se devi fare delle battute, falle qui. Non sono permesse battute sulla dieta o sugli utenti.

Moderatore: luciano

By costina
#56942
Riporto da Wikipedia (http://it.wikibooks.org/wiki/Napoletano/Cibo):

Un posto privilegiato è riservato alle verdure fresche ed ai legumi (fino al seicento - cioè prima dell'introduzione della pasta nella dieta popolare - i napoletani erano chiamati "mangia foglie").

esiste anche questo proverbio:

'O napulitane se fa sicco, ma nun more.
(Il napoletano dimagrisce, ma non muore. )

Vedo se riesco ad approfondire storicamente l'introduzione della pasta nella dieta popolare.
By costina
#56944
Davvero interessante!

http://www.vesuvioweb.com/new/IMG/pdf/A ... roni-2.pdf

http://www.porthos.it/images/stories/PD ... essita.pdf

http://www.informacibo.it/_sito/gusto_napoli.htm

da cui:
“La carne eccita i sensi e distrae la mente dalla meditazione”: già dalla fondazione dell'antica Partenope, seguendo alla lettera i principi di Pitagora, i napoletani sono rimasti fedeli alle tradizioni vegetariane dei coloni greci. Ma anche in seguito l'alimentazione in Campania è stata basata sulle verdure per una scelta culturale, piuttosto che economica. Tanto che i napoletani meritarono l'appellativo di “mangiafoglie” e lo conservarono fino a quando i “maccheroni” sostituirono la “foglia” , cioè la minestra di verdure considerata a lungo il piatto nazionale. ..... Cavoli, broccoli, lattuga, scarola, bietola e spinaci. Ma anche numerose erbe spontanee ... come acetosa, raperonzolo e macerone: un vero e proprio trionfo di ortaggi, ideali a quel tempo “per mantenere sano il corpo e lucida la mente”.
By costina
#56945
nonché:

http://archiviostorico.corriere.it/2005 ... 1142.shtml

da cui:

"Forse non tutti sanno che, prima di diventare «mangiamaccheroni», i signori della pizza erano conosciuti come mangiafoglie e divoratori di verdure. Parola di Piero Camporesi, saggista e storico, che nel suo Le vie del latte recupera il «collega», Vincenzo Giustiniani, vissuto 400 anni prima, il quale scrive: «In Napoli non si mangia generalmente se non foglie, broccoli e frutti in quantità»."
Avatar utente
By Raffaele
#56951
Guarda guarda ... proprio oggi discutevo con un mio collega napoletano (grande mangiatore di carne !) sulle origini dei napoletani ...
Appena mostrerò lui questi post ...
Avatar utente
By fan75
#56961
Ma tu guarda.. sono napoletano e mai e poi mai avrei pensato di appartenere ad un popolo di "mangiafoglie", incredibile..
Avatar utente
By fan75
#56962
x costina grazie mille per la pubblicazione!
Avatar utente
By luciano
#56970
I Napoletani sapevano quale che fosse la corretta alimentazione, come anche altre etnie della penisola, poi il "boom" economico degli anni 60 ha fatto credere che mangiare pastasciutta e carne tutti i giorni fosse indice di benessere, complici le multi della pasta e della carne.
La panoramica di Ienk

Il canino in necrosi è il 43, ho evidentemente sba[…]

Ho letto con interesse la tua esperienza per la pu[…]

Di solito il magnesio viene assorbito meglio, quan[…]

Clisteri o idrocolonterapia

Non ho mai avuto esperienza di idrocolonterapia, m[…]

Libri di Arnold Ehret